Suicidio assistito per legge o no?

Suicidio assistito per legge o no?

Loading ... Loading ...

Il caso di DJ Fabo è un po’ arma di distrazione di massa, come succede alle notizie-pretesto per grandi dibattiti etici, ma molto anche una questione che ci riguarda tutti perché tutti moriremo e non è detto che questo avvenga con un colpo secco. Per evitare il 99 a 1 evitiamo il sondaggio sul diritto di decidere della propria vita, chiunque sia in grado di intendere e volere può lasciare questa terra quando vuole e con metodi quasi indolori (qualche anno fa c’era la moda del suicidio in garage, ma non l’abbiamo praticato e quindi sospendiamo il giudizio sull’indolore). Andiamo dritti al punto, consapevoli che le nostre rimarranno soltanto parole fino al prossimo caso che per varie ragioni verrà più mediatizzato di altri: il suicidio assistito (ci aggiungeremmo anche l’eutanasia, che con la vicenda di Fabiano Antoniani non c’entra) e in generale il diritto di andarsene devono essere regolati da un legge o lasciati alle sensibilità individuali? Prima di tutto del malato, ma anche di parenti, amici, medici, infermieri… Le situazioni di confine (quando eravamo piccoli c’erano discussioni roventi sul cosiddetto accanimento terapeutico, che oggi in pratica non esiste più) sono tante, ma la questione di principio è una sola: lo Stato deve intervenire anche nella vicenda più personale, individuale e privata di un’intera esistenza? Sicuri del 51-49 o del 49-51, questo è il nostro ‘Di qua o di là’.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Suicidio assistito per legge o no?, 10.0 out of 10 based on 1 rating

18 commenti

  1. z

    Votato no. Fuori lo stato dalle decisioni sulla propria vita e sulla propria morte. Specialmente QUESTO stato

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  2. m

    Il problema è che in questo momento uno non può decidere della propria vita (e morte).

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  3. c

    Non mi pare, anzi direi l’esatto contrario: infatti, è andato ad ammazzarsi e nessuno gli ha detto niente o glielo ha impedito.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 5 votes)
  4. Votato no, per l’impossibilità oggettiva di definire una legge al di là della demagogia giornalistica contro i politici ‘parolai’ (mai i giornalisti hanno soluzioni da Champions Pub). Una depressione o la percezione dell’assenza di significato della propria vita sono meno gravi di un tumore? Suicidarsi non è difficile, se si ha il coraggio (io non ce l’avrei, penso) di farlo. Questa ossessione per lo Stato che deve normare tutto è una malattia.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 9 votes)
  5. votato No. Mi fa paura il testamento biolgoico perché magari quando mi trovo nella situazione posso anche cambiare idea rispetto al principio astratto che avevo quando l’ho compilato.
    Si deve poter decidere hic et nunc e senza interventi della legge.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  6. E

    Ho votato sì ma ho messo più uno a tutti voi che avete votato no perché sono d’accordo con i vostri ragionamenti. Allora forse non ho capito il sondaggio…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  7. G

    Votato SI ma mi sa che ho frainteso il quesito. Da liberale, sono per la liberta’ di decidere quando andarmene da questo mondo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  8. r

    secondo me il punto l’ha centrato Merdmann: lo Stato è già intervenuto, nel momento in cui è vietato aiutare qualcuno a morire

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  9. z

    Io ho risposto no alla domanda che l’esimio pone alla fine dell’articolo. Lo stato deve normare tutto? E’ giusto? Voi lo volete? Pensate che lo stato italiano sia capace di farlo?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  10. z

    Esatto ricca. Una legge italiana sul suicidio assistito sarebbe una legge italiana sul divieto di suicidio assistito. Come si disciplina un divieto?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  11. M

    Lo Stato sta normando suicidio assistito ed eutanasia, vietandoli. Visto che chi ha aiutato Fabo rischia 12 anni di carcere! Per cui la domanda è mal posta. Quanto al fatto che suicidarsi sia facile, senza tutto questo ambaradan, mi chiedo come possa facilmente suicidarsi uno cieco e paraplegico che muove a stento la bocca. Per potersi suicidare, ammesso che esista un metodo fai da te indolore, occorre avere possesso del proprio corpo. E farsi aiutare, mette chi ti aiuta nei guai penali. Come un tempo per l’aborto, la fecondazione assistita, i metodi anticoncezionali, e oggi la marjuana, l’ipocrisia bigotta italiana è che chi hai i soldi va all’estero e la dura lex cattolica frega solo i poveri. Solo io conosco personalmente due che sono andati in Svizzera: avevano i 10.000 euri!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +14 (from 18 votes)
  12. b

    Ho votato sì, è vero che le “esigenze” individuali possono essere le più disparate (e disperate), ma qui non si tratta di qualcuno che prende e si butta sotto un treno o dal quinto piano perchè ha ricevuto la cartella Equitalia. Qui siamo di fronte a persone che non penserebbero mai a suicidarsi, tranne i casi come Fabo, la Englaro, Welby e anche Borgonovo, dove le condizioni di salute sono irrimediabilmente e gravemente compromesse e l’autosufficienza è un pallido ricordo con o senza dolori atroci. Che vita è questa? Per cui lo Stato (laico, se lo fosse…) dovrebbe normare queste casistiche.
    Fermo restando che chi è credente o anche solo spaventato (legittimo), non farà ricorso a questa possibilità e attenderà più o meno serenamente la sua ora. Tanto quanto chi dovesse prendere decisioni circa l’aborto o la fecondazione assistita

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 8 votes)
  13. c

    Non mi pare che nessuno abbia impedito a questo ragazzo di ammazzarsi, quindi di cosa si sta parlando?
    Sono terrorizzato all’idea che lo stato legiferi, così un bel giorno arriva un bel burocrate dei nostri e ti dice che, in base alla legge X, procedura Y, dati a sistema Z, ti devi suicidare. Dio ce ne scampi.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -7 (from 11 votes)
  14. G

    Basterebbe avere una legge che dia il diritto ai cittadini Italiani di aver accesso, in Italia, a procedure simili a quelle che Dj Fabo e altri hanno avuto in Svizzera. Magari anche in privato e a pagamento. Cosa che al momento non e’ possibile.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  15. E

    Mi pare ci sia confusione, sia sul sondaggio sia sul discorso. A parte la sparata di Cydella (che probabilmente non conosce il caso in questione…), il concetto è che “normare” l’argomento non significa certo fare come l’Italia che ti obbliga a soffrire e ti vieta di farla finita (Direttore, casi come quello di DJ Fabo escluderebbero facili battute sulle morti in garage…) ma semmai fare come in Svizzera dove in alcuni casi (quindi sono eslcusi casi tipo depressione o sconfitta ai rigori in finale di Champions…) ti è concesso di mandare a fanculo sto mondo di Adinolfi di merda.

    p.s.: per l’angolo del chi se ne frega, io e la mia bella abbiamo fatto testamento biologico reciproco.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  16. m

    Lo stato deve legiferare per consentire la libertà individuale. Sembra un controsenso, ma non lo é. Deve legiferare per consentire alla persona che assiste il suicida di non doversi eventualmente difendere dall’accusa di omicidio. Non é che vai in Svizzera e ti ammazzi in quattro e quattro otto. L’iter é preciso e scrupoloso. Sono svizzeri. Noi italiani, siamo sempre sotto l’influenza di Santa Romana Chiesa.
    Il tubo in gola, i farmaci, non m sembrano strumenti divini, quelli che hanno permesso a Fabiano di respirare dal Giugno 2014 ad oggi. E se il volere divino fosse stato quello di chiamarlo a sè e noi piccoli umani abbiamo solo ostacolato, rallentato il volere di Dio? Vado ai matti per questa cosa. La scienza non deve dare la morte ma la scienza deve tenere in vita. Il rapporto con l’aldilà della nostra religione di stato é davvero curioso.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  17. m

    Votato «sì» per i motivi spiegati esattamente da Dane (ma non è una frase «distensiva», eh? dionescampi! ho sempre pronto il pungiglione a forma di lapis rosso). ;-P

    Lo Stato deve legiferare; il Direttore non chiede se deve legiferare come NON sta legiferando lo Stato italiano (divieto che serve solo a rimandare il problema reale, il che fa assomigliare la situazione sempre più a una non legiferazione in cui ciascuno deve arrangiarsi come può, se può). Lo Stato deve legiferare perché «la legalità è il potere dei senza potere» (Vaclav Havel) e non tutti in Italia siamo cazzeggiatori colti al pari di noialtri, che saremo benissimo in grado di gestire il momento del trapasso, nonostante la pressione di parentame e società sarà persino superiore a quella per organizzare il nostro matrimonio.

    Per l’angolo del chissenefrega, avrei votato «sì» anche a un diquaodilà come nella ipotesi scartata dal Direttore per evitare il plebiscito: «chiunque sia in grado di intendere e volere può lasciare questa terra quando vuole e con metodi quasi indolori»; poi si possono aggiungere tutti i distinguo per salvaguardarci dall’ipotesi, non del tutto infondata, di Cydella.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  18. c

    Ma quanti sono tali casi nella pratica? Lo 0,0000000000000000000001% della popolazione? Ci sono più probabilità di fare 6 al Superenalotto?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
Close
Ti piace Indiscreto?
Seguici anche sui Social Network per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti
Social PopUP by SumoMe

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi