Gattuso con la Champions rimane?

Il Milan in Champions League? No, se Inter e Atalanta, padrone del proprio destino, batteranno domenica Empoli e Sassuolo. Ma viste le condizioni della squadra rossonera negli ultimi mesi e l’incertezza totale sul futuro, non solo di Gattuso, essere arrivati a giocarsi la Champions all’ultima giornata è una cosa notevole.

Un’impresa, ci vergogniamo a chiamarla così, figlia anche dell’anticalcio giocato un po’ da tutti da marzo in avanti, come se la vittoria valesse ancora due punti. Il Milan ha salutato il suo pubblico, 61.000 spettatori, contro il 3-5-2 del retrocesso Frosinone e con il solito 4-3-3. Al di là dei tre punti e di una discreta reattività, poco da lasciare ai posteri.

È stato il fine settimana del saluto a bandiere e bandierine, con l’ovvio schierarsi dei tifosi dalla parte dei campioni della loro infanzia. Dopo l’addio rumoroso della Roma a De Rossi, quelli degni di qualche articolo riguardanti Pellissier e Barzagli. Il micromondo Milan ha risposto salutando Zapata e Abate. Chi prenderà Zapata, secondo noi, farà un ottimo affare anche se il giocatore non è amato dai media (basta non prenderlo al Fantacalcio). Altro discorso per Abate, uomo e professionista serio, anche se facciamo fatica a ricordarci negli ultimi anni un gol del Milan su cross di Abate.

Torniamo (ma ci siamo mai andati?) alla partita. Anche contro il modesto Frosinone i rossoneri hanno fatto fatica ad imporsi e le poche occasioni create sono finite sul piede di Borini, in versione Egidio Calloni. Saluti sì, ma il primo tempo finisce 0-0 tra una bordata di fischi e il secondo inizia ancora peggio con Abate che provoca un netto rigore. Per fortuna del Milan uno dei suoi due fuoriclasse, Donnarumma, tiene a galla i rossoneri. Lo stadio si esalta e spinge la squadra e lo schiaffo del rigore sveglia anche il mister, come dirà lui in conferenza stampa. Gattuso toglie un mediano, Bakayoko, e inserisce una punta, Cutrone, sistemandosi in campo con un insolito 4-2-4 . Sei minuti dopo il Milan trova il goal con Piatek, ultimamente criticato perché non trasforma in due gol a partita il mezzo pallone che gli arriva. Sarà una magia di Suso, su punizione, a portare il Milan sul 2-0.

La partita finisce con San Siro e la curva Sud che riconfermano Gattuso: saranno ascoltati? Ma soprattutto: dovrebbero essere ascoltati da Gazidis? Non ci azzardiamo a dire Leonardo, visto che fra una settimana dovrà rendere conto del suo operato: la differenza fra quarto e quinto posto è enorme, soprattutto per chi considera la qualificazione Champions più importante dello scudetto. Ci sembra che il gioco del Milan non meriti ulteriori analisi, come nelle peggiori tradizioni il risultato sarà tutto.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.0/10 (4 votes cast)
Gattuso con la Champions rimane?, 7.0 out of 10 based on 4 ratings

15 commenti

  1. r

    io spero e credo che l’incertezza sul futuro sia tutta di voi giornalisti e non della società, sennò c’è da mettersi a piangere.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  2. f

    Non rinnovo l’abbonamento
    La Curva, o meglio quelli che comandano col gregge al seguito, ok ma che tutto S.Siro chieda la conferma parliamone…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  3. c

    Per fortuna del Milan uno dei suoi due fuoriclasse, Donnarumma, tiene a galla i rossoneri.
    Già a Donnarumma fuoriclasse ho i miei dubbi, ma chi sarebbe il 2° presunto fuoriclasse?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
    1. t

      Abate, credo

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 7 votes)
      1. D

        Zapata, vedi che non sai leggere?! 😀

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 3 votes)
        1. t

          chiedo venia 😀

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +1 (from 1 vote)
    2. V

      Alessio Romagnoli, capitano 170 presenze in A

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -4 (from 6 votes)
      1. V

        Ah dimenticavo lo vedete giocare da “ sempre” ma èun classe 95

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
      2. t

        ah

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 3 votes)
  4. F

    Allo “Zapata non amato dai media” sono caduto dalla sedia.

    Dall’alto della mia lavatrice mi è parso che Zapata al Milan sia sempre stato una bomba ad orologeria, ogni santa presenza fatta. Sin dalla partita d’esordio, che se non ricordo male concluse anzitempo con una espulsione (forse addirittura rosso diretto?). Puoi giocare benissimo 85 minuti – cosa che lui ha fatto raramente – ma se poi regali un gol nei restanti cinque, hai voglia a prendertela con i giornalisti che non ti apprezzano.

    Partite giocate bene dall’inizio alla fine non ne avrà giocate 38 in sette anni.

    Aggiungo senza wikipediare, direi a memoria Abate 3 goal e forse cinque assist in tutta a carriera rossonera. Escludo quelli a Milito, ovviamente. Che avrebbe potuto farsi vivo per rendere omaggio nel giorno dell’addio, l’ingrato.
    Ma gli si vuole bene lo stesso (ad Ignazio, mica all’argentino).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 11 votes)
  5. f

    Zapata credo l’avrebbero tenuto se non avesse chiesto lo stesso ingaggio
    A 33 anni se ne può andare tranquillamente anche lui

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  6. M

    Non scherziamo.
    Comunque vada l’ultima partita della stagione questa deve coincidere con l’ultima di Gattuso come allenatore del Milan

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  7. U

    Si e appena liberato un bravissimo allenatore

    Non fatevelo sfuggire eh

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  8. M

    Su un tiro sbagliato di Abate Pato segnó il secondo gol vs Inter nel 2011. Chiedete scusa ad uno dei terzini che hanno messo uno dei cross più clutch della storia.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
    1. D

      In effetti è stato più clutcher lui di Lebron o CR7…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)

Lascia un commento