Il giorno della liberazione da Sky

Su imbeccata involontaria del Direttore e del suo pezzo sullo streaming illegale, volentieri porto la mia testimonianza di semplice onesto consumatore che non ha mai fatto streaming illegale ma che proprio nelle ultime settimane ha avuto l’unica ambizione di disdire l’abbonamento a Sky, attivo da diversi anni, con la (vana) speranza di rapido successo e minimo dispendio di tempi/energie. Ne è derivata l’ennesima riprova di come oggi nulla abbia più realmente un prezzo (e quindi un valore) definito. Tutto ormai si tratta, sempre, comunque e con chiunque. Se non lo fai sei un coglione o sfigato per definizione. Preciso di aver sempre e solo avuto il pacchetto Sky Tv (in pratica intrattenimento e serie) e Calcio (non quello Sport). Oltre al motivo principale della disdetta, il cambio di appartamento che avrò tra circa tre mesi, ulteriori motivi in ordine sparso.

1) Qualità dei programmi di approfondimento soprattutto calcistici crollata. Ormai Sky campa solo grazie al monopolio, aveva una qualità di immagini superiore finché il competitor era Mediaset con lo standard definition (ma ormai l’HD lo fanno pure in RAI oltre che in Mediaset). Di fatto sulle sport news Sky si è ridotta quasi unicamente a fare da megafono finto-credibile degli uffici stampa dai vari ritiri e a blitz (con il solito finto alone di mistero) di calciomercato con personaggi a me ancora incomprensibili (Fayna, Ugolini), per il resto un bassissimo rimpallo tra le conversazioni in ciabatte del Caressa-club e sempre nuovi avventure degli storyteller. Dopo i vari Sciagurato Egidio, quindi Porrà/Nosotti, Buffa, da solo o in combo mortale con Adani, Marani, Bucciantini, Porrà back again, direi anche basta.

2) Approfondimenti giornalistici inesistenti (nulla a che vedere con la cara vecchia mamma Rai, con Report esempio inarrivabile e per i tentativi tipo racconto del reale o simili) e qualità delle serie in sensibile calo almeno rispetto a qualche anno fa: degli ultimi due anni salvo pienamente solo Billions, Fargo e The Americans, ma magari dimentico qualcosa.

3) Ovviamente hanno contribuito anche vari altri fattori minori… ad esempio le varie ruberie da 28 giorni di fatturazione (con prezzo alla fine lievitato), il livello calcistico della serie A ormai penoso, la riduzione da 10 a 7 delle partite teoricamente visibili e il taglio secco della B a parità di spesa.

4) Aggiungo poi il tentativo di pseudoalienazione del genere umano attraverso Sky Q che addirittura ti fa cambiare canale a voce. Davvero non capisco quale sia il beneficio, se non autocertificare a se stessi un decadimento fisico irreversibile che rende evidentemente impossibile cambiare canali a mano. Utile invece, veramente, per persone anziane o con problemi di invalidità o limiti motori ma non mi pare proprio che sia quello il posizionamento commerciale del prodotto. Aggiungiamo il fatto che ho una vita sentimentale e sociale che fortunatamente non mi tiene blindato in casa per forza tutti i weekend, quindi la fruizione è ridotta per definizione.

Insomma, procedo. Vengo ovviamente aggredito da telefonate, mail, sms a getto continuo dal giorno stesso della ricezione della raccomandata, sia da finti “fissi” (prefisso dominante Milano e a seguire Napoli, mentre altre aziende prediligono una finta Londra) sia cellulari. Ma io tengo duro e vado dritto verso la meta, che si è materializzata ieri. Rientro da un viaggio di lavoro in tempo (avevo già caricato il decoder in macchina per la riconsegna) e vengo prima contattato in mattinata per una “Offerta imperdibile: 24 euro per pacchetto Sky Calcio Tv+ Skybbblek” (o qualcosa del genere, scusate ma non ho approfondito e non voglio farlo), oltre al “pacchetto famiglia” che “ha tanti canali divertenti!”. La voce della signorina è la voce della sconfitta, il mio no finale e l’arrivederci strozzato con cui chiude la telefonata mi fa pensare ad un obiettivo commerciale “facile” che era stato messo in conto causa offerta davvero ritenuta imperdibile per un target di cliente come me. Ma io vado avanti, faccio la mia giornata, rientro a Milano e mi presento finalmente alla riconsegna del decoder. Controlliamo cavi, tessera, telecomando, eccetera. Noto altre due scatole come la mia che mi fanno pensare come la procedura della riconsegna sia molto più praticata del previsto. Stiamo per concludere e mi arriva ancora una proposta last second dal commesso: “31 euro Calcio Tv Cinema e – di nuovo- SKYBLACK”. Lo confesso, non ho resistito e ho controllato: Sky Black è la versione minore, qualsiasi cosa voglia dire, di Sky Q Platinum (L’Isis non ha nemmeno bisogno di combattere, in altre parole). Ma io, uomo d’altri tempi, respingo e anzi fingo di riaprire una improbabile trattativa lampo solo per placare il ragazzo, ricordando la promo mattutina da 24. Lui non batte ciglio e al volo ribassa il tutto a 21. Certificato uno sconto reale arrivato a fine contrattazione addirittura al 50%, ringrazio e firmo tutto il dovuto lasciando spazio al cliente successivo anche lui con decoder da consegnare.

Considerazioni finali, a prescindere dalla qualità del prodotto su cui ognuno ha la sua opinione. La prima, forse la più importante: perché Sky premia chi se ne vuole andare, regalandogli metà abbonamento, e non premia invece chi è rimasto abbonato tanti anni, come ad esempio io, facendo degli sconti proprio per la fedeltà? Sembra uno di quegli uomini che inseguono  le donne stronze (o donne con uomini stronzi, lo schema è quello) sottovalutando le altre. La seconda: per offrire uno sconto del genere sono davvero messi così male? Il calcio e lo sport piacciono sempre, il cinema e le serie tv esistono ancora, ma forse le persone si stanno rendendo conto che il mondo Sky non interessa più così tanto e non solo per questioni di soldi (diversamente lo sconto avrebbe una sua presa). Terza considerazione: non riusciamo ad abituarci, ma forse è un nostro limite, a un mondo in cui anche gli aspetti minimi della vita, non diciamo l’acquisto di una casa, devono essere oggetto di contrattazione continua. È il libero mercato? Allora liberamente me ne vado. Se ci riesco.

(Testimonianza di Ignoto 1, dalla periferia ovest di Milano)

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.1/10 (23 votes cast)
Il giorno della liberazione da Sky, 9.1 out of 10 based on 23 ratings

17 commenti

  1. s

    fanno così da sempre. li ho mollati anni fa oramai. prima ero cintura nera di abbandono-rifiuto di 5/6 offerte a ribasso sempre più forte-accettazione. ricordo che arrivai ad avere praticamente tutto a 10 € mese, più o meno. credo che a loro interessi solo il numero di abbonati da “vendere” agli inserzionisti pubblicitari.
    I motivi per cui li ho mollati? + o – tutti quelli che hai elencato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  2. A

    Per i clienti più fedeli (o più stupidi?), tipo me che sono arrivato a 16 anni di utenza, c’è Extra: una serie di aziende “terze” che offrono beni o servizi a prezzo scontato. Roba abbastanza specifica da non averli sfruttati mai…Appena il piccolo di casa non vorrà più saperne dei cartoons, inizio pure io la trattativa all’ultimo cent 😉

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  3. B

    ma chiudete il flusso RID, mandate la raccomandata e amen!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  4. m

    Pippone senza troppo senso. Sky Q una genialata totale, con la possibilità di vedere con la stessa qualità due canali diversi in stanze diverse. Il comando vocale diverte i bimbi. Si disdice e si tratta (basta una telefonata) e si spende un po’ di meno, se non si vuole più si disdice e basta. Per il resto c’è Barbonia. Non capisco il problema.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -23 (from 31 votes)
  5. C

    Lezione di microeconomia raccatta meno: il costo marginale del cliente Sky è 0€, ragion per cui arrivano a fare sconti superiori al 70%. Del resto succede la stessa cosa con le compagnie telefoniche, le offerte che fanno a chi arriva da qualche altra compagnia sono sempre migliori di quella che pagate.

    Cmq quando ho letto “nulla a che vedere con la cara vecchia mamma Rai, con Report esempio inarrivabile” mi sono venuti i brividi. Che ci sia ancora qualcuno nel 2018 che si beve le panzane di Report è grave.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 19 votes)
  6. m

    Credo si contesti la politica commerciale al ribasso pur di tenerti come cliente.
    Per il resto non sono il cliente sky ideale. Non sto in casa per Juve-Chievo, i motori mi fanno cagare, l’NBA la guardo dalla primavera. Extra sport poche serie TV e zero intrattenimento.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  7. M

    Il comando vocale è una comodità unica, facilita le ricerche per titolo per cui prima ci volevano minuti solo per scorrere tutte le lettere.
    I canali a mano li puoi cambiare comunque, e non è che prima avevi grossi benefici fisici dall’uso dei tasti invece che della voce.

    Per il resto se uno vuole recedere lo fa senza problemi, mica ti obbligano a sottostare alle loro azioni di retention.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -6 (from 6 votes)
  8. M

    SKY Q lo hanno fatto apposta perché hanno visto che piace lo streaming e hanno trovato un altro modo per spennarvi. Per il resto l’unico canale che potrei vedere è quello della NBA ma lo vedo per vie traverse e poi c’è sempre youtube 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  9. c

    Chi non disdice mai è un gonzo che paga senza problemi, quindi perché dovrebbero ridargli dei soldi tramite sconto?
    Il costo di (ri)acquisizione di un cliente è molto elevato, quindi conviene sempre fare uno sconto, anche elevatissimo, a chi vuole andarsene.
    Io ero arrivato a €112/mese, ho mandato disdetta via PEC e ho ritrattato a €80 per un anno. Tra 12 mesi altra PEC, quindi non c’è più neanche lo sbattimento di andare in posta. Essere pigri non paga mai, quindi sotto con le disdette.
    Sky Q va ha un telecomando a infrarossi o bluetooth o altro? In altre parole, funziona anche se posizionato in un mobile?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  10. L

    Cydella ma uno ha anche una vita dai… Non è che, come dice sopra l’autore, si sta comprando una casa. È come il piano telefonico.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
    1. c

      Non ho capito l’obiezione.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
    2. D

      Il piano telefonico è molto più complicato, tra penali, termini di disdetta, costi di attivazione/disattivazione etc.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 3 votes)
  11. F

    credo intendesse dire che uno non puo’ passare il tempo a spegnere e riaccendere un contratto ogni tot, perche’ comunque porta via tempo, telefonate rotture di coglioni in pratica

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. c

      PEC preimpostata che invii una volta all’anno, non mi pare sta gran rottura. A Sky ho detto di richiamarmi solo per uno sconto importante. Totale dedicato, 10 minuti della mia vita, 1/12 di quello che passo quotidianamente a spippolare il cellulare.
      Se fosse sta gran rottura, sarei il primo a non farla.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
      1. L

        Preferisco dedicare 10 minuti in più a un caffè o a indiscreto 😉

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
  12. m

    Attenzione però, qui si parla di una persona che vuole disdire per disdire. Non di una che vuole disdire per ottenere un’offerta migliore. Chi vuole disdire per disdire viene importunato oltremodo per non disdire.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  13. C

    Nel frattempo il network che non fa approfondimenti su skytg sta facendo la miglior inchiesta sull’alimentazione che abbia mai visto. Eh ma vuoi mettere Report?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 2 votes)

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi