Moka o cialda?

La crisi della Bialetti, la storica azienda che ha inventato la moka, è decisamente grave se la società di revisione non è riuscita ad esprimere un giudizio sull’ultimo suo bilancio consolidato semestrale. Allo scorso 30 settembre Bialetti Industrie Spa aveva una liquidità di 520 mila euro e un indebitamento di 40 milioni, ma senza entrare in aspetti aziendali (avevamo letto di un fondo di investimento interessato) e finanziari è evidente che a livello di mercato il principale problema è stato l’uso sempre più diffuso delle macchine da caffè in cui mettere cialde e capsule, dalla Nespresso a tutte le altre. Non che la Bialetti non abbia provato a riconvertirsi: il punto è che non ci è riuscita, rimanendo a metà del guado.

La Bialetti è una realtà che dagli anni Trenta è entrata nell’immaginario collettivo dei bevitori di caffè con la moka inventata da Alfonso Bialetti, un oggetto quasi perfetto che nel dopoguerra sarebbe stato esportato nel mondo dal figlio Renato grazie anche ad una serie di pubblicità storiche, fra cui quella di Carosello con l’indimenticabile omino con i baffi. La storia dei Bialetti come industriali finisce nel 1986, con la cessione alla Faema e l’uscita di scena di Renato Bialetti che se ne andrà a vivere in Svizzera (è morto nel 2016). Qualche anno dopo un nuovo cambio di proprietà e la fusione con la Rondine, azienda bresciana della famiglia Ranzoni, più altre vicissitudini (con il tentativo di entrare nel mercato delle capsule) strane per un marchio così forte e così radicato nelle case degli italiani: non esiste infatti persona che non abbia o abbia avuto una moka Bialetti. Un dettaglio da non trascurare è che la Bialetti Industrie sia quotata in Borsa dal 2007, quando nel suo azionariato entrarono fra gli altri i Della Valle (con il 10%) e Montezemolo: 2,5 euro ad azione, con collocamento curato da Unicredit (il tocco di classe è che la banca fosse fra i principali creditori di Bialetti, un grande classico dei collocamenti). Adesso Bialetti vale 0,31 euro, cioè il 12,5% rispetto a 11 anni fa… Una tappa dolorosa (soprattutto per gli operai italiani) nel 2010, con la chiusura dello storico stabilimento di Crusinello, vicino a Omegna, per andare a produrre in Romania e Turchia, e poi l’arrivo ai giorni nostri fra annunci e piani di rilancio improntati al fighettismo e agli shop (nel settore del caffè una tendenza irreversibile) più che al prodotto.

Tutte queste profonde riflessioni per arrivare al nostro ‘Di qua o di là’, strettamente legato a uno dei primi gesti che facciamo al mattino. Meglio il caffè da mettere nella moka, mezzi assonnati, o l’automatismo di mettere un cialda in una macchina e schiacciare un tasto? Non c’è un bene o un male, non è che il passato della Bialetti sia necessariamente meglio del presente Nespresso o viceversa: siamo proprio di fronte a un caso in cui le preferenze sono personali e non imposte da un sistema. Da una parte si consuma gas, dall’altra elettricità, niente è gratis. Di sicuro influisce anche il numero di persone per cui produrre caffè, o derivati, ed il tempo a disposizione per la colazione. A dirla tutta ci sono anche molte persone che non fanno colazione a casa, ma questo è un comportamento che non riusciamo nemmeno a concepire. Quindi il ‘Di qua o di là’ è direttamente sul caffè: moka o cialda?

Moka o cialda?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (4 votes cast)
Moka o cialda?, 10.0 out of 10 based on 4 ratings

60 commenti

  1. Non essendo bevitore di caffè non posso risondere al sondaggio se non portando l’opinione di mia moglie che dice senza dubbio cialda.
    Di sicuro, al di là del prodotto, credo che Bialetti non abbia investito in comunicazione nemmeno un decimo di quanto speso da Nespresso e in un mondo in cui dev’essere cool anche la carta igienica che usi al mattino, forse questo è un aspetto cruciale nella crisi dell’azienda.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
    1. P

      E un aspetto cruciale della crisi dell’umanità…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +18 (from 18 votes)
  2. M

    Moka. Vuoi mettere il piacere di farti quella da tre e sparatela dritta in vena in solitaria? Decidi tu quanto e quanto forte dev’essere . Ed il rumore del caffè che sale è solo una cosa: poesia.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +42 (from 42 votes)
  3. E

    Attendo con curiosità le motivazioni di chi preferisce la cialda. La risposta “si fa prima” non la prendo nemmeno in considerazione, perché se non si ha nemmeno il tempo di aspettare che il caffè “venga su” dalla moka, allora si conduce sul serio una vita difficile e non mi permetto di giudicarla.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +35 (from 37 votes)
  4. C

    Colpa di questa società di rincoglioniti incapaci di tenersi dieci minuti al mattino per prepararsi il caffé.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +21 (from 23 votes)
  5. A

    io uso la macchinetta, ma senza cialde… che devo votare?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 6 votes)
    1. M

      Bevi l’acqua calda sporca?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +10 (from 10 votes)
      1. A

        no, uso il caffè “sfuso”, tipo quello della moka

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 5 votes)
  6. Davvero soltanto ideologia, visto che la differenza di gusto è soggettiva e quella di tempo vale solo per famiglie di 12 persone. Votato Moka per abitudine, per la tristezza di mettersi l’ennesima macchinetta elettrica in casa, perché presuppone qualche minuto di calma e perché è un bell’oggetto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 15 votes)
  7. M

    Quoto parola per parola il commento di Belisario!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  8. D

    Non sono un fruitore di caffè che prendo solo in rarissimi casi (tipo ieri che son stati in piedi dalle 5 e sotto la pioggia fino alle 8, fortunatamente lo sponsor Faema ti coccola sempre…) però voto Moka.
    Primo perché al di là dei gusti (viviamo l’era della pizza wüsterl & patatine quindi anche del caffè alla papaya…) è di qualità migliore e rappresenta un’arte (curioso che nell’era dei minchioni che ti arrotolano a gomitolo tipo pettinatura della Levi Montalcini pure gli spaghetti ajo&ojo di mezzanotte da rutto libero con gli amici del calcetto l’8 marzo con le mogli a vedere lo strip di un tamarro in discoteca…), secondo perché la cialda ha un problema ecologico gravissimo sottovalutato oltre che un costo demenziale che sfugge ai più.
    La cialda è sicuramente più comoda e veloce ma su questo hanno già detto tutto gli altri…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 26 votes)
  9. C

    Cialda, caffè più buono a patto che la macchina sia di buona qualità, grazie al maggior controllo sugli elementi del processo. Bialetti nel 2018 aveva davvero come proprio prodotto di punta un brevetto degli anni 30?? Allora direi che hanno fatto i miracoli a rimanere aperti fino ad oggi, altro che.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -9 (from 21 votes)
  10. s

    Bar

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 13 votes)
  11. L

    Eleonora cialda, si fa prima 😉
    A scusante abbiamo la mokona Bialetti (odio il mondo news presso, la bontà del caffè dipende molto dalle cialde) e cialde Kimbo se lo voglio più leggero e capsule Bialetti Napoli se lo voglio più corposo. Moka Bialetti ovviamente presente (prima dei figli la facevo tutte le mattine) e che ci accompagna in ogni nostra vacanza al mare o. Weekend lungo in appartamento.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  12. D

    Scherzavo, io in realtà sono per la cialda. Ma non ho resistito alla tentazione di mettere in fuorigioco Calvin e Meno Uno…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -19 (from 19 votes)
    1. L

      Caffè o oki è l’unico di qua o di là in cui forse non riuscirei a votare…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
    2. C

      Da oggi in poi sarai VoDaneFone, tutto gira intorno a te 😂😂😂

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +13 (from 17 votes)
      1. D

        E già, ogni sondaggio diventa Dane vs Laqualunque, poi dicono che me la tiro.
        Ma è sicuramente una coincidenza, però la battuta era inevitabile vista una certa tempestività.
        Più interessante piuttosto un sondaggio pasta fresca vs 4 salti in padella, in cui ci spiegherai che la pasta è un brevetto vecchio di secoli e noi siamo ggente moddderna…😜

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -2 (from 12 votes)
        1. C

          Ho scritto il commento col cellulare (con il quale ho la velocità di digitazione di un ungulato), fai conto che quando ho iniziato a scrivere il contatore dei commenti segnava 5, e l’ultimo era quello di MV 🙂

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +1 (from 5 votes)
          1. D

            Ho detto che è stata una coincidenza e che la mia era una battuta, l’ho scritto in italiano purtroppo e mi rendo conto che è un brevetto del Medio Evo (strano che i toscani qui dentro siano a favore della cialda…).

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +2 (from 10 votes)
  13. G

    Moka.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  14. P

    Ottimi Belisario per la poesia del caffè che sale e Dane per lo spreco costituito dalle cialde.
    Moka tutta la vita, ovvio però che tanti preferiscano le cialde, perché il caffè con la Moka richiede più tempo e soprattutto va saputo fare, mentre a schiacciare un tasto son buoni tutti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
    1. L

      Accetto il guanto della sfida…
      Dammi ora luogo e marca! 😀

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 4 votes)
      1. P

        Prima dimmi se lo prendi con zucchero o senza, perché se ci metti anche un solo granellino non ti prendo neanche in considerazione… 😛

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
        1. L

          Non tergiversare, dipende dalle volte, solitamente un mezzo cucchiaino di zucchero di canna la mattina, niente dopo pranzo sera o dopo brioche, ma l’assaggio va fatto senza!

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +1 (from 1 vote)
  15. B

    la moka, che preparo la sera prima 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  16. M

    Sarò strano (oppure potete anche dire che non capisco una cippa), ma a me il caffè della moka non piace.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 10 votes)
  17. r

    cialda.
    più buona, più comoda, più igienica

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -9 (from 15 votes)
    1. D

      Tu sei uno di quelli a favore dell’abolizione della ricotta tradizionale siciliana e della pizza in forno a legna.😜
      La prossima cena indiscreta te la fai a casa di Calvin coi 4 salti in padella, altro che grigliata di pesce in Croazia! 😂

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +8 (from 14 votes)
      1. L

        🤣Ricca non lo beve il caffè

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 1 vote)
  18. P

    La Bialetti è alla canna del gas non per la crisi della moka ma perchè ha diversificato ad minkiam, pentole e altri utensili da cucina a basso costo, negozi aperti in tutta italia (più in concorrenza con Kasanova che con Nespresso) con margini bassissimi e la concorrenza di prodotti made in china altrettanto low cost…. Paradossalmente la moka e poco altro sono tuttora la vera ricchezza di Bialetti sepolti da un mare di fuffa, ma la fuffa è talmente tanta che anche grosse case produttrici di caffè pur tentate si sono tenute ben lontano dall’idea di rilevare marchio e rilanciare il business storico tutt’altro che morto.
    Moka mi piace moltissimo ma ho votato cialda, la comodità di avere sempre il gusto che si vuole con lo stesso standard qualitativo ovunque…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 13 votes)
  19. D

    Ottimo Panjisao che riprende il mio concetto di arte, per premiarlo eviterò di deluderlo dicendogli che le rarissime volte che bevo un caffè di cucchiaini di zucchero ce ne metto due… 😝

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 6 votes)
    1. P

      Bravo, non me lo dire… 😉

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 4 votes)
      1. D

        E infatti non te l’ho detto… 😝

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: -1 (from 1 vote)
        1. P

          Detto cosa? 😉

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 0 votes)
  20. C

    Moka al mattino, cialda dopo pranzo/cena.
    Prima della cialda avevo la macchinetta che macina e prepara (troppo spesso guasta) in automatico, lunghezza esclusa, e prima ancora macchinetta espresso con macinino a fianco. Comunque, anche allora, stessa modalità.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  21. C

    A casa usiamo la macchina espresso per praticità, il caffè viene anche più buono (è ovviamente una questione di gusti), ma ho votato moka perché il profumo che si spande per la stanza usando la moka è qualcosa di unico e inimitabile.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  22. G

    Moka al mattino presto presto. Poi caffè al bar per la lettura quotidiani.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  23. A

    Io sono innamorato della Alicia De Longhi.
    Il gusto della moka con la comodità dell’odore di caffè in cucina all’alba

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  24. F

    votato moka, e ho visto che è in netto vantaggio, ma è un vantaggio legato all’età media (elevata) di indiscreto….

    A proposito di età elevata, l’altro ieri sono entrato in un negozio sportivo con mia figlia settenne e ho chiesto alla commessa “vorremmo vedere delle scarpe da tennis”, le mi ha guardato come si guarda un marziano e mi ha risposto che avevano scarpe sportive ma non da tennis…
    ma solo io continuo a dire scarpe da tennis come equivalente di scarpe da ginnastica?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 11 votes)
    1. M

      Credo che il giorno che smetterò di dire scarpe da tennis sarà il giorno in cui sarò morto. Probabilmente non sa
      che il tennis è uno sport.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +7 (from 9 votes)
    2. C

      Sono il terzo, però io dico anche toni per la tuta

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
      1. D

        Toni però è più locale…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 0 votes)
    3. B

      a dire il vero le scarpe da tennis sono una sotto categoria delle scarpe da ginnastica, hanno una pianta diversa.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  25. D

    Ataru: va beh, ma questa Alicia corrisponde oppure fa la ritrosa?!

    Fantomaz: si dice snicherz, matusa!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 6 votes)
    1. F

      a proprosito di matusa, sabato ad una cena una 40enne ha tirato fuori la parola sceneggiato……. mehhhhhh a momenti veniva fucilata nella pubblica piazza….

      sceneggiato-fiction-serie
      ma alla fine tutti ci ricordiamo di alberto lupo 🙂

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 8 votes)
      1. P

        “Originale televisivo”.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +1 (from 1 vote)
    2. A

      Dane,
      corrisponde ogni mattina a casa e in ufficio 😛
      (oltre che il timer, una indubbia comodità è la piastra elettrica che permette di farsi una moka ovunque ci sia una presa di corrente)

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  26. f

    Moka ovviamente, mi piace anche prepararla
    Comprata, proprio pochi giorni fa, la terza Bialetti, quella mezza tazza
    Mezza tazza che equivale a due caffè al bar peraltro

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  27. A

    Bialetti senza dubbio come caffè da risveglio e soprattutto per l’aroma. Cialda come alternativa al l’espresso del bar. Ma a quel punto meglio prendersi cinque minuti e godersi un espresso in uno dei miliardi di bar che ci sono in Italia (ciò che più mi manca vivendo all’estero).
    Sulla crisi della Bialetti mi viene il dubbio che sia dovuto al fatto che fanno prodotti che si sostituiscono pochissime volte nella vita, non credo di conoscere qualcuno che abbia sostituito la propria Bialetti se non almeno 10 anni dopo l’acquisto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  28. M

    Io Moka, anche se il mio sogno è lo zibetto cagachicchi: sai al mattino che profumo in tutta la casa…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
    1. j

      Il top sarebbe avere lo zibetto dargli da mangiare i chicchi e raccoglierli freschissimi….

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 6 votes)
  29. U

    Questa ve la racconto perche e bella
    Un giovane UnGobbo tanti anni fa,per la precisione 23,si reca in visita nella vicina Milano ospite di alcuni suoi amici studenti che vivevano stipati in 5 in una bettola da qualche parte vicino alla vecchia fiera mi pare.

    Dopo un’abbondante cena scatta il caffettino

    “Dai..non hai fatto un cazzo..metti su il caffe”.

    Prendo la moka,metto il caffe dove va messo..metto l’acqua….e la poso sul fuoco.

    Dopo qualche minuto inizia a sentirsi uno strano odore di bruciato…
    “Oh ostis..cusa brusa? Ma ghe l’et misa l’acqua? Smorsa tot”..

    Eh..non avevo capito che l’acqua andava messa sotto e non sopra…

    Quindi voto cialde
    🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 10 votes)
    1. D

      Si, ma cazzo… 😂

      Ps: bettola vicina la vecchia Fiera mi suona strano…forse più verso San Siro… 🤔

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -2 (from 2 votes)
    2. L

      Tirati su con questa…
      Io ho sempre avuto il forno a legna nel magazzino dei nonni e sempre fatto le pizzate con gli amici… Ecco un mio amico la prima volta gli dico, lui con la pala in mano, gira un po’ la pizza… e lui… Giro’ la pizza sottosopra!!! 🤣🤣🤣

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  30. U

    Dane
    Boh..era vicino a via colleoni…

    Questo e quello che so dire

    🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
    1. D

      ‘Azz, veramente?! Strano……dietro il Vigorelli, boh…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -1 (from 1 vote)
  31. C

    Moka, per gusto ed ideologia.
    Attualmente a colazione, io e moglie prendiamo caffe americano con macchinetta temporizzata che ce lo fa trovare pronto e caldo quando ci alziamo.
    Entrambi non beviamo latte ed il Thè non basta per avviare il motore.
    Ho avuto una macchina espresso( a caffè sfuso) con la quale non ho mai veramente legato.
    Se sono solo, Moka Bialetti 3 tazze a colazione.
    Quando pranziamo insieme, detta Moka viene divisa tra me e mia moglie.

    Cialde mai, capsule per me sono il Male.

    Perchè poi ci si ammanta d’ecologismo imponendo la truffa del FAP alle auto Diesel, e contemporaneamente si inonda il mondo di plastica, cazzo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  32. M

    Gobbo, a parte le tue evidenti doti in cucina, ma fino a 23 anni fa a casa tua non era mai comparsa una caffettiera?
    Oppure i diritti civili delle donne erano restii ad entrare in casa tua e rimaneva una cosa che “doveva” fare solo tua madre?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  33. m

    Moka. Il tempo non può essere una variabile in gioco nella scelta per i motivi ampiamente descritti nei primi commenti. Mi piace la ritualità della moka. La Bialetti é andata perduta, adesso ho una squallida Ikea, presto comprerò una moka non so se Bialetti a questo punto.
    Certo che la Bialetti da 3 costa 19,90 ,non é proprio concorrenziale sul mercato. Compri il marchio, un’idea, tipo l’Iphone.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi