Cos’è Tik Tok

Che cos’è Tik Tok? Matteo Salvini è stato il primo politico italiano di un certo peso ad aprire il suo profilo ufficiale su Tik Tok, il social network cinese, sviluppato da un’azienda chiamata ByteDance, che è stato scaricato circa un miliardo milioni di volte e che permette di creare brevi video musicali, di durata inferiore al minuto, con possibile aggiunta di effetti speciali e filtri.

A prima vista, per quello che ne capiamo, l’ennesima puttanata per drenare tempo ad adolescenti ed adulti incapaci di concentrarsi su un qualsiasi tema per più di un minuto: per qualcuna che riesce a farsi notare diventando la nuova Beyoncé ce ne saranno altre centinaia di milioni che non andranno oltre compagni di scuola e parenti. Ma ognuno occupa il suo tempo come vuole, noi ieri sera guardando tre ore di Thiem-Djokovic non è che abbiamo migliorato il mondo.

A seconda vista Tik Tok, da non confondersi con il Tick Tock della leggendaria Marya Yaremchuk, è un social network che in questo momento permette come pochi altri di entrare in connessione con i giovani, non tanto perché costringa ad una sintesi (lo fanno anche i video di Instagram, per dire), quanto perché oltre alla sintesi impone una certa creatività e non è proprio adatto a tutti.

Proporre una cosa non creativa, e nemmeno spiritosa, su Tik Tok non ha davvero senso. Il più geniale dei social media manager non riuscirebbe a veicolare su Tik Tok il messaggio di Draghi o della Fornero, per fare due esempi. E anche uno apparentemente portato come Salvini dovrà impegnarsi. Adattissima a Tik Tok sarebbe una Meloni che ogni giorno reinterpretasse ‘Io sono Giorgia’.

Il vero problema di Tik Tok è la proprietà cinese e non è una fissazione, visto che il Guardian ha spiegato come i video dei massacri di Piazza Tienanmen, quindi cose di 30 anni fa, siano stati oscurati. Salvini potrebbe fare un esperimento su se stesso, magari postando un intervento sul Tibet o su Hong Kong. Di Tik Tok esiste anche la versione in italiano e per accedere al download bisogna lasciare il numero di telefono. Magari del proprio telefono Huawei...

Va detto che il Tik Tok per così dire internazionale è diverso dal Tik Tok riservato ai cinesi che si chiama Douyin ed ha maggiori restrizioni, vedremo. Non c’è comunque un problema soltanto di censura ma anche di sicurezza nazionale, ammesso che importi a qualcuno. Negli Stati Uniti si sono posti il problema, per la sua grande diffusione presso i militari: chiaramente regalare alla Cina i dati su localizzazione, faccia e comportamenti dei propri militari, ma anche di politici, scienziati o gente comune ma comunque utile da tenere sotto controllo (poliziotti, giornalisti, insegnanti) è una cosa di una stupidità pazzesca.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.9/10 (9 votes cast)
Cos'è Tik Tok, 7.9 out of 10 based on 9 ratings

7 commenti

  1. un Ok boomer lo seppellirà?

    p.s.: sontuosa e imprescindibile la citazione di Marya Yaremchuck

    p.s.2: “cretiva” è carino come refuso

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  2. Ogni volta che facciamo qualcosa online regaliamo dati a qualcuno. Esempio, se hai un telefono Android Google sa cosa stai cercando e facendo su Internet tramite Chrome,,, provate a guardar bene sotto le impostazioni del vostro utente. Poi cinesi saranno anche i cattivi… per il resto un social di questo genere potrebbe fare gioca ai creativi. Ad esempio Dane. 😉

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  3. i “giovani” sono scappati da fb perchè c’era troppa politica e sono andati su ig, li sta succedendo lo stesso e rapidamente si stanno spostando su tik tok, se gli andranno a rompere i coglioni anche li, siamo a livello stalking a sto punto, si sposteranno da un’altra parte ancora. poi prima o poi butteranno lo smartphone nel cesso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 9 votes)
    1. Alla fine FB e IG sono la stessa cosa (é sempre Zuckerberg).
      Sono piattaforme usate soprattutto per pubblicitá e propaganda politica, non certo per conversare con gli amici o pubblicare le foto delle vacanze (che sono attivitá che non “rendono”).

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  4. vado con l’aneddoto personale legato all’incipit del direttore (“adolescenti ed adulti incapaci di concentrarsi su qualsiasi tema per più di un minuto”).

    in azienda – un po’ in quanto anima storica passata attraverso mille traversie ma soprattutto per il carattere mite e equilibrato che mi porta ad un costante ruolo di salomonico mediatore (ma senza l’intelligenza e il carisma di un saul bearenson) – mi affidano quasi sempre il colloquio introduttivo con qualsiasi candidato.

    io dico quattro scemenze, cerco di fare il finto giovane ma anche, memore della mia ansia da prestazione in qualsiasi ambito dell’esistenza, cerco di mettere a proprio agio la controparte.

    con i giovanissimi inevitabili le domande sulle passioni: musica, sport, viaggi, eccetera. all’ennesimo “no, nulla” di un baldo giovanotto tento l’ultimissima carta con i film e, soprattutto, le serie tv.

    lui, un gigante nel trovare le risposte sempre adatte alle circostanze, mi risponde testualmente: “mai vista una puntata per intero: non ho una soglia di attenzione così alta”.

    ASSUNTO!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
    1. Ciao Andrea, tanto per capire – quando hai chiesto al candidato se si interessa di musica, sport, viaggi e altro lui ha davvero detto ”no, nulla”?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
      1. no, dai, il virgolettato testuale è solo l’ultimo.

        prima risposte molto evasive, del tipo “un po’ di tutto”, “niente in particolare”

        (ma sui viaggi vi assicuro che non è rarissimo che diplomati/neo-universitari della bassa padovana che si presentano non siano nemmeno mai stati a venezia)

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento