Proli il peggior dirigente sportivo d’Italia?

Molto probabilmente Livio Proli a fine stagione cesserà di dirigere l’Olimpia Milano, nella lunga intervista concessa a Vincenzo Di Schiavi della Gazzetta ha in pratica confermato quanto si diceva da prima della mancata qualificazione ai playoff di Eurolega per la quinta stagione consecutiva. Dicendo “L’Olimpia ha un futuro, con me o senza di me”, Proli dopo le dimissioni da direttore generale del Gruppo Armani (cioè dove i soldi si fanno, mentre con il basket si perdono) quasi saluta un club che di fatto ha gestito per 15 anni: prima in consiglio come uomo forte del main sponsor, cioè sempre Armani, dal 2004 al 2008, e poi come presidente fino ai giorni nostri, con un giro di riflessione nella stagione 2014-15. 15 anni in cui l’Olimpia ha vinto tre scudetti e ha quasi sempre deluso in Europa, nonostante un budget non troppo lontano dalle migliori e in Italia in certi casi superiore di cinque o sei volte rispetto ad alcune avversarie.

Proli e a maggior ragione Giorgio Armani hanno sempre goduto di buonissima stampa, non fosse altro per la pubblicità che hanno scaraventato sui moribondi giornali (non servono grandi inchieste, basta sfogliarli), ed hanno di sicuro un grande pregio: avere ricreato pallacanestro ad alto livello a Milano, dopo anni di depressione e nonostante nelle grandi città l’operazione sia ancora più in perdita di quanto sia in provincia. Basti pensare a Roma, Napoli, Firenze e Genova, o alle difficoltà di Torino. Con Bologna che sta rimettendo fuori la testa solo da poco, in entrambe le sue versioni. Un secondo pregio della gestione Proli-Armani è stato secondo noi quello di avere portato al Forum diverse migliaia di persone in più rispetto a quelle della parrocchietta, a Milano quantificabili in circa 4.000 (stima di Toni Cappellari). Oltre 10.000 persone presenti in insulse cavalcate di campionato valgono più degli scudetti e pazienza se non è la nostra pallacanestro e il deejay lo vorremmo soltanto in discoteca.

Il difetto non è secondo noi nei risultati modesti in proporzione agli investimenti (Proli ha parlato di 7 milioni netti a stagione per la squadra, il che considerando le tasse e altri costi generali fa salire l’impegno molto oltre i 20), che comunque non è un dettaglio, ma l’avere quasi sempre costruito squadre senz’anima, piene di giocatori forti ma sempre di passaggio. Cosa scontata in realtà con le pezze sul sedere, un po’ meno alla corte di Armani. Fra gli errori politici spicca l’incredibile stima per Ferdinando Minucci, che ci ha ricordato Moratti quando chiedeva consigli a Moggi, e secondo noi anche la visione dello sport come spettacolo, come se fosse possibile replicare la NBA in un contesto europeo (con i diritti televisivi dell’Eurolega si pagano a malapena i costi delle trasferte). Con intelligenza ha sempre provato a convincere grandi imprenditori a impegnarsi nella pallacanestro, come è accaduto fino a tutti gli anni Novanta, al punto di ispirare cordate e sponsor per una eventuale seconda squadra milanese, scontrandosi con i padroncini dei loro orticello ma soprattutto con la incredibile vicenda Palalido, ancora non finito dopo cinque anni di Pisapia e tre di Sala: fossero stati sindaci dei Cinque Stelle li avremmo definiti incapaci.

Livio Proli è il peggior dirigente sportivo italiano, come sostengono molti tifosi dell’Olimpia sul web e al Forum? Secondo noi no, perché ha avuto ed ha una visione manageriale coerente e l’ha portata avanti con successo (dal suo punto di vista) visto che l’Olimpia-Armani del futuro avrà l’impronta filosofica di Proli. Non è secondo noi una visione adatta alla cultura sportiva europea, italiana e milanese. Di più: questa visione ci fa ribrezzo. Ma il pubblico ha detto altro, quindi al di là delle delusioni in Eurolega si può dire che anche Proli sarà rivalutato, come tante squadre e tanti allenatori nel periodo senese da asteriscare. Per rispondere alla domanda del titolo e restringendo il discorso alla pallacanestro italiana: molto peggio chi ha rubato, dal punto di vista finanziario e sportivo, ad ogni livello. Proli meglio come presidente della Lega, in un prossimo futuro, che di un club.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.6/10 (14 votes cast)
Proli il peggior dirigente sportivo d'Italia?, 7.6 out of 10 based on 14 ratings

49 commenti

  1. yeah!
    A livello di investimenti/risultati davvero difficile fare di peggio.

    PS. l’unica cosa di cui non sono sicuro é che Armani ci stia perdendo dei soldi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. Come Armani penso proprio che sia in guadagno, Armani stesso ha parlato di ritorno di immagine superiore a campagne pubblicitarie costate il triplo. Come gestione ordinaria del club, non calcolando la propria stessa sponsorizzazione, invece sì. Ma è proprio per questo che non ci può essere una via di mezzo fra i consorzi locali e il grande imprenditore

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
      1. sí, mi stavo riferendo proprio ai ritorni pubblicitari, a quanto dicono di molto superiori alle campagne “tradizionali”.

        Sulla parte fiscale (immagino che qualche beneficio ce l’abbiano anche qui), onestamente non so.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
  2. Oltretutto, non é citato nell’articolo, la gestione di Proli al grido di “clienti, non tifosi” é riuscita a far allontanare molti tifosi appartenenti allo zoccolo duro, presi letteralmente a pesci in faccia, e che adesso, “schifati”, stanno sull’aventino aspettando il cadavere sulla sponda del fiume.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  3. va diviso il Proli “sportivo” dal Proli “manageriale”

    il Proli manageriale è stato ottimo, l’Olimpia a livello societario è cresciuta ed è cresciuta bene. Con progetti nuovi, idee, consolidamento a livello strutturale. Se guardiamo al lavoro fatto, dobbiamo riconoscerlo.

    il Proli sportivo è stato disastroso. Con ogni anno a disposizione un budget monstre, sono state fatte scelte onestamente fuori da ogni grazia del Signore, senza visione, senza idee, senza anima.

    Proli avrebbe dovuto avere l’umiltà di cedere il controllo della parte sportiva ad un dirigente che conoscesse un po’ il basket. Non dico un Gherardini, bastava un Micalich.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. Tra le buone iniziative metterei l’Armani Junior Program e tutto il coinvolgimento per avvicinare bambini/scuole alla squadra ma piú in generale al basket.
      Peró non mi viene in mente altro di buono.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
      1. beh ti dico a livello ticketing / red shoes / gestione e rinnovo hospitality… tanto per dire hanno fatto bene
        qui hanno lavorato molto bene (niente di rivoluzionario ma solide realtà)

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
        1. Anche lí, se ci hai a che fare sono molto disorganizzati e spesso lasciano a desiderare.
          Da una societá di Armani ti aspetteresti ben altri standard qualitativi.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 0 votes)
          1. ammetto che quando ho avuto a che fare con loro su queste tematiche (lavorative) ho sempre avuto buone esperienze
            magari sono stato fortunato

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: 0 (from 0 votes)
  4. “Livio Proli è il peggior dirigente sportivo italiano, come sostengono molti tifosi dell’Olimpia sul web e al Forum? Secondo noi no, perché ha avuto ed una visione manageriale coerente e l’ha portata avanti con successo (dal suo punto di vista)”

    Non ho capito questo passaggio
    Non è il peggiore, anche, perché si dice bravo da solo?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. Il Forum pieno di tifosi-clienti anche per partite insulse è indubbiamente un successo manageriale di Proli e non è soltanto questione dei soldi di Armani perché se no il CSKA non giocherebbe in un palazzo mezzo vuoto. Poi secondo me con metà di quel tipo di spettatori non costruisci niente, ma è un altro discorso. A Proli è sempre mancata la sensibilità cestistica per capire cosa funziona e cosa no, cosa piace e cosa no: con un presidente non dico tifoso dell’Olimpia, ma minimamente dentro alla pallacanestro, l’allenatore sarebbe da anni Trinchieri e non sarebbero mai stati lasciati partire giocatori graditi al pubblico come Katelynas, Maciulis, Viggiano, eccetera (non ho citato LeBron e Steph, non a caso, ma nemmeno Langford e Sanders), per non dire Gentile e Melli. Semplicemente Proli non concepisce che a un tifoso possa piacere David Chiotti.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
      1. Rocca….

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
      2. oddio, su Gentile (stranamente) sono stato d’accordo con la società nel farlo partire…

        ps. volendo anche Cerella era uno dei grandi amati del forum (soprattutto del pubblico femminile…)

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 1 vote)
  5. Chiedo scusa ma se anche “con i diritti televisivi dell’Eurolega si pagano a malapena i costi delle trasferte” perchè le società come il Real Madrid parlano di lasciare i campionati nazionali per dedicarsi esclusivamente all’Eurolega? Non avrebbe più senso trovare una formula che permetta la convivenza fra le due realtà? O in realtà non pensano ad andarsene ma fanno solamente il cazzo duro?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  6. direttore, urge di qua o di là: Meglio Proli o Ausilio?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
    1. ma scusa che paragone é? 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 6 votes)
  7. tutto vero.

    anche se io a metà strada, ossia tifoso dello zoccolo duro – ultimo vero innamoramento: quella stefanel che per i milanesi non è mai stata… milanese! – ma abitante nella distante padova, proprio quest’anno ho ceduto alla tentazione dell’abbonamento.

    in ottica quasi interamente “cliente”: vuoi il prezzo (abitando a milano l’all inclusive con l’eurolega determina una media, credo, di qualche monetina a partita), vuoi l’idea di qualche weekend fuori porta nella capitale morale e dintorni.

    alla fine ho sfruttato molto solo l’abbonamento a eurosport e mi sono goduto dal vivo qualche passeggiata in italia e qualche asfaltata subita in europa.

    concordo col direttore: scimmiottare l’NBA non ha senso. per carattere ho sempre pregato che la kiss-cam non mi inquadrasse (pensa se uno deve pure scusarmi per non fare una cosa del genere…), ma mi pare che tutta l’impostazione navighi nel disinteresse più totale.

    non amo gli ultras, ma il coro di voci bianche messe lì per caso è quasi più imbarazzante. i balletti non li caga nessuno.

    ma non è nemmeno questo il punto: il voler dare l’idea di una corazzata organizzatissima, quando poi la struttura quotidiana non mi sembra tanto diversa da quella pallavolo padova (ultimo budget di serie A/1) di cui ero dirigente. non sono mai riuscito a interagire con la società (un abbonamento a distanza, nato fra l’altro con errore dell’olimpia nel trascrivere il mio indirizzo mail) per questioni banalissime.

    la mia idea, da fuori, è sempre stata quella di un inter del pallone a spicchi. il ricco caccia la grana e un sacco di cortigiani festeggiano…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
    1. quoto in toto, soprattutto gli ultimi passaggi.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 4 votes)
    2. capisco il paragone però insomma, Moratti in 15 anni
      1) ha comprato il miglior giocatore del mondo
      2) ha vinto la Champions
      3) ha mandato in B la Juve con un complottone demoplutogiudaicomassonico
      l’Armani è più il PSG, vince in campionato perché ha 10 volte i soldi degli altri e piglia schiaffoni appena si cimenta con le parigrado

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 9 votes)
      1. Peggio: l’Armani non vince manco il campionato e manco la coppa Italia, ma quello mi pare scontato contro Soresina. Qui siamo all’Inter post calciopoli che non vince i campionati.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 3 votes)
      2. Axel, a parte il fatto che hai ammesso che l’Inter era a capo del gombloddo per mandare in B la Giuve, Moratti pre-Calciopoli (perchè Moratti è quello) non mi pare meglio di Proli, anzi…

        Cydella, per me il paragone giusto è con la Juve attuale. Ecco, immaginiamo la Juve di Andrea Agnelli che tra Conte e Allegri porta a casa 3 scudetti in 15 anni…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -2 (from 4 votes)
  8. “il ricco caccia la grana e un sacco di cortigiani festeggiano…”
    Quindi primo colpevole il ricco

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
    1. purtroppo é cosí.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
  9. “Non è secondo noi una visione adatta alla cultura sportiva europea, italiana e milanese. Di più: questa visione ci fa ribrezzo”
    Qual è la visione della cultura sportiva europea italiana milanese?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  10. 3 scudetti in 15 anni e siamo qua a domandarci se sia il peggior dirigente sportivo d’Italia? Con quel budget rapportato a quello avversario, anche mia mamma, che non distingue un canestro da una mazza da baseball, avrebbe fatto meglio. Onestamente, sfido ognuno di noi a riflettere se non avrebbe fatto meglio di Proli. Eh, ma le pizzette al bar del Forum ora sono di livello NBA…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 9 votes)
    1. Magari. Fanno cagare pure quelle 😄

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 4 votes)
  11. Dopo il post di El Carbayon credo non ci sia nulla da aggiungere, non capisco solo perchè debba essere elogiato come manager se il Direttore stesso poi ammette che è una filosofia inadatta al contesto ma fa niente. Ciò che conta è che se Proli ha lavorato bene dando una linea alla società che può proseguire anche senza di lui allora basta sostituirlo con uno più competente di basket e siamo a cavallo, perchè altrimenti il presidente dell’Olimpia posso farlo anch’io che di show-business e di pagliacciate-evento me ne intendo anche di più visto che è il mio mestiere.

    #ciaone

    #fœradiball

    #3scudettiin15anni

    #itifosidovrebberofarticausa

    #ilbasketèquellocoicanestrieilpallonearancione

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 6 votes)
    1. EDIT: “altrimenti il presidente dell’Olimpia posso farlo anch’io che DI BASKET NON CAPISCO UN CAZZO ma di show-business e di pagliacciate-evento me ne intendo anche di più visto che è il mio mestiere.”

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 4 votes)
  12. A LP riconosco come dice il direttore l’aver ripopolato il forum: se i bambini di oggi, quelli che l’incomprensibile “esperto” di basket che scrive anche su questo sito (quando non si lamenta del parcheggio del Forum) definisce Hitlerjugend saranno in minima parte i tifosi di domani allora abbiamo un futuro. Gli riconosco anche la gestione pugno di ferro di quei quattro poveracci che monopolizzavano la curva e che l’anno scorso si lamentavano per lo scarso spazio nello spicchio (dove ci sono tuttora spazi vuoti in abbondanza) e in generale una passione che invece l’articolo non mette in evidenza. Col tempo Proli, e l’ho constatato di prima mano, è veramente diventato tifoso di una squadra alla quale si era avvicinato da manager un po freddino e un po spocchioso, non lesinando mai i soldi (qualcuno dirà che non sono soldi suoi ma a quei livelli manageriali del budget si risponde al 100%, e non ad azionisti indistinti e confusi ma a un “padrone” che ancora oggi conta gli incassi e se si dubita di questo.. beh perchè probabilmente a certi livelli nemmeno ci si è mai avvicinati). Il tutto barcamenandosi in una azienda globale che però sotto sotto è ancora molto (troppo) padronale e preda di gelosie e ripicche di una folla che sgomita per stare all’ombra del Divino: non si sottovaluti questo aspetto. Sicuramente si poteva fare meglio, in Italia dove doveva piallare tutto e tutti, non si doveva affidare mani e piedi alla cricca dei falliti che odorano di verbena, si doveva maggiormente puntare su un grande direttore sportivo e su una identità di squadra e in parole povere l’aver gettato al vento l’entusiasmo del primo scudetto Armani e della galoppata fino alle soglie delle F4 è decisamente una colpa gravissima.
    In termini di denaro speso, sicuramente i soldi sono tanti ma a livello di ritorno il successo è veramente altissimo senza se e senza ma (quando ho detto che tengo famiglia è perchè la mia lavora(va) direttamente alle sue dirette dipendenze) e degli investimenti nel basket alla casa madre sono tutti pienamente soddisfatti da un punto di vista economico.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  13. Sui tre scudetti in quindici anni andrei cauto…vincere contro la Siena 2007/2013 era praticamente IMPOSSIBILE
    a proposito ma la F24 Siena non è più in classifica in A2! È un errore del sito della Lega?
    🤣🤣🤣

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 11 votes)
    1. Onestamente cazzate.
      Ci è quasi riuscita Roma suvvia…
      Cmq peggio dell’incompetenza c’è solo la disonestà quindi ovviamente Minucci è in cima alla lista inarrivabile…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 7 votes)
      1. Poli mica troppo.
        Competizione falsata in partenza e quindi ingiudicabile, sempre a parer mio…
        Comunque Roma (ho Wikipediato) si è beccata 2 volte un 4 a 1 in finale di cui uno nel 2013 con una Siena umanizzata (RS conclusa al quinto posto)

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 5 votes)
    2. Se sei Armani non puoi considerare impossibile battere Siena, altrimenti siamo alle battutine di Tacconi su Berlusconi.
      Dopodiché, nel momento dell’implosione di Siena dovevi fare filotto e che cazzo…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 8 votes)
      1. Dane, Siena all’epoca era Monte dei Paschi con tutto quello che significava economicamente (la allora terza banca del paese cubava più di Armani) e politicamente e sopratutto giocava con le carte truccate.
        Sul dopo sottoscrivo con il sangue. Filotto era il minimo!

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -1 (from 7 votes)
        1. Si però non è che Siena si sia presa Durant e Duncan, fino lì ci arrivava anche Armani.
          Le carte truccate si comprano, se non sei Moratti…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -2 (from 8 votes)
  14. Milano ha avuto un significativo vantaggio economico solo dalla prima stagione con Banchi (2013 – 2014)
    Prima Siena era pari o superiore
    Senza contare tutto il resto….
    Le grandi sconfitte italiane sono gli scudetti di Sassari e Venezia
    In Europa una dicasi una stagione oltre il 50% di vittorie in 11 anni di passione
    Quest’ultima è la vera cartina tornasole del fallimento sportivo di Proli

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 9 votes)
  15. Anche il budget per l’eurolega è stato alzato significativamente da un paio di stagioni

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  16. Pota , più deludente di questa gestione sul rapporto Investimenti/risultati non ne ho viste in 50 anni che seguo il basket..
    Poi si può rivalutare tutti, meglio di Corbelli magari..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  17. Per quanto mi riguarda sono tre scudetti buttati nel cesso nelle seconde stagioni di Scary, Luha e Gelsomino. Quest’anno invece rischiano di mettere in opera l’antiprodezza del millennio, perdere il campionato con un budget triplo rispetto alla prima cosiddetta contender, schierando almeno 4 giocatori che le altre squadre non possono neppure lontanamente sognarsi. Nel caso, un’autentica impresona. Al contrario.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  18. Per trovare altre 7 perse nelle ultime 8 mi sa che bisogna tornare ai tempi eroici di Bianchini-Saibene.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  19. Intanto a Los Angeles Magic Johnson si è dimesso

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    1. Un altro che, dal punto di vista dirigenziale, è tranquillamente paragonabile a Proli.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  20. La passionaccia nata in Proli non è mai stata né per il basket né per l’Olimpia ma per l’ego trip di paginate di interviste in ginocchio in cui veniva trattato come il guru di uno sport che fino al 2008 avrebbe confuso con il Lacrosse…
    Credo che per un coro “Livio Proli alé alé” al Forum avrebbe tranquillamente scambiato un anno di stipendio…
    Non mi stupirei quindi che dietro l’attuale defenestrazione senza molti riguardi ci siano le invidie della corte per la visibilità ottenuta spendendo male per anni i soldi del Monarca assoluto. E non mi stupirò certo di vedere che al suo posto andrà qualcun altro senza alcuna competenza specifica a cui viene donato il fringe benefit della palla al cesto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  21. A me importa poco ma Siena è stato un bel paravento dietro cui nascondersi. Tant’è che fin che c’era Siena tutto bene (nonostante come qualcuno ha scritto sopra anche Roma si sia fatta due finali), dopo i nodi son venuti al pettine.

    PS: che ci fa liev shreiber accanto a Giorgio?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
    1. Ecco…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  22. La domanda dell’articolo è ben chiara: “Proli il peggior dirigente sportivo d’Italia?”
    Parlando di dirigente sportivo, la risposta è assolutamente sì. Va bene il tarocco di Siena, ma dopo la tabula rasa di calciopoli pure il Minimo Moratti si è messo a vincere scudetti a raffica per dispersione, ficcandoci pure una Champions per congiunzioni astrali. In sintesi Proli è riuscito nell’impresa di fare peggio pure di Massimo Moratti.
    Poi che il forum sia pieno, che facciano i balletti, che i panini siano buoni, che il ritorno economico e pubblicitario sia ottimo, questo non c’entra niente con la gestione sportiva, argomento della domanda. Se è bravo come manager, gli consiglio di andare all’Arsenal a vincere il campionato dei bilanci e delle plusvalenze.

    PS: se andate da Armani a dirgli che non aveva la potenza di fuoco di Siena nel basket, vi dà un pugno sul muso a 85 anni.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  23. per il ruolo di DS spunta il nome di Pascucci, cavallo di ritorno (giá all’Olimpia negli anni Bucchi-Scariolo).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  24. ‘A Pascucci hai fatto li capelli bianchi avessi vinto ‘na vorta (cinecit.)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  25. Questo dovrebbe mettere la parola fine sulla questione:

    https://sportando.basketball/tre-anni-di-euroleague-new-era-milano-col-peggior-record-tra-le-squadre-con-licenza-a/

    PS: il confronto con realtá di cilindrata inferiore (come budget, non come competenze) tipo Baskonia e Zalgiris é impietoso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)

Lascia un commento