Trony e reddito di cittadinanza

Non siamo capaci di fare grandi analisi economiche, ma l’altro ieri in pieno delirio post-elettorale ci è venuta in soccorso la realtà: siamo andati al Trony vicino a casa per acquistare una lampadina, come avevamo fatto qualche mese fa quando si era fulminata la precedente (una vita ricca di emozioni, alla Budrieri) e non abbiamo trovato nemmeno una lampadina. In quel grande negozio otto commessi che chiacchieravano fra loro, zero clienti e zero lampadine. Di più: quando abbiamo chiesto la cazzo di lampadina una commessa ci ha sorriso, come a dire ‘Ma davvero pensavi di trovare una lampadina in un negozio di elettrodomestici e articoli elettrici?’. Solo uscendo abbiamo notato all’entrata un ritaglio di giornale appeso alla porta, che parlava della crisi dell’azienda e della mancanza di assortimento nei negozi (nostra traduzione: i fornitori non vengono pagati).

In pratica dal dicembre del 2017, in alcune zone anche da molto prima, i dipendenti (circa 800 in tutta Italia) percepiscono il 20% dello stipendio  e non ci sono segnali che la situazione migliori. In pratica la DPS Group, una delle tre società che gestiscono i punti vendita e che sono azioniste della GRE (la proprietaria del marchio), è stata ammessa alla procedura del concordato preventivo e senza un acquirente all’orizzonte è impossibile che si salvi. La decisione del Tribunale di Milano è prevista fra una ventina di giorni, ma al di là del caso specifico e del solito temino ‘Il web cattivo che divora i negozi buoni’, che poi sarebbe il vero tema anche se il web non è sempre cattivo e i negozi non sono sempre buoni, ci sarebbero anche altre considerazioni.

1) Se una persona dopo diversi mesi in cui prende il 20% dello stipendio non se ne è ancora andata significa che il mercato del lavoro, anche in Lombardia, non è evidentemente pieno di opportunità per chi non ha una specializzazione ma ha lo stesso molto bisogno di lavorare (diversamente non farebbe il commesso, accettando di prendere 300 euro al mese) e quindi non sarebbe in teoria schizzinoso. 2) Al di là del consulente che in cialtronese ti spiega che ‘devi vendere un’esperienza, non un prodotto’, nel 2018 il negozio fisico in molte categorie merceologiche dovrebbe legare al prodotto anche elementi di assistenza che vadano al di là delle tessere fedeltà: la maggior parte dei clienti non sa come far funzionare ciò che ha acquistato (banalmente: abbiamo cambiato l’ordinamento dei canali al 90% del pensionati di nostra conoscenza, perché non erano capaci). Invece troppi negozi ancora oggi sono meri distributori, senza alcun valore aggiunto nemmeno di tipo emotivo. Trony, Mediaworld e simili fanno sicuramente parte di questa razza. 3) Il reddito di cittadinanza dei Cinquestelle, valido slogan elettorale che però si lega a centri per l’Impiego con efficacia diversissima fra regione e regione, ha avuto un grande successo al Sud ma potrebbe avere effetti politici anche al Nord perché c’è una massa di persone senza mercato che ancora non sono state espulse dal loro ‘posto’.

Non è ancora il momento del catastrofismo, perché il tasso di disoccupazione è all’11,1%, dopo vari saliscendi molti simile a quello della mitica Italia ‘protetta’ di trent’anni fa (ci sono i dati ISTAT). Ma anche quasi il doppio di quella non protetta del 2007, volendo proprio seminare il terrore. Di sicuro il partito del debito pubblico, dai disoccupati organizzati a Cinquestelle ai nemici della Fornero (o amici della flat tax, senza però indicare i tagli) come la Lega, ha stravinto le elezioni e soltanto una dittatura militare potrebbe evitare che alle parole seguano almeno in parte i fatti. In mancanza di redditi da tosare rimangono i patrimoni, considerando tali anche il bilocale di periferia ma soprattutto la liquidità pura, non investita e nemmeno parcheggiata: a gennaio i depositi sui conti correnti degli italiani hanno superato i 1.300 miliardi di di euro. Insomma, qualcuno il reddito di cittadinanza dovrà pur pagarlo a meno che questi commessi diventati inutili o gli impiegati generici ‘esuberati’ dopo una fusione bancaria si trasformino in badanti, collaboratori domestici, startupper, influencer, esperti di internet of things.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.3/10 (14 votes cast)
Trony e reddito di cittadinanza, 9.3 out of 10 based on 14 ratings

36 commenti

  1. I

    direttore, in una cartellina verde, era al tempo nelle mani di Bersani, elezioni 2013, c’è sempre l’ipotesi della tassazione de conti correnti.
    sapendo che rischiano grosso, per adesso è mera teoria

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 3 votes)
  2. C

    Mi hai fatto pensare che devo investire in una assicurazione vita tutta la liquidità che ho sul conto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  3. I

    sai che i titoli di stato dal 2012 non sono più a capitale garantito? Hair cut del 30% in caso di difficoltà dello stato. i problemi nasceranno dal 2019

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  4. C

    Assicurazione vita non italiana, che domande 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  5. N

    Lo devo dire ai miei cognati che hanno investito tutto in titoli di stato perche’ credono siano sicuri.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  6. I

    se li hanno emessi prima del 2012 non hanno problemi nel rimborso, però io un pensierino su altre cose lo farei

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  7. Italo
    Ci pensavo l’altro giorno
    Non ti ho ascoltato sulle banche venete tenendo duro (e portando a casa)
    Però adesso volevo domandarti consigli
    Come la vedi per liquidità e titoli di stato ?
    In generale ovviamente

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  8. I

    se investi in sicav, hanno un altro diritto e ti tieni i tuoi soldi.
    in islanda, i risparmiatori che hanno salvato i loro soldi, avevano investito proprio lì.
    i titoli di stato dopo il 2011, non hanno più la garanzia del capitale, ma un hair cut del 30%
    nel caso volessi delucidazioni, italomuti@libero.it

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  9. C

    Italo domanda: non sono cmq aggredibili in caso di patrimoniale in Italia? A meno che tu non stia proponendo di investirci senza farlo sapere al fisco italiano…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  10. I

    si paga già lo 0,2 per cento ogni hanno sui fondi, sia italiani che di diritto estero, ma si rifanno ad un altro diritto, per cui non ci possono fare niente. comprando le quote di un fondo lussemburghese, diventi azionista della sicav, e allora non puoi aggredirla.
    se c’è dolo, è un’altra cosa.
    da solo lo stato, per motivi suoi non espropriare proprio nulla.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  11. I

    ogni anno..sorry per il refuso

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  12. M

    Maestro secondo me qualsiasi gestione separata anche di diritto italiano non è aggredibile a mezzo patrimoniale.
    Quindi ramo I, III, fondi o sicav che siano.
    Sul rischio default sottostante concordo…tenete conto anche che oggi molte polizze di ramo I sono quotate mark to market con capitale garantito solo a scadenza, perdendo l’unico appeal che avevano rispetto ai BTP ossia l’assenza di volatilità

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  13. j

    MV mi consigli di ritarare i milioni di euro che verso ogni anno per il piano pensione (tra due anni non pago piu la penale per la chiusura) o li tengo in Italia? Sono dal leone.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  14. M

    Immagino sia una polizza ricorrente e non un vero e proprio fondo pensione sennò non potresti riscattarlo totalmente prima della pensione stessa.
    Sono prodotti che a me non piacciono perché a parità di rischio rendono meno del corrispettivo pac su fondo/sicav a meno che a te non interessi il fatto che siano impignorabili e insequestrabili..
    Diciamo che li disinvestirei per motivazioni di profitto più che di rischio sistema Italia

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  15. j

    Si ho usato un termine sbagliato (mi rimborsano tra 22 anni il capitale+interessi) e il prodotto oggi non sta rendendo un cazzo (mi pare stiamo sul 2,3% lordo). Sull’impignorabilità frega un tubo, la mia è un’attività in cui non ho rischio indebitamento.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  16. M

    22 anni di orizzonte temporale?
    Riscatta appena possibile e fai piano di accumulo su azionario!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  17. C

    Si ok, ma la GS di diritto italiano è imbottita di BTP, è quello il mio cruccio. D’accordo con te che DOVREBBE ESSERE non aggredibile a mezzo patrimoniale, MA è con viva e vibrante preoccupazione che mi tocca ricordarti che se ne è parlato brevemente a novembre in sede di legge finanziaria.

    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-10-19/polizze-vita-stop-governo-bollo–212842.shtml?uuid=AEzy75rC

    Per ovviare al problema BTP, invece, avevo pensato di indirizzarmi su una polizza vita lussemburghese.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  18. M

    Non sono imbottite. HANNO SOLO BTP 😀
    Per quanto riguarda la mini patrimoniale sulle ramo I, io in realtà mi chiedo perché siano ancora l’unico ! UNICO ! prodotto esente da imposta Monti dello 0,2 annuo visto che si paga anche sui titoli di stato… boh… forse Monti aveva solo Ramo I ? 😆

    Edit. Sulle ramo III e sulle multiramo per la parte in Ramo III si paga eccome!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  19. I

    Le ultime hanno una finzione e caratteristiche differenti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  20. z

    Direttore, non si abbatta. Anche ad indiana Jones e a lara Croft ogni tanto si fulminano le lampadine…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  21. c

    Ci sarebbe anche la teoria di fottere l’euro.
    Anche perchè andare a una guerra (commerciale) alleati alla germania non mi pare una grande idea.
    Questo è l’ultimo giro di giostra…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 6 votes)
  22. B

    a Napoli in pieno Vomero, la zona più ricca della città, ha da poco chiuso Trony (prima Fnac). Verrà sostituito da un negozio di pezze Piazza Italia. Direi che per gli annoiati commessi di Milano il destino è inesorabilmente segnato. Davvero i soldi non so da dove li andranno a prendere.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  23. l

    Sì vabbè poi però li andiamo davvero a prendere casa per casa i fivestars.
    Terrorismo ingiustificato (spero).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  24. A

    Direttore bisogna vedere cosa sono disposti a pagare i pensionati per riordinargli i canali, per 5 euro non ne val la pena, 20 euro non te li danno per una cosa che “Eh ma ci hai messo 5 minuti”
    oddio magari i pensionati sì ma il 50-60enne con lo smartphone che però non sa la differenza fra una app, un browser, un sito e un motore di ricerca te li da la prima volta, quella dopo si affida al figlio/nipote/parente di amici “che ne sa”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  25. Ad ognuno, sono arrivato anche a conoscenti di conoscenti che mi hanno pagato-gratificato definendomi ‘giovane’, ho ordinato non meno di 60 canali di digitale terrestre. Presto un post sulla psicologia dell’ordinamento, visto che NESSUNO ha accettato la mia proposta di Rai4 sul 4 e Rai5 sul 5…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  26. A

    effettivamente i pensionati sono ancora disposti a pagare, tanto che c’è chi se ne approfitta (devo ancora capire perché mettere a un ultra80enne l’app della banca sullo smartphone, manco venisse ogni giorno allo sportello a chiedere l’estratto conto)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  27. j

    Diretto, sacrilegio! Rete4 e Canale 5 non si toccano.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  28. c

    Prima che qualcuno ci rubi l’idea, fondare subito una start up per il riordino dei canali: sveglia!!!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  29. M

    Neanche una lampadina? Ci credo che non ci entra nessuno se vedono tutto buio…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 3 votes)
  30. c

    Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rete 4, Canale 5, Italia 1, … Sarti, Burnich, Facchetti, Bedin, Guarneri, Picchi, …
    Evitiamo di proporre cagate epocali come il cambio di ordine sul telecomando!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 14 votes)
  31. j

    MV, ma infatti e una roba che ho fatto perchè è a rischio zero e sto versando una miseria. Allo scattare dei 10 anni tornano alla base.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  32. c

    Chi ha votato la casaleggio e associati per lottare contro l’ establishment e oggi ha ricevuto l’endorsement di Boccia , Monti, Lupi, Scalfari, Marchionne, Tronchetti Provera e Riotta si sente come Fantozzi con quintali di pane nei mobili…..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +17 (from 17 votes)
  33. E

    😀

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  34. I

    Ma va? 😂😂
    Stesso padrone cambiano i servi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  35. c

    Sono loro che ce lo appoggiano a noi, mica noi a loro: poracci, si stanno cagando in mano.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  36. A

    Mi tocca confutare, dal profondo Sud in cui vivo, la teoria del voto meridionale a M5S per poter stare al mare tutto il dì.
    Premesso che votare uno che per anni ti ha insultato è per me un atto di masochismo inarrivabile, nel voto a M5S ci vedo soprattutto la speranza di spezzare le catene del sistema clientelare che attanaglia tutto il meridione.
    Finché le clientele venivano servite tutto sommato il sistema reggeva, ma ormai è chiaro a tutti che non vale nemmeno la pena leccare il culo per un posto al call center e allora tanto vale provare a smontare questo sistema nella speranza che succeda qualcosa.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)

Lascia un Commento

Close
Ti piace Indiscreto?
Seguici anche sui Social Network per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti
Social PopUP by SumoMe

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi