Una app per Rebic e Kessie

Cosa è peggio fra Rebic e Kessie che scazzati guardano lo smartphone prima di Milan-Napoli e questa grottesca invenzione della app tattica per giustificarli? Sicuramente la seconda, al di là del fatto che Pioli davvero sia uno degli allenatori che più si affidi alla tecnologia per analizzare e spiegare le partite.

Le immagini di Sky hanno fatto arrabbiare molti tifosi del Milan. Perché la NBA è una bellissima cosa (si fa per dire, siamo in una fase in cui ci fa vomitare), con gli sguardi persi e quelle mega-cuffie che non hanno nemmeno Fargetta e Molella, ma è appunto la NBA. Qui se non vinci ti viene rinfacciato anche il modo in cui respiri, figuriamoci quindi se poco prima di una partita decisiva dai l’impressione (concediamoci il dubbio che la app esista davvero) che non te ne freghi niente.

Il caso poi ha voluto che Rebic, cioè quello dei due che stava guardando lo schermo della presunta app, abbia giocato da cani e che all’intervallo Kessie, quello che il telefono lo stava giusto tenendo in mano, lo abbia sostituito giocando 45 minuti almeno dignitosi. Se davvero c’era la app allora ha fatto bene Kessie a non aprirla.

Ma cosa volevamo dire? Che siamo così tossici che non ci accorgiamo di quanto tempo ci tolga lo smartphone. Un utente medio lo tocca almeno 2.000 volte (!!!) in una giornata, una ricerca dice 2.617. Una statistica che tiene conto di ogni battitura, quindi un messaggio può contare, mettiamo, per 30. Cerchiamo di essere più precisi: le sessioni medie risultano essere 76, quindi in ognuna ci esibiamo in 34 tocchi. Una cifra comunque mostruosa, perchè dopo ogni interazione il tempo necessario per tornare concentrati su ciò che si stava facendo prima è intorno ai 30 secondi.

In altre parole, lo smartphone è molto più dannoso per un giornalista, un bancario o un panettiere di quanto non lo sia per Rebic e Kessie che si presume almeno in quei 90 minuti di partita o di allenamento non lo tocchino. Anche se il recente numero di Alexander Zverev, sospettato di guardare lo smartphone durante i cambi campo, potrebbe aprire una nuova era. Insomma, nello sport del 2019 Fabio Capello può fare solo l’opionista.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.8/10 (13 votes cast)
Una app per Rebic e Kessie, 7.8 out of 10 based on 13 ratings

10 commenti

  1. Boh, sinceramente pure si facessero i cazzi loro sul telefono non vedo il problema.

    Ma quando una squadra va male tutto fa brodo.

    PS. per me entrambi stavano approfittando dell’offerta di PornHub per il Black Friday: abbonamento vitalizio a 300$ 😀

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 8 votes)
  2. giocavano a Fortinite.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  3. Provate a controllare whatsapp durante un colloquio di lavoro o durante una riunione con un manager e poi ne riparliamo.
    Vabbè che qua risuona ancora l’eco del leggendario “ma che colpa ha Icardi se scrive un libro in cui parla male della curva? In piena stagione e senza presunte polemiche pregresse?”. Quindi vale tutto, anche che si giustifichino dei giocatori scarsi che 15 in prima della partita dimostrano di star
    facendo tutto tranne che essere con la testa alla partita.
    Pioli poi ridicolo.

    Ps: è ancora valida l’offerta di Pornhub?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 15 votes)
    1. Stai invertendo i rapporti di forza: gli artisti, in questo caso i calciatori, fanno quello che vogliono e il gestore pro tempore muto.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
      1. chi sono gli artisti? Kessie e Rebic non sono nemmeno quelli che scioglievano i pigmenti per i vari Leonardo, Michelangelo, Carabbaggio (cit.)…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
  4. Rebic e Kessie restano due brocchi anche senza cazzeggiare al cellulare prima della partita. In questo momento soprattutto, sono stati poco furbi a farsi pinzare così buttandosi nelle fauci del tifoso medio che non vede l’ora di rinfacciare anche le scaccolate. In linea di massima non ci sarebbe nulla di male in quello che facevano, chiunque smanetta con lo smartphone prima di andare a lavoro. E le critiche di solito arrivano da chi il cellulare lo usa mentre sta lavorando, solo che a loro non li riprende nessuno.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 9 votes)
    1. Vabbè dai praticamente stai dicendo che sino a che non lo usano mentre sono a centrocampo al 35’ della partita va tutto bene o magari quando sono in barriera. Dato che ci sono potrebbero fare un bel boomerang con Donnarumma su un calcio di rigore. 15 min prima della partita stai già lavorando. Oh, poi io mi accodo al sentire comune eh, figurati quanto me ne frega. Ormai la regola è il “che male c’è” a prescindere. Salvo poi fare le pulci a Sarri per due anni perché va in panca con la tuta…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 13 votes)
  5. Si beh non è che dovevano sostenere un esame di meccanica razionale…
    Alla base c’è soprattutto una prestazione fisica, ovviamente guidata dalla testa in campo, ma non è che se tocchi il telefono 20 minuti prima la prestazione ne sia inficiata.
    Questo per chi usa il cervello. Per il tifoso medio (ossia il 99% della popolazione terrestre) ovviamente vanno bruciati al rogo.
    Diverso sarebbe stato se fossero stati pizzicare a smanettare in panchina per esempio…

    Ps x il Direttore: questa NBA va verso un ridimensionamento fisiologico, quello che ormai propone da Novembre ad Aprile è purissima spazzatura, fuori dagli USA se ne sono già accorti e lo stanno capendo anche là…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 8 votes)
    1. Vanno bruciati al rogo da parte dell’operaio che al lavoro ovviamente non usa mai il cellulare, ovvio.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 5 votes)
      1. forse sono i calciatori che dovrebbero bruciare l’operaio visto che l’operaio di domenica non lavora…
        l’operaio al massimo potrebbe bruciarli durante la settimana visto che si allenano non più di un paio di ore al giorno.
        A pensarci bene l’operaio potrebbe avere il diritto di bruciare anche me che sto scrivendo questo commento durante il mio orario di lavoro…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +8 (from 8 votes)

Lascia un commento