La raccomandata di De Laurentiis

Aurelio De Laurentiis ha deciso di andarsene dal Napoli e da Napoli, alla LeBron James potrebbe portare tutti i suoi talenti a Bari. Non ci può essere altra ragione dietro alle 24 raccomandate mandate ieri pomeriggio ai giocatori (tranne Malcuit, che era infortunato) per la vicenda del ritiro rifiutato, giocatori che le riceveranno dopo un Liverpool-Napoli giocato con chissà quale spirito. Di sicuro senza Insigne, bloccato da improbabili dolori al gomito che nemmeno gli hanno consentito di prendere l’aereo.

In media meno 25% degli stipendi di ottobre (non ancora pagati, come è possibile solo in Italia), con personalizzazioni a seconda del grado di litigiosità, quindi per il Napoli un risparmio di circa 2,5 milioni di euro lordi. Non sfuggono i colpi di classe di De Laurentiis, cioè le multe portate al 50% per i leader della protesta Allan, reo anche di avere risposto in un certo modo a suo figlio Edoardo (“I tuoi soldi mettiteli nel culo”) e Insigne, che agli occhi del presidente ha anche l’aggravante di essere napoletano e quindi in teoria più connesso al sentire di una tifoseria che non ama De Laurentiis e non certo per le scomodità del San Paolo.

Se davvero il Collegio Arbitrale avallerà questa cosa delle multe quella che per i media quasi compatti è ‘ribellione’ costerà ad Insigne 374.400 euro, a Koulibaly 225.00, ad Allan 187.950 e così via fino ai 5.000 del giovane Gaetano: cifre che abbiamo copiato dal Corriere dello Sport. La stagione del Napoli è già finita in novembre? Probabilmente sì. Così come la stagione di De Laurentiis al Napoli, città dove arrivato a un certo livello devi poi anche vincere o almeno fingere di provarci.

Non occorre essere Mino Raiola per consigliare a un proprio assistito di stare alla larga da un club del genere. Quale giocatore decente vorrà in futuro andare al Napoli, sapendo che con una raccomandata ti possono togliere mezzo ingaggio? Ma soprattutto: come finiranno la stagione quelli che ci sono? L’atteggiamento scazzato visto con il Milan rischia di essere quello dei prossimi sei mesi. Una situazione inedita per il sessantenne Ancelotti, che ha sempre lavorato in club organizzati diversamente.

Unica nota divertente il particolare della raccomandata, che fa subito Italietta: quella che litiga per le spese di condominio e invece paga senza problemi i debiti delle banche tedesche.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.8/10 (13 votes cast)
La raccomandata di De Laurentiis, 7.8 out of 10 based on 13 ratings

7 commenti

  1. Mi ha sempre dato l’impressione di essere un “posso ma non voglio”…nel senso che non ha mai voluto provare a vincere seriamente un campionato, con Sarri forse sarebbero bastati 2 o 3 comprimari, per far rifiatare i titolari, per vincere lo scudetto 2017-18, ovviamente scudetto calcistico non quello del bilancio più bello.

    Non ha mai voluto spendere. Ma in un calcio così è un torto? Forse doveva essere più chiaro e trasparente, non suscitare illusioni e false speranze.

    Poi visto il “costo” dello scudetto forse ha fatto bene, chiedere a Ferlaino, Cragnotti e Sensi, quanto sia costato loro il tricolore

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
  2. l’occasione enorme De Laurentiis l’ha persa nell’anno dell’ultimo scudetto non juventino…quando a gennaio il napoli prese mascara ed il milan cassano e van bommel.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  3. Curiosamente l’ammontare delle multe corrisponde circa al premio per il passaggio del turno in champions….
    Ovvio che De Laurentis se ne vada, la squadra è alla frutta (come età di quelli buoni) e dovrebbe ricominciare da zero per riaprire un nuovo ciclo, gli costa molto meno ricominciare da Bari dopo aver monetizzato koulibaly

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  4. la verità è che De laurentis e famiglia di calcio ormai ci campa , nei film è diventata irrelevante . Secondo me è un tentativo al lotito per scaricare dei giocatori

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 10 votes)
  5. Quello che è ho letto è che il ritiro è regolamentato dal contratto collettivo e quindi deve essere comunicato tramite raccomandata, o almeno questa è la posizione dei giocatori.
    Quindi se la comunicazione del ritiro è stata fatta tramite radio Kiss Kiss, queste multe sono una provocazione che non regge in tribunale, se la comunicazione del ritiro è avvenuta tramite i canali corretti specificati nel contratto collettivo o nei contratti firmati dai giocatori, le multe sono sacrosante

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  6. Beati i baresi …

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  7. Si giuseppe e franco

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)

Lascia un commento