La vera assurdità di Ye Shiwen

Stefano Olivari

di

Indiscreto | 31 luglio 2012

Se il doping nel calcio non esiste, allora per il momento non esiste nemmeno per Ye Shiwen. Nel senso che un atleta è dopato solo quando viene trovato positivo ad un controllo antidoping, per dirla con il dottor Ferrari. Il resto è sospetto degli sconfitti, quindi che la sedicenne cinese abbia vinto l’oro olimpico nei 400 misti nuotando i 50 metri finali (quindi la seconda delle vasche a stile libero) 17 centesimi più veloce di Ryan Lochte nella corrispondente gara maschile, è una cosa mostruosa ma non più di tanti record imbattibili che ammorbano l’atletica e lo stesso nuoto anche al netto del discorso costume (comunque Ye Shiwen è la prima donna da record da quando c’è stato il ritorno all’antico, nel 2010). La cosa che troviamo veramente interessante è che non siamo più in presenza di una prestazione femminile che superi quelle degli uomini di seconda fascia (il 10”49 di Florence Griffith nei 100 metri piani può rendere l’idea), ma di un crono competitivo con quello di un supercampione come Lochte. Incredibile poi il paragone con la stessa vasca nuotata da Phelps, quasi un secondo più lento della ragazza. Anche se l’astuto titolista poi dovrebbe anche evidenziare che i 400 misti della cinese sono ancora di più di 23 secondi più lenti di quelli dell’americano. Bisogna aggiungere che Ye Shiwen non è una meteora, ma una che da due anni vince ori a livello senior, dai Giochi asiatici a Mondiali della scorsa stagione a Shangai. E non è una che esce dal suo paese due giorni all’anno, ma un’atleta che in passato si è allenata di frequente in Australia con allenatori australiani. Quando verrà trovata dopata si potrà dire che è dopata. Per il momento, ci verrebbe da dire ‘sul campo’, ha ragione lei. A margine, ma nemmeno troppo, c’è l’equivoco di fondo degli sport di prestazione. Anche in assenza di doping e di altre distorsioni, le donne migliori per emergere devono avere caratteristiche e parametri fisici maschili. Da maschi di serie B, come è evidente. Insomma, non esiste una via femminile al nuoto, mentre esiste una via femminile alla pallavolo o al tennis.

Stefano Olivari, 31 luglio 2012

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.5/10 (2 votes cast)
La vera assurdità di Ye Shiwen, 5.5 out of 10 based on 2 ratings

23 Commenti a La vera assurdità di Ye Shiwen

  1. ricca

    31 luglio 2012 at 15:55

    bah….io preferisco pensar male.

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  2. axel shut

    31 luglio 2012 at 16:00

    ma infatti si può pensar male anche nel calcio se vedi cose un po’ particolari, chessò, Xavi che per 90 minuti pressa Barzagli nell’area dell’Italia, ecco, il giorno che succederanno cose del genere saremo autorizzati a farci qualche domanda :-P

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. sbeeerla

    31 luglio 2012 at 16:04

    Concordo, direttore.
    Altrimenti, si potrebbe applicare lo stesso metodo anche alla Meilutyte, che però essendo dotata di pinne al posto dei piedi è poco canaglia .. ;)

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  4. Banshee

    31 luglio 2012 at 16:13

    in ogni caso ha vinto sul campo quindi ormai è suo per sempre. almeno nella via juventina di intendere lo sport.

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +10 (from 12 votes)
  5. Stefano Olivari

    31 luglio 2012 at 16:18

    Mi danno molto più fastidio i dopati conclamati e condannati, tipo Gatlin o Chambers, che dopo la squalifica tornano a gareggiare con una struttura e un condizionamento costruiti in maniera fraudolenta. Non sto dicendo che la cinese sia pulita, ma che lo è almeno come tanti ‘motorini di centrocampo’ la cui bava alla bocca spieghiamo sempre con la generosità e l’agonismo.

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  6. Dane

    31 luglio 2012 at 16:37

    Sì, direi che la definizione di campionessa sul campo rende bene l’idea…..

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  7. spike

    31 luglio 2012 at 16:53

    ma no è brodo di tartaruga, anzi bruco allevato sui funghi (peyote?) con una spruzzata di peperoncino che si sa è un toccasana per gli sport di fatica.

    o continuiamo ad accettare le pagliacciate tipo giuramento olimpico chiudendo gli occhi su quanto accade, o prendiamo atto ed agiamo di conseguenza.

    per il momento sono 5 sul campo, anzi in vasca.

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  8. leo

    31 luglio 2012 at 17:08

    Ma perché non ha fatto i 400 stile libero?

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  9. Caizzi

    31 luglio 2012 at 18:18

    Beh, il ragionamento del dirigente americano è un po’ “peculiare”.
    “Ogni volta che c’è una prestazione mostruosa, si dovrebbe sospettare c’entri il doping”.
    Come definirebbe lui la vittoria di 6 ori e 2 bronzi nel 2004 e di 8 ori nel 2008 da parte di Phelps?
    Una prestazione appena sopra la media?

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  10. leo

    31 luglio 2012 at 18:24

    A me di Ye Shiwen ha stupito anche il controllo della seconda gara (quella dei 200misti). Siccome ho solo 50 metri per esplodere lo stile nuoto veloce sin dal dorso, ribaltando il concettualmente la strategia rispetto alla prima gara. Non son ragionamenti da sedicenne… (basti ricordare ad es la Pellegrini a Pechino, già 21enne, che esagera nei primi 200mt dei 400 per voler ribattere il suo record fatto in semifinale oppure il già citato argento de 17enne ad Atene dove era già la più forte)…

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  11. Andrea

    31 luglio 2012 at 19:44

    @Caizzi: si ma è Phelps che partecipa a mondiali e trials ogni 2 anni (almeno!) e vince a mani basse, non una sconosciuta cinese che era la prima volta che scendeva in piscina!

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  12. transumante

    31 luglio 2012 at 22:43

    Oh, e´andata piu´veloce di lochte negli ultimi 50 metri e di poco piu´lenta negli ultimi cento. Direi che basta e avanza.

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  13. Andrea

    31 luglio 2012 at 22:51

    ci sta in questi casi :P

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  14. Nicola

    1 agosto 2012 at 09:34

    Penso che Stefano voglia dire che ci vogliono prove, altrimenti è facile infangare come stanno facendo i ‘correttissimi’ e ‘pulitissimi’ americani perchè così dai l’impressione che o ti hanno rubato l’ormone che usavi anche tu o che ti stai incazzando con lo sponsor per non averlo testato prima con te. Meglio fare come gli italiani: quelli che sai potrebbero essere beccati non li convochi nemmeno anche se hanno il minimo e per gli altri scarichi le colpe su tecniche di allenamento e velleità artistiche degli atleti…

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  15. Dane

    1 agosto 2012 at 09:38

    Nicola, se lanciavi sta secchiata di benzina sul
    Muro apposito scatenavi “una di quelle risse in cui non sai più chi cazzo sei ne chi cazzo é chi” … (quasi-cit.) :-D

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  16. ricca

    1 agosto 2012 at 09:40

    @Nicola:
    ma guarda che nessuno ha detto che domattina devono teglierle la medaglia d’oro anche in assenza di prove di doping.
    Più semplicemente non è una performance credibile (almeno non lo è per me, da spettatore profano; ma vedo che non lo è per molti non profani…).
    Poi magari è pulitissima eh……

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  17. Stefano Olivari

    1 agosto 2012 at 09:52

    Al netto del discorso doping, sarebbe stato mostruoso se fra lei e Lochte non ci fossero stati quei 23 secondi totali. Poi anche secondo me quel dato parziale a stile libero è un risultato poco credibile, ma cosa possiamo fare più che dirlo?

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  18. Dane

    1 agosto 2012 at 10:05

    Anche il cinema é finzione. Poi ci sono attori che recitano meglio ed altri che recitano peggio…..

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  19. Ekstrom

    1 agosto 2012 at 10:07

    La cosa curiosa è che i cronisti Rai durante la finale dei 400 avevano detto già prima dell’ultima frazione che era conosciuta per questa particolarità di saper recuperare nella frazione a stile, come si è poi puntualmente verificato nelle ultime due vasche.
    Cosa che mi fa pensare che, per quanto abbia 16 anni, non sia una che si è tuffata in acqua solo ieri.
    Invece Sports illustrated non l’ha inserita tra le papabili.
    Certo, dopo la gara dei 400 e ora dopo quella dei 200 avrei voluto vederla nell’individuale a stile.
    E’ possibile che una così non avesse i tempi per qualificarsi?

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  20. Nicola

    1 agosto 2012 at 10:10

    @Stefano Olivari: appunto, a dirla tutta la cinese ha migliorato di solo 1 secondo un record vecchio di 4 anni e in piena epoca costumi, quando la Rice lo abbassò di 1,5 dopo due mesi nessuno disse nulla… Questo non per dire che la cinese non ha fatto uso di doping, ma dell’assurdità dell’atteggiamento americano

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  21. Stefano Olivari

    1 agosto 2012 at 10:17

    @Ekstrom: I telecronisti Rai sono di sicuro più informati di Sports Illustrated, visto Ye Shiwen (dopata o non dopata che sia) l’anno scorso ai Mondiali di Shangai aveva vinto i 200 misti con un grande finale (non mi ricordo il tempo) e nei 400 era arrivata quinta (a 15 anni!)…

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  22. Nicola

    1 agosto 2012 at 10:37

    Polemica di oggi i campi di allenamento coatto cinesi per le atlete di ginnastica artistica… perchè Kerry Strug ‘invitata’ a fare il volteggio nonostante i legamenti saltati o la Shannon Miller pompata di cortisone e oggi appena uscita da un tumore ovarico sono le “Magnifiche sette”… http://www.youtube.com/watch?v=fFn47a_Ny0Y

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  23. leo

    1 agosto 2012 at 14:51

    @Ekstrom: I telecronisti Rai sono di sicuro più informati di Sports Illustrated, visto Ye Shiwen (dopata o non dopata che sia) l’anno scorso ai Mondiali di Shangai aveva vinto i 200 misti con un grande finale (non mi ricordo il tempo) e nei 400 era arrivata quinta (a 15 anni!)…

    Ma non avevamo stabilito che i mondiali di nuoto non significavano un cazzo visto che li ha vinti anche una pippa come Magnini?

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Devi autenticarti per commentare Clicca qui per farlo