Le colpe di Al Bano

Nella sua rubrica ‘Il caffè’ Massimo Gramellini commenta il comportamento dei talebani che prendono a cinghiate alcune donne in burqa per aver ascoltato della musica. Aggiungendo “a scanso di equivoci, non si trattava di un CD di Al Bano”.

Battuta un po’ usurata, vecchia di 40 anni (la sentivamo alle medie), e superflua considerato il contesto drammatico, che ci fa di nuovo riflettere sui luoghi comuni che circondano la musica italiana, ma anche chiedere il perché sia stato scelto proprio Al Bano. Ma sarebbe valso anche per Toto Cutugno, altro artista nel mirino quando si vuole dileggiare i gusti musicali nostrani. Sarebbe facile, peraltro, usare lo stesso schema con chi legge Gramellini.

Più in generale chiunque tenti di fare dello spirito a tema è un ascoltatore dei CD di Al Bano? Quali? Cosa non gli piace? Le canzoni con Romina Power o quelle da solista? Quindi, se avessero ascoltato Nel sole quelle donne sarebbero state da prendere (metaforicamente, ovviamente) a cinghiate? E Felicità invece? O magari qualche cover lirica?

Al Bano è un personaggio del quale si parla molto, anche troppo. in special modo sui settimanali di gossip dove campeggia immancabilmente in copertina con o senza Romina o Loredana Lecciso (con la quale è stato di recente ospite di Barbara d’Urso). Un meccanismo di cui è vittima ma anche complice, almeno per quanto riguarda la parte televisiva. Di recente è finito nelle cronache internazionali perché inserito dall’Ucraina tra le persone che minacciano la sua sicurezza. E ancora, si è discusso delle posizioni pro Salvini, o in difesa e promozione del vino italiano in Cina, di cui lui è tra l’altro produttore. Insomma, fa spesso notizia al di là di quello che canta.

Sul fronte sette note e alterazioni nessuno pretende certo che Al Bano debba piacere (noi adoriamo Sharazan ma non siamo dei veri cultori delle sue canzoni, qualcuna è nelle nostre playlist, altre no) però sa cantare e non ha bisogno dell’autotune oggi così di moda e che fa tante ‘visualizzazioni’. La domanda è semplicemente questa: perché a 75 anni debba essere ancora usato come simbolo della musica da non ascoltare, quella per cui si dovrebbe essere presi a cinghiate? Quali sarebbero, in sostanza, le sue presunte colpe?

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.7/10 (49 votes cast)
Le colpe di Al Bano, 6.7 out of 10 based on 49 ratings

33 commenti

  1. P

    SI vede che Gramellini è d’altra generazione. Un nostro coetaneo avrebbe scritto “Gigi D’Alessio” in maniera altrettanto impropria.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 16 votes)
    1. A

      mi hai anticipato!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 5 votes)
    2. D

      Forse volevi dire “in maniera altrettanto efficace”… 😝

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 10 votes)
  2. D

    La colpa del mediocre scribacchino Gramellini invece qual è, avere riciclato un’efficace battuta un po’ abusata?!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 11 votes)
  3. B

    fa musica scadente e rompe le scatole da anni con la sua prestesa di essere un grande artista, cosa che non è mai stato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 19 votes)
  4. D’accordo al 100% con l’articolo, chissà perché alcuni possono essere derisi sempre e altri mai. Dai rapper che se la tirano da maledetti, quando la loro infanzia è stata segnata soltanto dal pomeriggio di Italia 1, a cantautori che hanno sempre un messaggio… Curioso che le battute riguardino sempre cantanti molto ‘italiani’, come se il pubblico andasse educato. Nino D’Angelo napoletano si poteva prendere per il culo, Nino D’Angelo che fa world music è diventato un maestro.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 20 votes)
  5. C

    Al Bano in confronto a Gramellini è una sintesi fra Giulio Cesare, Ernest Hemingway e Elvis.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 15 votes)
    1. D

      O magari è il contrario…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 12 votes)
  6. D

    Per me il Nino D’Angelo che fa world music è più ridicolo di quello che faceva musica napoletana, proprio per quello che è in rapporto a ciò che pretenderebbe di essere…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 11 votes)
  7. I

    Caro Paolo, i gramellini, come le faziette, sono nati servi. l’argent c’est tout

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 13 votes)
    1. D

      Albano invece sarebbe il paladino anti-gombloddo?!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 11 votes)
      1. I

        solo in Ucraina.
        Lo sono a prescindere dal gombloddo.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 3 votes)
  8. A

    Certamente ai tempi delle nostre scuole medie (sigh!) Nino D’Angelo era deriso alla grande, ovviamente (come probabilmente accade con Al Bano) avendone sentita mezza canzone, ancor più considerato che non esisteva Internet ed era molto diffuso solo al Sud e sulle bancarelle con le musicassette. Sono quei luoghi comuni che poi si tramandano e che fanno tanto gruppo, come accade oggi con la trap che se i dodicenni non la ascoltano si sentono esclusi. Il problema di fondo è che certi personaggi si possono criticare altri no. Avrebbe potuto scrivere dell’ascolto dell’ultimo (orribile) disco di Giorgia o dell’ennesima canzone sermone della Mannoia (che è incriticabile a priori, grandissima fino a Di terra e di vento e poi calatasi nel personaggio), ma invece sembra essere scattato ancora una volta quel meccanismo automatico per cui Al Bano è sinonimo di musica da cinghiate… speriamo che chi lo dice non sia un infelice che non ha “un posto giusto per amare”.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 9 votes)
  9. D

    “…avendone sentita mezza canzone…”

    E ci mancherebbe anche che ci si sarebbe dovuto sorbire pure l’altra metà…

    “…Avrebbe potuto scrivere dell’ascolto dell’ultimo (orribile) disco di Giorgia…”

    Al di là del talebanismo permaloso che non aiuta a capire (come si costruisce) una battuta, questa suona tanto come “Modric non meritava il Pallone d’Oro perché quest’anno avendo giocato SOLO da 8 non è stata la sua miglior stagione…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 8 votes)
  10. L’avesse scritto Veneziani l’articolo avrebbe detto:”a scanso di equivoci non era un disco degli Avion Travel”.
    Ad ognuno le sue

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 10 votes)
    1. D

      Ma non è vero dai, con gli Avión Travel la battuta non fa ridere, su….

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 5 votes)
      1. ai sovranisti anti radical chic e anti politcally correct avrebbe fatto riderissimo

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +4 (from 10 votes)
        1. I

          ai sovranisti non gliene frega un cazzo del gne gne di gramellini. il problema è che il peperone brucia ancora e non perdono occasione per farlo notare

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +2 (from 4 votes)
  11. M

    Secondo me non avete capito la battuta di Gramellini.
    Lui intendeva dire che se avessero ascoltato AlBano non avrebbero avuto una punizione “supplementare “.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  12. E

    “un meccanismo di cui è vittima ma anche complice”

    togliamo pure “vittima”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 11 votes)
  13. j

    Però c’e un fondo inappuntabile: fermo restando che Al Bano non è Verdi, chi tra gli italiani degli ultimi 30 anni può considerarsi artista di qualità? No perché de gustibus ma Biagio Eros e Laura o Negramaro Moda facciano musica di qualità. Sempre canzonette restano. Ma a loro viene non si sa perché dato il marchio di “artista” mente Al Bano e Gigi D’alessio sono dei cialtroni. Per me sono tutti mestieranti che hanno saputo fare i soldi con musichetta. Discorso a parte per Sua Maestà Toto Cutugno

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 7 votes)
    1. D

      Oh Dio mio, poteva dire la Trap, Mengoni, ecc. il concetto non cambia. Albano semplicemente rende l’idea. È piena la storia del calcio di macellai, alcuni tipo Keane, Materazzi, Flamini, Chiellini, ecc. rendono di più l’idea, pace.
      Io uso spesso l’espressione “brutto come un film di Nanni Moretti”, e chi se ne frega se a far brutti film sono in tanti (da Pasolini a Moccia, tempo fa ho scoperto che in USA usano la stessa battuta ma con Chuck Norris…).
      Ribalto la questione: avesse nominato un altro al posto di Albano ci sarebbe stata tutta questa indinnniazione indiscreta?!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 5 votes)
      1. j

        Dane, meglio avere solo Indiscreto contro (che vabbè con gli agganci che abbiamo in Russia può renderti la vita un inferno ma tant’è….) che orde di intellettuali e fan che ti spiegano la grandezza filosofica di Giuliano dei Negramaro eh. Che Gramellini come Condo sono dei gran paraculo

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +4 (from 4 votes)
        1. D

          Ma per carità, ma questo ce lo diciamo da tempo!
          Ma il tema dell’articolo non è questo, è proprio che sia ingiusto citare Albano come esempio negativo perché invece è un fuoriclasse, ma de che?!
          Non a caso a scrivere è Paolo, che è lo stesso che ogni tot mesi si indinnnia perché Recoba viene citato come esempio di fallito quando invece chi se ne intende sa che era un fuoriclasse.
          Poi Gramellini è un paraculo fazioso in malafede, io al posto di Albano avrei citato Francesco Orchite Guccini, lui di certo no, ma non è che citando Albano abbia sbagliato o la battuta non faccia ridere, anzi!
          Citare poi l’ultimo album di Giorgia rientra nel file “Baresi una volta ha fatto un autogol” (forse due, mah, io ricordo uno contro il Bologna, mi pare ce ne fosse un altro contro Atalanta o Cremonese, boh…), siamo tra il capzioso e lo specioso, dai…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 14 votes)
          1. t

            I difensori di Albano dovrebbero ascoltare la sua opera omnia.
            Per intero. Non stop.
            Tipo una cura ludovico 😀

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +6 (from 8 votes)
            1. D

              Tu sei un sadico schifoso ma il problema è che magari lo fanno già veramente… 😛

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: -1 (from 3 votes)
            2. I

              mica difendiamo al bano, anche se da quando è un agente russo è diventato più simpatico. è il nulla di gramellini che è fastidioso, come la mannoia, altra mente

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: +1 (from 7 votes)
  14. j

    Poi vabbè gramellini sta al giornalismo come nemmeno Al Bano sta alla musica. Sta gente non si rende nemmeno conto di cosa rappresenta per la propria categoria, credono di essere Larry King….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
    1. I

      gramellini, uno young signorino pagato di più

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 4 votes)
  15. Mi è sempre sfuggito perché in Italia i cantautori fossero un argomento tabù. Tutti quelle mezze seghe di sinistra vengono sempre apprezzate a prescindere, pur avendo fatto canzoni ridicole, tutte con messaggi politici chiari (vi pare normale fare delle canzoni sui lavoratori???).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -7 (from 23 votes)
  16. t

    LOL

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  17. B

    ma dai, io ero piccolo e Albano già era una merda. figuriamoci 40 anni dopo!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 16 votes)
    1. D

      Segnare sul Moleskino: “Evitare di rispondere ad articoli su Albano perchè ci pensa Banshee”…… 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 5 votes)

Lascia un commento