Maduro o Guaidò?

Nicolàs Maduro o Juan Guaidò: chi è il legittimo presidente del Venezuela? Al di là delle idee politiche, non dovrebbero esserci dubbi: Maduro è stato eletto presidente del Venezuela nel 2013, dopo la morte di Chavez. Elezioni contestate, con accuse di brogli, ma niente di troppo diverso da film già visti in Sudamerica. Molto peggio le cose sono andate nel 2018, quando Maduro è stato rieletto con il 67,8% dei voti: qui quasi tutti gli stati sudamericani, oltre agli Stati Uniti e all’Unione Europea, hanno denunciato irregolarità evidenti. Che poi Il Venezuela, potenzialmente una delle nazioni più ricche del mondo (anche se il suo petrolio è di peggiore qualità rispetto a quello arabo), sia al collasso economico, è un altro discorso. Fra confusione e delegittimazione, con i militari ancora in posizione ambigua (avessero scelto con chiarezza non ci sarebbe questo ‘Di qua o di là’), è arrivata l’autoproclamazione di Guaidò, con il sostegno dell’Asamblea Nacional (la Camera, in sostanza) di cui è presidente, in base a un articolo della costituzione venezuelana che prevede la possibilità per il Parlamento di sostuirsi al presidente quando questi è delegittimato. E quindi?

Molto si sta giocando sul riconoscimento internazionale: Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia e Germania sostengono Guaidò, Russia e Cina Maduro, l’Italia è nettamente divisa anche a livello di governo, visto che gran parte dei Cinquestelle è pro Maduro (e prima ancora era per Chavez) mentre la Lega è per Guaidò. Il ‘Di qua o di là’ non è per improvvisarsi esperti di politica venezuelana o per sceglierle fra due uomini di cui sappiamo poco, anche se all’Uomo Indiscreto autostima e presunzione non fanno difetto, ma per una questione di principio applicabile e applicata anche in tanti altri contesti. In altre parole, ci dovremmo immischiare negli affari di un governo legittimamente letto, per quanto criminale? Quale sarebbe il criterio per mettersi a fare i Kissinger 2.0? Mike Pompeo non è troppo lontano da questo modello… Il ‘Di qua o di là’, in una Repubblica che è una Repubblica anche per brogli non troppo diversi da quelli venezuelani (viva i brogli, verrebbe da dire), è quindi chiarissimo: Maduro o Guaidò?

Maduro o Guaidò?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.5/10 (2 votes cast)
Maduro o Guaidò?, 5.5 out of 10 based on 2 ratings

13 commenti

  1. Guaidò, se la Camera che può sceglierlo al posto di Maduro lo ha fatto. Altrimenti sto con Maduro. Di sicuro non con i Kissinger 2.0 che negli ultimi anni in nord Africa hanno fatto più danni della grandine

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  2. r

    Maduro

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 11 votes)
  3. m

    In altre parole, ci dovremmo immischiare negli affari di un governo legittimamente letto, per quanto criminale?
    No.
    Maduro.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 7 votes)
  4. D

    Se la legge venezuelana è quella descritta nell’articolo, Guaidò è più legittimato di Maduro. Ergo…

    p.s.: di puro culto però le pasioanrie democratiche che in questi giorni berciano la loro disperazione perchè il governo Maduro era stato democraticamente eletto ed è stato fatto cadere dall’ennessimo golpe voluto dagli USA, poi quando gli chiedi se nel ’43 sarebbero state a favore di Mussolini legittimamente incaricato dal Re e contro il Golpe spinto dagli USA non ti rispondono e scappano perchè hanno il bambino sul fuoco…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 12 votes)
  5. G

    Maduro. Credo inoltre che sul Venezuela si faccia parecchia disinformazione. La democrazia mi pare un concetto assolutamente relativo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 8 votes)
  6. C

    Nel mio periodo irlandese ho conosciuto un sacco di venezuelani scappati dalla miseria. Ragazzi giovani, teste per lo piu pensanti (credo abbiano una buona scuola di base, forse uno dei pochi meriti del chavismo). Il regime di Maduro e’ uno dei piu’ corrotti del pianeta, l’economia e’ allo sfascio da anni e il supporto viene comprato girando spiccioli agli indios delle zone rurali. Caracas e’ uno dei posti piu’ pericolosi del sud america, Non so chi sia quest Guaidot, ma chiunque sara’ meglio di Maduro.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
    1. D

      Beh, lo slogan “nei peggiori bar di Caracas” non l’hanno mica inventato per caso… 😝

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 3 votes)
  7. Paperogha perfetto!
    Io però sperò che Maduro rimanga a lungo. Per due motivi:
    1- Evidentemente 70 anni di pazzia non sono stati sufficienti per dimostrare che certe “formule” portano solo miseria e distruzione.
    Venezuela come il polmoni con cancro sulle sigarette.

    2- Ogni popolo ha il diritto di avere il governo che si merita, ma soprattutto deve pagare / essere premiato per le sue scelte.

    P.S. Pompeo come Kissinger?! Non scherziamo! Belzebù era un fuoriclasse nella sua diavoleria.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
    1. C

      In effetti I tuoi sono due ottimi punti. Potremmo aggiungere che l’emigrazione di venezuelane è una cosa buona assai 😉

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
    2. I

      Boss, you got it
      sottoscrivo in pieno….kissinger si sarebbe mangiato pompeo in un sol boccone
      è quello che ha inventato la trilateral, mica cazzi

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  8. B

    data la sua profonda conoscenza delle dinamiche sudamericane, se Dibba dice Maduro allo per forza Guaido.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  9. U

    Martina

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 8 votes)

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi