Le donne che parlano di calcio sono credibili?

Dopo le frasi di Fulvio Collovati a Quelli che il calcio (“Quando sento le donne parlare di tattica mi si rivolta lo stomaco”) uno dei luoghi comuni più amati dagli italiani è diventato un dibattito di attualità. Con interventi a sostegno di questa tesi, soprattutto di ex calciatori, da Costacurta a Marocchi, e contrari, soprattutto calciatrici e giornalisti. E le inevitabili scuse, per preservare una collaborazione si accetta qualsiasi umiliazione (basti pensare al caso Di Canio-Sky). Il luogo comune, che come tutti i luoghi comuni contiene indiscutibilmente una parte di verità (il 100%, nel caso degli uomini che guidano con il cappello), al di là delle battute da spogliatoio si basa su un assunto: tu donna non hai mai giocato a calcio, nemmeno in cortile, quindi potrai anche capire il fuorigioco ma non arriverai mai a cogliere le grandi finezze del calcio. A questo ragionamento ne aggiungeremmo un altro: tu donna che da piccola non sognavi di fare il calciatore non potrai mai essere emotivamente coinvolta nel calcio come me uomo. Questa ci sembra sia la materia del contendere. Si sta parlando chiaramente del calcio inteso come sport, non del tifo che spesso vede le donne più scatenate degli uomini.

Il ‘Di qua o di là’ assume quindi un significato del tutto particolare, in un sito con il 99% di lettori di sesso maschile come Indiscreto, sia pure di target alto, mici e machi, provinciali e cosmopoliti, pirati e signori, eccetera. Questa non è la piattaforma Rousseau, qui si fa sul serio. E la domanda è seria e non generica. Tutti conosciamo donne che sanno di tattica calcistica (scusate, ci siamo gramellinizzati e abbiamo scritto una triste frase femminista, in realtà non ne conosciamo nessuna), o che perlomeno ne parlano, usciamo dalle eccezioni come possono essere le calciatrici o le giornaliste (no, le giornaliste magari no, per lo meno non più delle maestre d’asilo o delle commesse), la vera domanda è sulla loro credibilità: se anche incontrassimo una ragazza che ne sapesse più di Happel e Michels messi insieme la prenderemmo sul serio? Perché dovrebbe saperne di meno del collega o del tassista maschio che forte delle sue certezze da tivù locale spara quattro cazzate sui tagli di Gabbiadini e la garra charrua di Vecino? In estrema sintesi: al di là della competenza, che dipende dalle singole situazioni, le donne che parlano di calcio sono credibili?

Le donne che parlano di calcio sono credibili?

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.8/10 (4 votes cast)
Le donne che parlano di calcio sono credibili?, 9.8 out of 10 based on 4 ratings

47 commenti

  1. c

    Quando una qualsiasi femmina mi parla di calcio, è un mix tra compatimento, irritazione e voglia di riderle in faccia. E’ la stessa sensazione che prova mia mamma se io parlassi di mestieri da fare in casa, lavare, stirare, … cambiamo argomento.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 34 votes)
    1. L

      direttamente dall’ ‘800!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +20 (from 24 votes)
    2. Cyd, sei un mito! 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 5 votes)
  2. C

    Se hanno giocato a calcio per un periodo abbastanza lungo almeno una volta alla settimana (da bambine, da ragazzine o anche da adulte, toh) e se hanno visto un migliaio di partite (annoiate sul divano o urlando in curva, fa lo stesso), SI’, allora sono credibili.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +19 (from 21 votes)
  3. t

    Ofelé fa el to mesté (come direbbe Budrieri)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  4. C

    Se ribaltassimo il concetto sul nuoto lo sci il pattinaggio o il volley?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
    1. c

      Appunto! Mediamente, una donna ne capisce di calcio come io di pallavolo, ma non si può dire.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  5. t

    Tornando seri un attimo.
    Penso che il 90% della gente non abbia credibilità (o non sappia quello che dica).
    Uomo o donna. Qualsiasi argomento. 😃

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +25 (from 29 votes)
  6. M

    La Morace o la Bavagnoli sono molto più competenti di Collovati o di Brio (imbarazzante ascoltarlo all radio)

    Ps ho vissuto anni da solo e non amando stare nello sporco potrei dare delle lezioni su come si pulisce la casa

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +17 (from 21 votes)
  7. t

    Sicuramente è vero che la maggior parte delle ragazze (però vale anche per gli Juventini) non capisce molto di calcio e dal vivo è sicuramente difficilissimo conoscere qualcuna che (parlando di calcio) sia in grado di colpirmi o farmi riflettere.

    Però ricordo che sia Katia Serra che Elena Tambini spesso hanno uscito concetti interessanti, anni luce avanti rispetto al resto degli ospiti in studio. In particolare quest’ultima, quando spiega la moviola, sembra l’avatar del regolamento

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 13 votes)
    1. t

      Ahahahah più uno per la puntualizzazione
      😂

      Edit: meno uno per la grammatica 😐

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 6 votes)
  8. f

    Per me, tatticamente, la Morace ne sa più di Inzaghi (Filippo)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +18 (from 18 votes)
  9. L

    …ma che domanda e’?! Se i pregiudizi esistono o se sono reali? I pregiudizi esistono si, sono reali? piu’ no che si. Partono da una osservazione parziale e persa nel tempo che poi va a cambiare. Quindi se una ragazza mi parla di calcio le do la stessa credibilita’ che al tassista e al tatuato con l’aquila della lazio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  10. r

    che possa far strano/curiosità di primo acchito ci sta, dato che normalmente nella vita di ognuno di noi su 1.000 persone con cui abbiamo parlato di calcio, 999 erano maschi.
    Detto ciò, non capisco cosa c’entri la competenza con il sesso della persona.
    per dire, Fiver, Eleonora o Alba ne sanno certamente più di Belisario 😛

    ps: altro discorso è che ognuno sotto sotto pensa di saperne più di tutti gli altri….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 14 votes)
  11. C

    La questione vera è che io ho googlato le summenzionate Katia Serra e Elena Tambini per vedere se erano fiche.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +22 (from 24 votes)
    1. t

      😁

      E…? Ti faresti spiegare la diagonale da loro?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
  12. b

    Come coffee, rimanendone piuttosto deluso (e questo direi che chiude la questione).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  13. B

    “(ANSA) – Fulvio Collovati, che aveva detto frasi sessiste a Quelli che il calcio (“le donne non possono parlare di tattica, quando sento che lo fanno mi si rivolta lo stomaco”) per poi scusarsi, è stato sospeso per due settimane – a quanto si apprende – da ogni attività in Rai, tv e radio, dall’ad Fabrizio Salini.”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  14. t

    – Spero che i commenti con battute sulle donne e il calcio siano solo trollaggio altrimenti mi vergogno per loro

    – riguardo alla mia esperienza personale, all universita avevo come compagna di corso una ragazza che giocava in serie a e spesso allo stadio, in curva a vedere lo spezia, mi sono trovato vicino a donne decisamente competenti; per non parlare poi di qui in svezia, dove quasi tutte le ragazze fanno (fin da piccoline) sport attivo (compresi anche sport “maschili”)

    – in generale io giudico incompetenti , anche se uomini, la maggior parte degli opinionisti / giornalisti nelle varie trasmissioni calcistiche; poi, se si va nella sezione commenti di un articolo sul calcio l incompetenza raggiunge picchi enormi, il massimo poi sono i siti che si danno arie da espertoni con i loro seguaci a commentare (qualcuno ha detto l ultimo uomo?)

    – i italia la donna relativamente al calcio paga due cose:
    1) le donne possono fare solo sport artistici (ginnastica) o non di contatto (pallavolo), altrimenti non sono piu considerate donne al 100%
    2) il calcio é lo sport preferito dal maschio italico, i maschi che ragionano con una mentalita dell 800 vedono nella donna che parla di calcio un intrusione nel loro territorio

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 16 votes)
  15. I

    Noi abbiamo Leonto, l’unico veramente autorizzato a parlare di Tattica. il resto è noia

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 14 votes)
    1. t

      Hai dimenticato che leonto é il giudice massimo anche riguardo a portieri e virtu morali

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 5 votes)
      1. j

        Leonto, è un uomo?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
        1. A

          molto di più

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +3 (from 3 votes)
          1. j

            Un gatto?!?

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +5 (from 5 votes)
  16. Uscendo dai singoli casi di competenza tattica, la statistica personale di quasi ognuno di noi non è favorevole alle donne. Forse è anche solo questione di avere respirato da sempre un certo linguaggio e un certo immaginario, non di studio. Chiunque può prendere il patentino da allenatore… Ammetto quindi il pregiudizio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  17. E

    Il grande problema è che statisticamente ho sempre avuto (grande) fatica nel trovare donne che avessero una competenza non elementare del calcio.

    Attenzione, non parlo di “sapere come funziona il fuorigioco” (che, ho visto, sembra essere abbastanza conosciuta la cosa…bene così), parlo di notare come la squadra X attui la salida lavolpiana, apprezzare il giocatore Y perchè ha fatto una bella diagonale, notare come la squadra Z ha invertito gli esterni, associare in modo inequivocabile determinati eventi della Vita al calcio (il compleanno di mio nonno era il giorno in cui fummo promossi…) o arrivare a perversioni come “stasera mi guardo la LegaPro piuttosto che quel telefilm” o “faccio il fantacalcio versione mantra”

    Sia chiaro, con questo non voglio dire che non esistano donne che conoscono “bene” il calcio (magari la Morace ne sa più di me…o anche ho sempre apprezzato Katia Serra quando commentava, e ammetto di non aver provato alcun fastidio), il guaio è che sono numericamente molto (ma molto) poche.

    Ergo, si, una Katia Serra è assolutamente credibile, il guaio è che di Katie Serre ne trovi pochine…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
    1. N

      Se fai quelle domande ad Allegri non sono sicuro ti sappia rispondere.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +10 (from 10 votes)
  18. j

    In vita mia ho provato a parlare di calcio con molte donne (mia moglie compresa) le uniche con cui sono riuscito a interloquire piacevolmente sono Fiver e una mia amica juventina calabrese (scusate il rafforzativo). Belgio compreso. II problema di base è uno solo: non è che le donne che ho incontrato non capissero un cazzo di calcio, non gli interesserava proprio e quindi incidentalmente non ne capiscono un cazzo. Credo che valga in ogni campo della vita umana: se a qualcuno non interessa un argomento ovviamente non puo capirne granchè. Generalizzare è semplicemente sciocco.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 10 votes)
  19. j

    L’unico campo in cui le donne sono proprio senza speranza è l’autovettura. E francamente pauroso pensare che persone che guidano ogni giorno (prendo mia moglie come esempio) siano terrorizzate dal guidare in autostrada, guidare in città, fare manovre, parcheggiare, usare la quinta, pulire la macchina etc etc. Li andrebbe fatto un sondaggio: perche una donna che guida, tutti i giorni, ha mediamente tali limiti alla guida? Non è davvero normale.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
    1. Nella guida secondo me ci sono molte donne brave e anche mediamente più attente (o meno stupide) dei guidatori maschi… altre hanno per la guida (e ancora di più per il parcheggio, ipermercati esclusi) proprio un rifiuto, un blocco, anche in assenza del servo della gleba…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
      1. t

        il problema grosso imho é il parcheggio..

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 1 vote)
    2. L

      La mia purtroppo è solo terrorizzata dal portare l’auto all’autolavaggio….

      Cmq qui il punto non è dire mediamente che le donne non capiscono un cazzo di calcio, è come dire che noi non capiamo un cazzo di greys anatomy, per forza ci mediamente cagare, il punto è dire a chi vuole parlare di calcio che non è credibile perché donna. Insomma ok il pregiudizio ma qui siamo oltre.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  20. A

    billy costacurta sta chiedendo scusa per le frasi sessiste (???) pronunciata al club domenica

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  21. r

    Beh mi sembra il minimo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  22. M

    In generale si parla troppo di tattica (ed anche di bilanci). Il fatto che ne parlino anche le donne dimostra che se ne parla troppo. Ma è la stessa cosa del troppo parlare di cucina: il fatto che ne parlino molti uomini dimostra che se ne parla troppo.

    Poi dal punto di vista dei contenuti quando si parla di calcio può capitare di dire qualcosa di non preciso. Penso sia capitato anche a me qualche volta in questi anni anche se ora non ricordo nessun episodio specifico.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  23. M

    Ad ogni modo un Michel Houellebecq non avrebbe mai chiesto scusa. Ma Costacurta e Collovati non sono Houllebecq.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  24. D

    Al di delle trollate anacronistiche (tipo quelle di Cydella) a cui si è in parte risposto (vedi MV, un uomo che ha lavorato a teatro ad esempio sa eliminare le macchie di grasso o di vernice meglio della più scafata massaia), il pregiudizio esiste e non esiste. Spiego.
    Non esiste perché il luogo comune come scritto dal Direttore si basa su due assunti. Il secondo è una cazzata, ma il primo è reale. Quante donne conosciamo che hanno passato ore prima di addormentarsi ripassando mentalmente un certo gesto tecnico o un movimento visto fare da un campione in tv per poi cercare di replicarlo il giorno dopo fosse anche solo in cortile o in cameretta?!
    Dopodiché il pregiudizio esiste perché sinceramente la stessa cosa la si può dire di tanti uomini che cianciano di calcio, il caso più eclatante è quello dei vari Ultimouomo: lo leggi e capisci che chi scrive è un rachitico nerd a cui non è mai riuscito lo stop d’esterno, così ciancia di tattica senza sapere di cosa cazzo sta parlando, come a dire “con l’allenatore giusto avrei sfondato pure io”. Ma manco per il cazzo, Ricky Cunningham!
    Vedi discussione passata sulle dinamiche dello spogliatoio interista: chi ha vissuto calcio (anche giovanile ma almeno ad un certo livello) riconosce immediatamente nel calcio professionistico certe dinamiche, tecnico-tattiche o di spogliatoio, pur con tutte le proporzioni e le differenze (stipendi, pressioni, professionismo, ecc.). Poi c’è chi ne ride perché è facile banalizzare il tutto con “ma cosa cazzo c’entra” perché beh magari non lo vedi.

    Per quanto di basso livello, l’esperienza diretta conta. La maggior parte degli uomini parla di una cosa che ha vissuto e che ha cercato di vivere anche maggiormente, le donne no. Tranne rare eccezioni (magari per emulazione del papà o del fidanzatino) le donne generalmente cominciano a seguire il calcio solo da adulte quindi per la maggior parte di loro è come parlare di musica commentando X-Factor: quello ha una bella voce, quell’altro è noioso, ecc.

    Rispetto agli uomini è una questione di numeri, quindi, per di più legati a casi limite: quante Carolina Morace ci sono al mondo?! Ricordo tale Patrizia Panico che in una trasmissione tv si bullava di aver strabiliato in un derby del Cuore. Ma porca troia, giochi in nazionale, come puoi prendere come metro il fatto che hai umiliato Greggio e Iachetti?! Come se la Pellegrini si vantasse di sverniciare gli impiegati della pausa pranzo…Quanto mai potrebbe essere credibile una così a spiegare perché la Juve ha perso tante finali?!

    Ho conosciuto 5 donne nella mia vita competenti di calcio, 3 di queste davvero ad alto livello ed una in particolare è stato uno dei più piacevoli interlocutori calcistici per me. Ma per il resto si incontrano generalmente tifose, che per passione seguono il calcio dal punto di vista sentimentale ed anche quando recepiscono ottimamente i principi base (del resto non è che le donne sono sceme!) si vede che manca loro un certo vissuto.

    Quindi non è questione di essere donne, uomini, transgender, efebi o angeli. È questione di quanto hai respirato (che non significa solo vissuto, altrimenti il più bravo negli Allievi Regionali sarebbe il più competente oggi, e non è necessariamente così) una certa disciplina, più di quanto hai studiato (altrimenti basterebbe fare il corso allenatori e saremmo tutti Liedholm o Cruijff, ma non è cosi).

    Teniamo presente poi che si sta parlando di donne che parlano di calcio maschile, il che fa sì che pure presupporre che una donna che ha giocato ad alto livello sia competente sui problemi di Icardi o sulla convivenza CR7-Dybala sia errato: sapeste nello sport quanti bravi allenatori degli uomini falliscono allenando le donne e viceversa, proprio perché sono due discipline differenti e tutto dipende da quanto hai respirato l’una o l’altra.

    Poi le cazzate le dicono anche i più competenti, per carità…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 13 votes)
  25. Dane, ma cos’è? Una tesi di laurea? 😀

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
    1. D

      Diciamo più uno sfogo perché sto politically correct mi ha un po’ rotto i coglioni… 😂

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 9 votes)
  26. U

    Automobilisticamente parlando i pantaloni in casa li porta Una Gobba

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  27. r

    Solo automobilisticamente? 😄

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  28. c

    Quindi, in sintesi, dalla nostra esperienza non tutti i maschi capiscono di calcio, ma praticamente quasi tutte le donne non ne capiscono niente, per i più svariati motivi, principalmente perché non gli frega niente di calcio (mica avevo detto perché ritardate e il 1800 non c’entra niente). Quindi, ex ante, vuoi scommettereste che una determinata donna capisce o non capisce di calcio? Come scommettere su testa/croce con una moneta con una faccia al 99%.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
    1. D

      Si, ma nel momento in cui dici “capire di calcio” indichi tra le righe dei limiti intellettuali. Io parlerei più di “conoscere il calcio”, ecco…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 5 votes)
  29. A

    Il vero problema è che in televisione non è detto che le donne vengano messe nelle trasmissioni di calcio perché competenti ma perché migliorano l’estetica generale. Ecco che allora risulta difficile giudicare a priori, almeno se parliamo delle cosiddette opinioniste alla Marica Fruscio per intenderci.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  30. M

    Premesso che la credibilità della donna in tema di football è inversamente proporzionale alle sue qualità estetiche, la mia risposta al quesito è sì, la donna è credibile purché sia un cesso. Nel mio caso specifico, mi duole ammetterlo, ma le rare volte in cui una racchia mi si rivela mediamente competente in ambito calcistico, la cosa mi dà un po’ fastidio, mi sembra un’indebita invasione di campo. D’istinto mi viene da pensare ma tu guarda un po’ che razza di stronzate mi tocca sentire. Mi occorrono solo alcuni minuti per ammettere a malincuore che lo stesso pensiero, in bocca ad un uomo, non mi avrebbe contrariato ugualmente. Anche se penso che una domanda a bruciapelo, ad esempio sulla pass-accuracy di Valoti, coglierebbe il piccolo sgorbio in seria difficoltà, ne sono certo.
    Disagio ben più intenso lo vivo invece quando vengo sorpassato da una donna al volante. In quel caso il risentimento è tale che per i primi trenta metri accelero per il dovuto controsorpasso, anche perché mi è sembrato che la stronzetta avesse un’espressione infastidita, come se la mia maschia andatura urbana le fosse d’intralcio. Poiché il controsorpasso non mi riesce, ne deduco che la bastarda è una lesbica, nella migliore delle ipotesi una bisessuale. L’eccitazione derivante da tale conclusione contribuisce a smorzare il malumore e nel giro di alcuni minuti riacquisto la mia consueta serenità, arrivo a casa, parcheggio e salgo su a vedermi Spal Frosinone.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 11 votes)
  31. L

    Certamente Wanda Nara è ospite fissa di Pardo perché competente di calcio…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  32. A

    Mi pare che ieri la D’Amico nel confronto con Capello abbia dato prova di una donna che capisce (o parla) di calcio…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)

Lascia un commento