Boninsegna o Icardi?

Dopo i quattro gol segnati da Mauro Icardi alla Sampdoria l’affannosa consultazione di almanacchi cartacei e online ci ha ricordato che quattro gol in una partita di serie A sono un’impresa ma non un Gronchi rosa come potrebbero essere un gol da metà campo oppure segnato da un portiere. Impresa compiuta da campioni (Rivera, Baggio, Vieri, Van Basten) ma anche da buoni giocatori in giornata di grazia: questo, senza offesa, è il girone di Otero, Berardi, Pozzi, Parolo e altri. In entrambi i gironi è stata sfruttata la giornata di grazia della propria squadra, quella pessima dell’avversaria, più alcune situazioni particolari, spesso da calcio di fine stagione con tutto ciò che ne consegue in termini di aggiustamenti e passaggi a livello alzati per chi deve mettere a posto le statistiche. Solo in un caso il poker è arrivato in una partita pesante e il pensiero va ovviamente a Vincenzo Montella nel derby di Roma. Esiste poi un Empireo di chi di gol in A nella stessa partita ne ha segnati cinque: in ordine cronologico ci sono riusciti Kurt Hamrin con la maglia della Fiorentina nel 1964, Roberto Pruzzo con quella della Roma nel 1986 e Miro Klose per la Lazio nel 2013.

Il paragone naturale, per quanto riguarda Icardi, è però quello con Roberto Boninsegna: non solo per la maglia interista ma perché entrambi sono riusciti nell’impresa ben due volte, unici in serie A a riuscirci insieme ad Alberto Gilardino (sempre con il Parma). Nel caso di Icardi la prima fu da giovanissimo con la maglia della Sampdoria, contro il Pescara e in una situazione emotiva molto particolare (era appena morto Riccardo Garrone), nel caso di Boninsegna tutte e due le volte nell’Inter, un’Inter minore come era quella di metà anni Settanta. Abbiamo l’età per essere stati testimoni oculari della seconda di queste imprese di Boninsegna, il 13 ottobre 1974 contro il Cagliari, a San Siro. Un calcio italiano un po’ depresso dopo il Mondiale tedesco (quello attuale invece pare soddisfatto di sé, nonostante il fatto che i Mondiali li guarderà da casa: siamo ancora fermi a Gigi uomo vero che si sacrifica per la Patria) e un’Inter senza tante prospettive, allenata da un Luis Suarez che non era stato accolto con grande calore dai suoi grandi ex compagni Facchetti e Mazzola. In piena depressione era anche il Cagliari: la carriera di Gigi Riva era vicina al capolinea ed in ogni caso quel giorno il più grande attaccante italiano di sempre, con Boninsegna che stando a Brera non gli era troppo distante, era assente per uno dei suoi tanti infortuni.

La squadra allenata da Beppe Chiappella, con in campo Ottavio Bianchi ma anche eroi dello scudetto come Niccolai, Gori e Nené, non offrì una grande resistenza e gli errori di Mario Valeri, un buon difensore che fra l’altro era uno dei pochi sardi della squadra, fecero il resto. Un sinistro e due colpi di testa di precisione, più un bolide (ci siamo immedesimati e parliamo come nel 1974, forse lo facciamo sempre) sempre di sinistro su una punizione di seconda: Boninsegna perforò quattro volte Copparoni ma stando alla memoria l’impresa non fu celebrata e non furono ricordati i precedenti, pur illustri. E nemmeno lo stesso attaccante, sia ai tempi sia adesso ricordando quei tempi, le ha mai dato troppa importanza. L’ossessione per le statistiche, nell’illusione di trovare qualche legge scientifica per il calcio, è una malattia abbastanza recente: tutti vogliono fare i fighi credendo di essere in Moneyball, ma spesso basta una deviazione casuale per cambiare partite, stagioni, carriere, in certi casi anche la storia.

Nessuna statistica può spiegare la forza di Boninsegna, che non ha mai avuto troppa fortuna nei cambi di squadra: ritenuto troppo giovane per far parte della Grande Inter (scelta tecnica, sbagliata, di Herrera) fu mandato in provincia ed emerse proprio nel Cagliari, che però lasciò (va ricordato che non c’era la firma contestuale, il giocatore doveva andare dove i club decidevano: l’alternativa era ritirarsi) proprio l’estate prima della stagione dello scudetto. Scudetto che poi avrebbe ottenuto in nerazzurro, passando alla Juventus solo a 33 anni ma facendo ugualmente eccellenti cose, con due scudetti e la memorabile Coppa Uefa vinta da una squadra tutta italiana. Ai numeri va riconosciuto comunque il merito di darci pretesti per parlare dei grandi come Boninsegna, senza aspettare la morte o una ricorrenza. Pretesto per pretesto, perché tutto questo post è un pretesto per ricordare la nostra prima volta in assoluto in uno stadio di calcio, spariamo un ‘Di qua o di là’ non banale: Boninsegna o Icardi? Il direttore marketing di Indiscreto ci scuserà se per una volta, ma giusto una, non intercetteremo millennial e generazione Z.

Boninsegna o Icardi?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (3 votes cast)
Boninsegna o Icardi?, 10.0 out of 10 based on 3 ratings

70 commenti

  1. U

    Boninsegna

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  2. s

    non leggo nemmeno. Bonimba.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  3. m

    Boninsegna, che ho visto doppiettare contro la Samp nella mia prima partita a San Siro (maggio ’74).
    Comunque Facchetti era un anno più vecchio di Bonimba.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  4. Ma c’è mai stato un Chinaglia vs Simone Inzaghi?!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -5 (from 7 votes)
  5. s

    chinaglia

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  6. I

    mi associo Spike. tutta la vita, anche se il segreto di quella Lazio era Frustalupi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  7. P

    Sempre sia lodato!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  8. j

    Vado contro. Icardi, per me oggi il migliore al mondo in area di rigore.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 8 votes)
  9. Sarebbe stato molto più opportuno un Balbo vs Fonseca visto che sono entrambi ritirati
    Icardi ha 25 anni appena compiuti , bonimba era un promettente fromboliere del Cagliari al tempo

    Prometterebbe più Icardi, ma far quello che ha fatto poi bonimba mica è semplice

    Tatticamente , se restiamo sulle caratteristiche , Boninsegna

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  10. s

    balbo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  11. G

    Italo?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  12. C

    Balbo senza se e senza ma.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  13. m

    “tutti vogliono fare i fighi credendo di essere in Moneyball, ma spesso basta una deviazione casuale per cambiare partite, stagioni, carriere, in certi casi anche la storia.”
    giustissimo.

    troppo giovane (vabbè…) per aver visto visto Boninsegna e quindi per giudicarlo; certo icardi a me fa davvero impressione.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  14. I

    ho l’età giusta per dare un voto convinto a Bonimba, tignoso, cattivo, rapace, che dovette lottare con difensori più arcigni di quelli odierni
    p.s. mi ricordo dello scudetto del Cagliari, con la classifica artigianale alla domenica sportiva con tito stagno

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
  15. M

    Martedì scorso durante Besiktas-Bayern un gatto è entrato in campo per due minuti.
    Presenze in Champions del gatto una, Icardi zero.

    Votato Boninsegna. Nel calcio di adesso, parafrasando il Direttore quando parlava di Riva farebbe “cinquanta gol a stagione”, Icardi nel calcio di Bonimba ne farebbe zero perchè neanche giocherebbe. Confrontiamo un campione con uno che segna nella A più disastrata di tutti i tempi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 16 votes)
  16. m

    Così tanto per dire Milito non aveva mai giocato la champions fino a settembre 2009 (a 30 anni), mi pare però che sia stato leggermente decisivo in quel suo primo anno.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +15 (from 19 votes)
  17. M

    Verissimo. Aspettiamo infatti per vedere se Icardi si “militizzerà”. Io per ora sono coerentemente scettico nei confronti di tutti
    i giocatori che stanno facendo numeri enormi nella serie A degli ultimi cinque-sei anni.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
  18. c

    Se fine a 30 anni ha giocato nel Saragozza e nel Genoa un motivo ci sarà (citazione originale)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  19. C

    E’ passato cosi’ tanto tempo che mi ero scordato da dove nasceva :….D

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  20. b

    Boninsegna, notevolmente più completo e cattivo.
    Balbo-Fonseca? Davvero?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  21. E

    Sì, davvero. Potere di Leonto……

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
  22. F

    per una volta mi faccio i cazzi, enormi, altrui e dico bonimba senza se e senza ma

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  23. m

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 7 votes)
  24. Arguto
    Minuto 2.06
    https://youtu.be/QOLy8yIEfgw

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  25. g

    Ahahaha, che calcio….Con i terzini che scendevano e crossavno (bene) dal fondo senza dover rientrare sul piede buono, perche’ i mancini giocavano a sinistra e i destri a destra… ….Non con questo cazzo di cross da tre quarti a rientrare verso il portiere che si fanno oggi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  26. Chiaramente Boninsegna, più tecnico e versatile, oltre che capace di costruirsi gol senza gioco… Incredibile, visto che con la Nazionale palluta gestita dagli uomini veri abbiamo giocato un Europeo con Eder e Pellé titolari e che al giro dopo siamo rimasti a casa, che a Messico 1970 fosse stato convocato soltanto per la sfiga di Anastasi (in realtà un calcio nei coglioni datogli dal massaggiatore della Nazionale, con conseguenze gravi) e che nel 1974 abbia giocato solo un tempo contro la Polonia.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  27. m

    Leonto, cosa ti devo dire?
    Sondaggio imbarazzante. Una roba tipo Karl Malone-Davide Cantarello.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 9 votes)
  28. E

    Boninsegna nel mio vocabolario è sinonimo di centravanti. Non ho nulla da aggiungere sul piano sportivo. Chi poi voglia parlare di lattine tedesche, si accomodi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  29. Eleonora
    Interessante nemesi
    La lattina semivuota favorì l’inter Mentre al minuto 2.06 lo stesso bonimba (arguto ma hai visto ? È stata la madre di tutti i furti) veniva falciato dai belgi nel recupero dell’overtime

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  30. G

    “Nel calcio di adesso, parafrasando il Direttore quando parlava di Riva farebbe “cinquanta gol a stagione”, Icardi nel calcio di Bonimba ne farebbe zero perchè neanche giocherebbe”

    Al dila’ delle preferenze soggettive, mi pare sempre azzardato fare paragoni fra epoche così diverse. Magari Icardi ai tempi di Bonimba avrebbe segnato caterve di gol mentre Bonimba oggi farebbe la panchina a Icardi…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 8 votes)
  31. Ma davvero ne state ancora discutendo?!…

    @Spike: 😀

    @Jeremy: ma dai…

    @Leonto: ma si, ma potremmo fare anche Romario vs Bebeto, già che ci siamo…

    @Belisario: grande orologio fermo, sai sempre quando fare cucù!…

    @Gatto: tu invece no…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 5 votes)
  32. s

    romario

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  33. U

    L’unico caso in cui boninsegna potrebbe far panca a icardi e che l’allenatore sia wanda nara.
    Poi magari e vero che icardi avrebbe fatto gol a raffica una volta

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 6 votes)
  34. m

    Leonto, non mi serve vedere, la so a memoria. La rapina delle rapine. Non ci fossero state le altre.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -4 (from 6 votes)
  35. C

    Boninsegna figura mitologica del calcio, certo, tuttavia – giusto per ravvivare la discussione dopo il caffè – dico di aver visto una durezza inaccettabile verso Icardi.

    Ho capito che ci fa a tutti skyfo il calcio di oggi, ho capito che avere accanto una come la Wanda non aiuta sul piano dell’immagine, né il libro sulla carriera dopo i primi cinque gol, però questo qui ha comunque “solo” 25 anni. E Wanda o non Wanda, è uno che in area ha pochissimi rivali al mondo.
    Sembrava parlaste di Immobile.

    P.S.
    La Champions la farà in ogni caso l’anno prossimo, in nerazzurro o in marronearancio, e stamperà 10 gol come un Van Nistelrooy qualsiasi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  36. s

    camiseta blanca

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 3 votes)
  37. U

    Coffee
    Al momento in area non ha rivali in italia.
    Poi magari e un altro milito,ma i numeri di icardi ad oggi dicono poco.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 3 votes)
  38. C

    Risposta sbagliata Gobbo, soprattutto da uno come te che va nei campi e nei campetti.
    I tempi, i movimenti, la freddezza li devi saper riconoscere anche se l’avversario è il Sassuolo invece che il Real Madrid.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  39. Coffee, prendo spunto da una discussione avuta sulla bacheca FB di un amico.
    Dopo la quaterna ai ciclisti ci si bullava “ah, chi è che diceva che Icardi è scarso?!” Nessuno, si dice solo che Icardi è un Inzaghi.
    Replica del fenomeno “assolutamente no, Icardi è molto più forte tecnicamente quindi il paragone semmai è con Trezeguet…”
    Ora, a parte il fatto che Recoba era molto più forte tecnicamente di Gullit e Matthaus (palloni d’oro campioni del mondo e d’Europa…), Inzaghi segnava lo stesso numero di gol di Icardi ma in campionati che valevano 10 volte questo.
    Inzaghi, eh?! Figuriamoci Trezeguet.
    Si, siamo duri con Icardi, forse perché abbiamo visto giocare Suarez…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 9 votes)
  40. C

    Mi sta tutto bene, certo, magari per Icardi riuscire a fare ciò che ha fatto Inzaghi.
    Però stamattina qui sopra se ne parlava come fosse Immobile.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  41. Ma perché Immobile?! Se abbiamo detto che è il migliore in Italia (nì…) Immobile viene dopo, quindi che c’entra?!
    Il paragone è tra Icardi e Boninsegna e relativi periodi storici, dai…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 4 votes)
  42. U

    Coffee
    Appunto
    Vediamo i tempi e la freddezza contro ramos,godin,pique e compgnia bella.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  43. Attento che ti sei già scottato una volta 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  44. F

    Il “marronearancio” cosa sarebbe? lo Shaktar?

    Icardi non va al Real Madrid? O gli piacerebbe soltanto?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  45. U

    Leonto
    2 per la precisione
    Il primo fu,per esperienza direttissima,inzaghi

    Che come icardi non “gioca” a calcio,sta li e fa gol.
    Se lo fara ancora al piano di sopra,nessun problema a riconoscerlo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  46. l

    http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/21-03-2018/juventus-higuain-sono-massimi-livelli-12-anni-dybala-una-forte-mentalita-sara-campione-2501084578892.shtml

    Ecco il fatto che uno come higuain sia tra i 10 cannonieri di tutti i tempi di real, napoli, argentina e tra un po’ anche Juventus inficia direttamente questo e tutti i sondaggi futuri.
    Possiamo chiederci se higuain era più forte o meno di Bettega, ma non partire dai numeri per fare un paragone.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  47. j

    Una durezza ingiustificata e ingiustificabile nei confronti di Maurito. Il quale paga l’essere un attaccante vecchio stampo e non un moderno sinergico. Pentitevi perche al Real ne fara 100 nei primi due anni. Perche e vero che in Italia il calcio è in declino ma lui in un’Inter da anni allo sbando calcistico riesce a tirare fuori 25 gol all’anno in una compagine del genere è roba di livello altissimo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 11 votes)
  48. Icardi lo vedrei bene a Manchester al posto di Lukaku, al Real finchè c’è Cristiano non serve

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  49. r

    Jer ribalterei il discorso. Si potrebbe sostenere che fa 25-30 gol perchè gioca in una squadra mediocre, il cui massimo risultato in questi anni è stato il quarto posto (e fu l’anno in cui lui segnò meno), nella quale lui è il leader assoluto, costruita su di lui e in cui tutto il gioco è impostato per permettere a lui di avere più occasioni possibili.
    Questo, al di là delle sue qualità tecniche che sono notevolissime ed indiscutibili: capacità di smarcamento e di indirizzare praticamente ogni pallone che spiove in area (anche il più improbabile) verso lo specchio della porta sono da cannoniere di razza pura.
    Però (e ne avevamo già parlato qualche tempo fa) prima di parlare di livelli e valori assoluti aspetterei di vederlo in una squadra top level, che non si poggia su di lui, nella quale lui non è leader assoluto e nella quale non segnare in certe partite segnate con circoletto rosso assume molta più importanza che bersagliare per 6-7 gare di fila la porta avversaria in gare che contano poco.

    ps: non sto nemmeno dicendo che non riuscirebbe a fare le stesse cose, dico solo di aspettare.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  50. m

    Sono d’accordo sull’aspettare Icardi a livelli più alti, però indubbiamente lui non è uno che si fa influenzare (fino ad ora) dal tipo di partita che sta giocando, nel senso che contro la difesa dei “leggendari” ha segnato spesso e volentieri e in ambienti tipo genova sponda samp (che lo riempie di fischi dal primo all’ultimo minuto) ha dimostrato di non esserne influenzato.
    Gli manca di vedere cosa saprà fare contro le difese di altissimo livello, di sicuro non gli manca la sfrontatezza, vedremo se saprà procurarsi le occasioni da gol.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  51. U

    Merdmann
    Giusto quello che dici.
    Come “avvocato dell’accusa” aggiungo una cosa sul carattere : e un po’tennista. Quindi finche sei in un’inter al semi-sbando te lo puoi permettere finche fai tutti quei gol.
    Da altre parti questa cosa non so quanto verrebbe tollerata..e magari inizierebbero a boicottarlo. Un passaggio un po’piu lunghetto…un cross in meno.

    Anche in campo poi alla terza volta che ti nascondi dietro al difensore (e spesso lo fa ancora anche se su questo e migliorato) in una grande ti mandano a fare in culo.

    Proprio per il tipo di calciatore che e ,credo sia impossibile fare previsioni. Bisogna vederlo all’opera…e direi che se l’e anche meritata l’opportunita.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  52. M

    Per dire, ad un Carlos Bianchi gli lega le scarpe al massimo. Con Immobile come livello siamo li anche se CiRo7
    se vede che in area non è aria cambia aria e si rende utle altrove.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 2 votes)
  53. E

    I dubbi su Icardi ad alto livello sono ovviamente più tecnico-tattici che mentali, vogliamo parlare di com’è finita quella che “vorrei vedere l’Argentina con lui al posto di Higuain”?!…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 3 votes)
  54. U

    “CiRo7
    se vede che in area non è aria cambia aria e si rende utle altrove.”

    Ad esempio potrebbe essere utile pee portare giu la spazzatura oppure se ci fosse da dare una rinfrescata alle pareti

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  55. l

    Secondo me sa anche aggiustare la caldaia…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  56. E

    Adesso non esageriamo……la caldaia è già una roba più difficile….

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  57. U

    D’altronde e nota la sua capacita di muoversi su tutto il fronte d’attacco.. l’intelligenza dei movimenti..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  58. l

    Cmq ora ci smentira’ e farà doppietta al Red bull stadium.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  59. M

    Difficile. Vedrei meglio Icardi al Red Bull stadium perchè lui vive di cross. Ed è risaputo che Red Bull mette le ali…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 2 votes)
  60. l

    Più 4 e più 5 son chiaramente le nostre mogli che non vedono l’ora gli bussi la porta ciro7 per controllare perché non funziona il programma “centrifuga” della lavatrice…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  61. F

    “Tennista” come si traduce? Abbiate pietà, son lurkatore professionista e non un occasionale (Leonto-cit.) ma alcune cose più di nicchia ancora mi sfuggono…

    Uno che gioca da solo? Per le statistiche?

    Sulla questione “Al Real no che c’è Cristiano” girano ormai troppe voci su Neymar o Icardi perchè non ci sia almeno un fondo di verità. Puntano a spendere mezzo miliardo di euro (mi trema la tastiera solo a scriverlo) per sostituire il mai decisivo, ma vorranno l’attacco a posto per i prossimi sette-dieci anni almeno. IMHO.

    Speriamo Mendes non legga la stampa italiana e ce lo porti anche solo per un anno, il tempo di scoprire che i bonifici a fine mese non arrivano. E poi ci vorrà il quarto anello per accontentare le folle di influencer fuoricorso criptogay che vorranno il biglietto pure per i preliminari di Coppa Italia (di serie C, dopo il fallimento, ovviamente).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  62. j

    In uno sport di squadra vuol dire avere una mentalità di farsi i cazzi propri e di giocare e interfacciarsi con il mondo in funzione solo di se stesso. Che non significa giocare di merda. Classico esempio di tennista è stato Roberto Baggio.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  63. m

    il tennis è uno sport individuale

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  64. M

    Credo che la mentalità da tennista si riscontri spesso nel fatto che molti centravanti neanche esultano quando segna un compagno
    di squadra. Cristiano Ronaldo arriva sempre per ultimo a complimentarsi col compagno di squadra e di solito al massimo da un buffetto
    a chi ha segnato, Higuain sul 3-0 e tripletta di Dybala ha praticamente una faccia da funerale, Baggio ottimo esempio, idem Maurito.
    Possiamo dire che nove volte su dieci quando il centravanti fa due gol e la squadra perde e dice ” poco contano i due gol, l’importante era che la squadra vincesse” sta dicendo una balla colossale perchè poi per quei due gol si fa le seghe a due mani. Però è anche vero che nessun ruolo nel calcio è tartassato da allenatori e dirigenti se non “quaglia” come accade agli attaccanti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  65. t

    Io non ho mai visto Bonisegna, ma da quando seguo, a Icardi ho preferito ogni attaccante che giocava titolare nell’Inter. Deve essere dura per Boninsegna non essere stato meglio di Icardi visto che lo sono stati così tanti. Però devo ammettere che la situazione dell’Inter condiziona il mio giudizio. Se Icardi giocasse con un campione già sembrerebbe più utile alla causa. Questa è la cosa che mi condiziona: non sembra utile alla causa.

    PS: come quasi tutti… Uno che faccia la differenza in questo club? Dai Steven

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -3 (from 9 votes)
  66. m

    in effetti ragionamento che non fa una grinza.
    Anche noi milanisti quando il milan veleggiava tra la B e la bassa serie A consideravamo Baresi uno scarpone e avrebbe perso il confronto con chiunque altro.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  67. m

    beh ventola kallon oba oba >>>> icardi
    non parliamo poi di recoba sennò domani ci becchiamo un altro articolo sul chino 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  68. t

    E’ una situazione così. Chi è bravo sembra meno bravo… chi è meno bravo sembra ancora meno bravo… Dovrebbero invertire questa cosa. A me non sembra neanche così lontano come obbiettivo in teoria, sia per l’Inter che per il Milan. Nessuno ha una squadra di 22 fenomeni…

    Sì ma con Ventola Kallon e Oba c’erano fuori Ronaldo e Vieri. Poi è arrivato Adriano. Uno oggettivamente fortissimo c’era

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 5 votes)
  69. L’espressione “tennista” qua dentro l’ho inventata io per Baggio, ed è una questione che esula dalle questioni tecnico-tattiche o dall’egoismo dei goleador.
    È proprio una questione mentale, che nel caso di Baggio sfiorava l’alienazione…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 3 votes)
  70. m

    Bonimba, che al me paes tucc ciamaven «luzùn» da quel dì che ul Giüli Multeni, che quant l’era no in butega el scapava ala Pinetina a daa üna man, el ga apustrufaa cunt: «Uè, Bobo, luzùn, damm üna man a traa sü sta porta». Questo lontano episodio, e gli album Panini di fine anni ’70, incidono nella mia vita più che tutto il soccer giocato oggidì da quelle tre squadre italiane lì con la maglia a strisce.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)

Lascia un Commento

Close
Ti piace Indiscreto?
Seguici anche sui Social Network per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti
Social PopUP by SumoMe

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi