L’acqua di Chiara Ferragni

È più surreale la Evian che vende a 8 euro le bottiglie marchiate Chiara Ferragni o la polemica nazionale sulla Evian che vende a 8 euro le bottiglie marchiate Chiara Ferragni? Risposta esatta la numero due, ma non ditelo a quel senatore di Fratelli d’Italia che rivolto un’interrogazione al ministro dell’ambiente o al presidente del Codacons, Rienzi, che ha accusato la Ferragni di una pratica illegittima, in quanto  avrebbe influenzato il prezzo delle acque minerali. Da lì un botta e risposta fra Fedez e il Codacons che ha rivalutato Tina Cipollari ma dove la ragione era chiaramente dalla parte del rapper di Citylife, che ha osservato come sul mercato da anni ci siano acque che costano molto di più, anche 100 euro la bottiglia, senza che abbiano scatenato l’indignazione del Codacons. Su tutto la banale considerazione che comprare la Evian marchiata Chiara Ferragni non sia un obbligo costituzionale come il Fiscal Compact. E quella ancora più banale che l’operazione Ferragni-Evian risale ad un anno fa e se ne sta parlando soltanto per le reazioni tardive.

Ma al di là della infelice vita di chi su Twitter insulta le celebrità, soprattutto quelle di cui si deve parlare male per sembrare superiori (ma superiori rispetto a cosa?), il discorso sulla Evian a 8 euro è interessante. Intanto perché stiamo parlando di un’acqua che in Italia è poco diffusa (giudizio personale: non è nemmeno buona, fra le naturali molto meglio la Levissima o la San Benedetto anche se noi siamo dell’altro partito e beviamo solo San Pellegrino) e che grazie alla Ferragni, anzi ai Ferragnez, ha fatto parlare di sé come non sarebbe riuscita a fare con campagne milionarie (non che al gruppo Danone manchino i soldi), e poi perché l’acqua minerale è un business che non sta esplodendo soltanto nel terzo mondo, come sarebbe logico (con acqua corrente malsana chi ha un minimo di soldi cerca di evitarsi malattie), ma anche in molti paesi civilizzati. Fra cui l’Italia, dove da qualche anno siamo stabilmente sopra i 200 litri di acqua minerale consumata pro capite. Un dato notevolissimo, vista l’enfasi che in alcune regioni viene messa sull’acqua potabile (ci viene in mente la Toscana) e sul fatto che molti per ideologia preferiscano l’acqua del rubinetto anche in zone dove sarebbe sconsigliabile.

Poi Gianpietro Maffoni, il senatore di Fratelli d’Italia dell’interrogazione, dice anche cose giuste citando il numero di bambini, quasi 4.000, che ogni giorno muoiono per scarsità d’acqua, ma questo non c’entra con un’acqua venduta ai fan della Ferragni o con quelle che quasi ogni stilista del pianeta, da Armani a Versace, ha firmato, visto che stiamo parlando di infinitesimi del totale. Ci ricorda il nonno quando ci obbligava a finire un piatto tristissimo con la motivazione che in Africa stavano morendo di fame: mai salvato nemmeno un bambino finendo quelle minestre. Una delle basi dello spreco idrico, nel primo, secondo e terzo mondo, è l’allevamento intensivo: perché Maffoni, Rienzi e i loro sostenitori non marciano contro il consumo di carne?

Non bisogna poi sfuggire al discorso strettamente riguardante Chiara Ferragni: a molte persone non va giù che una ragazza carina e intelligente, ma come tante, abbia creato un business unicamente attorno al suo nome. Peraltro senza rubare soldi a nessuno, ma chiedendoli gentilmente (è il mercato). Significa, come minimo, che chi la consiglia è intelligente, o che addirittura potrebbe essere intelligente lei. Non è che uno straccio di uno stilista o, peggio ancora, il suo merchandising per tamarri sia eticamente superiore alle acqua della Ferragni, imprenditrice non meno brava di Prada o Gucci.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.3/10 (7 votes cast)
L'acqua di Chiara Ferragni, 8.3 out of 10 based on 7 ratings

27 commenti

  1. A

    sì, lo so, era meglio quando recensiva film brutti e da quando usa il vero nome agli Italo di Indiscreto non va più a genio, ma questo non posso postarvelo!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  2. A

    Dalla parte della Ferragni. Contro la ‘gente’ che si indigna e poi va in giro con la maglietta da 300 euro che ha un bel brand di moda stampigliato davanti, indipendentemente dalla qualità del prodotto. Pagando, nella sostanza, per indossare pubblicità…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  3. K

    con 8 euro ci fai due o tre mesi con i filtri dell’acqua brita.. Me meglio gli 8 euro per l’acqua tamarra che 5 euro per l’acqua che viene dalle isole Fiji che va tanto di moda a Londra e New York.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  4. M

    Si sa il prezzo e si sa che è acqua, sono ottimi elementi per decidere se acquistarla o meno. Piuttosto non riesco a capire: la Ferragni ha anche un bel fisico o è stupenda solo di viso?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 2 votes)
  5. U

    Barboni!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
    1. A

      non cincischi e risponda al belisario sopra, lei che ha notizie di prima mano!

