L’Italia è in recessione per colpa di Cinque Stelle e Lega?

L’Italia è in recessione, nel quarto trimestre del 2018 il PIL (Prodotto Interno Lordo) è diminuito dello 0,2% e lo scenario è peggiore di quello atteso, che già era negativo. Su questo punto non dovrebbe esserci discussione, così come sul fatto che stiamo andando percentualmente peggio rispetto a tutti i grandi paesi europei e che il problema sia stato e rimanga quella della domanda interna, con alcuni settori (l’auto su tutti) a trascinare verso il basso. Chi fa del terrorismo mediatico però dovrebbe spiegare alle masse che il PIL è soltanto un indicatore e al suo interno ha mille componenti anche contraddittorie fra di loro, non fosse altro che perché non tutte le transazioni economiche contribuiscono al benessere di un paese: gli stipendi dei finti forestali contribuiscono ad aumentare il PIL, così come le pensioni ai falsi invalidi (chissà se anche il reddito di cittadinanza entrerà nel conteggio, per analogia pensiamo di sì) e il prezzo di una casa comprata al doppio del suo valore da uno spacciatore di droga bisognoso di riciclare. In altre parole, il PIL indica la cilindrata di un paese e il suo andamento un grossolano tasso di sviluppo, ma variazioni dello zero virgola possono anche essere poco significative: non siamo insomma nella zona del più 6,7% cinese. Il classico esempio da libro di macroeconomia, usato per divertire i commensali in pizzeria, è che se un uomo sposa la sua domestica il PIL diminuisce (a meno che non paghi la neo-moglie, cosa teoricamente possibile).

Detto questo, dal punto di vista tecnico l’Italia è in recessione e paradossalmente c’è più accordo sui rimedi (i soliti generici: investimenti, infrastrutture, produzione, lavoro, esportazioni) che sulle responsabilità. Chiaramente il governo attuale dà la colpa ai governi targati PD, mentre le opposizioni attribuiscono il segno meno ai segnali all’economia mandati da Cinque Stelle e Lega. I primi espressione di una cultura fondamentalmente avversa all’impresa e al lavoro vero, tutti aspiranti statali o comunque simpatizzanti di quel mondo. I secondi lanciati verso la trasformazione in partito nazionale, che in cambio del monopolio mediatico della campagna anti-immigrazione (l’unica che davvero unisce, anche se il giornalista collettivo non capisce perché) hanno dovuto cedere sull’economia, mettendoci anche del loro con i ridicoli slogan contro la Fornero, intesa sia come donna sia come legge. La nostra domanda, a tutti, è di chi sia in prevalenza la colpa di questa recessione: dei governi del PD o del governo attuale? La nostra risposta, personale, è che nell’ultimo decennio la tendenza negativa del PIL è stata invertita soltanto all’inizio del quarto governo Berlusconi e con Monti: negli altri periodi si sono gestite situazioni, senza grossi meriti o colpe. Ingiudicabili adesso Cinque Stelle e Lega, la colpa della situazione attuale non è loro (e quindi rispondiamo ‘no’ al sondaggio) ma i segnali che mandano sono tutti anti-impresa e quindi fra un anno il più 1,5% auspicato da Conte probabilmente rimarrà un sogno.

L'Italia è in recessione per colpa di Cinque Stelle e Lega?

Loading ... Loading ...

 

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.7/10 (3 votes cast)
L'Italia è in recessione per colpa di Cinque Stelle e Lega?, 7.7 out of 10 based on 3 ratings

51 commenti

  1. t

    Non vedo l’opzione colpa del PD

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 18 votes)
  2. z

    Da ex simpatizzante 5stelle non posso non notare che:
    1- le boiate che l’attuale governo sta dicendo/facendo sono un pessimo segnale per imprenditori, contribuenti, partnership internazionali, alleati ecc.
    2- Nel pieno del QE, con il petrolio ai minimi termini, con consenso bulgaro e totale assenza di opposizione Renzi aveva un poker d’assi in mano, ma ha perso la sua partita in modo imbarazzante,
    che ai simpatizzanti/groupies del PD piaccia o no.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +19 (from 21 votes)
  3. B

    che Renzi abbia sostanzialmente perso la partita è condivisibile, che ci fosse “consenso bulgaro e totale assenza di opposizione” proprio no.
    comunque mi chiedo da che momento in poi si potranno dare merito e responsabilità all’esecutivo attuale, a Roma ancora stanno dicendo che è colpa di Marino dopo quasi 3 anni, quindi a sto punto ne riparliamo ai mondiali in Quatar?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 16 votes)
  4. t

    Non capisco come si faccia ad essere in recessione se solo 2 settimane fa il vice-premier sosteneva che eravamo prossimi a un nuovo boom economico.
    Perplesso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +29 (from 31 votes)
  5. z

    Consenso bulgaro popolare proprio si. Se gli avessero fatto vincere le primarie nel 2013 l’avrei votato perfino io! Invece presentaste “abbiamo non vinto” Bersani.
    Assenza assolta di opposizione proprio si. Con berlusconi fuori gioco per motivi penali e imbavagliato dal patto con Renzi stesso (perfino il PdR è stato scelto da lui), lega al 5% e solo i 5stelle a gracchiare onestàonestà quali erano i suoi nemici esterni? E quelli interni? Nel partito aveva messo tutti i suoi. Eddai

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
    1. G

      L’opposizione a Renzi non è venuta da Destra, ma da sinistra e dai sindacati. Tutta gente che ora, Di fronte alle vaccate del Governo gialloverde, fa finta di sparecchiare…

      Il consenso bulgaro’ è svanito non appena Renzi ha fatto o ha provato a fare le riforme migliori e più utili del suo mandato. Prova che l’elettore medio italiano è un coglione che si merita ben peggio Di questa recessione.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 21 votes)
  6. U

    zinzan
    è inutile,è una partita persa in partenza

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  7. c

    Cinque Stelle espressione di una cultura fondamentalmente avversa all’impresa e al lavoro vero, tutti aspiranti statali o comunque simpatizzanti di quel mondo.
    E’ la triste e tragica verità: culturalmente non passa a nessuno per la testa che la torta sia ampliabile, ma i soldi arrivano fissi dal cielo e noi, a differenza degli altri, sapremo gestirli, ergo redistribuirli, meglio. Il comunismo è insito nella mentalità italiota.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 15 votes)
    1. K

      Oh, alla fine pure Mussolini è giunto alla conclusione che fosse tutta colpa del popolo italiano con buona pace del fatto che per vent’anni avesse esercitato il potere assoluto….

      Almeno siamo giunti al punto che non avevate la bacchetta magica, è un inizio, eh…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +11 (from 11 votes)
  8. z

    Figurati, non devo convincere nessuno.
    Per quanto riguarda l’attuale governo per ora si può parlare del decreto dignità, SUPERPESSIMO, della chiusura dei porti, necessaria ma temporanea, e di tutte le cose non ancora fatte. Il resto sono chiacchiere e autogol comunicativi clamorosi, e tutte azioni non fatte e ancora da fare (quota 100 e RdC non spostano niente a livello econimico). Il danno peggiore è quello indicato da direttore, i davvero preoccupanti segnali lanciati al mondo produttivo e lavorativo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 10 votes)
  9. P

    2- Nel pieno del QE, con il petrolio ai minimi termini, con consenso bulgaro e totale assenza di opposizione Renzi aveva un poker d’assi in mano, ma ha perso la sua partita in modo imbarazzante, che ai simpatizzanti/groupies del PD piaccia o no.

    Sottoscrivo in pieno…. che questi al timone non capiscano un tubo mi pare ormai assodato ma sarebbe malafede non riconoscere che certi trend hanno una inerzia che nemmeno una superpetroliera a tutta forza… Quindi siamo in recessione per tanti motivi, dall’andamento generale dell’economia europea alla atavica incapacità di riformare e sterzare senza tanti compromessi, al non aver colto un paio di momenti topici dove comportandosi se non da statisti almeno da contabili diligenti si potevano turare alcune falle ataviche del nostro bel paese…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  10. C

    L’unica domanda a cui mi va di rispondere è: ma se fosse successo 24 mesi fa a chi si sarebbe data la colpa? Al Governo. Quindi colpa del Governo. Questa cosa che dopo aver avuto opposizioni che facevano polemica antigovernativa anche sulla carta igienica adesso ci si debba improvvisare macroeconomisti a colpi di distinguo, anche no.

    P.S. Ci sono quelli che danno la colpa della recessione del 2011-12 a Monti, lì però tutti questi distinguo non mi pare di averli letti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +17 (from 25 votes)
  11. M

    Secondo me la recessione non è colpa del governo attuale, però non vedo nessun segno attivo (e nessuna voglia) per uscire da questa situazione, anzi, ogni azione fatta è nella direzione di un probabile peggioramento della situazione.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 9 votes)
  12. j

    No visto che le manovre economiche di questo governo non erano in vigore fino al 31.12.2018. Se poi e solo una questione di fiducia delle imprese, mi sembra una cagata pazzesca.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 11 votes)
  13. C

    Momento amarcord

    https://www.fanpage.it/m5s-attacca-sui-dai-del-pil-e-renzi-che-vale-zero/

    NB Notare che l’articolo citato era di Barbara “metti un condizionatore nel tuo PIL” Lezzi, chissà chi era il povero stagista da 2€ a pezzo che glielo aveva scritto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  14. s

    leggere il bollettino Istat e confrontarlo con quello degli altri paesi limitrofi. li c’è scritto tutto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  15. L

    Di Maio ha detto che è stato il PD, a mentire …

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  16. E

    Direttore, non sono d’accordo sulla frase “ingiudicabili finora i 5stelle e la Lega”, e non lo sono per due motivi:

    a). per quanto è vero che si siano presi in carico le difficili eredità economiche precedenti (ma non può essere un alibi, perchè se è un alibi per te lo è anche per i tuoi avversari che son venuti prima e che verranno dopo…), nella manovra economica e nei provvedimenti correlati non hanno mostrato minimamente intenzione di studiare un qualsivoglia provvedimento organico per aumentare la produttività, l’occupazione, la “forza economica” del Paese. Tant’è che i cavalli di battaglia del duo governativo sono stati reddito di cittadinanza e quota 100. Lungi da me dire se “sono giusti” o meno, ma nella grezza economia spicciola di certo non vedo come questi provvedimenti possano invertire il trend negativo.

    b). si sono presentati – soprattutto i penta stellati – come una forza che “sapeva come si faceva”, che “poteva tagliare 30 miliardi di spese inutili in pochi minuti”, che aveva “abolito la povertà” (ripeto: abolito la povertà! Gli appelli di Bono ai concerti degli U2 erano quindi inutili…), che era pronta a “annullare gli effetti del giobs act aumentando l’occupazione”. Ma come, fino a ieri facevi tanto il galletto e ora piagnucoli che “èccolpadeigoverniprecedenti”? Ma non eri “diverso dagli altri?”. Se ti presenti così poi non puoi fare la vittimella triste. Evito poi di elencare le “eccellenze” che il M5S ha messo in campo per guidare il nostro Paese – prendevano in giro la Fedeli ma poi ti presenti con Toninelli… che skandalo la Boschi poi però proponi una Taverna… eeeh ma i poteri forti kattivi… – che sicuramente hanno le conoscenze per invertire il trend…

    c bis.) non sono una vedova di renzi, ma ogni tanto ci penso: qualche anno fa ricordo come ci fossero ultras pentastellati che prendevano per i fondelli Renzi per il suo inglese maccheronico – il famoso shish, ricordate? Per equità però dovremmo sentire anche Di Maio disquisire nella stessa lingua… Renzie almeno i congiuntivi nella lingua madre non ne sbagliava… ah no però ha dato “soldi alla banche” e allora non vale…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +17 (from 21 votes)
    1. Penso anche io che saranno un male per l’Italia in generale, ma gli effetti dei loro provvedimenti e soprattutto della loro cultura ancora non si sono visti, se escludiamo un andamento schizofrenico delle aste dei titoli pubblici. Il problema non è nemmeno quello che affermano, ma che i due principali provvedimenti di una finanziaria piena di cose buone, reddito di cittadinanza e quota 100, siano due bombe di lungo periodo. Voglio vedere, anche se andasse al governo Von Hayek, chi avrà il coraggio di togliere il reddito di cittadinanza… Per fortuna è di gestione complicatissima e quindi farà desistere anche molti che rientrano nel limite ISEE. La cosiddetta ‘Opzione donna’ è invece quasi una conferma della situazione passata, che comunque era sbagliata se guardiamo alle aspettative di vita.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 9 votes)
  17. Se il calo degli sbarchi è merito di questo governo si beccassero anche il calo del PIL

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 21 votes)
  18. C

    “La variazione congiunturale è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto di agricoltura, silvicoltura e pesca, di un “netto peggioramento” dell’industria e di una stagnazione dei servizi. Dal lato della domanda, vi è un contributo negativo della componente nazionale (al lordo delle scorte) e un apporto positivo della componente estera netta”.

    Vi propongo due euristiche:

    1. Il popolo col cuore è con questo governo ma col portafoglio no.
    2. I morti di fame sono tutti con questo governo, chi ha due soldi da parte è 50/50, e tra questi buona parte non si fidano.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
    1. ” I morti di fame sono tutti con questo governo, chi ha due soldi da parte è 50/50, e tra questi buona parte non si fidano.”
      Stai descrivendo il Venezuela pre Chavez.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 9 votes)
      1. C

        Il M5S schiera l’Italia sul Venezuela: “Non riconosciamo Guaidó”

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -1 (from 1 vote)
        1. C

          Venezuela, Parlamento Ue riconosce Guaidó presidente. L’Italia no dice non solo M5S

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 2 votes)
  19. j

    Comunque se un paese come il Belgio può sostenere il cpas (che pagava e paga mensilità ai terroristi in Siria, a proposito di eventuali abusi) l’italia può sostenere il rdc. E se il problema è la domanda interna ributtare in giro 10 mld l’anno non è proprio una cosa negativa

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 8 votes)
    1. C

      Il Belgio ha ridotto il suo debito dal 130% al 100%. Nel frattempo noi facevamo il contrario. Facepalm

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 10 votes)
      1. j

        Magari lo ha ridotto non distruggendo la domanda interna e mantenendo un livello di consumi tale da produrre gettito fiscale e contributivo soddisfacente, grazie ad un’economia che non soffriva causa mancanza di liquidità.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
        1. C

          Non conosco il Caso belga, se ci sono riusciti senza aumentare le tasse buon per voi, si vede che hanno una classe politica meno cialtrona della nostra e una popolazione più sveglia.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -1 (from 1 vote)
          1. j

            Ci sono più tasse, i politici sono dei cialtroni quanto i nostri si fa un nero pauroso lo stesso e grandi fette della popolazione vivono sulle spalle del sistema. In cosa quindi sono virtuosi i belgi? Probabilmente nel non t ompere troppo i coglioni alla gente e di sprecare miliardi e miliardi in opere per riempire il culo alle clientele.

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +5 (from 5 votes)
  20. C

    Votato

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 4 votes)
  21. s

    se non è male perché limitarsi a 10? facciamo 100.

    Stefano ti faccio un esempio reale. media azienda meccanica, pianifica acquisto di nuovo macchinario per lavorazioni più efficienti e allargare il mercato.secondo te dopo il diluvio di dichiarazioni del governo contro industria 4.0 hanno acquistato?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
    1. j

      Spike guarda che di sussidi che puoi chiamare come ti pare e pieno ogni stato civile, modelli di produttività compresi. Quindi si se ci fosse la possibilità pure ributtarne 100 non sarebbe male.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
      1. s

        supponiamo zero lavoro nero e zero meccanismi distorsivi. il sussidio da 1340€ a un disoccupato con tre figli, soldi prelevati dalle tasse di un operaio con famiglia a carico. questo ha marcati effetti positivi sull’economia?nosupponiamo zero lavoro nero e zero meccanismi distorsivi. il sussidio da 1340€ a un disoccupato con tre figli, soldi prelevati dalle tasse di un operaio con famiglia a carico. questo ha marcati effetti positivi sull’economia?no.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
  22. D

    Votato ovviamente SÌ perché prima di questo governo l’Italia era una superpotenza mondiale con un’economia più che florida che i governanti precedenti stavano guidando a gonfie vele con l’appoggio del vento UE di cui rappresentava lo stato guida da seguire come modello…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -5 (from 17 votes)
  23. r

    Spike mi spieghi meglio la storia dell’azienda che non compra il macchinario perché il governo non è (?) a favore dell’industria 4.0 (?) ?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  24. e

    Il punto di partenza sensato del discorso del direttore è che lo zero virgola conta una cippa lippa… oltrettutto rapportato ad un trimestre, e di un indicatore (il pil) che fa acqua da mille parti. E’ un dato buono solo per spostare voti ed opinione pubblica (e di fatto questa sta già accadendo) e rappresenta poco o niente la vera vita (l’esempio del matrimonio con la domestica).
    Detto ciò la colpa è della politica in senso ampio degli ultimi 40/50 anni. Colpa di non aver formato generazioni con cultura scentifica e matematica, ma umanistica!!! Siamo pieni di gente che non sa fare una banale equivalenza ma sa chi è Ungaretti (eeeh, ma nella vita quotidiana vuoi mettere recitare a memoria una poesia?!, vorrai mica fare una banale equivalenza per preparare il minestrone per 8 persone anziché per 4….).Colpa di aver favorito il solo settore manifatturiero trascurando quello agricolo e quello turistico e dei servizi con il risultato che ora che siamo arrivati ad una sostanziale saturazione del mercato produttivo ci sono ampie sacche di disoccupazione perché non c’è altro lavoro, o meglio, ci sarebbe ma manca la formazione. Un ingegnere mica vuole gestire il museo di quarna di sopra…. (grazioso paesino nel biellese). Colpa di assurde politiche pensionistiche che anziché favorire la fuoriuscita del personale over 55 obbliga a non lavorare dei matusa che non hanno più niente da dire in termini di modernità ed innovazione che sono la linfa della competitività, soprattutto internazionale. Conseguenza assenza di turnover con lavori che non vengono assegnati ai giovani volenterosi, pieni di idee e coraggio che emigrando impoveriscono di fatto e di competenze l’Italia. In Italia uno Zuckemberg non ci potrebbe essere, non perché da noi sono scemi, ma perché nessun datore di lavoro darebbe fiducia e stipendio ad un ragazzo visto le merde di contratti che i vari governi ci hanno regalato per far risparmiare 4 soldi agli “imprenditori”. Colpa della politica in un’attuazione del entrata nell’euro da guerra civile con potere d’acquisto dimezzato in 24 ore (biglietto del cinema da 11.000 lire ad 11 euro). E l’euro non è il nemico, perché da quando è entrato in vigore, il solito biglietto del cinema, ora costa 11,50/12 euro…. Ma se il potere d’acquisto dimezzato nel breve termine non si manifesta, lo fa nel medio lungo: minori acquisti, minori risparmi, minori investimenti che trasportati nel mondo produttivo vuol dire CRISI… e mi fermo per non rompervi oltre i coglioni. Ho votato 5s perché avulsi dalla politica degli ultimi 40/50 anni di cui sopra con la speranza che almeno alcune di queste lacune possano essere superate. Quota 100 ad esempio va in questa direzione, e già solo quella merita l’appoggio. Occorre pensare in prospettiva di 50/70 anni non di 1 o 2 legisltaure. E il pd di Renzi non meritava appoggio proprio per quello, obiettivi solo di breve termine.
    Ps: anche il reddito di cittadinanza va in questa direzione, è strumentale alla concorrenza sui salari. Cosa attualmente inesistente. Cosa deve fare un imprenditore per convincere un individuo a muoversi dal divano per lavorare per lui? Offrirgli più di quanto prenda a stare sul divano, e questo è un bene perché consente di immettere ulteriore liquidità nel sistema e quindi aumentare il potere d’acquisto ed in definitiva i consumi creando un grosso circolo virtuoso. Maggiori consumi poi incrementano gettito fiscale sia con iva sia con tasse sui produttori e questo finanzia il RDC. Eddai….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
    1. D

      Fino a “ho votato 5S perchè” ero pronto a commentare “nomen omen”, da “Quota 100” in poi mi sono sentito come quando alla quinta puntata dei Visitors si scoprì che erano dei rettili antropofagi con delle maschere di gomma…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 6 votes)
      1. e

        Grazie Dane, mi fa piacere perché riconosci le questioni di principio, non condividi le soluzioni e qui ci può stare. Se fossimo in politica da qui si potrebbe partire per trovare soluzioni di buon senso mischiando le rispettive idee. La politica, quella vera, questo dovrebbe essere non perseguire un ideale, ma agire in base al buon senso.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 1 vote)
        1. D

          Riassumo il tutto con uno dei mantra storici di Italo Muti: le opinioni possono divergere, i fatti no.
          Le soluzioni attengono alle prime, i problemi ai secondi.
          Purtroppo la politica, soprattutto in questo paese, corre su altri binari e i passeggeri sono i primi ad essere vittime dei deragliamenti…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 0 votes)
  25. K

    Questi stanno al governo dal 1mo giugno e ancora non hanno fatto un cazzo. Magari sarà colpa degli altri, ma non hanno fatto niente di niente per prevenire o rallentare, solo campagna elettorale fino ad ora. Poi senza opposizione, ne interna ne esterna (altro che Renzi). Hanno raccontato il volere del popolo mettendo insieme due programmi irrealizzabili. RDC: fumo per mettere soldi nei centro impiego del sud.
    Flat Tax: de che? Quota 100: tanto pagano gli altri. Decreto Sicurezza: si, come no, creando criminali. ILVA, TAV, quanto e’ stato bruciato fino ad ora? Fatt Electr: un fiorino.
    Pensavo che fossero incapaci, ma mi sa che sono proprio in mala fede.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 5 votes)
    1. D

      Che non abbiano fatto un cazzo è vero, ma giocando con le parole potremmo dire che se non hanno fatto un cazzo non possiamo imputargli delle colpe.
      Con buona pace dei Ceccotoccami che sventolano da giorni sto zero virgola agitando in aria il cappio e quando c’era Renzi ripetevano ossessivamente lo slogan del “ci vuole tempo” anche quando il governo Renzi aveva doppiato la durata del governo Letta (ecco, così non mi si può dare dell’anti-piddino…).

      Ps: per quanto riguarda il discorso malafede è agghiacciante il parallelo con la situazione di Roma Capitale. Non so se sia malafede ma di certo c’è una riconoscibilità nel profilo comportamentale…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 4 votes)
      1. C

        Letto. Ma me ne sbatto. Insisti quanto vuoi a scrivere le caxate che vuoi. Contento te. Saluti.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +10 (from 12 votes)
        1. D

          Quali cazzate?! Non sei stato tu a sventolare per primo la notizia sul Muro della Politica?! Dici che ti confondo con Gatto?!😳

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -2 (from 4 votes)
          1. C

            Qualcuno gli dia spago… Buona fortuna. ciao.

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +5 (from 7 votes)
      2. K

        Romacapitale cosa centra?

        I 0 virgola possono essere importanti – ma qui non partliamo di 0 virgola, qui parliamo recessione, e di un governo che non ha fanno niente per prevenirla. Tutto la finanziaria e’ stata costruita con modelli di crescita che non corrispono alla realtà. L’IVA al 26% sarà colpa di Renzi?

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 7 votes)
        1. D

          1) C’entra perché col senno di poi direi che la giunta Raggi sia stata un anticipazione di quella che sarebbe stata la linea del governo 5s: non fare una minchia.

          2) Il governo non ha fatto nulla per fermarla (ma di certo non lo fai in 6 mesi, chiedi a Renzi che per tutto il suo governo ci ha spiegato che ci voleva tempo) ma la recessione segue una certa inerzia da tempo.

          3) Veramente dell’iva al 25% ho sentito parlare per la prima volta proprio ai tempi di Renzi, guarda un po’. Ma sarà stata sicuramente colpa del governo Berlusconi…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +2 (from 2 votes)
  26. t

    Enzo Vince: anche per me tutto giusto fino al RDC e quota 100, che sono altre soluzioni tampone. Non avrete nuovi Zuckerberg grazie a quello o altre misure per gonfiare il welfare.

    Si puo’ iniziare a finanziare sette/dieci centri di eccellenza per ricerca pura e applicata, cercando di trattenere i giovani e attrarre immigrazione qualificata (no dentisti siriani grazie) con stipendi adeguati (lo Human Technopole e’ stata l’unica buona idea di Renzi). Soldi presi tagliando le inutili sedi universitarie periferiche e i corsi su Gramsci e la Borghesia come Male Assoluto (tanto i prof. e gli studenti votano tutti PD).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  27. t

    Ricca: ma cosa ti deve spiegare, e’ una cazzata e basta. La produzione e l’innovazione non si creano o distruggono con decreti e twittate.

    Convertire il paese dalla cultura delle chiacchiere a quella dei fatti sarebbe un progresso, spargendo sale su tutte le facolta’ di economia e ingegneria gestionale che formano sti Attrezzi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  28. j

    La recessione non l’ha “prevista” nessuno in Europa e anzi hanno insistito con l’austerity e con il moriremo tutti se qualcuno fa manovra a debito. E adesso parlano di manovre espansive. I burattini hanno piu autonomia di pensiero.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  29. K

    @gusbaratta
    Today Italy issued 8bln 30yr BTPs.

    Had it issued the same bond last April, it would have received around 1.3 bilion more cash from the market.

    Having an unfit and incompetent government can be costly. Ignorance is costly.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 2 votes)
    1. C

      Più che altro il 4.9% a 30 anni è tanta roba, con un 2% di inflazione per andare a pari a livello di debito PIL dovresti crescere del 3% annuo. Mah.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 1 vote)

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi