Djokovic e il Grande Slam 2019: la volta buona?

Non occorre grande fantasia per scrivere che con il senno di oggi Novak Djokovic è il favorito per tutti e quattro i tornei dello Slam del 2019 ed infatti lo scriviamo: non siamo artisti maledetti, ma gente alla caccia di una impression o di un like. E non è fantatennis ipotizzare che il suo obbiettivo sia proprio il Grande Slam, ormai unico traguardo che possa stimolare gente con la carriera sua, di Nadal e di Federer. Forse Nadal riuscirà ad uscire bene dall’infortunio che lo ha portato al ritiro contro Del Potro a New York, di sicuro il logorio dovuto non tanto all’età (32 anni, uno più di Djokovic) quanto alle troppe battaglie sulla terra battuta non potrà trasformarsi in freschezza: mai comunque darlo per morto, e l’epica partita contro Thiem serva da monito, ma il suo chilometraggio sembra più alto di quello del serbo che ha beneficiato da due anni giocati a sprazzi, così come Federer aveva beneficiato nel 2017 di sei mesi di totale inattività la stagione precedente.

Però si vive e si scrive nel presente, con Djokovic che dopo avere eguagliato Sampras a 14 Slam vinti (17 Nadal, 20 Federer) viene dato dalla Snai favorito agli Australian Open (2,50), secondo favorito al Roland Garros (4,00, con Nadal sulla fiducia a 2,25), di nuovo uomo da battere a Wimbledon (3,50) e agli US Open (2,75). C’è ovviamente la quota anche per il Grande Slam: 50. Piuttosto bassa, considerando la difficoltà di un’impresa che nell’era Open è riuscita soltanto una volta (Rod Laver 1969), contro i 200 di Nadal e i 300 di Federer utili giusto a rastrellare soldi presso il popolo. Come al solito invitiamo i compagni scommettitori a fare di conto: se credete nel Grande Slam di Djokovic puntate torneo per torneo, visto che le quattro quote di Djokovic vincente danno come prodotto 96,25 che a casa nostra è quasi il doppio di 50. E difficilmente le quote dei singoli Slam si abbasseranno molto più di così. Non ce ne vogliano gli amici di Snai, che hanno proposto queste quote

Ma tornando alla cosa più importante, cioè il tennis, adesso che Djokovic si è ritrovato mentalmente e fisicamente (il secondo set della finale ha avuto una intensità insostenibile anche dal divano, merito anche di un super Del Potro) bisogna analizzare le condizioni dei suoi avversari. Se Nadal guarisse e Federer giocasse solo Wimbledon (ma avrà 38 anni…) o giù di lì la strada per Djokovic sarebbe già molto difficile, ma la sensazione è che anche gli avversari più giovani si stiano come minimo organizzando. Gli U.S. Open sono stati l’ennesimo Slam in cui Zverev ha fatto schifo, ma quando i tre grandi moriranno il primo della lista sarà purtroppo lui, anti-tennis senza nemmeno carisma, sotto la supervisione di Ivan Lendl. Dimitrov ha l’età per crederci ancora, ma il punto di svolta della sua carriera è stato l’anno scorso a Melbourne: avesse vinto, come poteva vincere, sarebbe cambiata la storia. Thiem ha tutto per conquistare come minimo il Roland Garros e anche per giocarsela alla pari con Djokovic sul cemento, forse il tempo delle sconfitte fra gli applausi è terminato. Raonic magari non troverà ancora Isner (quasi come Wawrinka per Dimitrov), Kyrgios magari metterà insieme i pezzi, crediamo molto in Khachanov un po’ su tutte le superfici. E nemmeno contiamo i colpi ancora in canna a Del Potro e Cilic… Ci sentiamo però di scommettere che nel 2019 Djokovic non perderà al Roland Garros contro Cecchinato, anche se già quel Djokovic era in crescita. Previsione? Djokovic dominatore del 2019, ma senza Grande Slam per merito (o colpa) di uno fra Zverev e Thiem, non necessariamente al Roland Garros.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.0/10 (3 votes cast)
Djokovic e il Grande Slam 2019: la volta buona?, 9.0 out of 10 based on 3 ratings

17 commenti

  1. A

    direttore, Nadal – Roland Garros e Federer – Wimbledon sono binomi indissolubili, almeno per un altro anno ancora… a meno di catastrofi, ovvio!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
    1. Sulla singola partita credo possano esserlo per diversi altri anni, ma su sette di fila noi. Soprattutto Federer: non è una colpa avere 37 anni… Se poi Nadal tornerà sano, sulla terra può batterlo solo un Thiem senza coscienza

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +2 (from 2 votes)
      1. m

        Parere personale: fed ausopen > fed Wimbledon . Oggi

        VN:F [1.9.22_1171]
        Rating: +3 (from 3 votes)
  2. F

    il thiem visto contro contro nadal credo sia molto vicino ad essere il favorito in australia

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
    1. m

      Australia molto più veloce di us open.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: +3 (from 3 votes)
  3. m

    Condivido l’articolo.
    Alcuni spunti:
    Thiem probabilmente prossimo numero uno dopo i mostri sacri. Ma quest anno tanti alti e bassi. E ho impressione faccia sempre troppa fatica a vincere le partite. Anche quelle semplici.
    Kachanov gioca sprazzi di altissimo livello , ma mai una partita intera. Inoltre spostamenti verso la rete è gioco di volo veramente imbarazzanti.
    Zverev si muove benissimo ma uno con un gioco di volo così dovrebbero essere squalificato a vita.
    Attenzione a wawrinka e forse anche a murray. Anche all 80% sono subito dopo i tre.
    Dei giovani/giovanissimi non ci sarà un vero campione (da 7/8 slam ) per me. Quello che mi piace di più perché completo, coraggioso , intelligente è de minaur. Ma gli manca il winner e penso non migliorerà tantissimo. Tiafoe il peggiore.
    Djokovic favorito in tutti e 4 gli slam, ma anche io penso ne porterà a casa 2 al massimo 3. Il Roland Garros è quello più difficile per lui

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  4. m

    Nadal per me lo rivediamo sul rosso

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  5. C

    Però non è che la maturazione tardiva ad esempio di Stan the man ci possa dare indicazioni che l’età del picco nel tennis si stia spostando in avanti? Quanti hanno vinto il primo slam a 30 anni?

    Ps ovviamente i fenomeni lo sono già a 20 anni, ma ci sta che questa next gen sia fatta di ottimi giocatori ma non di fenomeni.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  6. L

    Ragazzi ma sta passione smodata per thiem (addirittura numero 1)? Troppo irregolare, nullo sul veloce e a wimbledon e avrebbe perso da delpo. Io lo vedo vincitore solo al rolando

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  7. r

    Leo si fanno ingannare dalla battaglia americana con un Nadal in realtà già in semi coma

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  8. m

    Leo , tolti i tre chi secondo te oggi il numero 1? Thiem può vincere benissimo due slam .

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  9. L

    Murillo è una roulette ma tolto appunto il Roland garros dove thiem può effettivamente vincere (ma sicuri che batterebbe djokovic di us open o anche solo il Wawrinka dell’anno scorso?) negli altri tre slam i favoriti dopo i tre per me sono delpo waw Murray clic e nishi. Zverev sembra il più continuo nei mille. Quindi boh, è un bel rebus. Magari alla fine tsitsipas e shapo aggiustano gli unforced e iniziano davvero la next gen era. Sono i due più completi anche se sono ancora giocatori da highlights.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
  10. M

    Per me Djoko può fare il grande slam. Potrebbe accadere che Nadal perda proprio da lui a Parigi. Prima o poi dovrà accadere che perda in finale al RG.
    Per me Federer non ne vince più di Slam (ma potrebbe fare un’altra finale ). Occasione d’oro per la legacy di Djoko. Che non mi ha mai emozionato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
    1. L

      Djokovic può vincere ancora tanti slam. Ma il grande slam mi sembra francamente irraggiungibile, nonostante parta favorito in tutti e quattro. Comunque se ne riparla dopo Australia e Parigi. Se li vince. È successo solo una volta, l’anno che poi è crollato. A Federer e a Nadal non è mai successo.

      VN:F [1.9.22_1171]
      Rating: 0 (from 0 votes)
  11. m

    Leo, appunto è una roulette. A tutti manca qualcosa o tanto.
    Per me thiem , se riesce a trovare un po’ di continuità , e smette di giocare tutti questi 250 … , È il primo favorito per raggiungere la vetta . Cemento e terra rossa può essere top, anche se erba e indoor non combinerà mai nulla, può bastare.
    Poi chiaro che può andare in tanti altri modi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  12. P

    Basta chiedere a Scanzi per avere un quadro completo sui prossimi vincitori dei quatto Slam…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 4 votes)
  13. b

    Il Nadal trionfatore al RG quest’anno forse (forse forse forse) sarebbe battibile dal miglior Djokovic di sempre.
    Il serbo visto fino ad ora, seppure in crescendo, non è però vicino al miglior Djokovic.
    E’ il Grande Slam più probabile degli ultimi 7 anni, ma per me non ce la fa

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un Commento

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi