Fallimento più di Allegri che di Agnelli

Fallimento. La Juventus di Allegri e Agnelli è stata buttata fuori dalla Champions League da un Ajax che le è stato superiore per larghi tratti dell’andata e nel secondo tempo del ritorno. Ma non così superiore come ci stanno raccontando gli storyteller, nel dopopartita sembrava che al confronto Cruijff e Neeskens fossero degli sfigati.

Ahhh, signora mia, il progetto Ten Hag, altro che quel mestierante di Michels… Ma come? Ci dicono dalla regia che è ad Amsterdam da poco più di un anno… va be’, è pur sempre un progetto. Comunque per la Juventus 2018-19 c’è una parola che sintetizza tutto: fallimento. In relazione agli obbiettivi, chiaramente.

Fallimento perché quest’anno per varie situazioni di mercato e generazionali le favorite per alzare la Champions non erano le solite sette-otto ma soltanto tre: oltre ai bianconeri il Barcellona e il Manchester City. Fallimento non dei giocatori, perché ognuno ha dato ciò che aveva in corpo in questa primavera e lo stesso Cristiano Ronaldo a 34 anni è andato al di là delle più rosee previsioni, come rendimento e motivazioni. È in declino da almeno un paio d’anni, è vero, ma il suo declino è pur sempre meglio del top di quasi tutti gli altri. Il fallimento è secondo noi imputabile a due personaggi stracelebrati e che forse proprio per questo hanno perso il contatto con la realtà: Massimiliano Allegri e Andrea Agnelli. Ci costa dirlo, ma è un fallimento più di Allegri che di Agnelli.

Di Allegri siamo dichiaratamente cultori, con buona pace di Sacchi l’allenatore-gestore è l’unico tipo di allenatore che nel 2019 possa funzionare in un grande club che abbia giocatori al picco massimo della loro carriera, come è appunto la Juventus. Ten Hag, per dire, non potrebbe allenare il De Jong o il De Beek del 2022, mentre Allegri sì. Però quest’anno Allegri è apparso troppo compiaciuto e fenomeno, negli atteggiamenti e nei comportamenti: il libro con le sue regole per il successo, robaccia scritta in managerese anni Ottanta, sarebbe stato deriso dall’Allegri di una volta. Ha gestito male la rosa e la preparazione atletica in una stagione ampiamente programmabile, vista la ridicola concorrenza in serie A. Che poi nemmeno è concorrenza, con i presidenti che lo dicono anche e nemmeno vengono presi a sassate dai tifosi, fieri dei loro bilanci. Essere costretto a giocarsi la partita dell’anno senza Chiellini e Mandzukic, con quasi tutti gli altri sotto i loro standard fisici, è un atto d’accusa peggiore dell’essere presi a pallate da una squadra ora celebrata ma che l’anno scorso non ha vinto nemmeno l’Eredivisie (sarà un campionato allenante?) e in Champions è partita dai preliminari.

Poi si può discutere su De Sciglio preferito, e non per la prima volta, a un Cancelo in calo, sull’esclusione (peraltro quasi imposta dalle condizioni del brasiliano) di Douglas Costa, sulla gestione umana di Benatia che con la sua partenza ha fatto perdere un’alternativa importante e costretto a schierare Rugani. Da sempre poco interessato alla tattica, proprio come gestore Allegri ha perso più di un colpo: la scomparsa umana e sportiva di Dybala è un atto d’accusa fortissimo, al di là delle tante posizioni fatte cambiare all’argentino.

La seconda notizia della serata dell’Allianz Stadium, cioè la conferma di Allegri anche per l’anno prossimo (il contratto peraltro c’è già), è ancora tutta da decifrare: forse un annuncio per rasserenare l’ambiente e festeggiare nel dovuto modo l’ottavo scudetto consecutivo, più probabilmente un modo per ributtare la palla nel campo di un Allegri che qualche settimana fa in pieno delirio Zidane era pronto alle dimissioni o a farsi esonerare apposta. Un discorso del genere “Noi non ti cacciamo, ma se rimani il colpevole unico sarai tu. Secondo te i giornalisti italiani diranno che è colpa di Allegri o di Agnelli?”.

Quanto ad Andrea Agnelli, l’idolo dei giornalisti-tifosi-commercialisti CEPU (meno lucidi del direttore finanziario della Juventus, Marco Re, che ha annunciato che il primo esercizio dell’era Cristiano Ronaldo si chiuderà in perdita), quelli dello stadio di proprietà e del merchandising asiatico, ha nella scorsa estate deluso i suddetti del CEPU facendo una scommessa da club che vuole vincere, puntando sulla follia finanziaria di Cristiano Ronaldo e sul ritorno di Bonucci, e la scommessa è stata strapersa sia come risultati sia dal punto di vista finanziario. Per come la pensiamo noi era comunque una scommessa da fare: fra vent’anni ci si ricorderà che CR7, uno dei migliori attaccanti nella storia del calcio, ha giocato nella Juventus e non di Juventus-Ajax, anche perché magari nel frattempo si sarà vinto qualcosa.
Agnelli ha poco da rimproverarsi anche dal punto di vista politico: è presidente dell’ECA, consigliere ascoltatissimo di Ceferin (l’idea di riforma della coppe è sua), ci sono addirittura Uva vicepresidente UEFA e Rosetti al posto di Collina come capo degli arbitri. Di più umanamente un presidente non poteva fare, nel presente. Forse Giraudo, fra l’altro a suo tempo freddo sull’operazione Cristiano Ronaldo, al VAR. Quanto al futuro, la squadra non è certo vecchia e l’anno prossimo si presenterà di nuovo ai quarti di finale o giù di lì. Ma è logora in molti elementi chiave e può essere migliorata soltanto da un progetto tecnico diverso da quello di Allegri, più che da un mercato stellare comunque impossibile, visto che i migliori non sono in vendita. Alla fine il vero errore di Agnelli è stato quello di non aver dato retta alla propria intuizione di voltare pagina del tutto, salutando anche Allegri oltre a Marotta.
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.4/10 (26 votes cast)
Fallimento più di Allegri che di Agnelli, 9.4 out of 10 based on 26 ratings

45 commenti

  1. C

    La valutazione sulle due partite contro l’Ajax non mi trova d’accordo (Juve piallata, ben al di là del pareggio dell’andata e del due a uno di ieri) ma poi il guizzo di Giraudo al VAR rimette tutto a posto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 19 votes)
  2. F

    Sulla scomparsa umana e sportiva di Dybala: sicuri sicuri che sia da imputare ad Allegri? non sarà magari che l’arrivo del nuovo gallo nel pollaio e declassamento a “probabile plusvalenza” gli abbia fatto riscoprire i piaceri della vita “non da atleta” (nedved-cit.) ?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 11 votes)
    1. D

      Dybala girava già a vuoto da prima dell’arrivo di CR7…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 10 votes)
      1. F

        Ho scritto RI-scoprire, infatti. La citazione di Nedved è del 2017.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +5 (from 7 votes)
        1. D

          Insomma, non è mai colpa di Allegri.
          Del resto è arrivato alla Juve che Dybala c’era già…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -1 (from 5 votes)
    2. C

      Dybala ha raggiunto il suo apice arrivando alla Juve. Da allora non ha fatto un passo avanti che sia uno, atleticamente e tecnicamente, e questo credo dipenda da un carattere diciamo discutibile.
      Il suo sinistro, seppur fatato, non può trascinarsi appresso tutto il resto.
      La sua inadeguatezza atletica in Europa si vede e si tocca.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 8 votes)
      1. A

        e per questo è perfetto per l’Inter

        sai con Nainggolan che fuochi d’artificio?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +12 (from 12 votes)
  3. D

    “Di Allegri siamo dichiaratamente cultori, con buona pace di Sacchi l’allenatore-gestore è l’unico tipo di allenatore che nel 2019 possa funzionare in un grande club che abbia giocatori al picco massimo della loro carriera, come è appunto la Juventus.”

    Il problema è che Allegri ha dimostrato di non essere sto mitologico gestore, appena più bravo di Gonde toh. Ma anni luce distante dagli Ancelotti, gli Zidane, ecc.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 16 votes)
  4. F

    Si può anche dire che un difetto ormai conclamato di Allegri è non capire il momento giusto per lasciare.
    Avrebbe dovuto lasciare il Milan dopo il terzo posto.
    Avrebbe forse dovuto già lasciare la Juve.

    D’altro canto, però, se non mollano l’osso i pupazzi sulla panchina del PSG dopo dei disastri storici, a lui chi glielo fa fare di mollare i milioni?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  5. C

    Irrilevante di chi sia la colpa, l’importante è che noi paria del calcio nostrano abbiamo vissuto la nostra proverbiale serata primaverile di godimento.
    La sorte è in fondo pietosa e, semel in anno, ci ripaga di mesi di arroganza subita con l’immensa goduria di vedere gli arroganti, guidati dal più arrogante di tutti(ex-piscina, fino all’anno scorso), presi a pallonate da irriverenti sbarbati, usciti non si sa da dove, guidati da Carneade Hag, uno che ha vinto solo un campionato regionale in Germania (fonte Wikipedia). Unica nota irritante della serata la consueta piaggeria dei commentatori sky che dovrebbero pubblicare un dizionario dal Calcese Sky all’Italiano visto che una cocente debacle è stata tradotta in ‘sconfitta non umiliante’.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +34 (from 40 votes)
  6. L

    Difetto abbastanza certificato direi.
    La penso come il direttore un po’su tutto, anche sul fatto che siamo alla capra ostaggio della Juve e Juve ostaggio della capra. Se sono bravi ne escono entrambi, altrimenti si affossano entrambi. La capra è sicuramente ostinata (è anche un suo merito) oltre che brava, quindi bisogna vedere cosa prevarrà.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  7. Occasionissima persa

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  8. c

    Ma cosa sa gestire Allegri? Allegri lascia andare tutto in autogestione e va benissimo quando gli altri sono infinitamente inferiori, tipo in Italia. L’autogestione implica la creazione del vuoto cosmico a livello di gioco, quindi poi la paga sempre appena gli altri si fanno un minimo sotto, vedasi impresa di non vincere il campionato con Ibra e la ripassata presa ieri da dei ragazzini. Più che gestore, parlerei di nullità, quindi meglio un manichino, che almeno non prende 7 mln all’anno.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
    1. F

      Riapri una ferita mai veramente rimarginata, ma quello scudetto lo perdemmo soprattutto per questioni societarie, e contingenti. Macs ci mise del suo, in maniera decisiva o no lo lasciamo decidere ognuno per sé; ma lo spogliatoio esplose quando la stagione era ancora salvabile e lì più di tutto mancò la società, che sarebbe dovuta intervenire col lanciafiamme e la frusta fino a vittoria certa, mentre invece colse al balzo l’occasione per chiudere l’esercizio iniziato 25 anni addietro. Anche senza considerare la farsa PatoVSTevez.
      Spiace ma non dimentico Seedorf che dice “Io mi tiro fuori. Fino a fine stagione non contate più su di me.” perchè Galliani ed Allegri gli avevano messo in chiaro che l’ennesimo rinnovo non sarebbe arrivato. E sarebbero bastate due, tre partite “alla Seedorf” – ampiamente alla portata, visto che sei mesi prima aveva rullato l’Inter post-Triplete nel derby quando eravamo all’ultima spiaggia e abbisognavamo di un leader in campo – per portare a casa lo scudetto.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 10 votes)
  9. U

    Ma gestore de che?
    Ringrazi la buona stampa juventina che non salta fuori tutto.
    In 2 delle ultime 3 partite dopo un cambio ci ha messo 5 minuti per far mettere la squadra a posto.

    Ah ma come cambia le partite macs coi cambi…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 16 votes)
    1. Quello l’ho notato anch’io
      Neanche nei tornei serali col padrone del bar che fa l’allenatore
      Ecco in questo caso però si che non do il 100% di colpa al mister perché anche ammesso che fosse andato in oca (e forse era vero ) in campo qlk chiama le posizioni (portiere libero o mediano di solito)
      Invece manco quello

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 4 votes)
      1. Scena comicissima comunque

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
  10. C

    Poi sul discorso ragazzini sarebbe il caso di chiarirci: si accusano i tecnici nostrani e l’ambiente tutto di giudicare ragazzini dei 20/22/24enni.
    E però se serve a spalare merda sulla Juve, l’Ajax che ha già messo sotto Bayern e Real diventa il Cus Campobasso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 8 votes)
    1. C

      Hai mai sentito parlare di karma?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
    2. D

      È coerente invece, un paese (una squadra, un allenatore, ecc.) che considera giovani i 24enni viene piallato da una squadra che in confronto è composta da bambini…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +8 (from 16 votes)
  11. F

    non concordo sul fatto che il fallimento sia piu’ di allegri che di agnelli…

    ronaldo (che ha fatto il suo) ha oscurato e peggiorato tutti i compagni di reparto alla lunga
    bonucci ha fatto cagare
    benatia se ne è andato

    questi tre aspetti sono tutti a carico della società duqneu colpa piu’ di agnelli che di allegri, che poi nella contingenza ci ha regalato bonucciruganidesciglio (really?)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  12. A

    ma se Agnelli è quello che ha puntato “sulla follia finanziaria di Cristiano Ronaldo e sul ritorno di Bonucci, e la scommessa è stata strapersa sia come risultati sia dal punto di vista finanziario” come fa ad essere più colpa di Allegri?
    e se pure lo fosse adesso che si fa, un’altra follia finanziaria dando 31 milioni a Klopp (nome a caso)?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  13. t

    Stranamente la parola fallimento OGGI è sparita da tutti i media italiani.

    Piuttosto chissà che festona domenica allo Stadium… riesco ancora a trovare i biglietti? 😛

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 13 votes)
  14. F

    perfetto Axel

    e io leggerei anche in questo senso la corsa che ha fatto a sky a fare il padre nobile per dire che la juve è stabilmente nelle prime 8 di europa (ma vi rendete conto che puttanate vengono lasciate passare? Italia schiava dentro!!!!)

    fasci
    il nosro semel in anno licet insanire rimane una cosa meravigliosa in questi tempi bui…..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
    1. A

      tra le altre perle:

      “eravamo 54esimi nel ranking UEFA e ora siamo 5^”

      “noi eravamo qui due anni fa e saremo qui tra 2 anni, l’Ajax non lo so…”

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 9 votes)
  15. t

    Ah non troppo d’accordo sugli allenatori gestori.
    Guardiola e Klopp allenano 2 serie candidate ad alzare la coppa.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  16. U

    Di solito il pesce puzza dalla testa quindi mi vien da dire società.

    Per il semplice motivo che ,pur con qualche pecca,ha costruito una squadra che poteva competere per la Cempions,la cui filosofia però è ben rappresentata dal discorso del muso corto.
    Se l’allenatore è scarso (e il nostro è scarsissimo) è la società che deve intervenire : se non intervieni e lo cacci a pedate nel culo la colpa è tua.
    Essere scarsi non è una colpa.Non accorgersi che uno è scarso è una colpa

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 13 votes)
  17. F

    gobbo, ti invito a riflettere sul fatto che qualche mese fa hai mandato il sito in crash con il tuo endorsment a muso corto

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
  18. U

    Fantomaz
    Ottobre e novembre rappresentano un’eccezione nella storia dell’incapace.

    Non so se e solo per quello,ma dopo la rimonta dello united e finita la stagione della juve con l’unico exploit con l’atletico
    Il resto un piattume imbarazzante

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 7 votes)
    1. A

      “ottobre e novembre” erano i due mesi di forma della squadra italiana.

      anche l’inter ad ottobre e novembre ha rimontato il Tottenham e PSV mettendola sulla forza. ma passato quel mesetto di piena forma si ritorna nel grigiume e nelle scorciatoie (chi può approfittarne, ovvio, con ogni riferimento che va al “puliti non si gioca” di 7 giorni fa)

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 6 votes)
  19. r

    Comunque si dice corto muso, non muso corto 🙂

    Agnelli ha mandato via Marotta pur di fare la squadra come voleva lui, quindi il fallimento è soprattutto suo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  20. C

    Sì…ma Agnelli ha sempre il comodo paracadute della gestione finanziaria, soprattutto di medio-lungo periodo.

    Come ha segnalato giustamente poco fa Andrea87, ieri sera il padrone del vapore ha parlato di ranking, di saremo sempre qui, in definitiva di soldi.
    Le sconfitte sul campo fanno bruciare il culo come una volta ma la differenza è che oggi puoi dare del pezzente al tuo avversario.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
    1. D

      Da un grande potere derivano grandi responsabilità.
      Possiamo dire come facemmo con Moratti che altri presidenti con quel potere politico, quei budget e quella situazione tecnico-sportiva di fronte a questo risultato sarebbero stati giudicati diversamente?!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +10 (from 14 votes)
  21. Boh alla fine alla Juve cosa cambiava se avesse vinto il campionato di inerzia a tre giornate dalla fine anziché 5? Allegri e con lui la società non hanno voluto correre rischi in campionato non provando a costruire niente di nuovo in un torneo che per quella rosa è solo un prolungamento delle partitelle del giovedì

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  22. r

    Papero e sennò il loro tifoso medio come farebbe ogni domenica a scrivere nei forum “onnipotenti”o a mostrare l’appendice fallica ai colleghi il lunedì mentre prendono il caffè?…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 11 votes)
  23. C

    Per quanto mi riguarda non lo posso vedere nemmeno dipinto. Ma figuriamoci se verranno mosse delle critiche a un Agnelli. Non è mai stato fatto e non si inizierà certamente da quello che guida la Juventus. Innocua rispetto al resto del mondo FCA ma tutti i giorni sulla bocca di tutti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  24. Ricca, vuoi dire che Agnelli Andrea non è un gran manager ma un tifoso medio di più fortunati natali?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  25. r

    No, al contrario, è uno che ha ben presente (perché gli è stato insegnato così) qual è (sempre stato) il mercato di riferimento della real Casa…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  26. R

    Io darei le colpe a Marotta…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  27. F

    il gol dell’1-1 mi ha ricordato molto il gol di mjatovic con bernardeschi nella pate di pessotto

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  28. Quando hai a disposizione un arco di tempo così prolungato senza rivale alcuno nel tuo campionato e con la possibilità di creare non solo una squadra vincente ma un gioco di squadra convincente non puoi puntare su un allenatore come Allegri, una maschera di carnevale con un quoziente intellettivo pari a quello di un salumiere e la presenza scenica e la capacità di espressione di un magazziniere, il cui unico modo di interagire a bordo campo con la squadra è urlare Dài dài mentre cerca invano di bere acqua da una bottiglietta senza accostare le labbra. L’errore ovvio è di chi l’ha scelto e ha programmato di gestire un manipolo di giocatori assemblati prelevandoli dalle altre squadre presunte concorrenti facendo sfoggio di potenza economica non certo creativa

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  29. m

    Qui tocca ancora una volta rispolverare il video di Buffa a MilanChannel.
    Fallimento di entrambi. Dematerializzato il valore di Dybala e Higuain.
    Higuain a Luglio sarà a Vinovo se non erro.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
    1. t

      Higuain o si ritira o va in qualque campionato esotico mi sa.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  30. U

    “l gol dell’1-1 mi ha ricordato molto il gol di mjatovic con bernardeschi nella pate di pessotto”
    Infatti al var mica hanno riguardato l’azione….si son detti..”spetta che guardiamo che faccia ha fatto bernardeschi”..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  31. m

    Allegri si intende di ippica. Anzi si intEnde (e apertissima) di ippiHa.
    Potrebbe farne uno sbocco professionale.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)

Lascia un commento