Allegri esonerato da Agnelli senza un perché

Andrea Agnelli ha esonerato Massimiliano Allegri da allenatore della Juventus. I protagonisti della vicenda sono stati più diretti dei tanti, più realisti del re, che hanno parlato di separazione consensuale. La conferenza stampa in cui si sono presentati entrambi, davanti a giornalisti e giocatori, è stata al tempo stesso emozionante e interessante.

Emozionante perché Allegri non ha nascosto il dispiacere per come sia finita un’avventura lunga cinque anni, cinque scudetti e quattro Champions League su cinque giocate bene. Interessante perché Agnelli, anche lui commosso, ha confermato che la sua decisione, più o meno suggerita da Nedved (assente nell’occasione, ribadendo così il suo pensiero) e Paratici, non ha una base sportiva.

I cicli finiscono, meglio separarsi al momento giusto, bisogna chiudere con una vittoria, eccetera. Tutte cose che Agnelli pensava da mesi e che che pensavano da mesi tutti quelli che guardano le partite della Juventus senza fermarsi al risultato. Questo gruppo di giocatori ha finito la carica psicologica, il fuoco, proprio nell’anno dell’arrivo di Cristiano Ronaldo che in teoria sarebbe dovuto essere quello del vincere o morire. Magari c’entra anche la Cristanoronaldomania, fra marketing e media, che ha un po’ svuotato gli altri.

Comunque non è morto nessuno perché la Juventus è nella stessa situazione dei vari Manchester City e PSG che da anni spendono l’impossibile ottenendo risultati europei anche peggiori di quelli dei bianconeri. Ma è chiaro, anche dalle parole sentite fra un siparietto e l’altro (davvero penosa la consegna della maglietta con la scritta ‘History Alone’, Allegri si è violentato per non buttarla sotto la sedia: ci ha ricordato lo spumante nei bicchieri di carta per l’addio di Platini), che nulla è ancora stato deciso per il futuro e che difficilmente a livello di giocatori ci saranno le rivoluzioni chieste da Allegri.

Rimane il fatto che non ci sia un vero perché nell’esonero di Allegri. Aziendalista nel senso migliore dell’espressione (cioè non servile, ma rispettoso dei ruoli), con una immagine coerente con il supposto stile Juventus e una eccellente comunicazione a livello personale, flessibile tatticamente e sempre centrato sulla vittoria, al di là dell’ottenerla o meno. Per questo scegliere come successore un resultadista, uno antipatico ad Adani e ai nerd (Mourinho o Deschamps, tanto per sparare due nomi), sarebbe una scelta sbagliata. Ma anche il guru, il genietto più o meno compreso, sarebbe una soluzione ad altissimo rischio con una squadra così logora e piena di personalità. Sarà stato anche il momento giusto per separarsi, come ha spiegato Agnelli, ma l’allenatore più da Juventus del mondo era Allegri.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.1/10 (14 votes cast)
Allegri esonerato da Agnelli senza un perché, 9.1 out of 10 based on 14 ratings

22 commenti

  1. Beh la sensazione è, come dici te, che il momento fosse quello giusto, anche se manca il successore. Cinque anni nella stessa squadra sono tanti a livello di allenatore, credo anche in Europa…o cambiavano mezza squadra oppure cambiavano Allegri, a livello aziendale secondo me è la scelta giusta, anche se magari le prossime stagioni saranno difficili. Secondo me cmq un piano in testa Agnelli lo ha…e cmq come scrivevi su De Rossi, alla fine ci vuole qualcuno dall’esterno, in questo caso Nedved, che faccia capire quando è il momento di cambiare aria

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  2. j

    Ancora grazie mille Pavel

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  3. r

    Allegri, a veder la conferenza, l’ha patita questa decisione.
    Comunque la si pensi su di lui, scontrarsi con Nedved è da medaglia al petto.

    Ps: ecco poi però non mitizzerei la questione Nedved, la scelta è tutta di Agnelli

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  4. f

    Questo momento storico è pieno di allenatori “gobbi” nel senso di appartenenza indubbiamente juventina, Andonio, Zizou, Deshamps, Gasperson, lo stesso Carrera, Paulo Sousa, e per fortuna che Ciro Ferrara ha smesso.
    Allegri buon allenatore, vale comunque di più come personalità e presenza che come tattico. Probabilmente nel campo sta dietro a tutti quelli sopra citati a parte Ciro Ferrara, appunto.
    Potrà essere un grande allenatore, per qualcuno, certamente non è un grandissimo per nessuno.

    Comunicatore eccellente ???
    A me sembra che a livello di comunicazione diretta anzi abbia qualche difficoltà lessicale, a parte il gusto per la battuta ,,,,,e ha lasciato attorno alla sua figura un alone un pò troppo naïf, rispetto a molti altri allenatori che hanno comunque il loro “personaggio” ( vero Conte, Sarri, e co).
    Poi ripeto sicuramente è una bella presenza, rispetto all’allenatore burino alla Mazzone.

    Per me è un uomo uscito direttamente dagli anni 80/90, forse un fortunato come Lippi, un bello sculato alla De Sica.
    A livello di campo non rimpiangibile, forse al Milan solo Gattuso è stato così basilare come lui.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 16 votes)
  5. m

    Anche in un passaggio così migliori di chiunque altro. Si fatica perfino a inventare qualche #juvemerda a caso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -11 (from 25 votes)
  6. U

    Direttore…pessimo articolo da vedova di allegri

    Non c’era un motivo per esonerare Allegri,ce n’erano cento.
    Dopo una prima stagione in cui e stato bravissimo ,piu mentalmente forse ma comunque bravissimo ,ha vissuto di rendita per 4 anni non costruendo niente e gestendo di merda un ambiente che non e saltato per aria solo perche la giuve ,con i suoi pregi e difetti, ovatta tutto.

    Lo scorso anno era andato giu di testa e solo il suicidio del napoli ha consentito di portare a casa lo scudetto
    Il discorso del corto muso e roba che nemmeno eziolino capuano avrebbe partorito ,cosi come il litigio con Adani.
    Non condivido nemmeno il discorso del fuoco veniuto a mancare dopo l’arrivo di ronaldo : anzi proprio l’entusiasmo per l’arrivo di ronaldo ha prodotto quei 2 mesi illusori (in cui il miglior giocatore e stato quel terzino che lui voleva vendere).
    Spento quello si e visto il niente che in 4 anni prodotto la sua gestione tecnica.

    Era da cacciare dopo cardiff e dovrebbe ringraziare che l’abbiamo tenuto 2 anni in piu cosi puo vantarsi di altri 2 scudetti vinti di corto muso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 23 votes)
  7. M

    È da ieri che sono roso da un dubbio atroce: con Allegri andrà via anche Dolcetti?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  8. F

    La persona giusta al momento giusto nel posto giusto

    nessuno avrebbe vinto meno di lui con questa squadra, altri avrebbero vinto almeno una champions

    la cosa migliore fatta manzukic in fascia, la cosa peggiore la coppia ruganidesciglio

    l’augurio è che alla juve vada inzaghi (pippo) 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 9 votes)
  9. D

    Situazione gestita malissimo, potevano aspettare tre settimane, facevano la festa scudetto e poi tanti saluti senza clamori con già il successore deciso.
    Invece imbarazzante conferenza stampa a scudetto vinto ma non festeggiato ma soprattutto campionato non ancora finito materialmente.
    Imbarazzi diffusi tra supercazzole per girarci attorno e giri di parole per non dire ciò che si pensa: da Agnelli che parla di momenti giusti per salutarsi per non dire “lo mando via perché mi sta sul cazzo e ne ho le palle piene del corto muso” ad Allegri che fa il guappo di quartiere tirando in ballo le vittorie in spiaggia per mandare a dire ad Agnelli che sta mandando via un vincente e non si se chi verrà dopo farà meglio di lui perché Guardiola la Gabbia a Livorno non l’ha mai vinta, e poi la buffonata della maglia ipocrita (i grandi club in questi casi regalano targa e orologio, giusto il parallelo con lo spumante nei bicchieri di carta) un po’ come quando a militare si spacciavano per gesto d’amicizia il gavettone o il sacco nel letto, e le finte lacrime verso giocatori a cui fregava un tubo (giocatori chiamati in sala con l’entusiasmo con cui le scolaresche vengono portate ai musei…). Di puro culto lo sguardo stranito di CR7 che si chiedeva scocciato se domani lo faranno scomodare pure per l’addio del magazziniere e Nedved che teneva accesa l’auto di Agnelli in doppia fila.
    Fosse stata l’Inter, magari quella di Moratti, si sarebbero sprecate risa e pernacchie, ma si tratta di Tana delle Tigri e allora tutta la sala a ridere e darsi di gomito mentre si prendono appunti…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 31 votes)
  10. F

    Dane,
    io non ho visto la conferenza stampa ma leggo ovunque che è stata perfetta e entrambi hanno fatto un figurone..con allegri con il groppo in gola ed agnelli che da vero condottiero non puo’ farsi influenzare dai sentimentalismi….

    sappi quindi che questa tua rilettura cinica e bastarda mi trova in totale disaccordo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
    1. D

      Che è quello che ho poi chiarito nel finale, comunque hai ragione: se tutta la stampa l’ha descritta in un certo modo sono sicuramente io ad essere troppo cinico.
      Manco le lacrime mi hanno commosso, pensa te che stronzo…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 12 votes)
  11. g

    Cioe’, la juve ha mandato via Allegri avendo gia’ una precisa idea di chi sara’ il successore (con cui c’e gia’un accordo) oppure lo hanno mandato via senza un piano sperando di prendere uno di quelli che sono sulla piazza?
    No, perche’ se hanno mandato via Allegri senza avere un accordo con un successore o almeno un paio, non mi pare una mossa da Juve…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
    1. D

      La verità è che le “mosse da Juve” non esistono.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 10 votes)
      1. j

        Le mosse da Juve sono queste baracconate in cui la società si fa puntualmente passare per un ente di carità e non per tana delle tigri. Ci sta eh e un merito perché così l’ambiente lo tieni sempre sotto controllo. Certo cacciare Allegri era la mossa che il 90% dei tifosi voleva, quindi non proprio una cosa destabilizzante, anzi tutt’altro.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 7 votes)
        1. D

          Ma va là, dai…..ripeto, l’avesse fatta l’Inter di Moratti l’avrebbero seppellito di pernacchie, la differenza sta solo nello zerbinaggio della stampa per paura dell’Ostile Giuve. (cit.)

          Ps: potevano almeno dire a Nedved di spegnere il motore, che non è un vigile ed inquinava per niente. In sala c’era una puzza della Madonna e nelle ultime file si faceva fatica a sentire…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +1 (from 15 votes)
  12. j

    Hanno cacciato allegri dopo Madrid. Senza Cr7 a dover regolare conti personali con i colchoneros la Juve sarebbe uscita agli ottavi. Perché non ditemi che la preparazione del quarto con l’Ajax sia da allenatore confermato. E infatti allegri si trascina letteralmente da mesi reagendo piccato ogni volta che ne ha avuto l’occasione. Lo hanno cacciato ufficialmente ieri per potere fare davvero tutta sta baracconata di conferenza e passerella con l’ultima in casa. E probabilmente hanno l’accordo con Inzaghi da gennaio. O con Pep. Mi sorprenderebbe davvero Conte che solo per far incazzare Marotta e Allegri avrebbe fatto trapelare tra quelli giusti l’ingaggio alla Juve.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  13. D

    Così Max Allegri ai microfoni di SkyJuve:

    ” È stata un’esperienza fantastica, non la dimenticherò mai.
    Ringrazio prima di tutto l’AIA e tutti i suoi arbitri. Mi hanno accompagnato in questo percorso intenso e pieno di soddisfazioni.
    Li ringrazio soprattutto per il miracolo che hanno compiuto lo scorso anno, permettendomi di battere il Napoli di Sarri. Senza gli aiutini nelle partite di Cagliari, Firenze, Bologna, Bergamo ed Inter avrei sicuramente perso lo scudetto. Una menzione speciale va ai miei amici Banti e Taglia, ma soprattutto al grande Orsato, che si è messo la benda davanti agli occhi quando Pjanic ha colpito l’avversario con quel calcio da karate (Ride, ndr). Grazie a quello scudetto ho potuto continuare a dire cazzate per un altro anno, dicendo che il bel gioco non conta ed altre stronzate varie.
    Ringrazio poi Andrea Agnelli ed il suo monociglio, i quali sono stati compagni di tante gioie negli ultimi anni, soprattutto nelle finali disputate con Barcellona e Real Madrid.
    Ringrazio Lele Adani per i confronti civili e pacati avuti in questi anni.
    Ringrazio la mia compagna, Ambra di non è la RAI. Io invece sono Max, di non è la Champions.
    Ringrazio il portiere migliore di sempre, Gigi Buffon, perché mi ha insegnato a fare la raccolta differenziata.
    Ringrazio tutta la dirigenza della Juventus, dai dirigenti fino ai magazzinieri ed al capo magazziniere De Sciglio.
    Ringrazio anche voi di Sky Sport perché non avete mai smesso di apprezzare il mio gioco di merda.
    Ringrazio infine la nostra città ed i nostri tifosi, che in questi anni ci hanno dato un calore incredibile, Reggio Calabria è una città stupenda…”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +19 (from 37 votes)
  14. “stile Juventus e una eccellente comunicazione a livello personale”

    Ahahahah Allegri quello che ringhiava ai carabinieri, un buzzurro ignorante e analfabeta, col carisma di un pescivendolo, l’intelligenza di un loppide, l’eleganza di un agente immobiliare, che farebbe fatica a superare una selezione da banconista alla Slunga

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 10 votes)
  15. R

    Alegher avrà avuto una cipolla a portata di mano per piangere, o più probabilmente, se è stato formalmente esonerato, si sarà commosso pensando ai sei milioncini netti che gli entreranno in tasca senza fare una fava.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 8 votes)
  16. f

    Ma poi non c’è un tifoso juventino che lo rimpianga.
    Non c’è un momento della sua carriera che resti impresso, una mossa, un’intuizione… perfino Lippi coi 4 attaccanti con la Germania…
    forse il suo capolavoro è stato inserire Lichtsteiner e un altro a Londra… partita in ogni caso ribaltata grazie ad una giocata di Dybala/Higuain assolutamente estemporanea….
    Partita che poi aveva iniziato con Barzagli terzino, Barzagli 35enne già pachidermico , contro Son, che anche 2 anni fa (anche se non lo sapevano forse molti giornalisti italiani) era uno dei giocatori più veloci della Premier…
    Col Madrid si difende quando si è trovato 3 a 0 al 60′ anche abbastanza fortunosamente, invece di cercare di sfruttare l’inerzia e chiudere la partita…
    Col Bayern a Monaco, quella del 2 a 2, Morata e Cuadrado che fanno quello che vogliono in campo aperto ( abbiamo visto poi negli anni successivi come Guardiola sia capace di prenderle da quasi chiunque su quella debolezza), toglie Morata per mettere Mandzukic che è più utile nella sua area e mezzo infortunato e perde la qualificazione….

    E via dicendo… Ora “mitizzare” la figura di un allenatore che gli stessi tifosi juventini ( non esattamente i più critici nei confronti della propria società) volevano fuori dalle balle….

    ah si… Emre Can in difesa… peccato che lo facesse Rodgers 5/6/7 anni, e se non fosse per la duttilità non capisco che doti avrebbe il tedesco….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  17. t

    Un allenatore il cui feticcio è De Sciglio…giudicate voi.
    Direttore in formissima, sembrava stesse parlando di Klopp più che di Corto Muso 🙈
    Ha ragione Fantomaz:
    “La persona giusta al momento giusto nel posto giusto. Nessuno avrebbe vinto meno di lui con questa squadra, altri avrebbero vinto almeno una champions.”
    Ho Il terrore di ritrovarmelo sulla sponda giusta del Naviglio….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  18. U

    “Dopo la partita di Madrid ho dovuto privilegiare il campionato”

    Eh ma non c’era motivo di esonerarlo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)

Lascia un commento