Nostalgia di Benetton

Pagelle pensate a San Miguel de Tucuman.

10 A Ettore MESSINA per l’impassibilità della seconda fila come assistente in mezzo a gente che sbraita, scalcia,mangia, in mezzo al mondo novo che lo ha purificato come  vorrebbe purificarsi il Guardiola che adesso vede troppi ciuchi prendere le distanze dalla sua squadra meravigliao. Accadeva anche al nostro Ettorre Tancredi.

9 Ad Omar COOK che ha fatto di tutto per convincere Armani, Scariolo, Proli, che forse si doveva investire su un riumbalzista piuttosto che su un altro esterno con le sue qualità. Ora vedremo se l’aggiunta lo migliorerà o lo porterà alla depressione. La chiave della stagione  di Milano è in questa reazione chimica all’additivo Dentmon che arriva dai Tori di Austin. E sti cazzi.

8 Per FINELLI e KOPONEN perché se la Virtus è così  bella da vedere dipende proprio da loro oltre che dal furore del Sanikidze che tutte le squadre bennate dovrebbero avere nel loro arsenale.

7 Alla RAI schierata su tutto il fronte del basket, anche se poi va a sbattere con il calcio, anche se la voglia di esserci e di proporre fa vedere cose che non sono così belle da guardare, ma la buona fede di chi commenta, la passione genuina della nuova generazione di telecronisti ci fa sperare in un futuro di sobrietà costruttiva come consigliano due eccellenti spalle tecniche come  Michelini “cumvela” e della violinista Alice Pedrazzi che, naturalmente, in un paese di asini, resta sempre precaria fra giornali e televisioni, ma per fortuna non si arrende.

6 Al Taquan DEAN senza stipendio da 5 mesi, non è l’unico alla faccia dei campionati regolari ,tornato per la gioia dell’ultimo urrah casalingo di Avellino, di quel che resta di una società piena di guai dove un bravo allenatore ha fatto il massimo, ma dove non servono viste di cortesia se non si arriva con qualche assegno e buone idee.

5 Al CALVANI che ha fatto tremare Pesaro dopo le figuracce delle ultime settimane. In quel nido di Mamba in pelouche fatti in Cina succede da anni che i pentiti si ravvedano per due, tre giorni, una partita. Provi a tenere in palestra fino alla scadenza  contratto del 30 giugno chi avrebbe bisogno di lavorare tanto sulle carenze tecniche ben evidenti? Riceverà una telefonata.

4 A PIANIGIANI se non precetta da subito gli italiani eliminati per un campo di lavoro serio che riduca al minimo la vacanza pagata. Serve per capire cosa teniamo nella cantina del sistema, serve per inventarsi cose e ci sono  tanti posti dove organizzerebbero volentieri. Tipo la Valtellina tradita, adesso, per altri pascoli.

3 A TREVISO se le sue lacrime saranno soltanto da coccodrillo come per il calcio o la pallavolo mandata a Belluno. Adesso servono cose concrete, cercando di partire da questa struttura tecnica, da un progetto che non si fermi davanti al nolo, magari troppo caro, del Palaverde. Siamo sicuri che  Benetton  il campo lo darà gratuitamente, a patto che la società gestisca l’impianto.

2   Alla LEGA se non si offre alla Federazione per organizzare a sue spese un torneo di sviluppo con tutti gli italiani eliminati. Sarebbe divertente e, magari, produttivo, anche se alla finale della D-League dove ha vinto il nuovo acquisto di Milano non c’erano mai più di 400 persone. Darsi da fare con qualche idea. Non servono i palazzetti, bastano le secondarie a meno che non si metta in mezzo Scariolo chiedendo l’accredito.

1 Alla COMMISSIONE CERTEZZE, organismo inesistente, perché sono arrivati i giorni della chiarezza: tutti in fila per l’antiblenorragica del bilancio, degli stipendi non pagati.

0 Al PETRUCCI che tarda a fare piazza pulita anche nel basket, che non ci fa sapere di voler continuare come presidente avendo al fianco, come responsabile delle  squadre Nazionali, Dino Meneghin che è ancora la persona più spendibile a livello internazionale, persino nell’Uleb che comincia a snobbarci come la Fiba perché chi semina vento raccoglie poi tempesta, chi non ha mai aperto la porta del proprio convento ora si trova isolato a festeggiare con fave mai fresche.

Oscar Eleni, 3 maggio 2012

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 4.6/10 (7 votes cast)
Nostalgia di Benetton, 4.6 out of 10 based on 7 ratings

Lascia un commento