La squadraccia di Di Gennaro

Dovrebbe chiedere scusa, Antonio Di Gennaro: non per avere definito ‘squadraccia’ l’Inter in un fuori onda al termine del primo tempo della partita con il Tottenham, ma per non avere detto ai milioni di telespettatori, durante la telecronaca per così dire ufficiale, che la squadra di Spalletti stava giocando da cani, non riusciva a tenere un pallone e fino a quel momento nemmeno ad uscire dalla sua tre quarti di campo, mettendo Skriniar e De Vrij sempre uno contro uno contro attaccanti che per fortuna dell’Inter non erano Messi o Cristiano Ronaldo. La seconda voce RAI non è stata peggio di tanti suoi colleghi, comunque, limitandosi a seguire le solite due regole: 1) Bisogna sempre tifare o fingere di tifare per le squadre italiane; 2) Mai criticare in maniera diretta gli addetti ai lavori.

Entrambe le regole hanno l’obbiettivo del quieto vivere e della preservazione del posto di lavoro o della collaborazione, ma la prima è come marketing palesemente assurda perché i tifosi contro e gli indifferenti sono sempre di più dei tifosi pro. Vale per l’Inter e a maggior ragione per la Juventus, ma anche per squadre con un bacino di utenza quasi solo locale come Roma e Napoli: difficile che fuori dal loro circondario generino simpatia o antipatia, per questo telecronache culturalmente oneste sarebbero in questi casi ancora più gradite. La seconda regola è da puri uomini di calcio, perché il Di Gennaro della situazione essendo stato giocatore sa perfettamente cosa pensino dei commentatori i protagonisti del gioco. Senza contare il fatto che alcuni club possono fartela pagare, per il potere dei loro dirigenti o semplicemente per la capacità di mobilitare masse twittanti contro chi osa criticare. Personalmente, nel nostro piccolo, abbiamo avuto più problemi di lavoro le poche volte in cui abbiamo scritto un giudizio calcisticamente pesante (del tipo ‘Questo attaccante farebbe fatica in serie B’) ma sostenibile con argomentazioni rispetto alle tante volte in cui abbiamo prodotto notizie poi rivelatesi infondate. Dai e dai, una certa mentalità ti rimane dentro senza più bisogno di minacce.

Va detto che gli interisti che se la sono presa con Di Gennaro non sono stati tantissimi, ma comunque sufficienti a generare le sue ridicole scuse: “Il termine ‘squadraccia’ non era riferito all’Inter ma ad una precisa domanda che mi aveva fatto il collega. Prima di rientrare in collegamento, sulla squadra del mio ex allenatore Terim, ancora sconfitta in Russia. Mi dispiace per il disguido. Non mi permetterei mai. Soprattutto per i tanti tifosi nerazzurri”. Ma sì, gli abbonati RAI che tifano per il Galatasaray in fondo sono pochi… Conclusione? Ci sarebbero i numeri per avere commenti autorevoli e duri almeno sulle partite di calcio, ma inseguendo la tranquillità si continua a trattare il pubblico come una massa di deficienti. A volte a ragione, a volte no.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (12 votes cast)
La squadraccia di Di Gennaro, 10.0 out of 10 based on 12 ratings

23 commenti

  1. R

    Si riferiva sicuramente ai turchi, sennò avrebbe utilizzato termini ben peggiori per il calcio cagon che si è visto a Londra, squadra di merda ad esempio, volendo usare un pietoso eufemismo. Poi certo, figurati se le orde di acritico-acefali non s’indignano.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 14 votes)
  2. r

    Il malpensante era indignatissimo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 11 votes)
  3. U

    Piu o meno indignati dell’arbitraggio di inter-frosinone?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 9 votes)
  4. c

    Quindi l’Inter ha giocato di merda pure a Londra? Anche qualcun altro pensa che faccia veramente cagare e quindi non sono l’unico? Sono commosso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 9 votes)
  5. s

    in questo la rai non si differenzia dagli altri. pessimo servizio, con l’aggravante che gli altri posso scegliere di non pagarli, la rai no. di gennaro avrebbe fatto una splendida figura rilanciando: l’inter ha giocato da schifo e definendola squadraccia sono stato tenero. peccato non lo abbia fatto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  6. U

    “Insomma, la narrativa onesta che si può tirare fuori da questa partita dice che l’Inter non meritava la sconfitta, ”

    Siate onesti

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  7. A

    Dai su, per quante squadre i cronisti hanno detto ‘squadraccia’?

    Io mi ricordo solo una sequela di ‘a testa alta’… vergognosa pagina della RAI, spero che di Gennaro se ha un minimo di dignità si dimetta e torni a fare quello che faceva prima (ecco appunto, che faceva?)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -6 (from 10 votes)
    1. m

      La dignità l’ha persa con la squallida scusa inventata, legittimo dire che la squadra faccia cagare, qualsiasi essa sia.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 7 votes)
  8. r

    Andrea ne parli come se lo avesse detto in telecronaca e non quando convinto di non essere ascoltato

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. A

      Siamo ai livelli del cameriere che scrive sulla comanda ‘ai due ricchionazzi’ tanto quelli non lo sapranno mai… salvo poi scoprirlo perché per errore consegna la comsnda… fate voi!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 6 votes)
  9. D

    Andrea, se l’avesse detto in cronaca avrei capito la polemica (“aaahhh, ma alle altre squadre tipo la Juve mica li danno sti giudizi tranchant!…”) ma in privato nel fuori onda uno può ritenere una squadraccia pure il Real di Di Stefano e il Brasile di Pelè.
    Non so nemmeno se esista un tifoso che non abbia mai detto in vita sua “squadraccia” commentando deluso la propria squadra in un momento poco felice.
    Peraltro Adani che travalica totalmente ogni limite di professionalità IN DIRETTA viene osannato per la sua “passione trascinante”, mentre di Di Gennaro che FUORI ONDA commenta non si sa ancora bene cosa si chiede seduta stante la testa su un piatto d’argento.
    Talebani del cazzo, la vera cosa grave di Di Gennaro è stata “non mi permetterei mai…”, punto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +24 (from 26 votes)
    1. c

      Il problema è che doveva dirlo in diretta che l’Inter gioca di merda, mica di nascosto. Pretendiamo gente che si esponga!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +11 (from 11 votes)
  10. U

    “Talebani del cazzo, la vera cosa grave di Di Gennaro è stata “non mi permetterei mai…””

    Amen
    Toppa infinitamente peggio del buco

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 13 votes)
    1. A

      Considerando poi come trattano in Turchia i giornalisti che osano tanto… fossi di Gennaro direi meglio “no, no! Mi riferivo proprio all’Inter!”

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +18 (from 18 votes)
  11. M

    Vedetelo come il contrappasso per la garracharruaaaaaaaaaaaa di due mesi fa ed andate avanti su che non ha detto niente di che.
    Anzi, è stato molto più onesto di Adani quando ha fatto quello show pietoso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
    1. E

      Adani però non è nuovo a questi show
      mi ricordo un accorato “non ci posso credere” (ripetuto più e più volte) al record di Higuain, tanto per dire

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
  12. M

    Cioè il discorso è che se il tifoso crede che l’essere umano seconda voce abbia una propria opinione deve accettare che questa ogni tanto venga fuori.
    Discorso diverso invece da quelli che si impuntano in maniera acritica come ad esempio Cistocchi o Siliani contro la Juve.

    Se ieri la seconda voce sul 2-1 per il Lussemburgo avesse detto “vergognosi” invece che “il Milan sta continuando ad applicare il proprio calcio e la propria filosofia ” ne sarei stato orgoglioso in quanto avrebbe rispecchiato in pieno la mia opinione e vi avrei visto onestà massima.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 10 votes)
    1. Per radio la seconda voce , credo Claudio Sala , li definiva indegni sul 2-1

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
      1. M

        Onesto.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 3 votes)
  13. U

    Han ciulato la password a Belisario?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  14. z

    Da interista morbido ho tifato Spurs più o meno al 10′ del primo tempo quando già si pensava a perdere tempo sulle rimesse laterali..uno squallore unico. Il tempo effettivo ci salverà ma forse lo vedranno i nostri nipoti

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 10 votes)
  15. m

    Ragazzi, alle squadre serve il giornalista confidenziale, quello che da del tu al giocatore, che lascia sfogare l’allenatore qualsiasi puttanata dica, come si permette questo DiGennaro? E’ un dipendente del servizio pubblico! Si contenga!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  16. m

    Lo scandalo vero rimane non chiamarli sempre “la Lazio di De Vrj”.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -9 (from 15 votes)

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi