Un po’ di gogna per i debitori del Monte dei Paschi

Quanto costerà agli italiani la nazionalizzazione del Monte dei Paschi, mascherata da salvataggio per il bene collettivo? Qui al bar dell’economia ce lo stiamo chiedendo da tempo, mentre un consulente finanziario prova a spacciarci fondi total return (presto un articolo sul tema) e noi insistiamo nei nostri investimenti in vecchi albi a striscia di Tex. Ma dicevamo di MPS: quanto ci costerà?

A prima vista, abbiamo letto su diversi giornali, 6,5 miliardi di euro sui 20 che il decreto natalizio ha riservato al sistema bancario italiano. In realtà molto di più perché non si capisce come al di là degli aiuti di stato possa risollevarsi una banca morta a livello di immagine e reputazione, che nel solo 2016 ha perso 20 miliardi di raccolta (di cui 2 nel post referendum, come spiegato dall’Ansa) e dove soltanto un pazzo potrebbe adesso aprire un conto, al di là del fondo interbancario di garanzia. Per questo il possibilismo di Antonio Patuelli, presidente dell’ABI, per quanto riguarda la pubblicizzazione dei grandi debitori di MPS fa paura prima ancora di avere effetti concreti (se mai ne otterrà, visto che lo stesso Patuelli ha detto che la sua è solo un’opinione). Crediamo più a una fuga di notizie da dentro quel che rimane della banca che a un’operazione di trasparenza, per evidenti motivi.

Dal dopoguerra il Monte dei Paschi è stato di fatto la banca del PCI nella regione in cui il PCI è più forte, con una dirigenza (in cialtronese ‘governance’) formata spesso dalla serie B del partito e dai trombati a livello locale a Siena e dintorni. Il meccanismo era molto semplice: azionista di maggioranza era la Fondazione Monte dei Paschi, a sua volta partecipata e diretta dalle istituzioni locali, di evidente colore politico al di là dei cambi di nome. Poi certo non era l’unica banca controllata da una fondazione, anzi. Però era l’unica di tale cilindrata ad essere così caratterizzata politicamente e geograficamente: fino a pochissimi anni fa nella provincia non c’era niente, letteralmente niente, nemmeno la più insulsa delle mostre o delle sagre di paese, che non avesse avuto una qualche forma di sostegno da parte del Monte. Poi è chiaro che noi ci ricordiamo soltanto di Minucci e Stonerook, ma il consenso sul territorio era reale e capillare in più settori. Non sono certo stati la pallacanestro o la mostra sulle armature della battaglia di Montaperti la causa del crack, beninteso, anzi siamo convinti che se MPS fosse rimasto provinciale invece di giocare con acquisizioni e derivati, adesso saremmo tutti più felici.

Ma non mettiamoci a ripercorrere cinque secoli di storia, bastano gli ultimi 5 mesi. Che saranno ricordati per la discutibile nomina ad amministratore delegato di Marco Morelli (dal 2003 al 2010 alto dirigente dell’istitituto, con varie cariche) ma soprattutto per la misera figura fatta dai fenomeni di JP Morgan e Mediobanca, che con tutte le loro entrature e master non sono riusciti a portare a Siena nemmeno uno che cacciasse soldi privati (in cialtronese ‘anchor investir’) e adesso sembrano fuori gioco. Forse sarebbe bastato coinvolgere Mino Raiola e Jorge Mendes. Tutti poi abbiamo letto della Qatar Investment Authority (in sostanza lo stato del Qatar) e di tante altre ipotesi (altri arabi, poi russi e cinesi, mancava solo Mister Bee), ma soltanto il Qatar in sostanza aveva dato la disponibilità a mettere in gioco almeno un miliardo (un duecentesimo di quanto gli costerà il Mondiale 2022) di euro. Renzi e Padoan ovviamente tifavano per gli investitori privati o comunque non per l’intervento diretto del Tesoro, ma poco hanno potuto contro una situazione strutturalmente drammatica. Fatto sta che a dicembre, dopo il referendum che ha schienato Renzi, anche il Qatar si è  tirato indietro e da lì è nato il piano da 20 miliardi che in teoria riguarda diverse banche ma in pratica è il mezzo per salvare MPS.

Tutto visto con una certa antipatia dalla BCE, che ha messo in dubbio la stessa sopravvivenza di MPS. Alla vigilia di Natale da Francoforte hanno reso noto quello che secondo loro è il fabbisogno patrimoniale della banca: non più 5 miliardi ma 8,8, di cui 6,3 per portare il Cet1 (un indice di patrimonializzazione, molto più forte del più famoso Tier1 che ne costituisce il numeratore) all’8%. In sostanza alla fine di tutto, fra qualche mese, il Tesoro dovrebbe avere quasi il 75% della banca senese. Un altro numero: 15 miliardi, euro più euro meno, sarebbe l’importo delle nuove emissioni MPS garantite dal Tesoro (ancora!). Di più: secondo il FABI, uno dei sindacati dei bancari, quasi l’87% delle sofferenze del sistema bancario riguarda prestiti superiori a 250.000 euro. Quindi responsabilità non del direttore di filiale né tantomeno dell’impiegato, ma di dirigenti a livello centrale. Con percettori di quei soldi che non sono certo la casalinga di Monteriggioni che compra il materasso a rate e nemmeno l’artigiano di Chiusdino.

Ma la questione politica è chiara e va al di là della narrazione che vuole tutto iniziato con l’operazione Antonveneta (una banca pagata peraltro 3,4 miliardi più di quanto fosse stata pagata dal Santander poco tempo prima): la lista finora segreta e secretata, anche tramite mail minacciose ai dipendenti, sarà evidentemente piena di aziende e personaggi di osservanza PD, anche se non soltanto di loro. È significativo che i Cinque Stelle chiedano una commissione d’inchiesta parlamentare sul caso Montepaschi, mentre PD e Forza Italia siano per una più generica commissione che si occupi del sistema bancario italiano (per buttare tutto in vacca, sottinteso). Conclusione? Non risolverà niente, ma un po’ di gogna mediatica (per citare gli editoriali garantisti dei prossimi giorni, in difesa del padrone ‘democratico’) in questo caso ci vuole.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.9/10 (16 votes cast)
Un po' di gogna per i debitori del Monte dei Paschi, 9.9 out of 10 based on 16 ratings

56 commenti

  1. r

    vai tolgo io il dente così possiamo partire con la discussione…eh ma i 5 stelle, eh ma la Raggi.. 🙂

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 7 votes)
  2. A

    come spesso mi accade se biro chiedesse di scegliere fra garantismo e giustizialismo, probabilmente opterei per il secondo….

    per capire il peso del sistema montepaschi: ho avuto la fortuna (quasi casuale: avevo prenotato, ad intuito sulla base di qualche recensione, poco prima che ottenesse il riconoscimento!) di pranzare a natale presso uno stellato fiorentino. il ristorante, sino a pochi mesi prima, aveva sede a siena. con estremo candore lo chef ha ammesso che, venuto meno il sistema di potere della banca, era impensabile fare un buon numero di coperti di quella capacità di spesa a pranzo (evidentemente la carta di credito aziendale stimola l’appetito).

    (piccolo inciso lessicale sull’utilizzo cialtronesco dello slang bocconiano. nella mia esperienza professionale ho sentito rampolli parlare di “confronto con gli stakeholders sulle strategie aziendali” per dire che di certe scelte, tipo l’orario di accensione delle luci esterne, avrebbero parlato a casa con la mamma e il papà)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 9 votes)
  3. Di solito un buon indicatore di queste situazioni gonfiate, diciamo così, è il grado di soddisfazione dei tassisti. Dove non si lamentano significa che c’è un indotto della politica che aumenta la normale propensione a prendere il taxi…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 8 votes)
  4. s

    brrd

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
  5. P

    Go-gna!!!
    Go-gna!!!
    Go-gna!!!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 6 votes)
  6. l

    Sulla nazione stamani c’erano d. b., merce-ria e pasta che ha amato, nomi noti (che non riporto però per rispetto del New deal) ma più che altro numeri quali oltre 30% di debiti da 3 milioni in su.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  7. s

    chi ha fatto campagna a favore del salvataggio prima della decisione di PCP? quando esattamente le vecchiette (ora pare abbiano investito nei fondi postali, pare) sono state sostituite da la ka$ta che ci affama? perchè tutti chiedono i nomi dei primi cento debitori (ma sanno la differenza con un NPL?) e nessuno alza nemmeno un sopracciglio sulle modalità del salvataggio, con subordinati che si ritrovano senior tanto per cominciare?

    niente soldi pubblici e fine della storia.

    Ps: ricordo che c’è un aumento di capitale di 13 mld per ucg…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  8. K

    In questa fase di post-globalizazione, tutti i partiti/movimenti populisti dell’occidente chiedono piu’ stato, piu’ controllo locale, piu’ investimenti. MPS faceva questo e noi ci lamentiamo? L’elettorato occidentale (di Trump, di Brexit, di Grillo, di Le Pen etc.) sta chiedendo a gran voce che lo stato torni in auge contro il “capitale”, quindi dovremmo essere felici che MPS diventi una banca di stato. Infatti era molto generosa con i dipendenti, i familiari dei dipendenti, il tessuto locale, le imprese locali etc (era del PD perche’ qui era partito unico, se MPS era di Verona i colori sarebbero stati differenti, ma la sostanza uguale). Pultroppo a Santander serviva liquidita’, e al Vaticano non si puo’ dir di no.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 6 votes)
  9. I

    chiedono pure più identità, di diminuire la corazzata ECB ed il ruolo speculativo delle banche
    l’abolizione della Glass- Steagall è di clinton, Kennedy provò riportare la moneta sotto l’orbita dello stato e due mesi dopo fu ucciso
    eh ma Giancana

    Poi magari ricordiamo che chi ha conciato così MPS doveva guidare l’Italia, minchia, io non gli farei guidare un condominio di 1 appartamento

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 6 votes)
  10. G

    Scusa Italo, ma non mi pare che MPS e altri istituti italiani si siano trovati sull’orlo del lastrico per colpa della ECB. Semmai in molti casi e’ stato proprio il ‘localismo’ di certe banche italiane a portarle nella situazione in cui sono ora.

    Eviterei anche di farne una questione di partiti perche’ in Veneto, dove non mi pare governi il centrosisnistra, nel settore bancario sono successi disastri analoghi a MPS.

    Ultima. Se non vi va bene l’intervento pubblico, in mancanza di capitali privati disposti ad intervenire, il risultato e’ il fallimento vero e proprio della banca, con tanti saluti ai diritti di correntisti, risparmiatori, dipendenti e compagnia bella. Chi urla allo scandalo per i soldi pubblici usati per salvare le banche avrebbe come minimo il dovere di dire questo all’elettorato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  11. I

    gatto, la ECB era riferita ai movimenti populisti e a quello che chiedono
    veneto banca è fallita, come banca etruria, e qui i riferimenti sono molto diretti, perchè mps no?
    E’ fallita almeno 4 volte e il motivo per cui la salvano è evidente
    io preleverei i patrimoni dei dirigenti, board politico che hanno fatto il disastro, ppoi lu frusterei in pubblico, pare non si possa.
    scommetti che in galera non finisce nessuno, eppure i colpevoli, compresa la banca d’italia, sono noti eh

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  12. G

    I movimenti ‘populisti’ (l’hai usato tu il termine eh!) non chiedono un cippa alla ECB, la usano solo come capro espiatorio per distrarre il popolo bue dai problemi reali che sono, molto spesso, causa dello stesso ‘popolo’.

    Per quel che riguarda le sanzionia consiglieri e managers dell banche, sono pienamente d’accordo, ma se non e’ accaduta neanche nella civilissima UK, dubito che possa succedere qui in Italia. Al massimo gli tolgono qualche equity bonus usando le calusole di clawback ma il contante rimane nelle tasche loro…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  13. I

    gatto, l’ho usato perché rispondevo A KBLondon, che a sua volta, lo aveva usato per primo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  14. K

    Penso che all’elettore incazzato (cosi’ non lo chiamiamo populista senno Transu si scalda) non gli importa una sega del ECB o del Glass Stegal act (lo ha fatto la clinton, poteva farlo un Repubblicano era uguale eh). Vuole uno stato piu’ vicino, un senso di appartenenza e un po di coccole (as opposed to lacrime e sangue) – tutte cose che il MPS faceva e che si spera fara’ di nuovo quando arriveranno i soldi da Roma. MPS per l’Italia e’ too big to fail (come era la RBS nel UK alcuni anni fa), non come etruria e gli altri.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  15. I

    se non lo fanno fallire è anche perchè ci sono troppe cose da non dire e troppe bocche da tappare

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  16. t

    Ma basta con questo populismo, avete rotto i coglioni, ma cambiate disco zio bono. Si puo’ denunciare chi rompe i coglioni?

    Trump poi… manco e’ ufficialmente in carica ed e’ trattato peggio di Hitler. Due mesi di bombardamento, ma l’avete letto il rapporto della Cia sugli hacker russi? Sembra scritto da un fuoricorso del DAMS per gli argomenti a supporto della tesi.
    Cinema, stampa, accademici, giornalisti, nani, ballerine, spacciatori, avventori dei bar, twittatori. Je suis contro Trump.

    Eh ma il populismo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +6 (from 16 votes)
  17. I

    concordo Transumante, al 1000 per cento

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 5 votes)
  18. K

    Transu: come la vuoi chiamare la dialettica di Trump se non populismo? We’ll built a wall and they will pay for it e’ populismo puro. Diciamo agli elettori quello che ci pare e sti cazzi se ha delle fondamenta o possibilita di realizarsi e’ populismo. Quello e’ il modo in cui Trump, Grillo e Farage fanno comunicazione. Centra una sega la CIA o la Russia.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 9 votes)
  19. P

    Boh, io domani vado a chiedere 250 mln di prestito. Tanto poi se non li rendo ci pensa lo Stato o fallisce la banca giusto? E io mi posso grattare in pace…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +9 (from 9 votes)
  20. G

    Con una giustizia civile che funziona non lo faresti perche’ entro sei mesi ti pignorano anche lo stappabottiglie che tieni in cucina…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  21. K

    Se eri Senese qualche anno fa te li davano mi sa!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 5 votes)
  22. P

    Peccato, ho sbagliato di qualche chilometro… qua da me al limite mi davano un vaso di ortensie…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  23. P

    p.s.: mi verrebbe però da annotare che i pochi nomi che sono stati fatti tra i famosi debitori ultramilionari non sono senesi…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  24. K

    250 millioni si danno a tutti dai, mica diventi ultramilionario. Al limite ti apri un ristorantino, ti ristrutturi casa…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  25. P

    Driiiiin
    “Pronto?”
    “Salve sono Stotizio dell’Istituto Bancario Vinculo, chiamo per avvertirvi che sul vostro conto risulta uno scoperto di 20 euro da ben 5 minuti. Vi preghiamo di rientrare tempestivamente”.

    Aaaah, sognando il giorno glorioso che arriveranno le famose “bastonate” (cit.)
    Ma sono solo sogni mi sa…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 10 votes)
  26. l

    Kb tu sei di Siena mi pare.
    Io un po ci bazzico (di sono ora) e anche da fuori senti le stesse cose, ah quando c’erano i dirigenti mps…
    Los che infatti è anche la stessa che ha salvato un bel po’ di casse integrazioni di qualche ditta regionale sempre too big to fa il, per il solito motivo. È lì mi immagino come la penserebbe m5s.
    Se ne esce male. Io sono per il.fallimento, ma lo.dico con il.culo degli altri.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  27. K

    A Siena, non di Siena…
    Fino a qualche anno fa era capitalista molto puro: “il fallimento di una banca fa bene al sistema, crea spazi etc.” ora visto come siamo quasi in regime di monopolio in Italia non penso che porti vantaggi. La Fondazione praticamente non c’e’ piu, quindi di stato o privata Siena stessa non avra’ grandi vantaggi da MPS (aparte l’occupazione chiaro).
    Oggi giornata favolosa per stare a Siena, se non ti fai impaurire dal gelo

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  28. l

    Yes, ma sono in periferia per lavoro.
    Certo che due pici al bar dell’orso all’uscita di Monteriggioni… 😉

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  29. K

    Next time

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  30. A

    bravi ma mi sembra abbiano dimenticato un nome, comincia per M e finisce per arcegaglia
    ma li capisco, è solo un’ex presidente di Confindustria, mica qualcuno di importante

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  31. s

    250k, non 250 milioni, sono un mutuo casa in una media città italiana negli anni a cavallo del 2008 che la maggior parte delle banche avrebbe finanziato se non al 100% sicuramente all’80%.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 4 votes)
  32. K

    You can take the man out of the Lira…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 3 votes)
  33. Anche oggi…

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
  34. Il sacrificio del contribuente italiano e ineludibile e va nello stesso interesse del contribuente italiano
    Quindi non rompano le scatole e si salvino le banche
    Come deterrente , affinché non si ripeta , e palese che serva il carcere duro

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 6 votes)
  35. I

    Leonto, vuoi dire in Siberia, a torso nudo a strappare licheni per mangiare..Kolyma e non se ne parli più

    vogliamo ricordarci del carcere duro a Calisto Tanzi

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  36. Aaahhh, meno male che c’è Spike a farci da bigino! 😀
    A parte gli scherzi, sputtanare e via! 😉

    Ps: Leo, ma se li ha pubblicati la Nazione, che te frega del New Deal?! 😛

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 4 votes)
  37. l

    Dane si sa mai…

    Axel sulla fazione (pardon la nazione) la rcegaglia con davanti il dubitativo ieri c’era eccome… giornale che vai… 😉

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  38. Italo
    Eh
    Sai che ci avevo pensato stamattina a Callisto infatti?
    Credo che in Germania si comporterebbero alla stessa maniera nei confronti di una banca che sta per fallire (la salverebbero cioè)
    Però dirigenti finirebbero a Spandau nella cella lasciata libera da Rudolf Hess

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  39. U

    E l’elenco di chi ha concesso tutti sti prestiti?

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +7 (from 7 votes)
  40. Ti abbraccio

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  41. I

    no, la pax gobbo-leonto, no………..non esiste 😉 😉

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 4 votes)
  42. t

    “Diciamo agli elettori quello che ci pare e sti cazzi se ha delle fondamenta o possibilita di realizarsi e’ populismo.”

    Bene, aspetto l’elenco dei politici non populisti. Nel mentre considero visita da uno specialista, perche’ metter in mezzo Grillo, Trump o Putin quando si parla di una banca gestita dal partito moderato per antonomasia e’ preoccupante.

    Quello che contesto e’ che ognuno ha la sua retorica, te per primo, quindi dare del populismo alla retorica che non ci piace fa ridere.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 7 votes)
  43. P

    Spike sì ma io ne chiedo 250 milioni, mica 250k che sennò poi li rivogliono da me.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  44. s

    “secondo il FABI, uno dei sindacati dei bancari, quasi l’87% delle sofferenze del sistema bancario riguarda prestiti superiori a 250.000 euro”

    commentavo questo passo.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  45. c

    La gogna e il salvataggio devono andare di pari passo: se noi tutti dobbiamo salvare la banca del PD, pretendiamo la gogna in piazza dei colpevoli del disastro. Non la si vuole salvare per evitare la gogna? Perfetto, allora tutti i correntisti a gambe per aria, dato che “hanno prezzato male il rischio di blablabla e hanno fatto un investimento sbagliato”!
    Io mi sono rotto er cazzo che i colpevoli non paghino mai: è questo il messaggio forte e chiaro che deve passare.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +8 (from 8 votes)
  46. Giusto, come dicono i più raffinati economisti del mondo borsistico “se apgo voglio vedere le tette!”
    Ecco, poi……a proposito dei poveri correntisti…..quanto tempo sarà che si parla del fallimento di MPS?! Voci di corridoio 10 anni, articoli sui giornali 5 anni almeno, o no?!
    Puttana Eva, ne avessi trovato uno che avesse portato via i soldi! Macchè, tremano tutti, poi balbettando smozzicano un ” mah…no….ho parlato con Tizio, con Caio, mi ha detto che….figurati…..”, più nel tentativo di convincere sè stessi che l’interlocutore….cioè, ormai anche il cittadino medio s’è abituato che tanto arriva Pantalone a salvargli il culo che quando non succede si indigna….idem per le chiusure di aziende…..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 4 votes)
  47. Dandy
    Posso essere d’accordo sulla tua invettiva contro piccolo risparmiatore , però quello che in caso di fallimento deve essere garantito dal fondo interbancario dovuto
    Da quel che mi han fatto capire il fondo interbancario è vuoto (citofona Atlante Vicenza e Montebelluna) per cui immagina quel che capita se salta (del tutto) una banca n volte più grande
    Domando a Italo conferma o meno delle mie parole

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
  48. s

    confondi fondo interbancario tutela depositi, con fondo risoluzione banche. E’ quest’ultimo quello che è stato usato. I

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  49. Spike
    Questo è quello che dicono
    La verità parrebbe diversa (riferisco voci , non per nulla ho chiesto a Italo se Sa qualcosa)
    Pop vi è adesso piena di liquidità da prestare (che non danno a nessuno)

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  50. Leonto, io faccio un discorso generale, poi sono il primo a spaere che per l’uomo della strada è difficile capirci qualcosa e prendere una decisione. Ma ho parlato con un sacco di correntisti che balbettavano le cose che ho riportato sopra, perchè ormai sono tutti abituati a subire gli eventi. Si aspettano il salvataggio, poi se non arriva ci si dà alle invettive…..

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 1 vote)
  51. s

    non credo che il FID sia sufficiente a coprire il valore dei depositi <100k di mpos.magari sbaglio, ma temo sia così. il punto è che essendo garantiti anche dalle famose brrd, per questi non vedo alcuni ostacolo all'intervento pubblico. Sul resto non vedo perchè si debbano usare soldi pubblici, visto che non credo sia ancora una banca sistemica. In caso contrario immagino che PCP non avrà difficoltà a dimostrarlo numeri alla mano

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  52. c

    La cosa più tragica è il messaggio che passa in questi casi: fate pure dei casini, tanto nessuno pagherà mai per le proprie azioni.
    E, infatti, sento sempre più persone “se trovassimo un modo per fare un buco, poi scappiamo e ci vediamo…”. E’ stata tragicamente sdoganata la truffa e la bancarotta.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  53. c

    Sinceramente è questo quello auspico: cinghiate rotanti sulle gengive di lorsignori.

    I grandi debitori insolventi di MPS? PignoriamoliTutti

    http://www.beppegrillo.it/2017/01/i_grandi_debitori_insolventi_di_mps_pignoriamolitutti.html

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  54. Ecco, appunto, al di là delle sparate di Grillo, perché non accade?!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  55. s

    personalità giuridica

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -2 (from 2 votes)

Lascia un Commento

Close
Ti piace Indiscreto?
Seguici anche sui Social Network per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti
Social PopUP by SumoMe

Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi