Rocco Casalino si deve dimettere?

La surreale vicenda del messaggio vocale di Rocco Casalino diffuso da due giornalisti si arricchisce di nuovi capitoli, ma per noi di Indiscreto è solo un pretesto per il ritorno ai veri ‘Di qua o di là’, quelli senza sfumature: il portavoce del presidente del Consiglio si deve dimettere o no? L’ultima che abbiamo letto è che l’Ordine dei Giornalisti (Casalino è giornalista professionista) si sia interessato alla vicenda, in chiave anti-Casalino, ma in realtà prima di autosciogliersi insieme agli altri ordini professionali dovrebbe occuparsi anche dei due dell’Huffington Post (direttore Lucia Annunziata) che avrebbero, loro negano di averlo fatto, diffuso un normale messaggio professionale (certo non privato, ma riservato sì) facendolo passare per un grande scoop, oltretutto tradendo una propria fonte (Il Sole 24 Ore ha una tesi opposta a quella di Conte).  Dettaglio non trascurabile: la notizia, quella dei Cinque Stelle contro i vecchi dirigenti ministeriali, avrebbe potuto scriverla chiunque visto che è da mesi che ci sono dichiarazioni in questo senso.

La vicenda è comunque interessante, perché ha mostrato al grande pubblico come davvero nascano le notizie: semplicemente da una serie di soffiate delle parti in causa, che il giornalista dovrebbe in teoria saper rielaborare e contestualizzare ricordando che su questo pianeta ognuno fa i propri interessi. Meglio questo dei rapporti personali, che portano all’autocensura anche in materie risibili come il calcio. Tornando al caso Casalino, è evidente che un messaggio dello stesso tenore sia stato mandato anche ad altre testate, gli addetti stampa servono proprio a questo: i comunicati possono essere vergati anche dall’ultimo degli stagisti, ma i rapporti con i giornalisti sono sempre improntati a una finta esclusività.

Così come è evidente che nell’era del governo gialloverde la grande informazione si stupisca di comportamenti sgradevoli e arroganti, come le frasi sui burocrati del ministero che Casalino pretendeva venissero scritte senza autore: comportamento peraltro uguale a quello di molti suoi predecessori. Che nella quasi totalità dei casi non avevano un curriculum superiore a quello dell’ex Grande Fratello ma erano semplicemente dei giornalisti falliti incrociati dal politico giusto al momento giusto. Venendo a Casalino, si dovrebbe dimettere o no? Di qua o di là?

Rocco Casalino si deve dimettere da portavoce del presidente del Consiglio Conte?

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.0/10 (1 vote cast)
Rocco Casalino si deve dimettere?, 8.0 out of 10 based on 1 rating

65 commenti

  1. c

    La risposta è boh, ma la vera domanda è: vi pare normale che Casalino pigli 170k all’anno? Frega un cazzo che i predecessori prendessero così e che è previsto per legge! Con che faccia adesso si possono tagliare gli stipendi dei parass… ehm, burocrati ministeriali? Total tax rate al 64% per mantenere ‘sti qua. Imbarazzante.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +16 (from 20 votes)
    1. C

      Tu però sei ossessionato dai soldi, eh???

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 8 votes)
      1. c

        Ovviamente, soprattutto dai miei. 😀

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 2 votes)
    2. s

      Cyd oramai sei pronto per tornare alla LN.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +8 (from 8 votes)
      1. c

        Lo abbiamo promesso noi del M5S il taglio dei costi, mica quelli della Lega. Avanti così, vedi che travaso di voti qua al Nord da M5S alla Lega.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 3 votes)
  2. R

    Ovviamente sì, ti occupi di comunicazione e poi cadi in infortuni simili ? Parvenu allo sbaraglio, come tutti i pan di stelle.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 10 votes)
    1. c

      In fatto di comunicazione e gestione della stampa, Casalino dà 2 giri di pista a tutti. Ascolta me.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -3 (from 7 votes)
  3. E

    In primis: a me fa sbellicare l’appello di Casalino (“basta fango!!!!”) quando – fosse stato Ratteo Menzi o anche solamente un Ansaldi a pronunciare tali parole… – il movimento sarebbe sceso in piazza al grido di “honestà!” e il Fatto Quotidiano ci avrebbe sguazzato per mesi (già immagino l’incipit di Tarco Mravaglio: “Il bullo di Rignano non perde occasione per ribadire la sua natura”).

    Per me, nel dettaglio, Casalino non dovrebbe dimettersi. Dovrebbe invece essere il movimento stesso a chiedere a Casalino di fare un passo indietro, in quanto queste parole renderanno ancora più difficili i rapporti tra Governo e “macchina dello Stato”. Se venissi chiamato “pezzo di mjerd” di certo non sarei particolarmente collaborativo con la mia controparte…

    Poi certo, c’è sempre un genio che invoca il Lato Oscuro: forse la sera il prima O’ Professore s’era visto Star Wars…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 11 votes)
  4. C

    Ma non scherziamo nemmeno, dimettersi per aver ottenuto esattamente il risultato che voleva? A me pare un genio della comunicazione, altro che infortunio. Decreto su Genova non ancora uscito (e siamo a quasi 2 mesi), legge di bilancio su cui non c’è accordo, e lui è riuscito a distrarre da questi piccolissimi particolari passando anche il messaggio che ci sono i bbbburocrati che non gli fanno fare le cose sulle quali avevano urlato ai quattro venti di aver già trovato le coperture. Dovrebbero assumerlo il PD uno così, altroché.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 17 votes)
  5. R

    Il messaggio non passa affatto, se le misure non passano, reddito di cittadinanza in primis, il popolino presenterà il conto a giggino e ai suoi accoliti, a chi garantito urbi et orbi la realizzazione di certe utopie, non certo ad oscuri tecnici ministeriali che si mettono di traverso. Sei la prima forza politica e ti fai mettere in piedi in testa dai burosauri ? Non ci casca nessuno. Ci si può far ingannare dalle promesse, non dalle scuse, specie se si è al cospetto di parvenu senza credibilità e reputazione alcuna.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
  6. C

    “il popolino presenterà il conto a giggino e ai suoi accoliti” Sicuro, Sicuro?

    Anche per me l’ha fatto (glielo hanno fatto fare) apposta.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  7. D

    In un mondo ideale dovrebbe dimettersi, perchè è vero quanto dice Calvin ma è vero anche che questi sono andati al governo perchè han promesso al popolino di avere la ricetta per far piazza pulita di certa burocrazia.
    Ma in realtà direi che no, non deve dimettersi perchè ha solo fatto quello che fanno tutti i suoi colleghi: fare una finta soffiata per far scrivere esattamente il messaggio che voleva far uscire. E’ rimasto fregato solo perchè avendo battagliato con la stampa negli ultimi 10 anni, questa non si è zerbinata nel far uscire la notizia senza autore, come di solito si fa quando si scrivono quelle cose del tipo “voci vicine alla società danno Van Basten in uscita dal Milan per contrasti con l’allenatore Sacchi, motivo per cui starebbe trattando col Barcellona del suo mentore Cruijff…” (ho fatto un esempio edulcorato, ma ci sono società che con soffiate senza autore come questo sondano le piazze su possibili esoneri o ingaggi di allenatori per osservarne le reazioni…).
    Quindi, perchè dovrebbe dimettersi lui quando non si è mai dimesso nessuno per una cosa del genere?! L’altro giorno Tyu Tyu ci spiegava quanto fosse divertente l’Inter di Moratti, ma anche il PD di Renzi, Forza Italia del Berlusca, l’UCD di Follini, il CCD di Casini, ecc., vado avanti?!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 12 votes)
    1. A

      >>>Quindi, perchè dovrebbe dimettersi lui quando non si è mai dimesso nessuno per una cosa del genere?!

      perchè si sono presentati come quelli diversi dagli altri, incollati alla poltroncina da difendere prima di ogni altra cosa.

      Non è che se Zeman si presenta come diverso dagli altri tirannosauri della tattica italiota, alla prima trasferta a Frosinone si può presentare con 5 stopper e 4 terzini chiedendo al proprio centravanti di difendere sul loro giropalla difensivo…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +9 (from 11 votes)
      1. c

        Il problema non è nella forma (dichiarazione fatta uscire per tastare il terreno), ma nella sostanza. Hai detto che segavi i costi e Rocco piglia 170k. Fine delle trasmissioni.

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +6 (from 8 votes)
  8. R

    In campagna elettorale si sono più che esposti sul punto, ripetutamente (ci sono le coperture !), non mi risulta abbiano posto condizioni sospensive, subordinando la realizzazione delle misure al superamento di ipotetici complotti orditi da tecnici, annunaki, bilderberg, spectre o chissà cos’altro. Assai complicato credere che persone disperate, illuse e poi deluse, possano poi prendersela con chissà quale boiardo ministeriale al grido di “a giggino povera stella non gliel’hanno fatto fare “.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  9. R

    Come depistaggio mi sembra poverello poi, un boomerang, come la valigia col mab della banda della magliana piazzata dai servizi segreti sul treno Milano-Taranto dopo la strage alla stazione di bologna. Ste piazzate a cazzo duro in stile comitato di salute pubblica sono un marchio della fabbrica da sempre, e ci è cascato pure il cosiddetto esperto della comunicazione.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  10. C

    “non mi risulta abbiano posto condizioni sospensive, subordinando la realizzazione delle misure al superamento di ipotetici complotti orditi da tecnici, annunaki, bilderberg, spectre o chissà cos’altro”
    E certo, perdindirindina. Codeste cose se le sono lasciate per adesso. Le basi rahazzi, le basi…

    “Assai complicato credere….” Sicuro, sicuro?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  11. R

    Eh no, si sono esposti troppo sul punto, da sempre, la questione è nodale, e grazie a quello che hanno fatto il botto al centro sud. Una promessona ultrademagogica che fa impallidire il milione di posti di lavoro promessi da Silviuzzo. E adesso che succede, ti fai pisciare in testa dai tennici ? Dai burosauri sclerotizzati che da bravi nipotini di robespierre avevi promesso di napalmizzare ? Vallo a raccontare a chi dorme in macchina…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  12. D

    Vale anche il discorso contrario, se avessero ” posto condizioni sospensive, subordinando la realizzazione delle misure al superamento di ipotetici complotti orditi da tecnici, annunaki, bilderberg, spectre o chissà cos’altro” avrebbe instillato dubbi e pessimismo (“ma figurati se gli faranno fare tutte quelle cose!…”, chi ricorda i commenti sulla legge contro il fumo?!).
    Invece vai con la sparata, tenendosi il complotto come alibi successivo. Lo faceva anche il Berlusca: “Non mi fanno lavorare (alle polemiche sulle leggi ad personam), mi vogliono imbavagliare (alle regole sulla par condicio), non ci danno il tempo (all’annotazione che al momento delle elezioni risultava che il suo governo non avesse mantenuto nessuna delle sue promesse), etc.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
    1. E

      vero, però giocando al “gomblotto” prevedo comunque un raffreddamento della massa votante (raffreddamento anche dovuto a esperienze non positive di governo locale… vedi Roma…)

      Una certa % di consensi sarà comunque mantenuta (diciamo degli hard-fans), andando però a disperdere i “tiepidi” che hanno votato M5S (che non sono pochi).

      Ergo, li vedo più sul 20 che sul 30%…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
  13. A

    magari il consenso non lo perdi con la base storica (che coi complotti ci va a nozze) ma con “gli ultimi arrivati” che ti hanno fatto fare il botto soprattutto al Sud

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
    1. c

      E al Nord dove avevi promesso riduzione dei costi e il reddito di cittadinanza è fumo negli occhi. Invece cosa fai? 170k a Casalino, più di quanto prende Conte. Dargli 80k non era abbastanza?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +5 (from 5 votes)
      1. G

        La riduzione dei costi non la fai tagliando lo stipendio a Casalino, dai su…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: 0 (from 4 votes)
        1. c

          Lo stipendio di Casalino non risolve il problema, ma il segnale era importante e doveva essere coerente con le proprie promesse. La riduzione dei costi la fai tagliando gli stipendi ai, vado a memoria, 170.000 dirigenti pubblici con stipendi medi da 100k, per un totale di 17mld. Casalino può prendere 170k, rinuncia a metà e fai una bella politica di riduzione del 30% di questi stipendi. 70k per cazzeggiare nella PA ti vanno bene? Libero di andartene nel privato a guadagnare 31mln all’anno come CR7.

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: 0 (from 0 votes)
  14. C

    Il Bluff si sta scoprendo: M5S è uno stipendificio per carneadi che piuttosto che mollare la cadrega mangerebbero per altri 4 anni e 1/2 la merda che Salvini cucina quotidianamente.
    Ovviamente, con alle spalle una società specializzata in comunicazione commerciale, quindi pre-cognitiva, che orchestra trovate come quella di Casalino ( il cattivo burocrate parassita pakato dai cittadini ci nasconde il malloppo, buuu!)
    Ovviamente, se il PD, dall’appoggio a Monti fino allo scempio Renzi, non avesse fatto di tutto per dissodare il terreno, oggi sarebbero ancora a strepitare in qualche vaffaday.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +21 (from 23 votes)
    1. G

      E anche oggi abbiamo il nostro Renzimerda quotidiano…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 6 votes)
  15. R

    Berlusconi non ha mai promesso 800 euro o 1.600.000 (facciamo 1.000.000) del vecchio conio al mese a tutti i nullatenenti/nullafacenti d’Italia. L’ hanno sparata davvero troppo grossa, non possono non pagarne le conseguenze, duramente, direttamente, inutile che stiano a menarla sui complotti, i depistaggi, le campagne neomaccartistiche contro i tecnici infedeli. Nell’immaginario del folto popolino con le pezze al deretano loro sono quelli del reddito di cittadinanza, punto. O lo fanno o verranno azzerati. Senza contare poi che giggino ben prima dell’affaire tecnici e della sclerata del gieffino aveva già cominciato a fare dei passi indietro, riconfigurando il reddito di cittadinanza come una sorta di rei rivisto e ampliato, salvo poi cambiare nuovamente posizione, apparentemente, in attesa del prossimo giro di valzer. Passata la sbornia elettorale arriva il redde rationem. Anzi, è già arrivato, visto che sono in netto calo di consensi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  16. D

    El Carbayon: ah, sì, sì, ma io non faccio pronostici (secondo me è come dice Axel…). Dico solo qual è stata secondo me la strategia, giusta o sbagliata che si rivelerà…

    Rossi: Berlusconi sparò il milione di posti di lavoro, aboliremo l’ICI, etc. Inutile pesare le cose col bilancino per vedere chi l’ha sparata più grossa. La si spara e poi c’è sempre l’alibi del gombloddo, questa è la tecnica, punto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  17. R

    Ma di quale complotto tecnicoburocratico si parla nello specifico nel momento in cui hanno ripetuto allo sfinimento in campagna elettorale che c’erano le coperture ? Ci sono i soldi ! Troveremo 10 mld lì, altri 20 là, ne risparmiamo o recuperiamo 15 da un’altra parte e via elettorando. Se ci sono/c’erano i soldi c’è ben poco da complottare o mettersi di traverso, a meno che Tria non sia un minus habens (non mi risulta) traviato e fuorviato dai tecnici trojan piddini che gli remano contro sottraendogli i denari sotto al naso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 3 votes)
  18. b

    Curiosità, visto che dalle elezioni sento ripetere spesso questa storia.
    Ma quanta gente conoscete che abbia votato M5S peril reddito di cittadinanza?
    La mia esperienza è: non più di 1 su 10.
    E si che di morti di fame ne frequento.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
    1. c

      Temo sia come il voto a Berlusconi: nessuno lo afferma pubblicamente, ma poi è così. Chi direbbe a altri che è un morto di fame?

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +11 (from 13 votes)
    2. R

      Alle mie latitudini proliferano discorsi del tipo “meglio 800 senza fare un cazzo che 1.000 per un lavoro di merda”. Già questo basterebbe per cassarla. A meno che non si rendano produttivi quei soldi impiegando chi li percepisce in lavori socialmente utili, ovviamente part time. Per dire, c’è una calamità, dio non voglia, prendi la vanga, parti, e vai a spalare, sennò ti levo il sussidio.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 2 votes)
    3. A

      guarda, io a questa tornata ho fatto lo scrutatore e gente così ne ho vista un buon 30% di quelli che hanno votato… li vedevi entrare alla carica, tipo Fantozzi quando si abbassava il basco, al suono di “O si fa l’Italia o si muore!”.
      Ed infatti tra noi scrutatori dicevamo “Questo vota 5 stelle, sicuro…”

      Poi c’erano addirittura quelli che accompagnavano il nonno over 90enne che l’ultima volta avrà votato il governo Giolitti…

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 8 votes)
  19. R

    Senza part time in un caso simile, ovviamente. A oltranza come sarebbe doveroso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  20. E

    https://twitter.com/agorarai/status/1044145847146106880

    per la cronaca…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  21. E

    @boemico: nessuno mi ha confessato “voto il movimento perchè mi darà il reddito di cittadinanza” (è anche vero che vivo in una parte di paese in cui l’occupazione in un modo o nell’altro ha ancora numeri decenti), piuttosto tra i miei conoscenti in area Grillo ho visto una grande attrazione sul semplicismo che ponevano a soluzione di temi complessi (vedi il link sopra… “taglieremo gli stipendi dei parlamentari!” “tagliamo 30 miliardi di sprechi” “facciamo le smart cities!”, il tutto fatto passare semplice e immediato… vi ricordate Giobbe Covatta? “basta poco che ce vo'”? ecco…) e da una specie di odio represso verso tutto ciò che è Apparato (“i soldi alle banche” “la Kasta” “i politici” “gli imprenditori che sono prenditori” “Renzi” “il Piddi” ).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  22. b

    Come El Carbayon
    Ne avessi sentito uno dire “oh, mi sistemo col reddito di cittadinanza”.
    Pochi “impossibile da fare”, ancora meno “beh, li voto ma spero non facciano questa fesseria”.
    La maggioranza, invece, compatta con “dagli al sistema, frega zero del reddito di cittadinanza”.
    Per cui, il fine politologo che è in me non capisce tanto la rilevanza data a Casalino, alle sue sparate e ai suoi stipendi.
    Piuttosto, credo che col taglio dei vitalizi abbiano fatto un bel colpo, ma se vogliono sopravvivere devono riuscire a picchiare durissimo sulle spese della politica.
    Con un altro “taglio ai vitalizi” si possono permettere pure di mandare a mare la Fornero

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
    1. G

      Col taglio ai vitalizi e alle spese della politica ci prendi gli applausi del popolo bue ma a livello di riduzione del debito pubblico non incidi niente.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +6 (from 8 votes)
  23. G

    La cosa più indicativa, e preoccupante, di cio’ che ha detto Casalino, è quel “devono trovare ‘sti cazzo di soldi”. Concetto ribadito tra l’altro anche da Di Maio e da Dibattista in un agghiacciante post su Facebook.

    Personalmente trovo in po’ questi inquietante questo battere ossessivo da parte dei 5 Stelle sul ‘volere del popolo’, usandolo come ariete per piegare al proprio volere quegli organi dello stato che dovrebbero garantire il rispetto delle leggi e l’equilibrio delle finanze.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 13 votes)
    1. E

      Gatto, condivido totalmente. La legge di stabilità “del popolo” mi fa venire qualche brivido. Un linguaggio squadrista, si sarebbe detto un tempo, perché qui non può più essere solo crassa ignoranza.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +4 (from 12 votes)
  24. b

    Se governare in deficit è da squadristi, siamo appena usciti da una legislatura fascionazista (ma ancora questa termini, nel 2018?)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 9 votes)
    1. G

      Non era il senso dell’intervento mio e, credo, di Eleonora.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +1 (from 5 votes)
    2. G

      Poi non capisco perchè, siccome siamo nel 2018, non si possa parlare, Al meno come potenziale pericolo, di squadrismo o di fascismo.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -3 (from 9 votes)
      1. D

        Perché è una cazzata, come parlare di pericolo cesarista e deriva pontificia, dai…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 11 votes)
        1. G

          …o di invasione di immigrati musulmani…

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +1 (from 7 votes)
          1. D

            Mai avuto un compagno mussulmano in classe dall’asilo alla tesi.
            Mio nipote ha provato ad averne il 40% dei compagni d’elementari.

            VN:F [1.9.22_1171]
            Rating: +2 (from 2 votes)
            1. G

              E cosa ci sarebbe di male?

              VN:F [1.9.22_1171]
              Rating: -3 (from 5 votes)
              1. D

                Insnzitutto il discorso non era su male o bene, ma se è vero o no. Secondo, allora ti ribatto cazzata su cazzata e ti chiedo: cosa ci sarebbe di male ad avere il 40% di compagni nazisti?!

                VN:F [1.9.22_1171]
                Rating: +5 (from 7 votes)
        2. I

          Infatti, non c’è l’onda nera e allora quella gialloverde..il nantes ha preso il potere

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +2 (from 2 votes)
  25. U

    Tutta percezione

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
    1. G

      Hai ragione. In italia gli stranieri sono il 7%, però la gente pensa siano il triplo

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: -3 (from 7 votes)
      1. A

        il 7% sono i regolari…

        comunque, anche prendendo quel numero per buono, quel 7% non è distribuito tra le varie fasce d’età come gli italiani, per cui nelle scuole elementari te ne trovi 4 ogni 10 alunni e negli ospizi 1 ogni milione di pensionati…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +6 (from 6 votes)
        1. D

          Va beh, ma vuoi che lui da Londra non abbia il polso del paese?!

          VN:F [1.9.22_1171]
          Rating: +9 (from 9 votes)
  26. D

    Rossi, ma loro le coperture le hanno individuate! Sono i grigi burocrati (poltronati dalla kastah, ovvio) che le hanno bloccate!
    Le basi, cazzo!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
    1. R

      Ripasso le basi. Abbiamo le coperture ! Gombloddo ! #hastatoiltenniko ! #hastatolakalkolatrice ! Cazzo !

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
      1. D

        Ooohhh, vedi che se ti impegni capisci lo schema?! Hai presente le coperture preventive di Adani?! Ecco, questi c’hanno le scuse preventive, tutto calcolato: al momento giusto taaaaaccc!…

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 3 votes)
  27. G

    Questo è il testo dell’ultimo post di Di Maio, intitolato”La Manovra del Popolo, prima Vengono gli Ultimi”.

    Parole agghiaccianti.

    “Chi ha distrutto il Paese mettendolo in ginocchio, perdendo completamente la propria credibilità, dovrebbe avere l’umiltà di interrogarsi per capire dove ha fallito.
    Ci hanno lasciato l’Italia in macerie, un Paese in cui si sono sempre tutelati gli interessi delle lobby e non quelli dei cittadini. Noi lo stiamo rimettendo in piedi. La manovra del popolo è un atto concreto perché prima vengono gli ultimi, mentre gli interessi e i privilegi dei potenti vengono finalmente sacrificati ed eliminati per il bene comune.

    Abbiamo iniziato dal lavoro, dalla tutela dei diritti dei lavoratori, eliminati proprio dal Pd, e dal contrasto alla precarietà, al lavoro nero e al caporalato che spesso sono causa di morti sul lavoro, come certificano anche oggi i drammatici dati dell’Inail. Le nostre sono azioni concrete, infatti abbiamo nominato il Generale dei carabinieri Alestra alla direzione dell’Ispettorato del Lavoro. È la prima volta che un carabiniere, un uomo delle forze dell’ordine, ricopre questo incarico. È un segnale chiaro a chi pensa di poterla ancora fare franca sulla pelle di chi lavora.

    Il segretario reggente del Pd è libero di offendersi se io dico la verità, ma per troppo tempo al popolo sono state raccontate solo balle. Hanno raccontato agli italiani che tutto andava bene e invece li stavano spingendo sempre più verso l’orlo del baratro. Ora gli assassini politici dei diritti degli italiani devono fare i conti con la realtà e con la verità. Se anziché frequentare le piazze vuote e dedicarsi alla lettura dei giornali andassero di più nelle fabbriche, nelle scuole e tra gli imprenditori allora potrebbero iniziare a capire davvero cosa vogliono gli italiani: un futuro libero dagli intrallazzi dei partiti dove al primo posto viene la loro vita, la loro realizzazione e la loro famiglia.”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  28. U

    Gatto
    Ma appunto..io cosa ho detto
    E tutta una percezione

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  29. U

    “Lo stipendio di Casalino non risolve il problema, ma il segnale era importante e doveva essere coerente con le proprie promesse. ”
    Concordo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  30. E

    “Un linguaggio squadrista, si sarebbe detto un tempo”. Io questo avevo scritto e lo confermo. Un tempo (“un tempo”) si sarebbe detto così. Ma certe espressioni mica si possono usare solo se esiste ancora il riferimento. Non si può parlare di cesaropapismo? Di nicodemismo? Di decadentismo? Di stoicismo? Non esiste più lo squadrismo storico, ma si può usare un lessico da squadristi, e secondo me alcuni esponenti politici lo usano anche oggi. P.s. E poi, dio mio, non è che bisogna per forza ogni volta fare esempi multipli. Come quando si parla delle violenze fasciste e si dice “e le foibe?” e, si parva licet, come quando si critica questo governo e ci si deve sempre sentir dire “e allora il pd?”, come se fosse una giustificazione.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
    1. j

      Lo usavano anche ieri questo linguaggio veramente. E non si parlava di squadrismo

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  31. t

    Bella pagina di deliri, complimenti.

    “Hanno perso molto consenso”…sono al 30% con la lega…..ah gia’ ma dovevano finire al 6% gia’ cinque anni fa secondo qualche fenomeno
    Che “i tecnici debbano trovare i soldi” e’ giustissimo, per anni era il popolo che doveva trovare soldi per i tecnici e siete nelle condizioni che siete.

    Sui musulmani e squadrismo grandi risate, per fortuna su indiscreto tutti i gradi di comprensione della realta’ sono ben rappresentati.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 4 votes)
  32. t

    Eleonora: il punto e’ che espressioni come squadrismo, fascismo e populismo sono ormai state abusate e hanno perso di incisivita’, quindi chi le usa passa per uno che non ha argomenti e gioca un facile espediente dialettico per apparire dalla parte della ragione. In pratica parlare di “squadrismo” e’ squadrista, perche’ si usa il linguaggio per intimidire.

    Probabilmente analizzando i dati di google degli ultimi 6 mesi il termine fascismo ha piu’ alta correlazione con “Salvini” e “migranti” che con “Mussolini” o “Seconda guerra mondiale”.
    Praticamente ha cambiato di significato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
    1. E

      Mmm…interessante, mi sa che hai ragione. Cmq il termine squadrismo cerco di non usarlo mai. In realtà io mi riferivo a una considerazione (per me sbagliata) di Dane. Magari ho capito male.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  33. r

    Casalino stratega

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi