Rapinoe e lo spogliatoio anti-Trump

Donald Trump ha mai detto o fatto qualcosa contro le lesbiche? Comunque Megan Rapinoe si è iscritta all’elenco dei sinceri democratici che stanno lavorando per la sua rielezione alla presidenza degli Stati Uniti. La capitana degli USA campioni del mondo di calcio ha infatti detto che avrebbe rifiutato l’invito alla Casa Bianca.

Con la seguente motivazione: “Il suo è un messaggio di esclusione nei confronti delle persone come me”. Come Rapinoe la penserebbero alcune compagne, a suo dire, che rifiuterebbero un eventuale invito di Trump ma non quello del Congresso. Peraltro pieno di elementi mille volte più conservatori di Trump, per filosofia personale del tutto indifferente alla questione LGBT e a quasi tutte le altre.

Il punto non è però questo, ma che tutta la squadra americana (non abbiamo letto voci dissonanti rispetto alla capitana) sia ufficialmente anti-Trump. Cioè uno che ha avuto il 46,1% del voto popolare avrebbe lo 0% all’interno di una squadra di calcio? È una considerazione statistica, che non tiene nemmeno conto del fatto che i valori dello sport siano fondamentalmente di destra (vittoria-sconfitta, onore-disonore, gloria-oblio, eccetera) e quindi di base il repubblicano, sia pure repubblicano sui generis alla Trump, dovrebbe godere in un contesto sportivo di un consenso superiore rispetto a quello dentro una redazione giornalistica.

Non c’è insomma bisogno del solito pistolotto contro gli italiani cattocomunisti, perché anche negli Stati Uniti ci si vergogna di essere di destra. Anche il più lontano dal mondo dei media intuisce che essere di sinistra rimanga più socialmente accettabile, anche se la sinistra culturale (non quella sociale, che ha regalato molti temi alla destra) sta scomparendo.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.0/10 (36 votes cast)
Rapinoe e lo spogliatoio anti-Trump, 5.0 out of 10 based on 36 ratings

28 commenti

  1. B

    forse dipende più che altro dalle battute sessiste. e quelle non si possono negare.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 22 votes)
  2. t

    Immagino che le battute sessiste di Obama sulla Harris invece andassero bene, per non parlare dei pompini democratici di Clinton (non ricordo rifiuti a incontrarlo).

    Oppure si ammetta che chi passa la vita a tirare calci a un pallone o su whatsapp con le amichette non e’ che possa avere chissa’ quale intelligenza e pensiero politico, semplicemente si beve qualunque cosa le propinino i media.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 44 votes)
    1. t

      Insomma le calciatrici sono stupide.
      Gli studenti del PoliMi anche.

      C’è qualcuno da salvare? 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +15 (from 21 votes)
      1. t

        I migranti ovvio, free Carola!

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -10 (from 34 votes)
  3. t

    Quoto l’ultimo paragrafo del Direttore.
    Il resto mah…sorvoliamo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 10 votes)
  4. T

    Rapinoe ha fatto commenti molto più articolati, naturalmente, e si è distinta in passato molto più sulle questioni razziali, che su quelle relative all’omosessualità. Trump, con grande successo, ha fatto dell’esclusione il suo manifesto politico, aggregando le maggioranze a discapito delle minoranze e lo fa con toni da bullo machista. Poi questa cosa che chi contesta radicalmente Trump, vada perculato colpevolizzandolo dei risultati elettorali non la sopporto. Rapinoe non fa la consulente di strategia elettorale del Partito democratico. Come Trump fa il radicale da una parte, altri fanno i radicali dall’altra. E sullo sport non va dimenticato che si tratta di sport femminile. Che è nato rompendo le regole. Quelle che lo vedevano un tempo come territorio totalmente maschile. A proposito di cultura dominante, quella che ha abbattuto lo sport femminile è quella maschilista, che è stata ed è molto forte perché mette d’accordo destra e sinistra.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +29 (from 45 votes)
  5. r

    ha fatto dell’esclusione il suo manifesto politico
    Uscendo dallo sloganese, sta frase che vor dì?? Spiegalo come se stessi parlando col macellaio al mercato.
    Grazie

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -8 (from 20 votes)
    1. T

      Se sei un nero, un ispanico, un immigrato, un gay o una qualunque minoranza non vali un cazzo. Se poi dici che non ti piaccio per niente, sei un perdente sfigato e pure antiamericano.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 9 votes)
  6. D

    Quoto Transumante, ma voi riuscite ad immaginare le polemiche se Trump venisse processato per essersi fatto fare un pompino da una stagista?!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 16 votes)
  7. J

    Sì, ma in tutto questo mi spiegate chi è meglio? Megan Rapinoe o Gustavo Neffa?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
    1. D

      Il sedicenne paraguaiano parcheggiato dalla Juve alla Cremonese?…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 2 votes)
  8. B

    “e allora Clinton?” sarebbe la versione americana di “e allora il PD” o l’ultimissima versione “e allora il PCI” in salsa sovietica?

    la Rapinoe lo schifa a Trump e giustamente rifiuterebbe un ipocrita incontro alla casa bianca (ammesso che venissero mai invitate, Trump avrà altro da fare), uno avrà anche il diritto di avere posizioni politiche o deve per forza omaggiare il vincitore? tra l’altro non era questa l’idea fino a poco tempo fa.

    poi il termine “the fucking white house” mi fa ridere a prescindere per cui grande Megan!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 31 votes)
    1. D

      La Rapinoe può anche rinunciare alla nazionale per protesta, se vuole, visto che si rifiuta di cantare l’inno finché c’è Trump…….AH NO!!!

      Ps: “e allora Clinton?!” e “e allora il PD?!” valgono esattamente come “e allora Ruby?!” e “e allora i 49 milioni?!” Si sta ridendo appunto della spocchia con cui qualcuno pretende di assegnare patenti di legittimità….

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 16 votes)
      1. B

        e perchè dovrebbe rinunciare alla nazionale? gli USA sono più grandi di Trump e gioca per loro non per il presidente di turno. ne per la fucking white house.

        Trump lo schifa anche la moglie Melania, poi coi soldi e il potere ti dicono in tanti che sei un grande. La Rapinoe non è una di questi.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +9 (from 23 votes)
        1. D

          Se rifiuti di cantare l’inno non fai uno sgarbo a Trump ma alla nazione.
          E allora stai a casa e non ne vesti la maglia, non vai a prenderti i riflettori per far contenti gli sponsor, altrimenti sei ipocrita e basta. Eh ma lei gioca per il suo paese, non per Trump…ma va’ a da’ via i ciap!…
          Se gli USA sono più grandi di Trump lo è anche la Casa Bianca, che è un istituzione e non il tinello di Trump. Quindi Fuck Trump! ci può stare, Fucking White House è una roba da brigatista anni 70.
          Ma andate a cagare rosiconi, poi vi chiedete perché c’è gente che ha goduto a veder Trump eletto anche se lo ritiene un cretino…

          Ps: vale pure per Salvini, eh?!

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 4 votes)
      2. I

        Dane
        siamo sempre al solito posto, era tutto apparecchiato per hillary, poi ti arriva questo e sconvolge i piani…hanno perso e non accettano nè capiscono, come in italia. la gente li odia e loro, ma noi siamo il meglio e giù vangate finché non le prenderanno in faccia veramente

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -7 (from 25 votes)
        1. K

          ” poi ti arriva questo e sconvolge i piani”

          Cioè c’è il super mega complotto, quello studiato a tana delle tigri ed arriva uno che sembra zio Paperino con una parrucca gialla (non bionda, gialla) e lo manda a puttane.

          Un complotto coi fiocchi mandato a puttane da Trump e Salvini; avessi detto Churchill e Goebbels, no, Trump e Salvini…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 2 votes)
  9. t

    Ricca: non vuol dire nulla, ovvio.

    Semplicemente nel manifesto politico di Trump non si menzionano proprio LGBT, questioni razziali, ecc. C’e’ la lotta all’immigrazione illegale, con risultati piu’ o meno discutibili.

    Ma sto ancora scompisciandomi sullo sport femminile che rompe le regole nel 2019, anche se partecipano alle olimpiadi da sempre e il calcio e’ praticato da un milione di ragazze in USA.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 18 votes)
    1. I

      @transumante
      la ocasio, e blasio. punto
      risate di sottofondo

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 10 votes)
  10. I

    quoto tutto Direttore, aggiungo anche 4 more years
    che palle però, uno deve per forza abbracciare lgbt come se fosse una cosa da cui dipende il mondo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 22 votes)
  11. E

    quando i gggiornalisti radical chic (e se vogliamo anche alcuni politici) scopriranno che al di fuori di twitter, dei Pride, dei mensili patinati, dei talk show autoreferenziali, dei circoli Kulturali c’è tutto un mondo più complicato, difficile, “sporco”, allora capiranno perchè i Salvini, i Trump, i DiMaii proliferano in politica.

    E che le Rapinoe “balleranno una sola estate” (cit.), avranno qualche mese di fama e poi tutto sarà dimenticato

    ps: ah, ragazzi, la Ocasio è il peggior bluff che possa esistere. A confronto Di Battista è Churchill.

    pps: io invece trovo grave e irrispettoso parlare di “fucking white house”. Perchè per quanto ti può stare sulle balle Trump (e ci sta), il rispetto per la “istituzione” non deve assolutamente mai mancare.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 21 votes)
  12. t

    Come se Rapinoe e socie fossero le uniche a declinare l’invito.

    Lo scorso anno i GSW dopo la conquista dell’anello fecero lo stesso (chissá come mai all’epoca non si fece dell’ironia…).

    Non mi sorprende che personaggi pubblici non vogliano associare la propria immagine all’attuale POTUS.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 16 votes)
    1. A

      bah, io non capisco perchè tante menate… è un governo democraticamente eletto? Solo perchè hai votato un altro ti autorizza a dire peste e corna del POTUS e addirittura sputare sulla Casa Bianca?

      AGGIUNGO: a me può non stare simpatico l’attuale governo giallo-verde, ma non arriverei mai ai livelli della professoressa di Palermo che faceva fare i cartelloni sulla deriva fassista… anche perchè qualsiasi legge approvata dallo Stato Italiano di oggi deve passare per così tante discussioni tra parlamento e senato (i contrappesi della democrazia) che significherebbe star accusando anche Mattarella di alto tradimento, che è una cosa piuttosto gravina, eh…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +8 (from 10 votes)
      1. t

        Ti ribalto la questione: e quindi non si puó esprimere dissenso per qualsiasi politico democraticamente eletto?
        Perplimo.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 6 votes)
        1. A

          che c’entra esprimere dissenso verso il politico insultando l’istituzione?

          la “fucking white house” è la stessa di quando c’era Obama, Clinton, Bush e via via fino a Washington… il premio tra l’altro te lo da lo Stato, non Trump che tra 1-5 anni non sarà più alla Casa Bianca…

          Non mi risulta che Gama & Co. abbiano declinato l’invito di Mattarella perchè al governo c’è la Lega che le considera 4 lesbiche che dovrebbero pensare solo a rammendar calzini e sfornare figli per la Patria…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +3 (from 7 votes)
          1. t

            Giá scritto sopra. Il commento era un po’ piú articolato (e da come si esprime la tizia non sembra proprio stupida).
            Poi se vogliamo estrapolare il virgolettato per fare polemica ok….

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +5 (from 7 votes)
  13. A

    di solito quando un politico fa qualcosa di divisivo gli si ricorda che la campagna elettorale è finita e che dal momento in cui entra in carica lui è lì a rappresentare tutti gli italiani/americani/sailcazzani
    però la stessa cosa si può dire degli sportivi, Rapinoe rappresenta gli Stati Uniti interi o solo gli Stati Uniti che votano democratico (quindi in pratica solo le coste)?
    facciamo un All Star Game USA di destra contro USA di sinistra e chi vince rappresenta l’America nelle competizioni internazionali?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  14. t

    Ahahah la Rapinoe non esita a prendere soldi da Nike e altre multinazionali che profittano sfruttando neri, gialli e variopinti, mi sembra il candidato ideale come paladino della giustizia sociale.

    Certo lo studio matto e disperatissimo fra una tripletta alla thailandia e una protesta per essere pagata quanto Messi l’ha condotta al profondissimo discorso del fucking white house, non estrapoliamo una frase dai.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 17 votes)

Lascia un commento