Nel 2012 ha vinto l’Italia

Sono state pubblicate da FIMI le classifiche annuali di vendita dei dischi in Italia che vedono una supremazia degli artisti nazionali a cominciare dalla Top 10 degli album. In particolare otto su dieci sono stati pubblicati da cantanti italiani, con al primo posto L’amore è una cosa semplice di Tiziano Ferro davanti a 21 di Adele e Noi di Eros Ramazzotti.

Appena giù dal podio Biagio Antonacci con Sapessi dire no che precede Jovanotti (Backup 1987-2012) e Zucchero (La sesion cubana). Questi due album insieme a quello di Ramazzotti sono stati pubblicati negli ultimi mesi del 2012 mentre quello di Ferro e Adele (unica straniera con i One Direction nei primi dieci) risalgono all’anno precedente e quindi hanno avuto una presenza sugli scaffali (fisici e digitali) ben superiore.

Da notare che, rimanendo in ambito musica italiana, si tratta nella maggior parte di nomi consolidati da anni (se non decenni) sul mercato pur essendoci novità di rilievo dal punto di vista commerciale, almeno per le posizioni più alte della classifica, rappresentate da chi è uscito dai talent show (vedi Emma e Alessandra Amoroso). Da non sottovalutare infine come rampa di lancio anche il tanto bistrattato Festival della Canzone Italiana (Sanremo), con esempi quali Arisa, Nina Zilli e Malyka Ayane comunque tra gli album più venduti nell’anno.

Detto che per fare delle valutazioni maggiori bisognerebbe anche sapere le cifre esatte di vendita, qui di seguito riportiamo la TOP 20 annuale degli album:

1 L’AMORE È UNA COSA SEMPLICE (Tiziano Ferro)
2 21 (Adele)
3 NOI (Eros Ramazzotti)
4 SAPESSI DIRE NO (Biagio Antonacci)
5 BACKUP 1987-2012 IL BEST (Jovanotti)
6 LA SESION CUBANA (Zucchero)
7 TAKE ME HOME (One Direction)
8 SARO’ LIBERA (Emma)
9 INEDITO (Laura Pausini)
10 L’ALTRA METÀ DEL CIELO (Vasco Rossi)
11 LIVE KOM 011: THE COMPLETE EDITION (Vasco Rossi)
12 UP ALL NIGHT (One Direction)
13 L’ULTIMA THULE (Francesco Guccini)
14 ANCORA DI PIU’ – CINQUE PASSI IN PIU’ (Alessandra Amoroso)
15 MDNA (Madonna)
16 UNA STORIA SEMPLICE (Negramaro)
17 WRECKING BALL (Bruce Springsteen)
18 12000 LUNE (lucio Dalla)
19 MYLO XYLOTO (Coldplay)
20 THE 2ND LAW (Muse)

Da questo link è possibile scaricare le classifiche complete.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.0/10 (3 votes cast)
Nel 2012 ha vinto l’Italia, 7.0 out of 10 based on 3 ratings

5 commenti

  1. ma perchè, gli album ancora si vendono ?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. tristezza infinita….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. tutto bene, io non sono un artista, ma ricordo che le poesie che si imparavano a scuola avevano una musicalita´, una struttura, delle parole pensate.

    E questo poi si e´trasmesso anche alle canzoni. Ma ora, per esempio, ho ascoltato sta canzone di tiziano ferro che da´il nome all’album. Come cavolo si fa anche solo a pubblicarla? A me ha dato fastidio fisico, una cantilena.

    Non parliamo poi delle “liste della spesa” stile jovanotti

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  4. Quoto Transu, l’unica spiegazione a quella classifica è che gli italiani ancora faticano con l’inglese e non hanno nessuna intenzione di impararlo… 😀

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  5. @Dane: Oppure semplicemente che i cantanti italiani – a torto o a ragione – piacciono di più (almeno a chi i dischi ancora li compra) nonostante non ci sia una legge come quella che in Francia impone che il 40% della musica trasmessa in radio sia francofona… Più che altro bisogna riflettere sul fatto che di artisti veramente nuovi in classifica ce ne sono effettivamente pochi.

    Sul discorso dell’inglese magari il fatto di non capirlo potrebbe invece essere uno stimolo proprio per sentire comunque le canzoni straniere 😉

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia un commento