Vacanze in Salento

Vacanze in Salento, istruzioni per l’uso. Senza abusare di paragoni scomodi con Maldive o destinazioni del genere, bisogna ammettere che il mare del tacco d’Italia è uno dei migliori del mondo in una ipotetica classifica qualità-prezzo. Ipotetica ma anche concreta, perchè le nostre scelte dipendono proprio da questi due parametri.

Il Salento è vincente se si considera anche il fatto che, comunque, ci puoi arrivare con qualsiasi mezzo: auto, aereo, treno, pullman, moto. Alla fine degli Anni Cinquanta partendo da Milano l’autostrada finiva a Bologna, in direzione Sud. Poi bisognava percorrere l’interminabile statale costiera. Quindi per arrivare da Lecce in giù occorrevano tre giorni e due notti di viaggio.

L’auto più in voga a quei tempi era la Fiat 600, con le porte che si aprivano controvento. Non abbiamo bisogno di documentari, sono i nostri viaggi di bambini. E anche un bambino può comprendere come i trasporti siano fondamentali nello sviluppo, non solo turistico, di una regione. Una volta chi non era motivato da legami familiari la Puglia la lasciava di solito perdere.

Tutto è cambiato, in ogni senso. Fra l’altro l’aeroporto di Brindisi è stato ampliato (16 gate) e ci sono voli regolari, anche fuori stagione, di almeno 3 compagnie: Alitalia, Easy Jet e RyanAir. Senza contare che la distanza da Milano a Lecce in auto è percorribile in realistiche 11 ore. Non poche, ma dipende da quanto si rimane e da cosa si trasporta.

Ma non è tutto oro quello che luccica, a parte il mare dello Ionio e del Basso Adriatico. Sicuramente nel corso degli anni sono state ottimizzate le condizioni di vita e la cifra di civiltà di una regione (il Salento è da considerare tale) dove di recente è stata introdotta la raccolta dei rifiuti differenziata e, di conseguenza, è migliorato molto l’impatto ambientale. La consapevolezza che i rifiuti si possono trasformare in…oro ha fatto in modo che anche la pulizia e la manutenzione delle strade urbane ed extra diventasse più che decente. Nel corso degli anni l’evoluzione è stata costante e ultimamente, capitando in zona almeno una volta al mese, il cambio di passo rispetto ai nostri tempi sembra ancora più netto.

Ma le vere insidie, purtroppo, si nascondono ancora in una mentalità sbagliata e primitiva dove il «forestiero» (il turista viene indicato generalmente così, italiano o straniero che sia) è sempre e comunque un pollo da spennare. Quindi occhi aperti e coraggio nel protestare, con energia, davanti ad abusi che non hanno ragione di esistere. I prezzi devono essere ben chiari e pattuiti prima, in ogni circostanza.

Un consiglio: la vita di mare nei mesi estivi è piuttosto dura e impegnativa perchè le temperature sono africane. Quindi è meglio evitare, per pernottare e in genere passare la maggior parte del tempo, la costa ma è preferibile rifugiarsi nell’interno. Premesso che la larghezza del «tacco» dallo Ionio all’Adriatico è al massimo di 70-80 chilometri, individuare una base d’appoggio intelligente permette di potersi muovere agevolmente. Non solo in auto, ma anche con lo scooter o addirittura in bicicletta.

Il Salento è molto bello e civile anche nell’entroterra, costellato da anonimi e sperduti paesini ospitali e tranquilli. Qui si può trovare alloggio per brevi periodi a prezzi assai modici. In pratica si usa l’opzione affitta-camere dove la prima colazione è molto più conveniente e importante se consumata nella pasticceria del paese. Per il vitto non c’è problema: anche il bar apparentemente meno attrezzato è in grado di garantire una varietà di prodotti locali genuini e gustosi.

Se si opta per una casa in affitto il consiglio è sempre lo stesso: prezzi, servizio e tranquillità sono alla base di una soluzione defilata, meno caotica. Se si preferisce essere più sedentari c’è la possibilità di affittare appartamenti o villette a ottimi prezzi. Trattandosi di case per vacanza bisogna avere, ovviamente, pretese contenute e circostanziate alla situazione. Pranzare e cenare a casa non è un problema: frutta, carne, pesce e verdura hanno prezzi contenuti. Esistono poi catene di supermercati molto ben fornite. Lidl è molto presente sul territorio come del resto il locale Famila. Dove è possibile trovare anche prodotti locali di qualità.

Come si può notare dalle cronache locali, il Salento è una zona non soggetta (almeno in apparenza…) a contaminazioni criminali. Si può stare tranquilli in spiaggia, a passeggio, di giorno, come di sera. Il territorio è pattugliato, via terra e via mare, da tutte le forze dell’ordine possibili e immaginabili. Carabinieri (con l’importante diramazione della Forestale), Polizia, Guardia di Finanza, Vigili del fuoco e Guardia costiera sono costantemente presenti. Anche il caos registrato fino a due anni fa soprattutto a Gallipoli e zone limitrofe appartiene ai ricordi. La chiusura di locali e luoghi di ritrovo troppo affollati e rumorosi ha attenuato un turismo di massa poco redditizio e molto fastidioso. Dopo mezzo secolo di frequentazione familiare e turistica, è una vacanza che ci sentiamo di consigliare a chi cerca il riposo, un ottimo mare, un eccellente rapporto qualità-prezzo, una vita non desertificata anche fuori stagione, la rilassatezza del Sud senza gli atteggiamenti irritanti di altre zone.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.7/10 (14 votes cast)
Vacanze in Salento, 4.7 out of 10 based on 14 ratings

23 commenti

  1. c

    Io ero andato nel Salento nel luglio 2006 ed era bellissimo, ma 3° mondo a livello organizzativo. Arrivati a Lecce a mezzogiorno, la filiale dell’autonoleggio era chiusa dalle 12 alle 15. Edicola e negozi che aprivano quando volevano senza rispettare gli orari, roba da omicidio. Ecco, per il turista l’organizzazione non è un optional, quindi sarebbe meglio per loro capirlo al più presto, invece di vivere sull’inculata.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 14 votes)
  2. j

    “Il Salento è una zona non soggetta (almeno in apparenza…) a contaminazioni criminali”

    Dipende da cosa si intende. Il concetto di disturbo del turista o della quiete pubblica è tipica solo ed esclusivamente delle grandi città del Sud (Palermo, Bari, Napoli), in pratica nessuno ti tocca altrove e il rischio che qualcuno ti rubi qualcosa è veramente basso. Se invece si parla di criminalità organizzata, il Salento non è purtroppo indenne ma aldilà di entrare in una bellissima struttura gestita da mafiosi (irriconoscibili, quelli da saloon non gestiscono ristoranti e hotel) la sensazione di essere in un ambiente altamente malfamato non la senti mai.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  3. U

    metto qua che si parla di vacanze
    sto chattando da mezzora con il bot di trenitalia per capire se acquistando il biglietto per un cazzo di treno speciale c’è la sicurezza di avere il posto a sedere e non mi hanno ancora risposto
    vien voglia di noleggiare 14 taxi come il geometra calboni

    chi cazzo li ha programmati? Belisario?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  4. D

    A proposito di Puglia, quest’estate ho rifiutato l’offerta di un appartamento in un residence a Conca Specchiulla (dalle parti di Otranto), qualcuno sa dirmi com’è il posto?!
    La persona mi ha detto che è una meraviglia ma mi piacerebbe avere un’opinione spassionata di qualche locale o turista…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 4 votes)
  5. b

    Bellino è bellino, ma è invaso da napoletani, romani, bergamasci, bresciani della peggior specie.
    Stranieri pochissimi.
    Campano sullo spennamento del turista, sono disorganizzati, mezzi ladri e paramafiosi, usano l’auto pure per fare 100 metri, fa un caldo boia.
    Gesticolano sempre, urlano e puzzano pure un bel pò.
    Poi, sta pietra chiara dappertutto, o paesini tutti uguali, la pizzica a ogni minuto ed ogni angolo.
    Ad agosto poi, è una bolgia dantesca.
    Altrove paghi mooooolto meno e ti trattano meglio.
    No no, meglio starci lontani.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 13 votes)
  6. C

    “Il Salento è molto bello e civile anche nell’entroterra”…

    In effetti le bande del Crocco e del Caruso non girano più per il regno delle due Sicilie…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  7. U

    HAHAHA io son permaloso ma qui c’e gente che mi da dei giri di pista

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
    1. D

      Io avrei voluto sapere se c’è la corrente elettrica e l’acqua corrente ma Meno Uno si rifiuta anche solo di dirmi se un posto è bello o no… 😝

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 7 votes)
    2. M

      Vacanze in Salento per settentrionali sarebbe stato un titolo più onesto. Allucinante.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 9 votes)
      1. D

        Ma dai, ha scritto che è bello e civile pure nell’entroterra… 😂

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -2 (from 4 votes)
      2. K

        Io avrei messo come titolo “Vacanze in Salento per deficenti”

        “Esistono poi catene di supermercati molto ben fornite. Lidl è molto presente sul territorio come del resto il locale Famila”

        No, veramente, esistono i supermercati anche lì?!?!?

        “Si può stare tranquilli in spiaggia, a passeggio, di giorno, come di sera. Il territorio è pattugliato, via terra e via mare, da tutte le forze dell’ordine possibili e immaginabili. Carabinieri (con l’importante diramazione della Forestale), Polizia, Guardia di Finanza, Vigili del fuoco e Guardia costiera sono costantemente presenti.”

        Scusate mi sono distratto, stavamo parlando del Salento o di Baghdad?!?!?!?

        Io veramente voglio sperare che sia un articolo volutamente demenziale per acchiappare qualche click perchè altrimenti sarebbe veramente tragico… Sempre che si possa dire senza che le anime belle che commentano su Indiscreto si infastidiscano.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 7 votes)
  8. C

    Ma perché dici così?
    Sono solo scelte lessicali 🙂

    Certo, magari l’espressione “cifra di civiltà” poteva essere cambiata, perché così suona proprio come nel racconto di un missionario che risale il fiume Congo.

    Per me comunque le tre chicche sono:

    – il fatto che in Salento ci siano le catene di supermercati (addirittura la Lidl! ma pensa tu!)…manca l’Orio Center ma Percassi provvederà a breve a portare la civiltà anche laggiù

    – il fatto che si possa passeggiare e stare in spiaggia tranquilli, essendo il territorio attentamente pattugliato dalle forze dell’ordine…giusto evidenziarlo perché ciò non sempre avviene nelle terre che si trovano oltre l’Autogrill di Fiorenzuola

    – il fatto che si mettano in guardia i lettori sulla mentalità primitiva dei locali che identificano il forestiero come pollo da spennare…sti pugliesi dovrebbero andare a Rapallo a imparare come si fa a metterlo in quel posto ai milanesi, lo fanno da 60 anni, qualcosa da insegnare ce l’hanno

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
    1. K

      Madonna come sei permaloso… 😉

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
    2. D

      Tu pensa se avesse fatto riferimento al fatto che si racconta che chiunque faccia vacanza là non vede mai mezzo scontrino… 😝

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 4 votes)
  9. L

    Io il fatto che ci fosse la Lidl lo consideravo un segno di pezzenti in giro… Pensa te la percezione 🤣🤣🤣

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
    1. L

      Meno uno fare la spesa al Lidl mentre sei in ferie è fuori categoria effettivamente… Bisogna avere del talento.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 4 votes)
    2. D

      Esatto!
      Non solo, ma visto che Lidl generalmente vende roba crucca (di puro culto i cevapcici croati, la feta greca e la paella valenciana…..tutti prodotti in Germania!) il riferimento ai genuini prodotti locali mi ha fatto sorridere! 😄

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 4 votes)
      1. L

        I prodotti locali al Lidl è effettivamente, se vogliamo, LA chicca dell’articolo.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 1 vote)
  10. P

    Prima volta in Salento 17 anni fa. A quei tempi per procurarti il cibo dovevi azzuffarti con i numerosi cani randagi. Fa piacere che finalmente siano arrivati i supermercati.

    Ho appena difeso la qualità degli articoli in un altro commento: diciamo che questo non fa media, come quelle università che tolgono il voto migliore e il peggiore. Questo non è il migliore.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  11. L

    Ma un McDonald’s c’è? Perché chiunque vada in Salento vuol mangiare il big Mac

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    1. M

      Trovi il McBurrata.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
    2. K

      Trovi il Mc Amammeta…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)

Lascia un commento