Cattani o Montalbano?

Finalmente ci siamo arrivati, alla sfida finale fra il commissario Cattani e il commissario Montalbano. Merito dell’assist fornito da Michele Placido a Venezia, quando fra un premio da ritirare e la presentazione di Suburra (produzione Netflix, la prima italiana, con Placido alla regia) è tornato sul personaggio che gli ha dato il successo vero e che lo ha fatto conoscere anche all’estero, visto che La Piovra nelle sue dieci stagioni (Cattani-Placido ammazzato alla fine della quarta) è stata venduta a più di 150 paesi e nella stessa Italia ha avuto risultati di share incredibili visto che già stiamo parlando di un paese con tanti canali televisivi anche se non ancora la pay-tv (la prima stagione è del 1984). Veniamo al punto: Placido in un’intervista al Corriere della Sera ha spiegato le differenze fra Cattani e Montalbano: “Non c’è paragone. Sono due scritture diverse. Da un lato c’è uno scrittore siciliano straordinario come Camilleri. Dall’altro ci sono Ennio De Concini e Damiano Damiani. Damiani portò in televisione un aspetto scandaloso della mafia, quella vera, mentre in Montalbano c’è una Sicilia molto rilassante che, pur in mezzo ai delitti, non ha nulla a che vedere con Riina”. Sottinteso, aggiunto da noi: le prime stagioni della Piovra erano una televisione di rottura, visto che davano una visione più articolata dei ‘cattivi’ e delle connessioni fra mafia e politica, mentre Montalbano è classica tivù rassicurante di Rai Uno. La questione è interessante al di là del fatto che chiunque tenda a mettere su un piedistallo sé stesso, perché saranno anche due scritture diverse (e sicuramente lo sono), ma il pubblico generalista sempre generalista è. A meno che, cosa teoricamente possibile, il popolo di Montalbano o delle varie vite dei santi quando veniva programmata la Piovra si trasferisse su altri canali. Il Di qua o di là riguarda comunque il nostro gusto personale e non potrebbe essere più chiaro: Cattani o Montalbano?

Cattani o Montalbano?

Guarda i risultati

Loading ... Loading ...
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
Cattani o Montalbano?, 10.0 out of 10 based on 2 ratings

22 commenti

  1. P

    Gol a porta vuota del commissario Cattani, vista la mia idiosincrasia per Cammilleri e Montalbano.
    Anche se la Piovra mi impressionò oltremodo, da bambino: non nascondo che per qualche tempo ebbi paura di ritrovarmi dei mafiosi in cameretta pronti a farmi fuori.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  2. z

    La piovra non andrebbe confrontata con gomorra?
    Cattani vs montalbano e’ come full metal jacket vs peppa pig.
    Detto questo, e nonostante la mia grande passione per Camilleri e il Montalbano “letterario” voto Cattani. Che da piccolo mi terrorizzava.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +13 (from 13 votes)
  3. e

    Sondaggio simile a “preferireste far l’amore con Charlize Theron o Gegia?”

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +12 (from 12 votes)
  4. I

    ahahahahahahahahahahah, +1 per dovere civico

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  5. j

    Dice giusto Placido, sono due scritture diverse che non parlano della stessa cosa. Montalbano lo possiamo paragonare a Don Matteo o al Maresciallo Rocca, l’aspetto mafia nei libri e in TV e quasi marginale. Cattani francamente non ha paragoni con nessuno in Italia, la Piovra era maledettamente seria (come dovrebbe essere sempre la rappresentazione del più grande cancro nazionale) già in Gomorra c’è qualche aspetto trash che strappa addirittura una risata. Molto tengono per Ciro l’immortale o Genny o Salvatore Conte, nessuno stava dalla parte di Tano Cariddi o di Spinoza

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  6. C

    Il bello di Montalbano è che di 170 delitti su cui indaga non ce n’è uno di stampo mafioso. In Sicilia non muore qualcuno per mafia dal 1987 sembrerebbe!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  7. e

    magari dico una stronzata (e magari estremizzo troppo), però mentre nella Piovra c’era il “bene” e il “male” (e quindi normalmente gli spettatori patteggiano per il bene), in Gomorra c’è solo il “male” in varie sfumature. Ed è per questo che gli spettatori allora vanno a scegliere un Salvatore Conte o un Ciro Di Marzio, mentre nessuno tifava Tano Cariddi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 6 votes)
  8. j

    Penso tu abbia ragione sul tifo in Gomorra, in fondo come dici il bene non e praticamente rappresentato. Certo che nella Piovra la scena del pesce a pesce non sarebbe esistita nemmeno se si fossero fatti tutti di acidi, per dire.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  9. e

    Si, su questo sono d’accordo.

    Diciamo che il “facciam pesc’ a pesc'” era un modo (estremizzato, certo) per sottolineare un certo maschilismo (e una certa mentalità fallocentrica, se volessimo essere forbiti) presente negli appartenenti al clan.

    A volte sussurrato (vedi il rapporto tra Lelluccio e la madre…), a volte urlato e becero (pesc’ a pesc’, appunto), ma comunque portatore di alcuni conflitti interni (e qua tocca a Salvatore Conte).

    E, se vogliamo, il “tifo” in Gomorra viene instradato (principalmente) in personalità maggiormente frastagliate e confliggenti, come Salvatore Conte appunto.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  10. j

    Certo pesc a pesc non è una gag ma e comunque una roba volutamente trash per strappare la risata ad un certo pubblico su cui campa Gomorra. Perché diciamoci la verità non è che Gomorra sia un prodotto confezionato per intellettuali scomodi e giovani menti libere da condizionamenti pregressi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  11. I

    Cattani senza il minimo dubbio, la Piovra 1 fu qualcosa di mai visto

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  12. Direttore, allora per essere più precisi diciamo che sono due pubblici generalisti diversi.
    Il resto l’ha spiegato Jeremy…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 4 votes)
  13. G

    Faccio Outing: Il sabato sera guardo Montalbano qui sulla BBC, in italiano con sottotitoli. Mi chiedo io che cazzo ci sono venuto a fare a Londra se poi il sabato sera me lo devo passare cosi’…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 11 votes)
  14. Due mondi molto diversi, confrontabili solo attraverso i gusti personali. Montalbano per me tremendo, spazzatura Rai Uno ma con una strana buona stampa, salvato dalla bravura di Zingaretti e dall’ambientazione: però il successo va rispettato senza snobismi, dico solo che gli preferisco Grecia-Estonia di calcio. Le 4 Piovre con Cattani qualcosa di incredibile, per quei tempi e forse anche per questi. Buone anche le due con Vittorio Mezzogiorno e ovviamente da apoteosi trash quelle con Bova (in particolare la 8 e la 9). Discreta
    però la chiusura.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  15. U

    Siamo sicuri che il pesc a pesc fosse estremizzato ?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  16. C

    La scena del pesc a pesc non mi pareva estremizzata, tutta la serie è così e francamente io l’ambiente camorristico non me lo immagino troppo diverso. Secondo me ci stava a pennello, durata solo un po’ troppo (ottimamente parodiata da The Jackals :))

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  17. Calvin, ne “Il giovane Montalbano” però c’è un episodio in cui la vittima è uccisa da un professionista chiacchierato colluso con la mafia, anche se il movente è solo indirettamente collegato a questioni di magia.
    E in “Montalbano” c’è un episodio (quello del cavallo morto sulla spiaggia) in cui la mafia è presente, anche se poi rimbeccata dal pool di Montalbano incassa e se ne va (rido).
    Due…

    El Carbayon, l’idea che bisogna tifare per forza però è una lapide sul pubblico televisivo…

    Meno Uno, tu fai parte del pubblico generalista del d.B. (dopo Berlusconi)……

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 7 votes)
  18. C

    Sono stato volutamente approssimativo: i clan esistono e vengono menzionati, ma praticamente si fanno gli affari loro come qualunque azienda privata; Montalbano ne accetta l’esistenza manco facessero parte del panorama, a volte ci ha pure a che fare nel corso delle indagini ma più che criminali sembrano notabili di paese e faccendieri. Ora io capisco che Camilleri da siciliano volesse scrivere dei libri in cui lo stereotipo mafioso non trovasse spazio, ma questo in 10 anni che sta lì mai una guerra tra famiglie, mai un omicidio di droga che lo porta ad investigare un clan, mai un poveraccio pestato perché non paga il pizzo… Niente, il problema di Vicata evidentemente è il traffico 🙂 Ah, però nella puntata post G-8 di Genova Montalbano vuole lasciare la polizia per quello che è successo nella Diaz… Citando Boris, “Sceneggiatura Democratica” impera!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  19. C

    NB Mai visto il giovane Montalbano, ero in fissa con il Commissario una decina di fa perché avevo la TV italiana in Lussemburgo e cmq la fattura degli episodi (regia, recitazione, tutto sommato anche le sceneggiature nella parte strettamente “gialla”) non era male per la media dell’epoca. Adesso, sarà anche per un gusto migliorato da Breaking Bad, The Wire & co. non mi fa proprio voglia.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  20. U

    calvin
    ma anche l’ambiente non camorristico me lo immagino così

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  21. C

    ahahahah stavo per scrivere una cosa analoga… Alla fine metti una trans ad una festa di stimati professionisti e le battute da caserma si sprecano, quello era il compleanno di Salvatore Conte!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  22. S

    Ammirazione per Montalbano ma il Commissario Cattani con la doppia C maiuscola batte tutti. con la sua tenacia, la sua insistenza, la sua aggressività e la sua tenerezza ci dimostra puntata dopo puntata che il bene alla fine trionfa su tutti.
    Ringrazio il signor Placido per averci regalato un’interpretazione magistrale come quella de La Piovra, benchè attore di teatro, ha dedicato buoni anni della sua vita per regalarci un personaggio di tutto rispetto. Ancora oggi lo guardo su Rai Premium il sabato notte, perchè per me non è mai morto, anzi, come dice nell’ultima puntata, è sempre alla ricerca del Grande Carro e quindi di quella luce che è la verità, la giustizia.
    Grazie Michele!!!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
Close
Ti piace Indiscreto?
Seguici anche sui Social Network per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti
Social PopUP by SumoMe

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi