Berlusconi morto, Cairo e Renzi vivi

Silvio Berlusconi è morto, politicamente ma non ancora biologicamente. L’intervento a cui è stato sottoposto per occlusione intestinale, al San Raffaele, dovrebbe consentirgli di tornare in pista prima delle Europee ma in fondo è meglio che si riposi visto che pare impossibile evitare un tracollo di Forza Italia ben sotto il 14% delle ultime Politiche.

Dispiace dirlo, perché stiamo parlando di un uomo di quasi 83 anni che si è quasi sempre occupato degli affari suoi anche durante la vita politica, ma Berlusconi è l’unica opzione per un’Italia che detesti l’estremismo di destra e di sinistra, lo statalismo declinato in varie forme dai Cinque Stelle, le parti sociali santificate dal PD, il micropartitismo da intelligentoni.

Lo diciamo ovviamente con amarezza, visto che i giornalisti nel suo caso lo hanno spesso attaccato per le stupidaggini e non per le cose di sostanza. Anche quelli sportivi: quanti pensosi editoriali sulla sua maleducazione (inesistente, era un suo diritto) nel dettare le formazioni ad Ancelotti, quanto silenzio sulla modalità con cui ha venduto il Milan. Certo per gli economisti CEPU, quelli dello stadio di proprietà e del merchandising asiatico, è normale che un cinese senza arte né parte preferisca perdere 500 milioni che trovare un ulteriore prestito per un aumento di capitale da 32…

Fatto sta che dopo il 26 maggio l’Italia liberale si troverà di fatto senza rappresentanza in Europa, nemmeno con un europeismo scettico come quello rappresentato da Forza Italia. Le domande da farsi sono adesso due. La prima: quanto vale elettoralmente questa Italia, al di là del fatto che sia ridicolo che nel 2019 sia ancora rappresentata da Berlusconi? La seconda: chi dopo Berlusconi proverà a mettere insieme quella che secondo noi è l’Italia migliore, quella che per forma mentale non scende in piazza nemmeno per difendere i propri interessi?

La risposta alla prima domanda è complicata, perché tutti a parole si dicono liberali anche se poi nella sostanza boicottano qualsiasi elemento di reale competizione. Senza fare esempi lontani, basti pensare alla situazione di Alitalia: un’azienda che dovrebbe fallire domani mattina, con i sussidi a chi ha perso il lavoro (magari non per sempre, visto che altri entrerebbero sul mercato e assumerebbero) che costerebbero allo Stato molto meno della discesa forzata in campo di Ferrovie e Tesoro, senza contare la porcheria del perdono ai Benetton per la tragedia del ponte Morandi. A suo tempo Berlusconi non si comportò diversamente dai politici di oggi, con i capitani coraggiosi e tutto il resto, stiamo quando parlando di un liberalismo-liberismo puramente teorico. Ecco, anche oggi manca un partito che dica che il carrozzone Alitalia debba fallire. E domani?

La risposta alla seconda domanda è desumibile da tanti movimenti all’interno dei media. Urbano Cairo sta per scendere in campo: pur essendo sprovvisto di una visione di fondo, ha giornali, televisioni, relativamente pochi scheletri nell’armadio. Lo farà sulle ceneri (politiche) di Berlusconi, che qualche mese fa ha provato per l’ultima volta a coinvolgerlo in un nebuloso progetto post-Forza Italia. Ma il post Forza Italia non esisterà mai, con la morte di Berlusconi finirà tutto. Che la discesa in campo di Cairo sia da frontman o da tessera numero uno, come fu De Benedetti, del nuovo ipotetico e al momento inesistente partito di Renzi, è ancora da vedere.

Di certo i voti saranno drenati alla parte più avanzata del PD (il PD del Nord di cui ha sempre parlato Cacciari), ai leghisti in libera uscita da Forza Italia e a qualche partito di opinione come Più Europa. Mentre dall’altra parte ci sarà una sinistra con un senso, una parte ‘perbene’ rappresentata dal PD e una movimentista a Cinque Stelle. Un’incognita la Lega, visto la destra nazionale è una strada senza ritorno e che chiunque annusi l’aria in Veneto (ma anche in Lombardia) sa che sta nascendo qualcosa di molto simile alla vecchia Lega. Nessuno, proprio nessuno, vuole africani disperati sotto casa (anche se il vero rischio, che sarà compreso troppo tardi, sono i musulmani in giacca e cravatta), ma a partire da questo assunto la politica è anche altro. Conclusione? Nessuna, non dobbiamo vendervi niente di diverso da un click.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.0/10 (65 votes cast)
Berlusconi morto, Cairo e Renzi vivi, 7.0 out of 10 based on 65 ratings

182 commenti

  1. U

    “Non ho seguito bene la questione della piscina, ma, se ho capito bene, chiedere un orario perché le donne islamiche facciano il bagno fra loro mi sembra una richiesta di cortesia e non un’islamizzazione”

    Ma non diciamo puttanate. Sappiamo benissimo che non e una richiesta di cortesia ma il retaggio di una cultura che considera la donna di proprieta dell’uomo,padre o marito che sia.
    Quindi continuare a girarci intorno cercando di trovare un appiglio e francamente disgustoso.

    Si puo tranquillamente sostenere che si tratti di una minoranza e di una pratica che va scomparendo e ne potremmo discutere.

    Ma su una cosa non si puo discutere : la richiesta e solo ed esclusivamente dettata da motivi religiosi che giustificano il fatto che una donna e di proprieta dell’uomo. E potete raccontarmela finche volete ma non esiste essere umano che liberamente sceglie di essere proprieta di un altro.
    Quindi questa cosa che e una libera richiesta e una troiata enorme
    Punto

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
    1. C

      Scusa Gobbo, ma nel mio intervento hai forse letto una difesa dell’Islam? Le motivazioni che spingono queste povere donne a sottomettersi ad una logica di assoluta diseguaglianza sono per me risibili, mi sembra ovvio. Il punto che volevo focalizzare è un altro, cercherò di esemplificare.
      Se i musulmani residenti in quel comune son andati a muso duro a pretendere la fascia oraria per le loro signore, potrebbe configurasi come un tentativo di islamizzazione. Diversamente, se il loro imam è andato da chi di dovere chiedendo la cortesia di avere una fascia oraria dedicata per i loro cazzo di motivi, io non ci vedo un inizio di islamizzazione. Tutto qui.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 5 votes)
      1. K

        “chiedere un orario perché le donne islamiche facciano il bagno fra loro mi sembra una richiesta di cortesia e non un’islamizzazione.”

        Abbi pazienza ma cortesia o no questa richiesta va anche contro il diritto di altre persone di andare in piscina; se questi domani ci chiedono (con cortesia, eh) di avere nelle scuole pubbliche solo classi femminili perchè le loro figlie (non loro, eh, le loro figlie) non vogliono andare in classe con dei maschi che facciamo, ci vediamo solo una richiesta cortese e vediamo pure di venirci incontro magari creando per loro ad hoc delle classi esclusivamente femminili?

        “se è stata costretta veramente a scappare da una guerra non è che abbia avuto la possibilità di scegliere il paese in cui migrare”

        Ok, mettiamo pure che sia così (e per me non lo è, non mi sembra che in Pakistan, per dire un Paese, ci sia una guerra che coinvolga tutto il Paese) questo cosa mi significa?
        Qui ci sono certe regole, a loro non va bene? Splendido ci sono tanti Paesi islamici dove potranno crescere i loro figli secondo i loro dettami religiosi, dotati di pace e benessere (Arabia, Qatar, Eau…) che saranno entusiasti di ospitarli… O no?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +6 (from 6 votes)
        1. C

          Krug ho risposto a Gobbo prima di leggere il tuo commento, e lì ho già espresso alcuni concetti che è inutile ripetere.
          Credo che tu estremizzi un po per rafforzare il tuo concetto. Va da se che se la scuola è pubblica tu ci vai senza rompere il cazzo sulla promiscuità delle classi. Diversamente, come esistono scuole confessionali cattoliche mandino i figli alle scuole di confessione islamica, se ce sono.
          Sulla seconda questione non ho la competenza per analizzare i flussi migratori, non so perché tanti islamici vengano in Italia e non preferiscano migrare in altri paesi islamici. Ipotizzo, da ignorante riguardo al problema, che alcuni privilegino l’Italia per questioni di lavoro, sia dipendente che imprenditoriale, non è che islamico vuol dire pezzente eh. Altri scappano magari dalla Siria, dove mi pare che una guerra ci sia, altri scappano semplicemente dalla povertà pensando sia più sopportabile esser poveri qui che non al loro paese. Boh! E’ chiarissimo che se vai in una nazione deve rispettare le sue regole e qui torniamo alla genesi della discussione: se sia una pretesa di cambiamento di regole l’orario riservato nella stramaledetta piscina.
          Siamo al punto di partenza: larga foglia stretta la via, dite la vostra ed io dico la mia.
          Sfoggio dialettico che comunque ha la sua valenza nella civiltà della contrapposizione.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 0 votes)
  2. U

    fasci
    “e il loro imam è andato da chi di dovere chiedendo la cortesia di avere una fascia oraria dedicata per i loro cazzo di motivi, io non ci vedo un inizio di islamizzazione. ”

    Fasci,possiamo chiamarla come vogliamo ma se per un cazzo di motivo arriva uno a dire “mia moglie o mia figlia non può andare in piscina quando vuole perchè ci sono altri uomini”..beh..per me questo è un problema bello grosso.

    Come cazzo si faccia a liquidare il tutto “ha chiesto la cortesia…è un problema pratico…ecc…ecc” è una roba inconcepibile

    Non si può negare che l’islam da questo punto di vista è anni luce indietro al mondo cattolico che già non brilla per modernità.
    Ma davvero secondo te esistono donne che scelgono liberamente di girare vestite come delle abat-jour? che vorrebbero andare in piscina ma solo se non ci sono altri uomini (e non per un discorso di pudore)?
    Ma basta dai

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
    1. C

      ‘Ma davvero secondo te esistono donne che scelgono liberamente di girare vestite come delle abat-jour? che vorrebbero andare in piscina ma solo se non ci sono altri uomini (e non per un discorso di pudore)?’
      Assolutamente no! Per come vedo io le cose, cioè da figlio della cultura occidentale, non potendo conoscere il loro vero sentire al riguardo, penso che si assoggettino controvoglia a queste restrizioni. Ma forse alcune di loro ci credono veramente. Di pancia anche a me può dar fastidio il chador, per non parlar del burka, semplicemente mi sforzo, cercando di usare la ragione, di accettare che abbiano i loro costumi. So che vi vengono i vermi a sentir parlare di integrazione, ma ritengo che sia l’unica soluzione al problema e non per buonismo. Nel senso che penso che nel giro di un paio di generazioni i figli degli islamici osservanti saranno contaminati dalla cultura occidentale(escort sfavillante) nel bene e nel male e le tensioni si ammorbidiranno. Spero almeno.
      Se poi volete una nuova crociata, avvisatemi per tempo, che la Svizzera è vicina e là mi trasferirò.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 5 votes)
      1. K

        “Di pancia anche a me può dar fastidio il chador, per non parlar del burka, semplicemente mi sforzo, cercando di usare la ragione, di accettare che abbiano i loro costumi.”

        Perfetto, burqa e chador sono l’esempio perfetto; per me sono entrambi il segno di una sottomissione della donna che per me è inconcepibile ma mentre il burqa va contro delle norme di sicurezza (devi essere riconoscibile) e non va assolutamente permesso, lo chador non andando contro queste norme a denti stretti (per dire a me girano le balle quando vedo una suora, chiaro segno dell’inferiorità della donna nella concezione cattolica) va, ahimè, tollerato; tranne che (come già successo, se non ricordo male a Bolzano) queste non pretendano di buttarsi in piscina con lo chador; ribadisco i costumi vanno accettati se non vanno contro determinate regole; altrimenti chi siamo noi per impedire ad un nudista di girare nudo per città, dobbiamo accettare che abbia i suoi costumi, no?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 3 votes)
        1. C

          Non siam fasati con le risposte.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -1 (from 1 vote)
  3. r

    Gobbo arrivo a dirti che la richiesta potrebbe venire anche “genuinamente” dalle donne…se cresci in una certa cultura arrivi a pensare davvero di essere correttamente una proprietà dell’uomo…il che ovviamente non sposta di un millimetro il vero punto della questione e cioè che un soggetto pubblico non può mai avallare una cosa del genere.
    Come dice giustamente Krug se vuoi che i dettami dell’islam regolino la vita civile del Paese in cui vivi, ci sono altri Paesi dove trasferirsi…altrimenti ti adatti. punto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  4. U

    ricca
    “Gobbo arrivo a dirti che la richiesta potrebbe venire anche “genuinamente” dalle donne…se cresci in una certa cultura arrivi a pensare davvero di essere correttamente una proprietà dell’uomo”

    e a maggior ragione dobbiamo essere noi ad opporci a questa cosa e non continuare a col dire “eh ma l’ha richiesto in modo gentile..in fin dei conti lady fitness fa la stessa cosa”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  5. r

    Fasci, cioè per te l’integrazione è dire sì al burka, alle donne oggetto e alle piscine pubbliche riservate alle sole donne mussulmane in determinati orari?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
    1. C

      Ricca o mi son espresso male o hai capito male tu.
      Comunque. Io burka in giro non ne vedo, il che non vuol dire che non ci siano. Son fuori legge quindi il problema è risolto. L’integrazione, per come la intendo io, è lasciare che le persone di qualunque religione e costume vengano facilitate a partecipare alla vita quotidiana, quindi anche sociale, e trattare i figli loro come i nostri in modo che gli aspetti dei loro costumi più in contrasto con i nostri perdano per loro di significato. Dove si sciacquano le signore mussulmane è per me del minimo interesse, se un comune ha ritenuto di riservar loro un orario non me ne frega un cazzo e non mi sento minacciato, voi evidentemente lo interpretate come un primo passo verso l’islamizzazione. Speriamo che abbiate torto, non per aver ragione, ma perché non ambisco a vivere in una società teocratica. Spero che la risposta sia coerente con la domanda. Il che non significa che tu debba esser d’accordo.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  6. D

    Quindi la colpa di Hitler è aver imposto che gli ebrei girassero con la stella di David e che poi venissero spediti ai forni crematori.
    L’avesse chiesto cortesemente (come fatto con Mussolini, per dire) sarebbe stata tutta un’altra cosa.
    Mi vergogno per voi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  7. A

    @Claudio Fasci: ma ce la fai o dobbiamo farti i disegnini? qua non si tratta di rispettare o meno i loro costumi, nessuno vuole convertire a forza le poverine col burqa né tagliare la barba agli imam
    si sta dicendo che se però quelli che gli hanno messo il burqa pretendono di venire in una nazione occidentale, di andare in una struttura PUBBLICA e di imporre i loro valori arretrati a TUTTI gli altri cittadini sarebbe cosa buona e giusta dir loro di sucare e basta

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  8. U

    ” Di pancia anche a me può dar fastidio il chador, per non parlar del burka, semplicemente mi sforzo, cercando di usare la ragione, di accettare che abbiano i loro costumi.”

    MA NON E’UNA QUESTIONE DI COSTUMI!
    La questione è che la loro cultura,direttamente derivata dalla religione, dice che è l’uomo che decide come si deve vestire una donna. Perchè la donna è di proprietà dell’uomo,padre o marito che sia

    “So che vi vengono i vermi a sentir parlare di integrazione, ma ritengo che sia l’unica soluzione al problema e non per buonismo.”
    Oh ecco che è arrivata la velata accusa di razzismo,mi stavo preoccupando

    Io sono razzista e ho i vermi a parlare di integrazione perchè chiedo che venga fatto un accurato controllo su chi entra nel paese in cui vivo (magari anche per evitare che poi chi entra senza averne i diritti venga poi emarginato in un ghetto in cui ovviamente la legalità è un optional).
    Invece chi ritiene normale che un uomo impedisca a propria figlia o alla propria moglie di frequentare una piscina semplicemente perchè ci sono altri uomini è un illuminato a favore dell’integrazione

    Perfetto
    A posto così

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
    1. C

      Io non ti ho dato del razzista ne direttamente ne velatamente. Ho detto che so che vi vengono i vermi a sentir parlare di integrazione.
      Tu solo puoi sapere se sia vero o no. Ciò detto a posto così mi va benissimo.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 5 votes)
  9. R

    Non lo impongono, lo chiedono cortesemente. Gli si risponde di no, altrettanto cortesemente, e poi vediamo se la questione finisce lì o si passa alle imposizioni, pressioni, strumentalizzazioni ecc.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. C

      Perfetto! Ai posteri.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 1 vote)
  10. K

    “So che vi vengono i vermi a sentir parlare di integrazione”

    Questa non è integrazione, è rinunciare ai principi certificati dal volere della maggioranza delle persone che compongono questo Stato per venire incontro ad una minoranza che non ha nessuna intenzione di scendere a compromessi.

    L’unica soluzione al problema è che chi vuole venire a vivere in questo Paese lo fa alle condizioni poste dalla maggioranza; se non vuole può andare benissimo da un’altra parte.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
    1. L

      Non sono d’accordo, lo si fa secondo quelli che sono i diritti fondamentali dell’uomo, valore condiviso della nostra democrazia e della nostra costituzione. Che sennò se tra trecento anni la maggioranza è musulmana che facciamo?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  11. U

    “di andare in una struttura PUBBLICA e di imporre i loro valori arretrati”

    Che poi attenzione anche al discorso “se uno è un privato” è libero di scegliere

    Ammettiamo che siate nel consiglio direttivo di una società privata che gestisce un campo da basket

    Vi arriva la richiesta da parte di un’associazione esterna che vuole organizzare una partita di soli bambini bianchi e che per tutto il tempo della partita sarebbe opportuno che attorno al campo non ci fossero bambini neri
    Che fate?

    Discorso ovviamente e volutamente forzato…però a sto punto si potrebbe veramente giustificare tutto mettendolo alla voce “sono le loro tradizioni”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. A

      ma infatti quelle sono le basi, poi si potrebbe e dovrebbe fare molto altro
      il “Eh ma sono le donne che lo chiedono” fa il paio con quando una viene menata dal marito e non lo denuncia o col negoziante che paga il pizzo alla mafia, sono problemi anche quelli pure se la vittima non chiede aiuto
      però almeno il marito non pretende di andare in una palestra, legarla al sacco e prenderla a pugni davanti a tutti, così come la mafia non si fa consegnare i soldi nell’atrio della stazione dei carabinieri

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
  12. r

    Gobbo, ma infatti il “i privati fanno quello che gli pare” va preso con le pinze, perchè non è nemmeno vero tout court (può essere vero solo nel senso che l’islamico integralista o il non islamico terzomondista/furbacchione di turno può aprire, rispettando comunque le varie norme, un club privato con piscina facendo iscrivere solo donne che nuotano “fasciate”)…io mi stavo concentrando sull’Ente Pubblico pensando che avrebbe in teoria semplificato il discorso, ma vedo che in realtà non è così…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  13. U

    axel e ricca
    ovviamente non erano puntualizzazioni ai vostri interventi ,che condividevo

    Mettevo le mani avanti
    🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  14. I

    guardate che sono già avanti nelle loro richieste, forse vi siete distratti
    medico uomo che non può far partire figli di un’islamica o insegnante donna che non viene accettata da studenti islamici.
    certo non tutti, ma alle volte capita. successo anche alla mia ex-moglie, insegnante alle medie

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/lodi-lospedale-si-inchina-allislam-solo-personale-donna-1522465.html
    https://www.youreduaction.it/educazione-fisica-non-accettata-da-padre-di-una-studentessa-islamica-ritiro-mia-figlia/

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  15. U

    Fasci
    “, se un comune ha ritenuto di riservar loro un orario non me ne frega un cazzo e non mi sento minacciato
    “ma perché non ambisco a vivere in una società teocratica”

    Ma come fai a non capire (cit.) che ti sei contraddetto nel giro di 2 righe?
    Ti fa paura la società teocratica ma non te ne frega che per motivi religiosi una donna non possa decidere in autonomia quando andare in piscina?

    Perchè forse non ti è chiaro..non è che la donna è libera di scegliere se andare nell’orario riservato (che è già un’aberrazione) o nell’orario aperto a tutti

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
    1. C

      Gobbo continuiamo a non capirci. Ma se difendo il diritto dei gay a farsi inculare da chi vogliono loro, significa che voglio diventare gay?.
      Ad oggi vivo in una società dove le donne vanno dove vogliono, dove hai letto che io do un giudizio positivo di come la religione islamica
      tratti la donna?
      Comunque adesso basta, ho commesso l’errore di postare un commento controtendenza, non son disposto far da punging ball, pensatela come volete.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -3 (from 7 votes)
  16. U

    “Io non ti ho dato del razzista ne direttamente ne velatamente. Ho detto che so che vi vengono i vermi a sentir parlare di integrazione.”

    che è come dire “non ho detto che sei deficiente. ho solo detto che non capisci un cazzo”

    Eventualmente ho i vermi a sentir parlare di integrazione all’italiana,dove si passa dall’accettazione passiva al prima gli italiani

    L’integrazione è un’altra cosa

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  17. A

    no Gobbo non hai capito il sottilissimo trucchetto retorico del tirare il sasso e nascondere la mano
    del resto qui siamo tutti analfabeti salviniani (sì, in tutto il marasma ci ha dato pure dei salviniani), non è che possiamo capire certe sottigliezze

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. C

      Axel nessun trucchetto. Ho avuto la pessima idea di postare un commento che ha innescato una discussione interminabile dove le mie opinioni
      sono largamente non condivise, nessuno convincerà l’altro, non vedo l’utilità di continuare a controbattere, ripetendo le stesse cose.
      Diversamente da te, non penso di doverti fare un disegno perché tu possa capire questo semplice concetto. Stammi bene.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  18. U

    Fasci
    “Ma se difendo il diritto dei gay a farsi inculare da chi vogliono loro, significa che voglio diventare gay?.”

    No
    ma in questo caso non ti stai rendendo conto che difendi il diritto di un uomo nel decidere che sua moglie e/o sua figlia possano andare in piscina solo quando lo decide lui
    Vediamo se almeno cosi la capisci

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. C

      Ho capito perfettamente l’ottica da cui vedi la questione. Ora non prendere la mia necessità di chiudere la discussione come una mancanza di rispetto, ma devo assentarmi. Stammi bene.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  19. r

    più che altro respingo al mittente il discorso del “voi siete contro l’integrazione”.
    Io non sono affatto contro l’integrazione, ho solo un concetto di integrazione diverso dal “possono fare quello che vogliono finchè non mi pestano i piedi”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  20. r

    si ecco poi il parallelo con il diritto del gay a farsi inculare da chi vuole è veramente vomitevole

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  21. A

    mi piace come è andata la discussione: prima arriva dando dei salviniani a tutti (e lo dice dialogando con Calvin, a dimostrare che ha capito tutto fin da subito), gli si risponde nel merito e si rifugia in trucchetti retorici che l’Uomo Indiscreto ha imparato alle elementari mentre risolveva da solo l’ultimo teorema di Fermat, chiude con “Mamma me ne vado che mi hanno fatto la bua”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  22. K

    “ho commesso l’errore di postare un commento controtendenza”

    Abbi pazienza ma questo vittimismo mi sembra decisamente fuori luogo; hai espresso un parere, legittimo ma che ci sembra un pochino utopico se non totalmente controproducente; posso anche capire in parte il tuo punto di vista e prova ne è che una delle più estenuanti discussioni che ho avuto qui dentro è stato per un Di qua o di là Boldrini vs Fallaci; pur non amando nessuna delle due avevo scelto la Boldrini perchè per me il “Moriremo tutti!!!” della Fallaci era completamente immotivato; resto convinto che si possano integrare anche persone di religione musulmana ma per ottenere ciò è necessario che vadano messi dei paletti oltre ai quali non si possa indietreggiare; per me uno può pregare Dio, Allah, Manitù, la statuetta che tiene in salotto, non me ne importa nulla anche se sono agnostico tendente all’indifferente e certe credenze mi sembrano oltremodo risibili nell’anno di grazia 2019; l’importante è che la sua religione ed i dettami di questa non interferisca con la libertà delle altre persone e non tenda a vanificare quelle conquiste civili che abbiamo ottenuto faticosamente negli ultimi secoli; ed una delle più importanti (anche se non pienamente realizzata per vari motivi che non sto qui ad elencare) è l’assoluta parità fra uomo e donna; chi non l’accetta per quanto possa contare la mia opinione non è benaccetto nel Paese in cui abito, mi dispiace.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
    1. I

      @Krug
      anche te sei utopico nel credere di poter integrare i musulmani
      dovunque siano stati nella storia, hanno sempre imposto il loro modo di vedere le cose.
      Se nei loro paesi non puoi girare vestito all’occidentale, allora qui manco il chador e se parli siberia

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 6 votes)
      1. L

        Quello che loro permettono di fare nei loro paesi non può essere un riferimento per noi in ogni caso.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
        1. I

          si chiama diritto di reciprocità, mica me lo sono inventato eh

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -1 (from 5 votes)
          1. K

            Italo, se siamo riusciti ad integrare voi in una Repubblica nata (anche) dalla Resistenza ce la possiamo fare anche con loro.

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +5 (from 5 votes)
            1. I

              a parte Torino direi. uno stand di 10 mq un pericolo assoluto

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: -1 (from 1 vote)
          2. L

            Ascolta la nostra costituzione prevede, per esempio, che uno possa professare la propria libertà religiosa. Ed è un diritto di chiunque, non di chi nel proprio paese prevede la stessa cosa.
            Ma guarda se mi devi fare incazzare dopo averti fatto l’apertura ieri… Non lo faccio più! 😀

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +1 (from 1 vote)
            1. I

              calma leo, mica ho detto che non devono professare, ma si devono adattare alle nostre regole. io ho una visione più stringente e tu più larga. io non pacco la gente, tu si…però siamo indiscreti tutti e due

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: 0 (from 0 votes)
              1. L

                Certo che si devono adattare alle nostre regole, ma le nostre regole permettono di costruire una chiesa per i testimoni di Geova come una moschea, quindi del principio di reciprocità me ne sbatto e se ne sbatte l’Italia, spero.
                Io non pacco, sono eventualmente impegnato… 🤣🤣🤣

                VN:F [1.9.22_1171]
                Rating: +2 (from 2 votes)
              2. D

                Leo non pacca: ringamba, prego…

                VN:F [1.9.22_1171]
                Rating: +1 (from 3 votes)
  23. A

    non è vittimismo, lui pensava di venire a dispensare la Verità a degli ignoranti e non sa che dialetticamente Indiscreto è una vasca di piranha, adesso lui starebbe pure qua a illuminarci ma purtroppo sapete il giovedì c’ha judo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  24. U

    “prova ne è che una delle più estenuanti discussioni che ho avuto qui dentro è stato per un Di qua o di là Boldrini vs Fallaci; ”

    Davvero?
    🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
    1. K

      Menouno è la Boldrini che non ha preso bene il fatto che non ti ho ancora consegnato la sua gigantografia cartonata.
      Gobbo vieni domenica al Forum di Assago che te la consegno lì? Così magari nell’euforia ci scappa pure una pisciatina sul simbolo dell’Olimpia… 😉

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  25. D

    Scusate, io rientro tra quelli che hanno i vermi a sentire parlare di integrazione?!
    No, per capire…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    1. A

      sì, anche se non sei ancora così tanto salviniano come Krug e Ricca, loro sì veri pasdaran del leghismo

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
      1. K

        Sono talmente salviniano che desidero ardentemente farmi un selfie con Salvini e chiedergli “Ma visto che eri il capo dei comunisti padani quand’è che istituzionalizzi i kolchoz ed i sovchoz?”

        LO VOGLIO!!!!

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +5 (from 5 votes)
    2. L

      Non lo so, ora che hai litigato con gobbo abbiamo perso i riferimenti 🤣🤣🤣

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
      1. D

        Va beh, fatemi sapere nel caso, che c’ho i nonni che attendono aggiornamenti…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
  26. K

    “Se nei loro paesi non puoi girare vestito all’occidentale, allora qui manco il chador e se parli siberia”

    Quindi siccome i fascisti spedivano al confino, depuravano l’intestino con l’olio di ricino o ammazzavano di legnate i Gobetti ed i Matteotti per il diritto di reciprocità non dovresti lamentarti dei crimini dei partigiani, giusto?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 10 votes)
    1. I

      krug stavamo parlando di diritto internazionale…
      quindi visto che i nigeriani hanno violentato e massacrato Pamela, li posso uccidere tutti?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  27. K

    ” allora qui manco il chador e se parli siberia”

    “calma leo, mica ho detto che non devono professare, ma si devono adattare alle nostre regole ”

    Ti stai incartando Italo, lo sai, vero…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
    1. I

      il chador è difeso dalla nostra costituzione come libertà religiosa?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  28. C

    Krug, nessun vittimismo. Ho detto la mia, non è piaciuta, da uno scambio di opinioni si è passati alla situazione che non riuscivo più neanche a rispondere, poi s’è scatenato qualche pirana(cit) che ha sentito l’odore del sangue, io me esco dall’acqua. Stop.
    Vado a vedere se riesco a farmi altri ‘amici’ nella sezione calcio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  29. Che nei paesi musulmani in genere non si possa andare in giro vestiti all’occidentale non mi pare. Credo che in Turchia, nel Maghreb e in Albania si possa.
    Sicuramente nei paesi del golfo no ma mi pare che la Siria e la Giordania facciano eccezione.
    Però non sono uomo di mondo, non avendo fatto il militare a Cuneo quindi, nel caso, vi prego di correggermi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
    1. g

      Vestiti all’occidentale si puo’ andare in quasi tutto il Golfo,Arabia Saudita a parte.Per le donne ci sono diversi gradi: Dubai praticamente accetta tutto, Abu Dhabi quasi.Kuwait quasi Qatar quasi, Iran non saprei, Iraq dipende dove.
      In nessun paese del Golfo a parte L’Arabia Saudita, e’ richiesto il velo alle donne occidentali (e in teoria nemneno a quelle musulmane,ma qui si sa com’e”) Il paese piu” conservatore del Golfo dopo l’ A.saudita e’ il Kuwait, che e’ piu’ conservatore solo perche’a differenza degli altri vieta a tutti Il consumo di alcolici,e carne suina

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
    2. D

      Dipende cosa si intende per vestiti occidentali. Gli uomini possono mettere i jeans, ma le donne minigonne, bikini (per non parlare del topless) se le sognano se vogliono evitare la lapidazione (tranne selezionatissime situazioni chiuse, tipo i villaggi vacanze di Sharm…).

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
      1. g

        Dubai praticamente quasi tutto e’ permesso: pantaloncini corti, quasi minigonne, e spalle scoperte incluse.Nel resto del Golfo gonne e pantaloncini fino al ginocchio non e’ assolutamente un problema, mentre potrebbero esserlo le spalle scoperte.Per gli uomini non ci sono limititazioni particolari nel vestirsi.Non e’ consentito andare a torso nudo in luoghi pubblici a meno che non siano spiagge.Per le donne ovviamente niente bikini nei luoghi pubblici, mentre sulle spiagge pubbliche e private non ci sono problemi (almeno a Dubai ed in Kuwait)
        Per le donne musulmane invece le limitazioni sono abbastanze definite.Il velo totale non e’ obbligatorio (a parte l’Arabia Saudita) e infatti non e’ improbabile vedere donne anche sposate vestite all'”occidentale”(nel senso di vestiti lunghi,o pantaloni anche attillati)con solo il velo in testa.Per quanto mi riguarda l’unico posto che ho trovato davvero intollerabile e’ l’Arabia Saudita, che ‘e davvero un paese immerso nel Medio Evo.A mio avviso lo stato Saudita dovrebbe essere trattato a livello internazionale come un paria a livello dell corea del nord o simile per il modo in cui tratta i suoi cittadini.Ci sono paesi al mondo che sono soggetti a sanzioni internazionali per molto meno (Russia?).Detto questo ci sono aree dell’Arabia Saudita che tollera gli occidentali quasi come Dubai. E pensare che una delle persone piu’ progressiste, tolleranti e aperte che abbia conosciuto in vita mia e’ un saudita….

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 5 votes)
        1. D

          Appunto, e io che ho detto?! Dubai è praticamente un villaggio vacanze…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -1 (from 1 vote)
  30. U

    “si è passati alla situazione che non riuscivo più neanche a rispondere”

    AHAHAHAHHA e questa da dove salta fuori?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
    1. C

      E’ stata una pura questione temporale. Rispondevo a te e intanto Krug rispondeva a me e via dicendo, nel frattempo si è inserito qualche altro ammiratore del mio pensare. Ne fa fede il fatto che a un certo punto ho postato ‘Non siam fasati con i commenti’, non ho specificato ‘temporalmente’, per cui mi son beccato un -1. Cosa ci sia di non condivisibile nella succitata frase resterà per me un mistero che porterò nella tomba, ma me ne son già fatto una ragione.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  31. U

    “Infatti non e’ improbabile vedere donne anche sposate vestite all’”occidentale”(nel senso di vestiti lunghi,o pantaloni anche attillati)con solo il velo in testa”
    Questi sono i piu tolleranti?
    🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
    1. g

      Vabbeh sempre meglio che mettersi un sacco addosso 🙂 .Comunque voglio raccontarti un aneddoto:
      Come ho scritto sopra il Kuwait e’ il paese piu’ conservatore del Golfo dopo l’A.Saudita.Ho passato i primi sei mesi in medio Oriente tra Kuwait e Dubai, a qui le donne locali che indossano un niqab abbastanza spesso e lo fanno piu’ o meno allo stesso modo con le Kuwaitiane che coprono piu’ spesso anche il viso.Al mio primo viaggio in Qatar durante una pausa mi sono seduto in un caffe’ all’interno di un mega centro commerciale, quando o cominciato a notare che le donne locali indossavano un niqab talmente fine che controluce faceva intravedere chiaramente la silhouette.. Ho pensato che fosse solo un caso singolo, e allora ho controllato 🙂 per un po’ e quasi tutte vestivano quel tipo di Niqab e si poteva anche capire chi indossava i pantaloni e chi solo le mutandine e… Ora capisci lo stupore….. In Kuwait il negozio piu’ frequentato dalle donne locali e’ Victoria Secret…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
      1. A

        non avevi letto “Sottomissione” di Houellebecq

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
        1. g

          Purtroppo no, ho dovuto imparare sul posto….

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 0 votes)
  32. U

    Ahahahahha ocio che ti cavano gli occhi eh
    🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. g

      Adesso non corro piu’quel rischio…Sono tornato nel mondo normale…Al massimo mi fanno saltare per aria o mettono sotto con un Tir..

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
  33. G

    Comunque mentre qui si fantastica di inarrestabili avanzate Saladine, nel Paese reale il Ministro degli Interni ha deciso di chiudere i negozi di cannabis legale, (facendo così un favore alla criminalità organizzata ma anche ai piccoli spacciatori extracomunitari clandestini), per motivazioni esclusivamente etiche. Ripeto: E-TI-CHE.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  34. U

    “Comunque mentre qui si fantastica di inarrestabili avanzate Saladine,”

    Quando si dice aver capito il discorso…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)

Lascia un commento