Gli anni Cinquanta dalla parte di Cimolai

La storia di Davide Cimolai e della separazione da sua moglie Greta Rover imperversa da qualche giorno su mezzo web italiano, con toni giornalistici e commenti dei lettori che dimostrano che l’Italia profonda è ancora quella di Coppi e della Dama Bianca.

Tutto è partito da un’intervista del ciclista azzurro (sarà in gara fra otto giorni all’Europeo di Alkmaar) al sito tuttobiciweb.it, in cui ha raccontato il suo difficile Giro d’Italia, iniziato con la notizia di essere stato lasciato dalla moglie, datagli dalla moglie stessa.

Un racconto addolorato e triste, con dettagli e considerazioni che si sarebbe potuto risparmiare, ma non molto originale visto che riguarda una situazione che miliardi di persone hanno vissuto più volte e da entrambi i lati della barricata.

Un racconto per appassionati di ciclismo perché, con tutto il rispetto, Cimolai non è Sagan (anche lui separatosi di recente dalla moglie), ma nemmeno un concorrente di Temptation Island, quindi il valore pop di questa storia è modesto.

Tutto questo per dire ciò che volevamo dire e che ci è venuto in mente leggendo le varie ‘riprese’, cioè  scopiazzature dell’articolo originale: laversione della donna manca completamente, anche ammettendo che i fatti siano davvero quelli raccontati. Alla fine anche al lettore meno becero rimane in testa che Greta si sia comportata male è che il povero Davide, che tanto si sacrifica in bicicletta, sia una vittima. 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.8/10 (16 votes cast)
Gli anni Cinquanta dalla parte di Cimolai, 5.8 out of 10 based on 16 ratings

18 commenti

  1. M

    In un ipotetico paese chiamato Cialtronia arriverebbe a breve un’intervista anche alla moglie nella quale (da un’ipotetica Barbra d’Urzo) avremmo anche la sua versione fatta di colpi, di minacce e di mancate scopate (come quella la di 35 anni che su un grande giornale italiano lamentava il fatto, in modo filosofico e radical chic, che il marito regista ed attore 70enne, famosissimo, avesse l’attrezzo ormai inservibile). Per fortuna queste cose e queste dinamiche , che servono a tenere in piedi gli affaire Mark Caltagirone di turno, non accadono in Italia.

    Venendo al nocciolo della questione: come si fa ad essere così trogloditi da incazzarsi ed andare in semidepressione per essere stati mollati dalla propria moglie sei mesi dopo il matrimonio? L’Uomo Indiscreto non può accettare queste cose.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 10 votes)
    1. E

      oddio chi era la signorina?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
      1. M

        Moglie di attore/regista famosissimo, protagonista (lui) di fiction mafia/poliziesca anni ’80 (roba che la puntata in cui venne ucciso fece registrare ascolti superiori a Italia-Germania 1982).

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 3 votes)
        1. t

          Non so perché mi sono venuti in mente Carmen Di Pietro e Sandro Paternostro.
          Coppia ben assortita tra l’altro 😃

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +2 (from 2 votes)
        2. D

          Scusa, ma se la cosa è uscita sui media non fai prima a fare il nome?!

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -1 (from 1 vote)
        3. E

          Belisario, questo ruolo fu sicuramente secondario nella sua carriera cinematografica
          Lui è famoso principalmente per essere stato direttore dei Grandi Magazzini 😀

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +1 (from 3 votes)
  2. D

    Mah, sarà mancata la versione della donna ma non è che Cimolai l’abbia accusata di chi sa quale crimine, la sua versione mi è parsa abbastanza asettica.
    I sentimenti non si comandano e solitamente con gli sportivi (e gli artisti, i vip, i parvenue in genere) le parti sono invertite (e a parti invertite sarebbe pieno di Selvagge Lucarelli a berciare di quanto sono stronzi gli uomini che quando diventano ricchi e famosi – e non è il caso di Cimolai – mollano la ragazza acqua & sapone del paesello per mettersi con la velina di turno…) quindi statisticamente ci sta un caso come questo, per il resto alcuni elementi sono abbastanza chiari: convivevano da anni, erano sposati da 6 mesi, lo ha lasciato lei.
    Poi i veri motivi li sanno solo loro però se lei volesse rivelare che il vero mostro era lui di certo non gliene mancherebbe il modo e il megafono…

    Ps: la Dama Bianca era veramente una stronza e Coppi un pirla anche se non per i motivi addotti dal popolino all’epoca, non c’è bisogno di essere bigotti per pensarlo…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 20 votes)
    1. t

      Dane
      A proposito di coppi e dama bianca io ricordo, in vari documentari su di lui e sulla sua scomparsa, diverse testimonianze di suoi ex colleghi che parlavano di un coppi pentito della sua scelta tanto che pensava di lasciarla a breve, se non addirittura quasi immediatamente al ritorno a casa dopo l africa che gli fu fatale

      Ricordo male io o era veramente cosi?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
      1. D

        Argomento spinoso. L’esistenza di tali testimonianze è vera però riguarda casualmente colleghi che più di tutti odiavano la Dama Bianca, quindi non si sa se parlano per astio, per vendetta, o per sincera testimonianza. Va detto che Coppi (uno dei rarissimi casi di fuoriclasse dello sport con problemi di personalità…) era abbastanza succube della Dama Bianca, quindi da una parte sicuramente ormai provava disagio e stanchezza di fronte alle intemperanze dell’invadente amante mentre dall’altra faticava però ad imporsi ed opporvisi.
        Esemplare l’episodio del licenziamento del maggiordomo da parte di Coppi (lui che conosceva la miseria ed il problema per un padre di famiglia di restare senza lavoro da un giorno all’altro…) che il campione decise per un capriccio della Dama Bianca e che comunicò a testa bassa faticando a guardare in faccia il dipendente, per non parlare dei tanti amici e dipendenti vicini a Fausto via via allontanati quanto più entravano in urto con l’amante…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +4 (from 10 votes)
      2. R

        Le classiche cose che saltan fuori (presentimenti compresi) quando l’interessato non può più smentire. Venturelli sostiene che ci fu una discussione al rientro (del resto la Occhini non voleva andasse in Africa), ma niente di più. Il natale lo trascorse ovviamente in famiglia salvo poi sentirsi male al rientro da una battuta di caccia ad Incisa.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
  3. C

    Non mi permetto di giudicare i sentimenti degli altri né l’opportunità di sbandierarlo in un’intervista o in post, non prendo per oro colato quanto dicono o non dicono le parti. Uno stesso fatto oggettivo può essere vissuto in maniera soggettiva diversamente fino a far arrivare a credere fermamente nella sensazione invece che alla realtà. E non ne faccio nemmeno una questione di genere. L’unico punto su cui mi esprimo è: era proprio necessario comunicarglielo, tra l’altro via telefono, nel bel mezzo della competizione? Spesso le persone, nascondendosi dietro l’esigenza di trasparenza, onestà etc esprimono solo il proprio egoismo. Non avrebbe potuto aspettare per farlo di persona? Immagino che nemmeno si sarebbero visti durante la corsa quindi nel frattempo poteva godere di tutti i suoi spazi e del tempo per riflettere. Apparterrò forse a un mondo che non esiste più ma non mi sorprenderò se in futuro qualcuno verrà lasciato con la sola emoticon del gesto dell’ombrello.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +18 (from 20 votes)
    1. D

      Beh, se scrivi quell’incipit devi partire dal presupposto che il fatto che l’abbia lasciato per telefono l’ha raccontato lui, quindi chi sa?!…sai quante volte ho visto gente che lasciava gente e l’altro che non la voleva capire e raccontava “ci siamo presi un periodo di riflessione”. Poi continuava come niente fosse a cercare l’altra persona che alla fine all’ennesima telefonata di rincorsa lo metteva di fronte alla realtà è quello faceva la vittima “ah, mi ha lasciato per telefono!” No, ti ha lasciato due mesi fa dicendotelo in faccia, sei tu che non avevi realizzato…
      Questo come discorso generale uscendo dal caso specifico, nel senso che o crediamo alla versione di Cimolai (e per me è credibile visto che non dice nulla di esagerato…) o mettiamo in dubbio tutto (fino a quando non ascolteremo l’altra campana…).

      Ps: ecco, la cosa che a me incuriosisce è che non è chiarito se l’infatuazione della ex per il cumenda con la fabrichèta sia corrisposta…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 8 votes)
      1. C

        Hai ragione Dane, ho dato per scontato che il fatto sia avvenuto per telefono.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 4 votes)
    2. P

      Credo peraltro che – calendario di un ciclista professionista alla mano – siano più i giorni in cui ci si può lasciare per telefono che di persona.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 5 votes)
      1. D

        Beh, questo onestamente no, dai….

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 4 votes)
        1. D

          Meno Uno, te che cazzo ne sai di calendari e ritiri, che al massimo hai fatto la Gran Fondo della Salamella classificandoti merdesimo…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -2 (from 4 votes)
        2. P

          Non vanno in ritiro invernale in posti assurdi? Chiedo senza ironia, ero convinto così…

          (non sono io MenoUno eh 🙂 )

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -1 (from 1 vote)
          1. D

            Sì ma i ritiri nel ciclismo mica durano mesi, sono generalmente spezzettati di settimana in settimana, si fa avanti e indietro da casa spesso. Poi qui si parla del periodo del Giro d’Italia, insomma, se vuoi vedere tuo marito lo vedi. :-/
            Una delle mie migliori amiche ad esempio, al di là del fatto di aver anche lavorato nell’ambito del ciclismo, conosce a menadito tutte le strade della Tirreno-Adriatico, perchè era abituata a viverla con la mamma per seguire papà che la correva. 😉
            Certo, se se magari sei più interessata a far la Pretty Woman attaccata al cumenda… 😀

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: -1 (from 7 votes)

Lascia un commento