Milano è una città egoista?

“Milano attrae ma non restituisce quasi più nulla di quello che attrae”. Questa frase, riportata da vari siti di informazione, è di Giuseppe Provenzano, ministro per il Sud e la coesione territoriale, del Governo Conte II, e rappresenta una buona occasione per riaprire il dibattito sul ruolo di Milano in Italia e del perché stia vivendo un momento particolarmente favorevole laddove altre (Roma in primis) soffrono sempre di più.

La tesi di Provenzano, espressa direttamente alla presenza del sindaco Giuseppe Sala in occasione del dibattito organizzato dall’Huffington Post sul tema “il Meridione visto da Nord”, è che il comportamento di Milano sia cambiato rispetto al passato quando era comunque sempre un riferimento nazionale. Attorno ad essa si è scavato una sorta di fossato e non viene restituito quasi niente all’Italia.

Non occorre essere particolarmente attenti per notare che sia Provenzano sia Sala sono esponenti del Partito Democratico, e soprattutto che per mille motivi Milano è una delle ultime città di cui il PD perderà il governo.

Le dichiarazioni, poi successivamente smorzate, hanno indotto Sala a replicare: “Milano restituisce nella misura in cui ci viene chiesto e nella misura in cui veniamo messi in condizione di farlo. Non abbiamo nessun istinto egoistico”. Insomma, al di là dei chiarimenti di rito, che cosa dovrebbe fare Milano per aiutare il resto del Paese, e in particolare il Meridione, ad essere più virtuoso?

E il divario che cresce tra Nord e Sud in generale è una colpa del secondo o un merito del primo (o per assurdo, viceversa?). E per assurdo, a chi fa comodo una Milano che, correndo come i suoi abitanti , va bene e attrae investimenti e turismo (oltre che migliaia di studenti) stranieri, e a chi fa invece meno comodo?

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.2/10 (14 votes cast)
Milano è una città egoista?, 8.2 out of 10 based on 14 ratings

105 commenti

  1. Non so se sia egoista, quaunque cosa voglia dire una frase del genere riferito ad una città così grande.
    Di sicuro è brutta e zozza come poche. Nettamente meglio Torino.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -29 (from 49 votes)
    1. Milano sarebbe più sporca di altre grandi città italiane? Stai scherzando immagino

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +25 (from 31 votes)
    2. Se ho capito bene, la domanda è se il successo nazionale di Milano dovrebbe essere considerato un traino o un freno per il resto del paese.

      Prima di tutto, non è un gioco a somma zero. Milano non compete con altre città italiane per crescita e progresso, perché essendo al centro di un polo industriale deve necessariamente interagire con il resto del paese.

      Andando nel merito, io credo che sia una risorsa preziosa per il resto della penisola. Sarebbe bello averne una al centro e una al sud, ma in mancanza di altro credo sia un fulcro di opportunità per chiunque non riesca ad avere successo nella propria zona. Sia come imprenditore sia come dipendente.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +15 (from 19 votes)
    3. Mauro, ma per favore 🤣🤣

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +11 (from 17 votes)
  2. ” Provenzano, ministro per il Sud “

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
    1. ahahhahahah stessa cosa che ho pensato io! Ho dovuto googlarlo per scoprire che è vero xD

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 6 votes)
  3. Belisario: scusa ma mi fai un elenco di citta’ di un milione di abitanti o piu’ che sono esteticamente piu’ belle di Torino? Saranno forse cinque al mondo eh: roma, parigi, se vuoi napoli, poi?

    Milano e’ un hub della finanza e dei servizi, come francoforte, amsterdam, barcellona ecc, tutte citta’ brutte e funzionali (ah i canali di amsterdam, una palude).
    Se per te e’ sporca non so cosa siano San Francisco, Los Angeles, Londra, ecc senza parlare del terzo mondo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 22 votes)
    1. Amsterdam non ci arriva ad un milione. E cmq è bellissima 🙂

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 9 votes)
      1. Amsterdam è casa mia 😍

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 4 votes)
  4. filippo: mi sembra semplicemente impossibile che l’italia abbia tre citta’ del peso economico e le infrastrutture di milano. Nessuno a parte gli usa e la cina le ha.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 11 votes)
  5. Da milanese, e quindi di parte, dico che Milano è una città brutta solo per chi non la conosce e non la vive (vale anche per altre città ovviamente).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 18 votes)
    1. Non sono milanese, ho vissuto dei periodi per lavoro a Milano e concordo pienamente con te; per me Milano non è assolutamente brutta.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 9 votes)
  6. pensare che io da un paio d’anni dico agli amici della parrocchietta che un nuovo ipotetico schieramento progressista dovrebbe basarsi su una reale valorizzazione della meritocrazia, semplificandolo al massimo con il messaggio forte (e non in contrapposizione a altre realtà) di milano capitale del paese.

    per noi provinciali il cambio di passo di milano (assoluto oppure solo per impietoso confronto con le altre città) è realmente tangibile, a partire dalle piccole cose della quotidianità (date forse per scontato che gli operatori del turismo di venezia o firenze sappiano l’inglese?)

    (mio termometro personale: in italia solo agli eventi sportivi e musicali di milano non mi incazzo per la gestione incivile delle file)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  7. “scusa ma mi fai un elenco di citta’ di un milione di abitanti o piu’ che sono esteticamente piu’ belle di Torino? Saranno forse cinque al mondo eh: roma, parigi, se vuoi napoli, poi?”

    Ossignur, siamo nuovamente all’abuso dell’uso del Viagra che ha provocato un eccesso di cazzodurismo.

    Premesso che Torino al milione di abitanti non ci arriva e che paragonare una città che si sta provincializzando sempre più con l’unica città italiana che (a fatica, ma lo fa) tiene botta in Europa è come paragonare una Golf con una Porsche, visto che parliamo di una che ha un’area metropolitana di un milione e mezzo di persone con una che arriva a sette milioni, che cosa vuol dire “esteticamente più belle”? Parliamo di monumenti? Parliamo di armonia delle varie zone?

    In ogni caso:

    Vienna con la zona del Ring (ma anche Hutteldorf, Leopoldstadt, la zona della Wiener Wald) fa schifo? Praga con la zona del castello ma anche la zona di Mala Strana fa schifo? Budapest con la zona di Buda in collina ed i vialoni in Jugendstil di Pest fa schifo? Del centro di Monaco di Baviera che diciamo? Ci mettiamo due dita in gola?

    Boh, veramente, non capisco.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 21 votes)
    1. pur essendo relativamente piccola, ogni volta che ci vado mi innamoro sempre di Lubiana

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 5 votes)
  8. Milano città bella e viva come poche, non c’è paragone con Torino che pare un camposanto monumentale.
    Il discorso del minustro prò è un altro e ci sono i numeri a parlare, vedi anche inchiesta di report di un paio di settimane fa sulla questione nord/sud.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  9. Torino tra le 5 città più belle d’europa? Su due piedi roma parigi venezia firenze napoli barcellona amsterdam siviglia praga londra minchia anche Padova mi piace più di torino. E parlo di città che ho visto. Aggiungiamo budapest. Vienna. Madrid. Berlino cazzo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 9 votes)
    1. Ha scritto “mi fai un elenco di citta’ di un milione di abitanti o piu’ che sono esteticamente piu’ belle di Torino”

      Venezia, Firenze, Amsterdam, Siviglia non arrivano (le prime due manco lontanamente alla metà) al milione.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
  10. @ Banshee: “Milano città bella e viva come poche, non c’è paragone con Torino che pare un camposanto monumentale.”

    Game, set, match

    Ps non comunque viva come la tanto vituperata Milano da bere…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  11. Ahaha come abboccate voi cittadini del mondo nessuno ahahahaha

    Forse devo spiegare il mio punto di vista.

    1)Preferisco i camposanti come Torino alle allegre Napoli, Karachi, Atene, ecc. Sapete la monnezza e la microcriminalita’ non mi attirano. De gustibus

    2) Neanche commento Barcellona, Praga e Londra (!!!!). Avrete visto due strade e basta. Ma sicuramente Venaria Reale, Chieri e Pino Torinese non reggono il confronto con Croydon e Slough

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -14 (from 26 votes)
    1. Peró giá se citi Venaria Reale (bellissima), Chieri ecc. ti stai allargando 🙂

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 5 votes)
  12. Come detto Milano e’ l’unica citta’ italiana economicamente importante e con profilo internazionale.

    Che un italiano la definisca bella e’ semplicemente demenziale, poi se uno ha dei bei ricordi o ci ha sempre vissuto posso capire il legame sentimentale. Che la definisca viva posso capire, probabilmente non avendo mai vissuto in vere metropoli deve essere incredibile vedere due grattacieli in croce e tre ristoranti mediocri in galleria vittorio emanuele.

    Ovvio che se voglio realizzarmi e ho delle qualita’ preferisco ben altre realta’ all’estero.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -21 (from 33 votes)
  13. 31matrix: scusa ma non mi sto allargando per niente, se citiamo Londra allora devo allargare ai sobborghi. Altrimenti compariamo Piccadilly Circus e Piazza Vittorio Veneto, sicuramente qualche fenomeno dira’ che preferisce la prima perche’ ci sono i megaschermi lol.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -14 (from 16 votes)
  14. La restituzione al resto dell’Italia? Esempio diretto. Quante persone sono costrette a trasferirsi da queste parti per avere cure decenti? Lo scarto del Cepu messo al posto della Lezzi potrebbe spiegarlo.

    Adesso manca solo Sala Sindaco con le liste civiche e il distacco sarebbe totale. Provenzano, dopo la Lezzi, mi sembra la persona perfetta perché accada. E anche su Salvini “ingiargianato” personalmente ho più di un dubbio dove il prefisso è 02.

    @Beli
    Torino immagino sia nelle tue grazie solo perché città “monarchica”? E tu di “Re” te ne intendi!
    Perché altrimenti questa rientra di diritto nella tua Top Five 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  15. @ Transumante:

    “ Preferisco i camposanti come Torino alla allegra Napoli”

    Opinione rispettabile che personalmente non condivido. Dovessi scegliere tra le due dove abitare non avrei dubbi.

    “Che un italiano la definisca bella e’ semplicemente demenziale, poi se uno ha dei bei ricordi o ci ha sempre vissuto posso capire il legame sentimentale. Che la definisca viva posso capire, probabilmente non avendo mai vissuto in vere metropoli“

    Mi sembra si stesse circoscrivendo l’argomento all’Italia, e in Italia Milano è l’unica metropoli con determinate caratteristiche. Ho vissuto alcuni periodi significativi anche in vere e proprie metropoli (Seoul – a proposito Gangnam non esiste come quartiere ma è un distretto, e Cheongdam è quello al cui stile di vita si è ispirato Psy – Parigi e New York valgono?) anche se la maggior parte della mia vita è stata a Milano e quindi il legame sentimentale è indubbio.

    PS non sono mai entrato in vita mia in un ristorante di galleria Vittorio Emanuele (anche se ammetto di averne frequentati, per altri motivi, di scadenti e pretenziosi)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 10 votes)
  16. Barcellona una merda, Praga non vale una qualsiasi città di provincia italiana, Budapest non parliamone, … in generale la maggior parte delle sstrombazzate città estere le ho sempre trovate orribili: oltre al monumento simbolo, manco il nulla. Il degrado.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -18 (from 22 votes)
    1. Si va bene, ma dovendo scegliere la donna la porto a Praga e non a Rovigo..

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 6 votes)
      1. Rovigo non la conosco, ma tra Praga e Firenze, Pisa, Venezia, Padova e così via manco ho un dubbio. Da italiano ovvio faccia più figo portarla all’estero.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 3 votes)
    2. Ah questo l’avevo saltato. Evidentemente abbiamo concezioni di come deve essere una città completamente differenti, e meno male!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
  17. Chi viene vivere a Milano è difficile che poi scappi per andare in un’altra città, mentre da Roma (ne parlavo con colleghi che ci abitano) vanno via persone e imprese. Il boom del turismo è un dato di fatto, che il 10% degli studenti universitari sia straniero un altro, così come (cosa ancor più importante) indifferentemente dal colore della giunta a Palazzo Marino le cose comunque funzionano. Il che vuol dire che non è tanto merito della politica ma della città e di chi vi abita. Questo dà tanto fastidio altrove, tanto più che Milano sta trasformandosi, modernizzandosi ma anche guardando alla riqualificazione di strade, edifici e aree dismesse. Sarebbe assurdo frenare solo perché altri rallentano. Poi come in tutte le metropoli ci sono zone di disagio su cui lavorare, lasciate a sé stesse e in mano a determinati gruppi, ma la formula magica non mi pare che sia stata trovata anche altrove. Un amico economista mi diceva che il rischio è che diventi come Londra, una piccola città stato. Io non lo vedo un rischio ma un’opportunità.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 18 votes)
  18. Carlos Jr: mi sembra di aver scritto tre volte che milano sia l’unica metropoli italiana. Il punto e’ che se uno scrive “bella come poche” sta semplicemente trollando come Belisario che la definisce sporca. Non e’ nessuna delle due.

    Io invece ho proprio dovuto scegliere tra Chicago (sara’ viva come Milano? rotfl) e qualunque posto in Italia incluse Milano e Roma. Ho deciso che preferisco passeggiare in un salotto di venti km quadrati con le alpi a nord ovest e una collina con 3 tra i dieci comuni piu’ ricchi d’italia a sud-est, separata dalla citta’ dai ponti piu’ belli sul po, e con un costo della vita ancora sostenibile per la classe media.

    E se proprio devo, prendo il treno e in 50 minuti sono a Milano dove posso godere di tutte quelle cose che il 90% dei milanesi non possono permettersi (la segretaria influencer non l’ha inventata il Direttore). Se prendi il treno da Napoli in 50 minuti sei a…..?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -9 (from 17 votes)
  19. cydella: e’ provincialismo puro e semplice. Berlino, Londra, ecc fuori dalle zone turistiche propongono scenari da socialismo reale (e nel caso di Berlino, Praga e Budapest non e’ retorica), senza una tipografia interessante, senza carattere (i sobborghi di londra sono quelli di manchester/nottingham/birmingham/ecc), ecc.

    Poi sono hub economici e quindi c’e’ lavoro, gente motivata, energia, ecc nessuno lo nega.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 14 votes)
    1. Ma che discorsi, le periferie di Milano e Roma sono posti squallidi con rare eccezioni.

      Se dobbiamo valutare una città, allora mettiamoci d’accordo sui termini: centro? Circonvallazione esterna? Comune?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
  20. Tornando un attimo in topic:

    https://phastidio.net/2019/11/12/i-predatori-della-perequazione-perduta/#more-19577

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  21. @ Transumante: “ Che la definisca viva posso capire, probabilmente non avendo mai vissuto in vere metropoli“

    Mi sembrava di aver capito che tu guardassi fuori Italia, perché io di metropoli più vive fra i confini nazionali non ne vedo. Sarò miope…

    “E se proprio devo, prendo il treno e in 50 minuti sono a Milano dove posso godere di tutte quelle cose che il 90% dei milanesi non possono permettersi (la segretaria influencer non l’ha inventata il Direttore). Se prendi il treno da Napoli in 50 minuti sei a…..?”

    Realisticamente parlando i 50 minuti diventano un’ora e…dipende da dove devi poi andare a Milano (tieni presente che se non hai il passo newyorkese già ci vogliono almeno 5-10 minuti per uscire dalla stazione Centrale e raggiungere MM/taxi/altro mezzo pubblico/car sharing. Quindi lo fai qualche volta e poi lasci perdere (magari non tu ma la maggior parte della gente sì).

    Sono contento che tu ti possa godere quello che il 90% dei milanesi non possono, ma hai scoperto l’acqua calda. Se non hai patrimonio e/o reddito di un certo livello non ti puoi permettere di scialare in nessuna metropoli. E a Milano certi redditi sono la norma, a Torino molto meno. Poi se tu sei fra quelli bravi e fortunati meglio.

    Dovessi abitare a Napoli non prenderei il treno, ma con l’aliscafo in 50 minuti sarei a Capri.

    PS la segretaria-influencer, se di bell’aspetto, si gode il 100% di quello che Milano offre, ci pensa il Tosoni di turno 😉

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 16 votes)
  22. Da Napoli col treno in 50 minuti arrivi in costiera Sorrentina che è il posto più bello del mondo, puoi andare a Pompei o Ercolano, puoi arrivare anche a Roma con 15 minti di più. Oppure prendi l’aliscafo e Capri, Ischia e Procida sono magnifiche. Hai girato il mondo ma pare che devi girarlo ancora, fai rotta verso sud, stammi a sentire.
    Ah la microcriminalità… ieri l’articolo del direttore sui furti a Napoli non l’ha letto nessuno.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 15 votes)
  23. Ma infatti il problema di napoli e il traffico

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
    1. Gobbo: dici che e’ per quello che nessun non napoletano non vuole manco passare in auto per napoli (oltre ovviamente alcuni Uomini Indiscreti)?

      Banshee: tutte zone bellissime per andare in vacanza, che non c’entrano nulla con la citta’ di napoli, che infatti ha pochi turisti per il suo potenziale.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 8 votes)
  24. ma se non ci siate mai stati di che parlate?!? di turisti è pieno, fin troppo!
    ah il traffico non è un problema, salvo pochi giorni critici, fila tutto liscio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
    1. Banshee questa estate abbiamo approfittato del Volotea Trieste – Napoli e dopo esser atterrati a Capodichino siamo scesi verso Paestum, il Cilento, e poi giù fino a Reggio Calabria, puntata alle Eolie, poi su per la parte ionica; gentile concessione di mia moglie che da anni pone il veto al mio desiderio di trascorrere due settimane in Campania. Vacanza semplicemente perfetta il penultimo giorno dormiamo a Sapri in un gioiellino di agriturismo e per l’ultima notte prenotiamo vicino a Capodichino; stiamo per arrivare al casello d’uscita e dico a mia moglie “Vedi che i tuoi sono solo pregiudizi?”; e come per magia, paf, ci troviamo due al casello che insistono per metterci il ticket autostradale nella macchinetta, un traffico che a confronto quello di Palermo (che ricordo con terrore) sembra l’apoteosi dell’ordine, una sporcizia disarmante. Morale della favola, mia moglie lapidaria “Com’è che era solo un pregiudizio?” e vacanze in Campania rimandate sine die…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
      1. si vede che siete sfigati perchè a me in 30 anni che guido non è mai capitato, mi ricorda la scena in pretura di un film di molti anni fa.
        sul traffico sulla rampa di accesso all’aeroporto è quello che sta pure fuori fiumicino e ciampino con la differenza che capodichino è praticamente in centro città.
        in ogni caso mi dispiace ma è una decisione sbagliata, peggio per tua moglie e per te, non sapete che vi perdete.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
        1. Per quanto riguarda il traffico siamo andati verso Secondigliano (dormivamo in quella zona) ed era anche peggio.
          Giusto x capire ma siamo stati sfigati anche ad incrociare parecchi scooter con due persone a bordo senza casco?

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +4 (from 4 votes)
          1. aspe’ quindi quando di parliamo di Milano o Torino pettiniamo le bambole con le cerchie di kilometri quadrati e per Napoli vale Secondigliano (periferia degenerata, sei a Scampia per intenderci, quella di Gomorra) e il casello dell’autostrada che sta a Caserta?

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +2 (from 4 votes)
  25. Economia in crescita, turismo in crescita, e c’è ancora chi ha il coraggio di negare gli straordinari effetti del miracolo EXPO 2015 a Milano

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 15 votes)
    1. no ma che fai parli di numeri? guarda che i numeri non vogliono dire niente, sono le opinioni che contano!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 9 votes)
  26. quello che mi fa più ridere (o incazzare) è questa deriva paupero-grillista (che sta poi contagiando anche il Pd) secondo cui “chi lavora deve spartire con chi non lavora (e che magari non ha mai avuto sta grande voglia di lavorare)”. Che se vogliamo è un po’ la storia del reddito di cittadinanza, la cui idea poteva anche essere decente, ma la realizzazione della stessa è una delle più grandi vergogne degli ultimi mille anni.

    la PRIMA domanda giusta che provenzano dovrebbe fare non è “perchè milano non condivide con il sud”

    ma

    “cosa possono fare le città del sud italia per raggiungere risultati di efficienza paragonabili a Milano, fatte salve le differenze logistiche geografiche etc”?

    questo è un discorso da politico illuminato, il resto è da rosiconi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 14 votes)
  27. Da Napoli in 50 minuti/ora di mezzi pubblici sei a Ischia, Capri, Costiera Amalfitana, Salerno e perfino Roma.
    Anche la Reggia di Caserta non credo sia tanto più lontana.

    Che la vivibilità di Napoli e i servizi non siano sufficienti, sebbene chi ci vive mi dice che qualche miglioramento negli ultimi anni si è visto, non ci sono dubbi.

    Roma è una città meravigliosa, ma la qualità della vita sta scadendo verso il basso sempre più rapidamente e non è che prima si vivesse in Germania.

    Milano ha la migliore qualità della vita possibile e questo alla lunga conta più della bellezza della città, perché non credo che una volta alla settimana i romani visitano i Musei Vaticani o passeggiano lungo i Fori Imperiali.

    Detto questo, sono appena tornato da una settimana di vacanza tra Berlino e Praga e la seconda non fatico a definirla un gioiello.

    San Pietroburgo non l’ha nominata nessuno?

    Ah tecnicamente anche Napoli è un filo sotto il milione di abitanti, appena più grande di Torino

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
    1. Vero, San Pietroburgo è stupenda. Ma anche Mosca è tanta roba

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 5 votes)
  28. Il fenomeno stanziale al Dicastero dovrebbe chiedersi come vengono usati i soldi che arrivano da Milano nel resto d’Italia. Perché qui ci sono servizi che in altre parte di Italia non ci sono. E soprattutto perché non si esporta anche in altre città italiane il modello Milano?

    Il cambiamento post Expo è tangibile: Varesine e Campionaria sono il segnale più tangibile, oltre al disgusto dei milanesi costretti a vedere i coreani che girano intorno alle palle in Galleria (Vittorio Emanuele per chi viene da fuori ma per i milanesi è Galleria e basta perché a nessuno viene in mente di confonderla con quella in via Meravigli o Passerella).

    È persino diventata una meta turistica e noi non siamo ancora molto abituati alle mandrie che guardano e fotografano tutto senza nemmeno sapere o capire cosa stiano facendo. “A Milano si viene perché devi fare qualcosa” è difficile da scalzare.

    Quella difficilmente esportabile è la mentalità milanese e l’acquisisci solo standoci a lungo perché vedi comportamenti (per l’amor del cielo non tutti positivi) a cui, gioco forza, ti adegui. Tanto per capirci dalla raccolta rifiuti a non impappinarsi in coda davanti a un cartello… a piedi!

    E l’altra cosa che impari subito se sei di Milano (o la conosci davvero bene) è leggere commenti sulla città da parte di gente che parla per stereotipi.

    Quindi ecco un “mini tutorial imbruttito” per la prossima volta che qualcuno di voi affronterà una discussione simile per darsi un tono di esperto frequentatore. Premessa d’obbligo: io sto scherzando, ma non tanto!

    1) Mai mangiare in Galleria o nei bar in Centro. Nemmeno per trangugiare un caffè (rigorosamente sempre in piedi e lontano dal bancone: solo a Roma si mettono a taglia fuori con il maritozzo e non passerebbe nemmeno Shaq). Lì entrano solo quelli che vengono da fuori.
    2) I ristoranti in Galleria degni di questo nome sono solo 2: Cracco ma il target è molto molto poco milanese e Savini, storico ma ormai divenuto completamente differente dal vero ristorante in Galleria dei milanesi “Tantalo”, purtroppo chiuso da anni. Attenzione a rivenderla per darsi un tono se non ne avete mai sentito parlare in famiglia da piccoli.
    3) I milanesi veri si vedono in coda da Peck la vigilia e si riconosco per le occhiate d’intesa e i sorrisi nascosti quando arriva il solito “censura” che chiede “ma dal Peck perché non mettono il numero?”. Gli Stoppani non ci sono più e non mi meraviglierei che prima o poi succedesse. Per generazioni che ci andavano da piccoli con i genitori e ora ci vanno con i figli sarebbe peggio che il Milan in B per la terza volta o la Juve che vince la Champion.
    4) Alla larga dalla pasticceria di Igino Massari che, da buon bresciano, l’ha aperta nella parte sbagliata di piazza Duomo.
    5) Fatevi un giro ai Giardini della Guastalla, guardate i chiostri della Statale o quelli della Cattolica alla sera. Se per caso vi capitasse di esserci mentre inizia a nevicare…. Provare per credere.
    6) Il Duomo è stato rovinato dalla gente che sta davanti o dalle trasmissioni tv (vi giuro: ho sentito un cazzone americano che lo definiva neoclassico!!!!). Entrateci alle 8 di mattina a guardare le vetrate e le volte (date un’occhiata anche ai doccioni o alle decorazioni dell’altare maggiore) e poi fatevi un giro del Romanico milanese: ne vale la pena. Ah i milanesi in piazza Duomo quando passano alzano lo sguardo verso la Madonnina.
    7) Gli orti di Leonardo, non il ristorante! E le case di via de Togni. E Sant’Ambrogio entrando da San Sigismondo.
    8) L’architettura pre Bosco verticale e Brera la domenica mattina presto.
    9) L’Ambrosiana, la Bertarelli e i percorsi nascosti del Castello.
    10) Brera rivoltata da Bradburne (che il Signore lo conservi).

    E siccome siamo su Indiscreto ricordatevi che il Panetun è SOLO con uvette e canditi e niente altre vaccate tipo glasse, farciture e stranezze varie. Quelle sono torte lievitate e farcite che fanno le pasticcerie del sud che vengono su a farsi conoscere e vendere per “Re Panettone” a fine novembre.

    @El Carbayon
    L’errore più grande del Reddito di Cittadinanza (concettualmente apprezzabile) è stato unire politiche di assistenza a politiche del lavoro. Una cosa del genere la può fare solo chi non ha più boria e ignoranza che anni di contribuzione.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +19 (from 23 votes)
    1. Il panetun uvette e candite è anche per me l’unico panetun.
      Oddio sono un milanese inconsapevole…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 5 votes)
    2. aggiungerei Piazza Mercanti, uno dei posti più belli, piazza san sepolcro che unisce 4 epoche, il foro romano sotto, la chiesa templare, palazzo castani (questo 2 volte), e il giro della milano romana per le vie fra cordusio e magenta

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 5 votes)
      1. “piazza san sepolcro”

        Vabbè, dai, a te piazza San Sepolcro piace per altri motivi… 😉 😉

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +5 (from 5 votes)
        1. infatti ne ho messi 2 di motivi, senza spiegare, le basi ci dovrebbero essere. il palazzo ha degli affreschi bellissimi. la sala della famosa riunione è l’ufficio del sovrintendente.
          è un posto comunque magico, la piazza, se pensi che sotto c’è il foro e da lì partiva il cardo maximo…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +2 (from 2 votes)
    3. E il vicolo delle lavandaie! 🙌🏻

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
  29. Milanesi, il fatto stesso che vi dobbiate sgolare a spiegare perchè Milano è anche bella, prova che non lo sia così tanto
    😛 😛 😀

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 20 votes)
    1. Ipse dixit!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
    2. Beh sai, ora che abbiamo appreso che Barcellona, Praga e Budapest sono merda.. direi che siamo in buona compagnia 😅

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 6 votes)
  30. Tutto ciò che sta dentro la cerchia dei bastioni è degno di nota.

    Ma anche ciò che sta fuori 😃

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  31. Vabbè, dai, Berlino e Londra fuori dalle zone turistiche propongono scenari da socialismo reale mentre la zona intorno a Porta Palazzo che sembra una kasbah, la zona di Mirafiori o la zona dell’ex Villaggio Olimpico sono un salotto, a posto così.

    Poi vabbè se per cydella Vienna, Praga e Budapest valgono una città di provincia italiana (non, so quando vuoi iniziamo a parlare nel dettaglio delle varie zone visto che la prima volta che le ho frequentate c’era ancora il comunismo) allora vale veramente tutto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +19 (from 19 votes)
  32. @ RavEn:

    In merito al tuo decalogo:

    2) Complimenti, il Tantalo erano secoli che non lo sentivo nominare
    3) in realtà anche gli Stoppani erano delle parti di Brescia e rilevarono Peck a inizio anni 70. Grandissimi lavoratori.
    4) Purtroppo Diaz è la parte sbagliata di piazza del Duomo a cause delle decennali vicende dell’ex hotel Plaza.
    7) più che le case di via De Togni (a parte il palazzo di Fraizzoli) notevoli sono quelle site Nell’area fra via Giovannino De Grassi e via S. Giovanni di Dio.

    Capitolo panettone: per me la tradizione è sempre stata Marchesi. Ora le cose sono un po’ cambiate, purtroppo per noi e per fortuna della famiglia Marchesi 😉

    @ Filippo.lucca: “ Si va bene, ma dovendo scegliere la donna la porto a Praga e non a Rovigo…”

    Già che ci sei sulla strada del ritorno presentati con una confezione di Heineken in lattina da sei all’Oktoberfest… 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  33. “E soprattutto perché non si esporta anche in altre città italiane il modello Milano?”

    Perchè il modello di una metropoli non si può esportare in realtà di provincia completamente diverse; in Italia ci sono molte città grandi-medio-piccole ben amministrate, con buone realtà economiche (Torino, Bologna, Brescia, Padova, Bergamo, Verona, Vicenza, Treviso) e con ottimi servizi, ma non sono Milano. E’ notizia di qualche giorno fa che una multinazionale dal 1 gennaio sposterà la sede legale del ramo italiano da Trieste (dove sono nate tre delle quattro realtà acquisite, la quarta è nata a Torino dove già da tempo le maggiori funzioni sono state trasferite altrove) a Milano; da triestino cosa posso dire? Che da una parte abbiamo una metropoli collegata efficientemente con tutta l’Italia, con l’Europa e con mezzo mondo, centro nevralgico economico del Paese e dall’altra una città di provincia completamente periferica; come possiamo solo pensare di competere?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  34. “e come per magia, paf, ci troviamo due al casello che insistono per metterci il ticket autostradale nella macchinetta,”

    Questo come viene contato nella classifica del sole24ore?
    Il signore che ti chiede 2 euro dopo che hai parcheggiato in un parcheggio pubblico libero? (Cremona parcheggio del foro boario -primavera 2018) fa classifica?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  35. Ricca: ci sono cascati come dei meloni, non li va proprio giu’. Eh ma l’efficienza, eh ma non mangiare in galleria, eh ma il modello Milano….cosa c’entra con la bellezza non si sa lol Dobbiamo forse ripetere per la ventesima volta che Milano e’ l’unica metropoli italiana, ma di nuovo non si capisce che c’entri.

    filippo: ecco, invece per torino vale il contrario, i sobborghi sono tutti dal decente al bello con rare eccezioni. Hai capito la differenza?

    Krug: se paragoni porta palazzo, che e’ il mercato piu’ grande d’europa in una piazza bellissima, dove ora c’e’ pure l’esclusivo e carissimo Mercato Centrale, con i sobborghi di Londra non fai che darmi ragione, ovvero non sai di che parli.
    Semmai puoi citarmi Falchera o Barriera di Milano (nomen omen), che tu non sai manco che sia, ma siamo ancora ben distanti dagli squallori di dove vive Gatto e delle citta’ dell’est.

    Vedo poi che paragoni Torino e anche Bologna con Treviso e Vicenza, quindi ormai siamo al trollaggio spinto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 8 votes)
    1. peró anche tu hai citato solo i sobborghi, le montagne …. 😀

      Come se un milanese citasse Villa Reale o Vigevano tra le bellezze locali.

      Sui gioielli artistici e chicche nascoste hanno scritto abbondantemente sopra parecchi utenti 😉

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
      1. veramente ho iniziato parlando del salotto di 20km quadrati in centro, ma mi sa che non vuoi portare la discussione li’ perche’ il paragone sarebbe semplicemente impietoso. Le montagne fanno parte del paesaggio, da milano non credo tu veda Vigevano, mi dispiace:)

        le chicche nascoste, che ci sono pure a Krasnodar…come le ragazze simpatiche 🙂

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -5 (from 7 votes)
        1. peró si vede il Resegone (anche se il sole non tramonta lí, come erroneamente diceva il Carducci) 🙂

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +2 (from 2 votes)
  36. Transumante ti stai incartando: parli di salotti di 20 km quadrati in centro poi tiri fuori Venaria Reale, Chieri e Pino Torinese; se parliamo di 20 km quadrati la zona interna al Ring di Vienna non ha nulla da invidiare a Torino , la Zona del Castello e di Mala Strana di Praga non ha nulla da invidiare a Torino, la Zona di Pest fra il Parlamento, Santo Stefano e la Piazza degli Eroi o la Collina di Buda non hanno nulla da invidiare a Torino; se parliamo (anche giustamente) di casermoni da socialismo reale (discorso che può valere anche per la Karl Marx Hof di Vienna zona che ha pure un certo interesse storico) per queste città non possiamo non parlare dei quartieri dormitorio di Mirafiori (per cui ultimamente c’è stato un operazione di recupero come del resto a Praga o a Berlino per la Karl Marx Allee); dopodichè ti consiglierei di leggere bene quello che ho scritto non ho parlato di Piazza della Repubblica (da che mondo è mondo la zona del Mercato in ogni città del mondo è un casino) ma della zona intorno a Porta Palazzo.

    Per il resto siamo ancora in attesa di capire quali siano i criteri di valutazione: parli di centro? Circonvallazione esterna? Comune?

    “ovvero non sai di che parli”

    Transumante te l’ho già scritto una volta, per un periodo ero spessissimo a Torino per lavoro e durante la settimana (a volte anche il weekend) risiedevo lì, stessa cosa a Praga; a Vienna la prima volta sono andato nel 1982, a Budapest nel 1986, parlo (ormai abbastanza male) tedesco (che in quei Paesi fino a qualche anno fa, ma tutto sommato anche ora per la gente della mia età, era la lingua franca anche più dell’inglese) ed ho parecchi amici in entrambe le città; quindi mi dispiace deluderti so benissimo quello di cui parlo; ho parlato della zona intorno a Piazza della Repubblica perchè parlavi del Centro ed è una zona decisamente più centrale della Barriera di Milano, ho parlato di Mirafiori perchè è la cosa più vicina (per modalità e per temporaneità) ai casermoni da socialisti reali di cui parlavi tu. Detto questo, mi dai delle indicazioni su quali sarebbero gli squallori di Vienna, Praga e Budapest? Non è che sei tu quello che non sa di cosa si parla?

    Per concludere non ho paragonato Torino e Bologna con Treviso o Vicenza ho scritto che “in Italia ci sono molte città grandi-medio-piccole ben amministrate, con buone realtà economiche (Torino, Bologna, Brescia, Padova, Bergamo, Verona, Vicenza, Treviso) e con ottimi servizi, ma non sono Milano”; è ovvio che una città di quasi 900.000 abitanti non sia paragonabile con una di 90.000, ho scritto che in Italia anche altre realtà di dimensioni diverse sono ben amministrate ma che non sono e non saranno mai Milano.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  37. Krug perdona l’off topic, vado a Vienna tre GG prossimo fine settimana, dimmi rapidamente cosa vedere (40esimo della moglie che desiderava tanto andarci quindi abbi un occhio femminile ) e dove si vedono le principali opere di Klimt (quelle che sono a Vienna). Anche qualcosa per i bimbi (Prater?). Tre giorni, arrivo con l’aereo il ven Mattina alle 10 e riparto la domenica alle 18.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
    1. al secondo giorno muori di noia, damme retta:)

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 4 votes)
      1. Io avrei scelto altre mete in Austria, tipo al confine, vicino a marcopress… 🤣🤣🤣

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 1 vote)
        1. Andiamo? (Chi sa, sa…)

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +4 (from 4 votes)
          1. Tu sei perfido!

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +2 (from 2 votes)
  38. Krug: la zona intorno a Porta Palazzo e’ Piazza della Repubblica, a duecento metri ci sono le Porte Palatine, la Sindone, la Scuola Holden. Ora, tu hai citato quella zona a paragone dei sobborghi di Berlino e Londra, quindi mi sembra che tu sia al gancio.

    Ho parlato dei 20km quadrati E dei sobborghi E della collina. Quindi che una zona o l’altra non abbiano nulla da invidiare non e’ il punto. Ma se vuoi diciamo che Budapest e’ er mejo perche’ una biondina t’ha fatto l’occhiolino nel 1988, non c’e’ problema.

    Mirafiori non e’ una zona squallida con la monnezza per strada e i puncicatori, e’ semplicemente un dormitorio. La differenza, te lo scrivo per la centesima volta, e’ che mentre in tutti i tuoi esempi devi trovare la zona bella, a Torino devi trovare la zona brutta/anonima (esagerando un po’).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -6 (from 12 votes)
    1. Benissimo, mi dai un paio di nomi di zone brutte per quelle tre città? Visto che l’eccezione è la cosa bella non avrai difficoltà…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 5 votes)
    2. Sì, ed a 20 metri dall’altra parte (se non ricordo male, non vengo a Torino da 6 mesi) c’è la moschea; con intorno i ganci delle macellerie halal; che faccio, mi aggancio?

      Che poi oh, ma mi dici dove cazzo ho comparato Torino a Londra? E come paragonare Treviso a Torino…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
      1. Rispondevo a “la zona intorno a Porta Palazzo e’ Piazza della Repubblica, a duecento metri ci sono le Porte Palatine, la Sindone, la Scuola Holden”

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
  39. Klimt lo trovi soprattutto al Belvedere o alla Secessione, qualcosa al Kunsthistorisches museum (museo d’arte) ed al Burg Theater.

    Per la moglie molto banalmente Schonbrunn (la residenza imperiale estiva) che piacerà anche ai bimbi perchè c’è un grande parco pieno di scoiattoli e lo zoo; un’esperienza notevole l’avresti se riuscissi ad acquistare dei biglietti per un’Opera ma temo sia un’utopia visto che sono sempre praticamente esauristi.

    Il Prater sono anni che non ci vado, l’ultima volta mi era sembrato piuttosto decaduto però un giro sulla ruota si può anche fare; non so quanti anni abbiano ma la scuola di equitazione spagnola con lo spettacolo dei cavalli lipizzani potrebbe non dispiacere loro (informati se permettono ancora le visite alle scuderie)

    Per il resto tutta la zona interna al Ring (Santo Stefano, Hofburg, Parlamento), la chiesa di San Carlo, la Votivkirche; la casa di Freud invece la lascerei stare.

    Per la sera la località tipica è Grinzing, ai piedi della Wienerwald; i viennesi la evitano in quanto molto turistica ma non è assolutamente male; se vuoi qualcosa di viennese vai in una Heuriger (una specie di osteria, nella zona di Vienna si produce molto vino) a Nussdorf, Ottakring, Heiligenstadt o in tanti bezirk (distretti del circondario); per quanto riguarda la cucina praticamente non esiste la cucina “veramente” austriaca in quanto è un insieme delle cucine del vecchio impero (i wurstel come noi li intendiamo si chiamano Frankfurter ma ce ne sono di tantissimi, dal più speziato Bosna al Kasewurst col formaggio; li trovi in tantissime baracchette in centro città), poi trovi la Goulash Suppe ungherese, i cevapcici, la Wiener Schnitzel; notevoli i dolci, una sacher nell’omonimo hotel costicchia ma l’ambientazione ne vale la pena ma ce ne sono tantissimi, (vista la stagione non è male una Kaiserschmarrn col Gluhwein una specie di frittata dolce con la marmellata ed il vin brulè).

    Se ti serve altro sono qua

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  40. Grazie per le info, per ora direi che basta così.
    Quindi belvedere, residenza imperiale e tutta la zo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  41. Allora scusa, ricapitolando
    Quindi belvedere, Ring e residenza imperiale e mi dice Dane Leopold museum.
    I bimbi hanno 6 e 2 quindi lo zoo e perfetto.
    All’interno della zona del Ring ci si muove a piedi giusto.
    Albergo ho preso il drei kronen, lo conosci? Spero decoroso, aveva buone recensioni.
    Per la sera ci piacciono i posti dove vanno le persone del luogo o dove comunque si mangia come mangiano quelli del posto.

    Thanx

    PS: per la cittadina di cui sopra ti contatto privatamente appena ho una “riunione aziendale”
    🤣🤣🤣

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. Assolutamente, all’interno del Ring ci si muove a piedi (è una zona relativamente ristretta); un consiglio, prendete comunque in considerazione la Vienna City Card, per andare al Prater, a Schonbrunn o a Grinzing vi servono i mezzi pubblici e se i bambini sono stanchi saltate sulla U-Bahn (la metropolitana, contraddistinta dalla lettera U) ed arrivate in hotel (o dovunque vogliate).

      L’hotel non lo conosco, in ogni caso la zona è strategica; sei vicinissimo a Karlsplatz (quindi alla chiesa di San Carlo) ed alla Sezession ed in mezzo fra il Ring e il Belvedere.

      Sul Leopold ha ragione Dane, anche lì trovi Klimt (ed anche Schiele e Kokoschka).

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  42. La domanda é: se Torino é una delle cittá piú belle al mondo (…) perché ha meno turisti di Jesolo, un terzo rispetto a Milano e Venezia, un nono rispetto a Roma? (dati ISTAT).
    Solo un problema di marketing? O manca qualcosa in termini di ricettivitá del turismo?

    Chi era quel giocatore della Juve che si lamentava perché la cittá era noiosa? Alex Sandro?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  43. Napoli, dal (raro) punto di vista di un polentone che ci ha vissuto quotidianamente per 3 anni:
    – Per la città partenopea vale un discorso comune a pochissime altre al mondo (Parigi, Roma, Istanbul…): la sua bellezza è tale che è bastato passare da una amministrazione della città da 2/10 a 4.5/10 per riempirla di turisti.
    – Rispetto alle altre grandi città europee non esiste la dicotomia centro benestante/periferia povera, ma le zone residenziali tranquille e i quartieracci si alternano a macchia di leopardo indifferentemente nelle zone centrale o nella periferia.
    – Città magnifica, come già detto, e dintorni splendidi: Ischia, Procida, Capri (non a caso l’isola degli imperatori romani), Pompei, Ercolano, Baia (la Pompei sommersa), Vesuvio, Pozzuoli con il Rione Terra, l’anfiteatro e la Solfatara, la Penisola sorrentina/Costiera Amalfitana (un paradiso terrestre).
    – Altri pro: costo della vita basso, metropoli con età media molto giovane per gli standard europei, mille iniziative della vita culturale.
    – Contro: disorganizzazione diffusa negli ambienti di lavoro, mezzi pubblici insufficienti per gestire l’area a più alta densità di popolazione di italia, traffico selvaggio e inquinante , cattiva manutenzione dei rifiuti e delle aree pubbliche nelle zone non turistiche, marcata differenza tra classi sociali (si incontrano ancora le figure del “signore” e del “popolano”), criminalità organizzata che pur avendo scelto negli ultimi anni un basso profilo rispetto ai tempi di Cutolo tiene in pugno intere aree della città e soprattutto della provincia.
    Più in generale riottosa opposizione a qualunque cambiamento profondo, sembra che in città reciti da secoli lo stesso spettacolo teatrale, cambiano solo ogni tanto la scenografia e i costumi degli attori.
    -Curiosità: l’aeroporto è de facto dentro la città, se si abita al Vomero o all’Arenella sembra che la fusoliera degli aerei sfiori i tetti delle case.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 11 votes)
    1. hai centrato il bersaglio quasi al 100% comunque è +1

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
  44. 31matrix: e se fa cosi’ schifo perche’ ha piu’ turisti di Napoli, Bologna, Padova, Budapest, ecc?

    Dai su, avete dovuto tirare fuori Capri, Praga, Vienna, Barcellona (lol), Berlino (stralol) ecc…certo se prendetele le zone migliori di tutte questi posti e le incollate insieme non vi batte nessuno lol

    Semplicemente siete dei provincialotti che si sono scaldati appena ho detto che un villaggetto e’ piu’ belluccio del vostro.

    Ora scusa ma devo andare a fare un corso per imparare la mentalita’ milanese, si sa che tutto il nord fuori da milano, da trieste a genova, e’ una landa di scansafatiche e perditempo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -12 (from 14 votes)
    1. Beh il fatto che abbia grosso modo gli stessi numeri di Napoli (che ha la nomea che sappiamo) e Bologna (avessi detto…) non depone a suo favore.

      E comunque non hai risposto alla domanda.

      Torino la conosco poco, ci sono stato solo per lavoro o eventi. Il centro è indubbiamente molto elegante (d’altronde è una città reale), il resto non mi rimase impresso.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
  45. Krug: hai scritto tu “Berlino e Londra fuori dalle zone turistiche propongono scenari da socialismo reale mentre la zona intorno a Porta Palazzo…” Ora se ti sei accorto di aver detto una cazzata va benissimo, non e’ la prima che spari.

    Non so cosa ti debbo nominare, Berlino, Praga e Budapest erano citta’ del patto di Varsavia, per definizione socialiste. E’ nata da loro la definizione rotfl. Se vuoi ti dico che Praga a parte il ponte carlo puoi anche evitarla, ah gia’ dimenticavo i bordelli…

    Non commento neanche sul cibo di Vienna, che dovrei riderti dietro mezz’ora con l’esegesi del wurstel. Ma adesso salta fuori che Busto Arsizio e Manchester a livello culinario la spiegano a tutto il piemonte, 3,2,1…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -10 (from 12 votes)
  46. 31matrix: fogne a cielo aperto come san paolo e manila hanno piu’ turisti di siena, cosa dovremmo concludere?
    Che il numero di turisti dipende solo in parte dalla bellezza di una citta’?

    Chiudo qui perche’ ormai state tirando fuori criteri come le dichiarazioni dei calciatori tamarri, direi che avete provato il mio punto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 7 votes)
  47. Transumante ma sei serio? Ma hai mai visto la zona del Castello di Praga? Sei mai stato a Malastrana? Sei mai stato nella Città Vecchia?

    Quello che parla cazzate sei tu! Che cazzo c’entra il cibo di Vienna con la bellezza della città? Sei partito dicendo “scusa ma mi fai un elenco di citta’ di un milione di abitanti o piu’ che sono esteticamente piu’ belle di Torino” e stai li a cambiare ogni 5 minuti le regole d’ingaggio

    Abbiamo capito, dopo averci cagato il cazzo con Oxford e le università americane sei tornato a casetta e ti devi autoconvincere di aver fatto la scelta giusta…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +19 (from 19 votes)
  48. @ Transumante:

    In realtà il punto di partenza della discussione era la dinamicità di Milano e la capacità di suscitare un forte richiamo nei confronti di chi viene da fuori rispetto ad altre città italiane e non la sua, eventuale, bellezza.
    Chi ha citato le chicche nascoste di Milano non lo ha fatto per cercare di dimostrarne la presunta bellezza ma per rispondere al luogo comune che la vede come una città orrenda.
    Ora ci sarà un motivo se Torino, pur bella ed elegante e con un costo della vita (soprattutto per gli immobili) abbordabile, ben collegata con le altre città, non attrae chi viene da fuori.
    La bellezza di una città in sé non è una questione dirimente altrimenti Firenze avrebbe almeno dieci milioni di abitanti.
    Onestamente a Torino non ci vivrei nemmeno se alle spalle avesse il Monte Bianco (ok avete il Monviso che è comunque spettacolare) e di fronte l’atollo di Bora Bora. Ci verrei magari in vacanza.
    Poi magari hai ragione tu ma a me sembri quello che in autostrada dice alla moglie: “guarda tutti questi cretini che marciano contromano”, senza contare il fatto che di milanesi che si trasferiscono volontariamente a Torino ce ne sono pochi, di torinesi che vengono a Milano di più

    @ Direttore: è un di qua o di là Milano vs Torino?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  49. Da milano in 50 minuti di treno siete a cremona

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
    1. E manca davvero poco a Mantova! 🙂

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
  50. scusatemi ma sta classifica dei turisti che sta su internet come l’hanno fatta?!? Cavallino-Treporti?!? San Michele al Tagliamento?!? Lazise?!? Bardolino?!? il veneto con 10 posizioni su 25?!? non è che se uno passa per il casello autotradale, anzi il varco Tutor, vale come turista, magari sta scendendo con l’auto a Firenze…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
    1. Lazise e Bardolino sono luoghi italiani con servizi tedeschi. Veramente impressionante.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 5 votes)

Lascia un commento