1 febbraio 2020, il giorno della liberazione da WhatsApp

A partire dall’1 febbraio 2020 molti smartphone di uso comune non potranno più supportare, per non dire sopportare, WhatsApp. Fra questi il nostro fedele iPhone 5S, visto che WhatsApp non si integrerà con vecchie versioni di iOS. In pratica dal primo febbraio chi è nel mondo Apple potrà usare WhatsApp solo se ha versione di iOS dalla 9 alle più recenti e chi è nel mondo Android solo con 2.3.3. e versioni successive. Già fuori gioco chi era nel mondo Windows Phone.

WhatsApp non sparirà subito dai nostri anziani smartphone, ma fin da subito non sarà aggiornato e quindi potrebbe presentare, come minimo, problemi di sicurezza. Così dicono con tono grave gli esperti del settore, visto che esiste davvero qualcuno così stupido da tenere password e codici sul proprio smartphone invece che su carta, come insegnava Bernardo Provenzano.

In ogni caso per il blocco vero e proprio dovrebbe essere questione di mesi, se non di settimane. Restringendo il discorso al mondo Apple, dovrebbe stare ancora per un po’ tranquillo chi ha l’iPhone 6 o iPhone più recenti. Ma è chiaro che il progresso, o supposto tale, prima o poi travolgerà anche loro. Di sicuro non cambieremo il telefono per poter continuare ad usare WhatsApp, non capendo la strategia di Facebook (proprietaria di WhatsApp e anche di Instagram) che dopo avere semi-annunciato l’integrazione totale, Messenger compreso, rende impossibile la vita fra microaggiornamenti e altro.

Guardando la situazione in positivo, come è nostro costume, avremo una distrazione in meno fra le tante che ci avvelenano la vita, visto che dopo ogni messaggio ricevuto occorre una media di 30 secondi per ritrovare la concentrazione su ciò che si stava facendo. Alla fine l’1 febbraio 2020 diventerà per qualcuno il giorno della liberazione da WhatsApp. Non c’è niente che non possa essere mandato via mail, per le urgenze ci sono Messenger e sms.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.4/10 (19 votes cast)
1 febbraio 2020, il giorno della liberazione da WhatsApp, 6.4 out of 10 based on 19 ratings

13 commenti

  1. Avendo da tempo disabilitato tutte le notifiche sonore i messaggi li vedo solo se guardo il telefono. Messenger consuma molta più batteria di WhatsApp e gli Sms ormai sono pochi se previsti nei piani tariffari. In ogni caso no problem basta telefonare. Anche se ci sono casi di gente che ha il numero fisso ma si rifiuta di usarlo costringendo sempre a chiamare sul cellulare…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
    1. Il fisso ha senso solo con il filo, il cordless mi intristisce

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 4 votes)
  2. Per me sarà una gran scocciatura. Resisterò qualche mese, poi quando non avere whatsapp mi darà dei problemi, comprerò un nuovo i-phone.
    Du bal però

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  3. Basta silenziare tutto quello che non serve. Per il mio lavoro strumento totalmente insostituibile. E infatti è stato l’unico motivo per cui sono stato obbligato a lasciare l’amato Bberry.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  4. Io lo uso tantissimo per lavoro, quello che non interessa basta silenziarlo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  5. Io da più di un anno non rispondo a nessuna telefonata (come insegna Provenzano e i mafiosi, al telefono è meglio non parlare ), e cmq ho un numero di telefono spagnolo che non ho dato a nessuno. Ho anche disabilitato tutte le notifiche, non esiste nessuna urgenza per cui il telefono sia necessario, se qualcuno sta male o è in pericolo deve chiamare il 112 o il 113, non un parente. Si vive molto meglio in un mondo in cui tutte le comunicazioni sono asincrone.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -6 (from 16 votes)
    1. E in che grotta vivi? 😀😀😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 9 votes)
      1. Io lavoro da remoto, quindi tutte le comunicazioni sono fatte tramite slack, tranne 1-2 video call a settimana. Per il resto, boh a me mi annoia anche chattare. Io sto benissimo se posso comunicare quando e come voglio io 😀

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -1 (from 3 votes)
  6. “ho un numero di telefono spagnolo”
    Moggi è ancora con noi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
    1. Vivo ad Ibiza 5 mesi all’anno, tra gli altri vantaggi, le sim in Spagna costano meno 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -3 (from 3 votes)
      1. Nicola spiega… che fai li?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 1 vote)
        1. Io faccio il programmatore, lavoro da remoto per aziende UK e US. Tecnicamente posso lavorare da qualsiasi posto del mondo dove ci sia una buona connessione, quindi praticamente ovunque tranne il sud est asiatico. Ad Ibiza c’è la fibra ottica, quindi è perfetta, ci passo l’estate, tranne fine luglio e agosto che c’è troppo casino.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -2 (from 4 votes)
  7. io non vivo in nessuna grotta, semplicemente uso il telefono solo per necessita’, ovvero quasi mai. Escludendo questioni lavorative, che cazzo dovete scrivere tutto il tempo?

    quando ho messo in vendita l’auto e mi hanno scritto venti persone in due ore volevo morire.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 8 votes)

Lascia un commento