Milano-Cortina 2026, il trionfo dell’antipatia

L’Italia ha avuto i Giochi Olimpici Invernali del 2026, dopo la votazione di Losanna che ha fatto prevalere Milano-Cortina 47 a 34 su Stoccolma. Una vittoria da favoriti ma non per questo meno vittoria, anzi. La vittoria di Malagò e delle sue ambizioni, oltre che di quelle di Veneto e Lombardia. Non sono Giochi di serie A come quelli estivi, ma ce li faremo bastare.

La sconfitta non di Torino ma della decrescita infelice dei Cinque Stelle, il partito del non fare che ha boicottato questi Giochi quasi fino all’ultimo, cambiando poi idea e usandoli come merce di scambio per le ATP Finals. Non è un caso che Milano-Cortina 2026 abbiano dal punto di vista politico messo insieme partiti diversi, che per le varie candidature di Roma erano stati tutt’altro che uniti.

Il trionfo dell’antipatia di tanti personaggi, molti presenti in Svizzera, che però hanno messo a disposizione le loro relazioni personali che in ambiti come il CIO contano al 90%, rimanendo nel lecito. Certo dopo aver visto Montezemolo, Pescante, la Christillin, Pancalli, Chimenti, eccetera, la voglia di fare caroselli per le strade passa subito. Lo schema è sempre lo stesso ed i media mainstream lo stanno già confermando: se vinciamo noi ha vinto il progetto, se vincono gli altri è perché hanno pagato tangenti ed escort. Chissà in base a quali parametri avranno giudicato gli impianti per il bob i membri CIO di Guatemala, Kuwait, Barbados, Burundi, Senegal e Aruba. Magari avranno studiato i dossier, così si dice.

Questo non toglie che senza l’evento, l’emergenza, un qualche tipo di eccezionalità, in Italia pensare in grande è di solito impossibile. Viva i Giochi, quindi, al di là del fatto sportivo in certe discipline quasi ridicolo, con poche centinaia di praticanti in tutto il mondo. Se qualcosa di positivo ha portato l’Expo, una fiera di paese poco meglio di una qualsiasi fiera di turismo, ben vengano i Giochi Invernali che almeno rappresentano qualcosa di vero.
Poi ci conoscete, se no non sareste qui. Detestiamo l’unanimismo e i discorsi con la mascella squadrata. Quindi dei Giochi di Milano-Cortina 2026 parleremo solamente con quel poco senso critico che ci rimane. Di base meglio fare qualcosa che fare niente, però.
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.3/10 (26 votes cast)
Milano-Cortina 2026, il trionfo dell'antipatia, 7.3 out of 10 based on 26 ratings

23 commenti

  1. A

    Sinceramente avrei preferito che Milano si aggiudicasse l’EMA (stendiamo un velo pietoso sulla vittoria al ballottaggio di Amsterdam dopo che per due volte Milano aveva vinto nettamente) però visto che la tanto contestata Expo ha portato molto se non altro in termini di turismo e immagini, penso che le Olimpiadi siano un’altra buona occasione per il brand Milano, ormai sempre più internazionale.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 14 votes)
  2. M

    A chi posso proporre il progetto fondamentale della sopraelevata che dovrebbe congiungere via Martirano a via Uccelli di Nemi?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 3 votes)
  3. G

    “Questo non toglie che senza l’evento, l’emergenza, un qualche tipo di eccezionalità, in Italia pensare in grande è di solito impossibile.”

    Amen.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 13 votes)
    1. D

      Ma cosa cazzo vuoi pensare in grande, finché investiamo in elemosina a cavernicoli abituati a lavarsi nei fiumi e in aria fritta da circolo anni 70?!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -10 (from 24 votes)
      1. G

        Parli degli zingari?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 4 votes)
        1. D

          Gli zingari non prendono l’elemosina, rubano.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 18 votes)
  4. G

    Dopo l’Expo altro grande evento che lancerà definitivamente Milano nell’Olimpo delle grandi citta’internazionali, fieramente multirazziale, multiculturale, aperta e antisovranista.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -6 (from 38 votes)
    1. D

      Guarda che noi a Milano eravamo già internazionali quando al tuo paesello ancora parlavate solo in dialetto…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +8 (from 34 votes)
      1. j

        Si vabbe ma non possiamo nemmeno catalogarlo tra i Giargiana……

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 4 votes)
        1. D

          Ma figurati, Gatto proprio rientra nel “Hic sunt leones”…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -4 (from 8 votes)
          1. j

            Praticamente

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: -3 (from 3 votes)
  5. g

    Parte quindi oggi il countdown che ci accompagnerà sino al primo avviso di garanzia per corruzione nell’ambito dei lavori per le Olimpiadi di Milano-Cortina.
    Già pronto il catalogo delle risposte, da “lasciamo che la magistratura faccia il suo corso”, a “sono sereno, ho chiarito tutto con i giudici”, veri e propri evergreen dell’italian-style.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +49 (from 57 votes)
    1. D

      Commento top!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 11 votes)
      1. j

        Immagino che dalle parti di Corsico e Cusano sono pronti i miei amici della sagra della nduja e dello stocco, vero motore della Milano che fa.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +11 (from 17 votes)
  6. L

    Allungare subito la M4 fino a Cortina che al momento siamo ancora al record del Dogui di 2 ore 54 minuti e 27 secondi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +18 (from 20 votes)
    1. D

      Si, si, cementificare e asfaltare ovunque, quella è la strada verso il progresso!
      Abbattete boschi, foreste e parchi naturali, abbiamo diritto a goderci l’aria fresca di montagna raggiungendola in fretta per mangiarci il panino seduti sul cofano!
      Stradini, a noi!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 18 votes)
  7. E

    intanto voto 10 al mio amico iper-grillino di feisbuc, che dopo l’assegnazione delle olimpiadi al ticket italiano se la prende con LA BOLDRINI!

    Rea, secondo lui, di non aver fatto i complimenti al sindaco di Cortina ma solo al sindaco di Milano.

    Cioè, ribadisco: GRILLINO, OLIMPIADI, BOLDRINI

    Cioè è riuscito a parlare della Boldrini nella tematica olimpiadi

    questa è classe, poco da dire…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +24 (from 24 votes)
    1. D

      Beh, in effetti che si stia parlando solo di Milano è vero. A leggere i media a Losanna c’erano Sala e Zaia, ma perché?!
      Comunque aspetta, c’è chi ha fatto di meglio, appena pubblicato di là:

      https://www.facebook.com/139157229436906/posts/2511664602186145?s=100001271907472&sfns=mo

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 3 votes)
    1. D

      Piove governo ladro! Ah, no…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 1 vote)
      1. E

        “hanno la…” poi non ricordo…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
        1. D

          Ah no, il mio era un commento…..non un tentativo di indovinare…..sul titolo, a me ne viene in mentre uno ancora precedente a Cuore, roba di fine anni 80 su un fumetto dissacratorio vietato ai minori che usciva all’epoca (non ricordo il titolo ma faceva il verso al classico Linus…): “Lasciate perdere la rianimazione, chiamate un proctologo: questi hanno la faccia come il culo!…”

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -1 (from 1 vote)
  8. R

    Avvistato pure il poliforme e poliedrico cazzutissimo. Ma lui fa parte della schiera dei simpatticci.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento