Nuovo San Siro, metodo Giraudo

Inter e Milan avranno il loro stadietto di proprietà, ne siamo abbastanza convinti: 60.000 posti di cui almeno il 20% riservati ad aziende e vip. Siamo sempre dalla parte degli imprenditori, tifiamo quindi perché il progetto vada in porto. Gli auguriamo però che lo stadietto se lo facciano a Sesto San Giovanni, dove ogni tanto loro e loro giornalisti minacciano di andare.

Non c’è infatti alcuna ragione oggettiva per lasciare uno stadio che ha ricavi extra-biglietti quasi pari a quelli dell’Allianz Stadium della Juventus, il feticcio degli economisti CEPU, quelli che ti spiegano la genialità di un bond (nella loro visione del mondo non più un debito, ma un’opportunità) e l’equilibrio di un campionato in cui dieci dei primi undici giocatori per ingaggio giocano nella stessa squadra.

Ma agli aspetti concreti del nuovo San Siro dedicheremo altri post, adesso volevamo soltanto sottolineare come il potere mediatico stia cercando di indirizzare una discussione in cui sulla carta non ci sarebbe discussione: l’80% dei cittadini milanesi e il 90% dei politici, di ogni colore, è contrario ad abbattere San Siro. Non significa essere contrari alle legittime aspirazioni di Inter e Milan, libere di avere il loro stadio tutto di sky box, ma soltanto che ci sono altri posti dove costruire uno stadio senza andare troppo lontano da dove è adesso.

Sala non vuole passare alla storia come il sindaco che ha fatto abbattere San Siro, uno stadio che la UEFA 3 anni fa ha ritenuto degno della finale di Champions League, ma con l’idea della svendita a 70 milioni ha fatto capire di essere in difficoltà. Il famoso modello Milano, quello che lui e tanti altri hanno cavalcato, ha infatti alla base non le nanotecnologie o l’astrofisica, ma il caro vecchio settore immobiliare. Poi quelli che a Roma sono palazzinari da noi diventano imprenditori con una visione urbanistica, non si occupano di case ma di housing.

Gli interessi in campo sono enormi, da anni Ottanta e Novanta ligrestiani: pensare che Zhang e Scaroni vogliano soltanto fare un bel museo del calcio, e un bel negozio per le terze maglie da trasferta, è un’offesa alla loro e alla nostra intelligenza. Ma di questo parleremo nei prossimi giorni. Intanto invitiamo di nuovo ad osservare come alcuni media, per fortuna non tutti ma di sicuro i principali seguiti dai milanesi, si siano trasformati in piazzisti del nuovo stadio, con toni degni della Tomasi Case o dei villini Dallagrassa. Andando oltretutto contro i propri interessi, visto che il sentimento medio dei lettori va in un’altra direzione.

Stanno vendendo la stupidaggine del derby fra passato e futuro, quando invece è soltanto fra interessi pubblici e legittimi interessi privati. Un film mediatico già visto a Torino, in piena era Giraudo, la cui onda lunga è arrivata fino ai giorni nostri: e dire che a Torino gli Agnelli potevano fare qualsiasi cosa senza bisogno di consenso. Qui il potere è più diffuso, quindi bisogna lavorare un po’ sull’immaginario popolare.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.8/10 (30 votes cast)
Nuovo San Siro, metodo Giraudo, 8.8 out of 10 based on 30 ratings

27 commenti

  1. Direttore,fase storica ottima (direi irripetibile)per riuscire a convincere i tifosi…se le squadre fossero quelle di 10/15 anni fa a nessuno fregherebbe nulla di un nuovo stadio…. invece adesso si fanno uscire le prime stime del presunto aumento vertiginoso degli incassi dei club, da lì alle suggestioni di un mercato di nuovo roboante, le milanesi di nuovo competitive al vertice ecc.ecc.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 14 votes)
    1. Le stime parlano anche dell’aumento vertiginoso del prezzo dei biglietti? 😀
      Perché é lí che si andrá a parare, anche per la capienza ridotta.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +11 (from 13 votes)
      1. Guardati i prezzi dei biglietti della partita contro la juve e poi mi dici

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +6 (from 6 votes)
        1. Stai sereno (cit.), vedrai che aumenteranno ulteriormente 😉

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +3 (from 3 votes)
  2. Io sotto i 200.000 posti faccio partire i frizzi e i lazzi eh

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 21 votes)
  3. Matrix, ma che te frega dei biglietti, allo stadio andranno i clienti/turisti giapponesi, cinesi, malesi ecc.ecc. mica tu… 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 10 votes)
    1. Ricca: eh ma io ormai ci potrei andare solo come turista..

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
  4. Gobbo, 200.000 per Torino. Io non andrei sotto i 300.000 visto che parliamo di Milan e Inter.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 14 votes)
  5. Sto col Direttore: se vogliono la speculazione edilizia da capitalista del secolo scorso se la facciano nella Stalingrado d’Italia (o era la Leningrado?!) e vadano a farsi in culo, di vedere cementificato il quartiere più verde di Milano non ne ho per niente voglia.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 29 votes)
  6. Demolire il delle Alpi è stato un atto di carità cristiana, ma una possibile demolizione San Siro mi risulterebbe davvero incomprensibile. Lo affermo per inciso da totale estraneo alle vicende milanesi, ma pensando alla storia, al fascino, e non ultimo all’emozione delle mie 2 volte a San Siro (ero andato a vedere Sans Siro e non l’Inter, che casualmente giocava contro Werder una volta e Roma un’altra in coincidenza di traferte di lavoro) mi sembrerebbe pura follia…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 13 votes)
    1. Difatti lo è, a partire dalle balle sul fatto che San Siro non possa essere riqualificato in senso moderno.
      Così come è uno scempio l’ammontare delle cubature del progetto.
      Qui siamo di fronte a qualcosa di simile al Sacco di Palermo di Ciancimino…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 16 votes)
  7. appena letto l’incipit del pezzo mi sono chiesto….

    gobbo ha già scritto la cosa dei 200000 posti? 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 11 votes)
  8. Ahahahah aspettavo il commento sul mercato di Paratici…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  9. Poi quelli che a Roma sono palazzinari da noi diventano imprenditori con una visione urbanistica, non si occupano di case ma di housing.

    Applausi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 16 votes)
  10. https://www.inter.it/it/biglietteria/interjuventus

    AHAHAHAHAHAHHA ma davvero sono questi i prezzi dei biglietti per inter-juve?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
    1. Ma ho visto bene?! Un centone per un terzo anello?!
      Evidentemente l’Inter è certa di vincere di goleada oppure è previsto che Gonde venga alle mani con Sarri durante una pausa per Var…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 7 votes)
    2. Gli interisti hanno l’abbonamento, questi sono per gli juventini

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +8 (from 8 votes)
  11. Le solite provinciali che quando arriva la grande alzano i prezzi…niente di nuovo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 17 votes)
    1. Ho pensato la stessa cosa…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -5 (from 9 votes)
  12. “Gli interisti hanno l’abbonamento, questi sono per gli juventini”

    Tipo quando viene l’armani a giocare con la Vanoli…capito
    🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  13. La ratio dei prezzi è sempre questa: al 2° arancio con i biglietti per Milan, Juve e Napoli ti sei già ripagato l’abbonamento. Praticamente conviene fare sempre l’abbonamento e andare quando ti pare, anche 4 volte all’anno, e poi lasciare vuoto lo stadio. Mi pare che la Juve permetta agli abbonati di mettere in vendita il biglietto di ogni partita tramite sito della Juve: aspetto che lo faccia anche l’Inter, così praticamente l’abbonamento è gratis.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
    1. Il biglietto lo puoi cedere da sempre a qualcuno che abbia la tessera del tifoso.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
      1. Lo so, ma alla Juve permettono un’altra cosa, da quello che mi diceva un mio amico abbonato in curva a €600. Se non vuoi andare, rimetti in vendita il biglietto sul sito della società che lo piazza a qualcun altro, ti dà dei soldi e immagino si tenga una quota. Rivendendo tutti i biglietti ad eccezione dei big match, il mio amico si è ripagato l’abbonamento. All’Inter dovresti piazzarlo tramite siti vari (Ebay, …) e è una grande rottura e perdita di tempo. Molto meglio come fanno alla Juve.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
  14. “Mi pare che la Juve permetta agli abbonati di mettere in vendita il biglietto di ogni partita tramite sito della Juve”

    Si. o almeno..fino all’anno scorso era così
    Ma credo anche quest’anno

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  15. https://sport.ticketone.it/45188/90600124/juventus-vs-spal–serie-a-tim?lang=it

    AAHAHAHHAHAHAH I prezzi per juventus-spal

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  16. Bellissimo articolo, problema centrato in pieno
    secondo me Sala si aspettava un’altra reazione da parte dei 2 club. Nel senso che pensava che uno si sarebbe fatto il suo stadio l’altro si sarebbe tenuto San Siro….quando gli hanno detto che lo avrebbero abbattuto il sindaco principiante ha capito di essersi infilato in vicolo cieco e ora spera di arrivare a fine mandato senza essere lui a firmare il provvedimento di abbattimento.

    Ridicolo poi una stadio ancora insieme…..

    Un’ ultima considerazione riguardo il metodo Giraudo, il Delle Alpi era osceno….vargognoso

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)

Lascia un commento