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  6. G

    Ferrarelle.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  7. D

    La Ferragni è una miracolata dell’idiozia Mondiale odierna e Fedez è un rapper da cartoni animati, ma interpellanze parlamentari e associazioni di consumatori fanno ridere: un casco da bici ha un costo di produzione di 5€ e viene venduto a più di 100, mai sentito nessuno parlarne?! Sulla benzina si pagano ancora le accise dei deliri mussoliniani, manifestazioni di piazza?! I Levi’s e le Timberland costano più di quanto costassero negli anni 80 eppure sono prodotti nel terzo mondo, tutto ok?!
    Dopo l’acqua della Ferragni a 8€ aspettiamoci le banane di Rocco Siffredi a 15€ l’una, lui almeno requisiti da curriculum li avrebbe anche…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 14 votes)
    1. N

      Perfetto
      Il problema non è la Ferragni, sono gli idioti che le permettono di fare soldi facili senza avere nessuna competenza specifica.
      Almeno chi produce manubri immagino abbia dovuto studiare un pochino per farli cosí.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
      1. D

        Altrochè! Dietro la produzione di un manubrio ci sono ingegneri, designer, biomeccanici, etc.
        La Ferragni è semplicemente una che si è creata un pubblico adolescenziale pubblicando foto osè, finché è partita la stupidera del “Se tanta gente la segue un motivo ci sarà”.
        È così competente di moda che tra lei e il suo uomo non si sa chi sia più barbone…

        Ps: https://www.facebook.com/1570792703182799/posts/2117266895202041/

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +2 (from 6 votes)
  8. t

    E immagina quanto costa un chinotto! (letta su FB)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 12 votes)
  9. F

    costringere i nipoti a finire una minestra tristissima non salva i bambini ma dovrebbe insegnare una forma di rispetto per me

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 20 votes)
  10. N

    L’acqua del rubinetto di Firenze è la peggiore che abbia mai provato fin’ora.
    L’odore di cloro è oltre ogni limite.
    Mi sembra impossibile che non si riesca ad avere un’acqua migliore. Quella di Milano al confronto sembrava l’acqua dei ruscelli di montagna.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  11. r

    Basta una brocca col filtro per togliere il sapore di cloro.
    Per il resto è una delle più potabili in assoluto

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  12. C

    Incredibile Ricca che spezza una lancia a favore di qualcosa di Firenze. A quando la spesa alla Coop?

    Niccon, se e quando vuoi, facciamo “organizzare” un caffé a Leo o all’avvocato (così abbiamo tutto il tempo che vogliamo 😉 ).
    E se siamo fortunati magari potrebbe anche aggregarsi qualcuno dal contado pistoiese.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  13. N

    Ricca
    Buono a sapersi, grazie per la dritta.
    Cecco
    Con piacere e come promesso offro io.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  14. U

    Io la bevo direttamente dal rubinetto

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  15. C

    Ricca, Niccon io sono passato a AQUASAN FILTRO ACQUA MODELLO COMPACT

    https://www.amazon.it/AQUASAN-MODELLO-COMPACT-CARTUCCE-RICAMBIO/dp/B00TJ6VQ7M/ref=sr_1_19?ie=UTF8&qid=1539431151&sr=8-19&keywords=brita+rubinetto

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 6 votes)
  16. C

    Leo, Ricca, Niccon c’è. Ora tocca a voi.
    Omo del contado, vale anche per te.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 6 votes)
    1. L

      Azz sei stato sommerso di meno uno!
      Io comunque ci sono

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  17. G

    ‘Non bevo acqua’ (Clint Eastwood in ‘Per un pugno di dollari’).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  18. M

    ‘A me l’acqua me fa schifo, io bevo solo er vino!’
    (Bombolo in un film, non ricordo quale ma non era Per un pugno di dollari)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  19. C

    Signori, quello che sconcerta di più non è il prezzo ma il simbolo dell’Occhio, chiaro riferimento illuminato/massonico. Ci si può chiedere allora: chi spinge il sensazionalismo attorno a questi due oranghi?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
    1. D

      La massoneria di rito scozzese collusa con schegge impazzite dei servizi segreti deviati finanziati dall’alta finanza giudaica, tutti manovrati dall’alto dagli Annunaki…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 1 vote)
  20. M

    Ot.
    Ma anche i vostri bambini africani erano I BAMBINI DEL BIAFRA?
    L’ho sentito dire oggi ad una nonna alla scuola materna di mio figlio e sono tornato col cuore alla mia infanzia…mi è persino sembrato di sentire l’odore dell’olio di fegato di merluzzo…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
    1. m

      Ah ah ah si

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 4 votes)
  21. L

    https://www.google.it/amp/www.repubblica.it/solidarieta/emergenza/2017/12/31/news/biafra-185565498/amp/

    Parliamo più o meno degli anni in cui i nostri genitori erano maggiorenni, se non già padri/madri… Credo sia rimasta nell’immaginario per la forza della tragedia… Nel boom economico italiano

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi