Hacker russi di Midterm: Trump ha vinto o perso?

In base al risultato delle elezioni di Midterm potremo dire se gli hacker russi hanno influenzato o no il voto americano, dopo aver fatto vincere i Cinque Stelle, la Brexit, Bolsonaro e avere alterato anche alcune assemblee di condominio della periferia ovest di Milano (anche le ripartizioni millesimali vengono decise a Novosibirsk). In attesa di Inter-Barcellona e della Maratona Mentana segnaliamo intanto che secondo alcune indagini i cattivi Stati Uniti e la pessima Italia rimangono fra i paesi meno orrendi del pianeta. Uno dei parametri, secondo noi il primo ma per tutti sicuramente fra i primi, è la libertà di espressione sul web. In questo senso secondo il report della Ong Freedom House la situazione è nell’ultimo anno peggiorata in 26 dei 65 paesi analizzati e migliorata in 19.

Negli Stati Uniti la libertà sul web è diminuita, ma il paese rimane (rimarrebbe) comunque in questo senso fra i più liberi al mondo dopo Islanda, Estonia, Canada, Germania e Australia. Al decimo posto l’Italia, dove la situazione è rimasta stabile, moltissimo indietro la Russia e agli ultimi tre posti Etiopia, Iran e, avete indovinato, Cina. Nei paesi dove si commettono il maggior numero di violazione alla libertà sul web la legislazione e i controlli si basano ufficialmente sulla necessità di ridurre il numero di fake news. In altre parole il supercontrollo tanto invocato da alcuni vip nostrani, quando basterebbero normali querele per diffamazione, altro non è che autoritarismo mascherato. Ed infatti esiste soprattutto in paesi pericolosi e al tempo stesso ridicoli, ammirati da politici pericolosi e giornalisti ridicoli. Tutto giusto, però…

Piccola nota su Freedom House, citatissima dai giornalisti di tutto il mondo per supportare una propria tesi (e noi non facciamo eccezione) o per spacciare per articoli comunicati rimasticati (nel calcio questo succede con il mitico CIES, una volta con l’IFFHS, ma in questi casi parliamo di realtà che valgono il bar sotto casa): si tratta sì di una ong fra le più prestigiose (nel 1941 fra i fondatori Eleanor Roosevelt) e con l’obbiettivo, difficile e lodevole, di misurare la libertà di espressione nel mondo, ma è finanziata quasi interamente dal governo americano e non c’è bisogno di essere Giulietto Chiesa per saperlo. In altre parole, potrebbe essere uno dei tanti strumenti con cui gli Stati Uniti effettuano divisioni fra buoni e cattivi e le fanno interiorizzare al resto del mondo. Insomma, report da leggere con interesse ma usando il proprio cervello. Certo la battaglia contro le fake news è autoritarismo puro, non c’è bisogno di veline filoamericane per ammetterlo. Ah, signora mia, i giornali di una volta che troncavano e sopivano con classe e grandi reportage. Quelli sì che erano articoli, e pazienza se i lettori leggevano soltanto necrologi e orari dei cinema.

Ci siamo fatti trascinare dall’entusiasmo, in realtà volevamo soltanto proporre un ‘Di qua o di là’ sulle elezioni americane riguardanti tutta la Camera e un terzo del Senato. Visto che si tratta anche di un referendum su Trump, a due anni dall’inizio del suo mandato, la banale contabilità direbbe che il presidente USA potrà dirsi vincitore se i repubblicani conserveranno la maggioranza sia alla Camera sia al Senato. La situazione per lui peggiore sarebbe ovviamente perdere entrambe le camere, cosa che al di là degli editoriali giornalistici permetterebbe l’impeachment per qualsiasi cosa (hacker russi compresi). Un pareggio negativo per Trump sarebbe conservare il Senato e straperdere la Camera, mentre uno accettabile sarebbe perdere sì la Camera ma di poco (è ciò che dicono i sondaggi, fra l’altro), in modo da staccare la sua immagine da quella del partito. La domanda è quindi chiarissima, anche se la risposta potrebbe essere difficile: Trump ha vinto o perso queste elezioni di Midterm?

Trump esce vincitore o sconfitto da queste elezioni di Midterm?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 6.0/10 (2 votes cast)
Hacker russi di Midterm: Trump ha vinto o perso?, 6.0 out of 10 based on 2 ratings

31 commenti

  1. B

    il voto a questo sondaggio domattina?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    1. In Indiana e Kentucky i seggi chiudono alla nostra mezzanotte, possiamo scatenarci subito…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
      1. D

        Quindi chi ha già risposto ha la sfera di cristallo?! 🤔

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
        1. A

          si commentano partite mai viste, figurati esprimersi su minchiate come le elezioni di mid-term (con gli altri presidenti manco si sapeva che si votava…)

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +6 (from 10 votes)
          1. D

            Stai forse insinuando che rosicano così tanto da non riuscire ad aspettare la fine del mandato per la rivincita?!

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +4 (from 10 votes)
  2. t

    Elezioni di midterm da sempre negative per il presidente.

    I democratici comunque abbastanza al gancio, richiamano Obama a far comizi, con potenziali candidati per il 2020 da brividi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  3. C

    Comunque sarebbe stato meglio non parlarne. Stavano votando e potevate condizionare il voto. (di qualcuno quasi cit.)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  4. L

    Dunque pareggio positivo?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
  5. B

    un pareggio previsto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  6. A

    ho visto brutte scene in italia: persone “carosellare” perchè hanno eletto al congresso una latinoamericana, un’indiana lesbica e il primo maschio gay dichiarato.

    attendo risposta di italo
    firmato diaz (cit.)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
    1. chissà la Botteri eh…magari starà parlando con la murgia, chissà quanto fascismo troveranno…
      buon risultato per Trump, mercato green, what else

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 11 votes)
      1. Budrieri si vendica evitando di leggere i libri della Murgia, del resto lui ha in casa solo quello di Sarugia

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 2 votes)
        1. E

          Direttore, una opinione su Sarugia? poi le spiego il perchè della domanda

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 0 votes)
          1. La vera domanda è infatti il perché della domanda… come si fa ad avere un’opinione su Sarugia?

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +5 (from 5 votes)
  7. G

    “ho visto brutte scene in italia: persone “carosellare” perchè hanno eletto al congresso una latinoamericana, un’indiana lesbica e il primo maschio gay dichiarato.”

    Non capisco cosa ci sarebbe di male.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 12 votes)
    1. E

      forse intendeva affermare che bisogna carosellare non perchè “hanno eletto un gay/lesbica/latinos” ma perchè “hanno eletto un gay/lesbica/latinos BRAVO”.

      Il deputato dovrebbe essere valutato non per la propria condizione personale ma per le proprie capacità: meglio un candidato gay dichiarato che però non saprebbe indicare sulla cartina dove sta la Cina o meglio un candidato etero con un curriculm lungo trenta pagine? Invece si carosella “a prescindere”, quando invece – come sempre – va valutata la persona in modo un po’ più approfondito, e a volte il candidato “gioca” molto sulla sua condizione.

      Un po’ come quando senti dire “eh ma i gay sono tutti simpatici e amorevoli”, invece non è così (giustamente)…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +18 (from 18 votes)
      1. un po’ come quando ti dicono che i vegetariani sono meglio dei carnivori e tu, infido, gli ricordi che lo era anche Hitler e che il terzo reich aveva la più avanzata legislazione a favore degli animali

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +12 (from 14 votes)
        1. K

          “Il deputato dovrebbe essere valutato non per la propria condizione personale ma per le proprie capacità”: come il nostro vicepresidente del consiglio e capo politico del partito piu’ importante d’Italia?

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: -2 (from 8 votes)
          1. D

            Certo, e i fatti li massacriamo quotidianamente, no?!

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +2 (from 4 votes)
      2. G

        A me le elezioni di certi candidati, oltre che fare piacere, pare interessante per cio’ che rappresentano, a livello socio-politico e anche demografico.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -4 (from 10 votes)
        1. un po’ come Ilhan?
          https://twitter.com/ItaloJVB/status/1060166385899393026

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +1 (from 5 votes)
          1. G

            Si esattamente come lei.

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: -4 (from 8 votes)
            1. estikazzi, se queste sono le nuove leve, sai che problemi alla rielezione

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: +4 (from 8 votes)
  8. A

    in generale a me sembrano ridicoli quelli che stanno in piedi tutta notte per seguire i risultati elettorali di un paese dall’altra parte dell’oceano di cui non sono nemmeno cittadini
    un conto è informarsi, un conto è fare il tifo, per di più a così grande distanza

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +11 (from 15 votes)
    1. G

      Forse perchè quello che succede a livello politico negli USA ha anche un suo peso sulle vicende politiche europee ed italiane?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 12 votes)
  9. t

    Comunque pareggio previsto, non vedo cosa cambi per l’europa, visto che il presidente e’ sostanzialmente responsabile della politica estera e il senato e’ piu’ importante della camera.

    Sempre divertentissimi, Gatto che esulta per la Cortez che vuole garantire un impiego pubblico a tutti (e altre assurdita’) ma poi e’ contro il reddito di cittadinanza.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 8 votes)
    1. invece Ilhan…
      ma la rimonta di Hillary?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 6 votes)
  10. t

    Italo: l’ho scoperta ieri, una perla, praticamente una nazista, eh ma i musulmani moderati.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  11. J

    Pareggio doveva essere e pareggio è stato: l’onda blu era un’utopia dato che il Senato era difficile da vincere per i Dems. Sicuramente verrò smentito dai fatti, ma non vedo grossi cambiamenti all’orizzonte; anzi, se le voci su Nancy Pelosi speaker sono vere, fossi uno scommettitore andrei a mettere qualche spicciolo sulla rielezione di Trump nel 2020. In ogni caso gli USA, sul mio personalissimo cartellino, continuano ad essere la solita Repubblica delle Banane (tanto per chiarire: non dal Novembre 2016 ma da molto prima).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 9 votes)
  12. G

    “l’ho scoperta ieri, una perla, praticamente una nazista, eh ma i musulmani moderati.”

    In fin dei conti su Israele la pensa come molti degli elettori di Trump e Salvini…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 13 votes)
  13. Ma quale pareggio?! Trump ha stravinto.

    I democratici per contrastarlo (e vincere) si sono rifugiati a sinistra. I moderati dei due partiti sono spariti. Il GOP e’ sparito. Esiste il partito di Trump ( dove chi solo osa a guardarlo storto viene immediatamente umiliato pubblicamente, fulminato e dato in pasto alla ciurma che esigue teste insanguinate) da una parte e un accozzaglia di non si sa cosa dall’altra. In altri tempi, un presidente che aizzava la ciurma (menate gli avversari e la stampa cattiva che ve lo pago io l’avvocato) era inimmaginabile. Oggi e’ visto come un eroe dalla meta’. Inclusi gli esaltati che mandano bombe in giro o massacrano i cattivi ebrei “colpevoli” di finanziare la carovana latina.
    La conferenza stampa di ieri ha fatto invidia a Maduro e Erdogan messi insieme, e avrebbe reso molto fiero il capoccione di Predappio.
    Poteva parlare di economia (dove seppur il problema vitale che infligge l’America da 40 anni, ovvero la divisione tra super ricchi e schiavi moderni incrementa ogni giorno di più, l’occupazione e la famosa borsa cara a Italo vanno molto bene) ma ha scelto di metterla sul’odio per l’avversario. Perché e’ quello che la ciurma vuole.
    D’altronde, George Wallace lo aveva capito 60 anni fa: “You know, I tried to talk about good roads and good schools and all these things that have been part of my career, and nobody listened. And then I began talking about negros, and they stomped the floor.”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi