Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Il vero problema era Julio Cesar

Libeccio

di

Indiscreto | 9 luglio 2012

La nuova Inter non nasce proprio sotto i migliori auspici, anche se fino a  fine agosto i media devono chissà perché fare gli spacciatori di false speranze. Al netto dei discorsi sui giocatori di media per non dire mediocre qualità in arrivo, ci riferiamo ad esempio al trasferimento di Lucio alla Juventus, insieme a quello ventilato e improbabile di Julio Cesar al Milan. Insomma, si punta al risparmio ma senza una vera e propria strategia che non sia quella di consegnare la squadra ad un blocco argentino che ha già dato tutto e che sicuramente non ha più futuro di Julio Cesar, Lucio, Maicon, Sneijder, Stankovic. Invece stiamo assistendo ad una situazione così assurda e rabberciata che neanche le falangi mediatiche di Moratti, l’unico all’Inter che per definizione non sbaglia (chissà perché, il concetto vale per tutti i proprietari dei grandi club), riescono ad addolcire. Si dice austerità e linea verde  come fossero malattie ineluttabili.

Julio Cesar è ancora un grande portiere e relativamente giovane per quel ruolo. E’ vero che guadagna molto, soprattutto è vero che nonostante voglia restare in società intendano tagliarlo per ridurre i costi. Non si capisce perchè l’Inter non abbia fatto in modo da collocarlo nel giusto tempo fuori dall’Italia considerato che Julio Cesar è stato l’anima delle esaltanti vittorie dell’Inter degli ultimi anni. Soprattutto pensiamo sia sbagliato non convocarlo per il ritiro come fosse l’ultimo dei disturbatori. E come se Handanovic fosse più forte o affidabile di lui. Al di là del fatto che l’eventuale risparmio di ingaggio per Julio Cesar, ancora peraltro non materializzatosi, sia stato già bruciato nella nuova operazione.

Difesa. Si è rinnovato con il più scarso del reparto (Chivu), mentre si sta dando via Lucio come fosse un problema. Si capisce il risparmio economico della scelta, anche se i tifosi dell’Inter capiscono meno la “stazione di arrivo” a cui il giocatore sembra destinato (la Juve). I problemi insorgono quando si parla di sostituti. Silvestre del Palermo è un giocatore che non credo potrà far dimenticare Lucio e l’ancora ventilato Andreolli è un cavallo di ritorno scaricato in tempi lontani che da allora non ha certo brillato tanto da giustificarne il riacquisto. In più resta in piedi l’enigma Ranocchia pagato tantissimo (18 milioni di euro) e salutato come il nuovo Nesta (!!!). Il giocatore se gioca fa errori grossolani in serie, se non gioca si dice che deve giocare per dimostrare il suo talento. Però leggiamo che ha tantissimi estimatori: Conte, Ancelotti, Mancini (e magari ci siamo persi Mourinho e Ferguson).

Il centrocampo è ingiudicabile, ancora, visto che lì il mercato non è ancora concluso e che Sneijder sì farebbe tutta la differenza del mondo rispetto a Sneijder no. Il settore veramente debole dell’Inter è l’attacco. C’è ancora Milito anche se sul viale del tramonto, poi Zarate è partito e probabilmente partirà Pazzini. E’ arrivato Palacio e probabilmente si tratta anche di un buon acquisto, ma non dell’acquisto che cambi la faccia ad una squadra. Addio alla zavorra Forlan. Moratti si è ridotto a dover mettere in piedi un’operazione complicatissima per arrivare a un Destro che era già suo e che in alcun caso sposterà le sorti dello scudetto. E’ tutto un po’ debole per stare ad alti livelli. Ed infatti l’Inter che verrà non starà ad alti livelli e forse neanche a livelli medi.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.9/10 (12 votes cast)
Il vero problema era Julio Cesar, 5.9 out of 10 based on 12 ratings

22 Commenti a Il vero problema era Julio Cesar

  1. Luke Holywater

    9 luglio 2012 at 12:49

    …le opinioni, sono opinioni (alcune valgono quanto “un pugno sbattuto sul tavolo” cit.) … le registriamo e andiamo avanti … ma i fatti DICONO che RANOCCHIA a bilancio è registrato a 13 milioni … saranno “sempre troppi” (altra opinione rispettabilissima) ma sono CINQUE in meno di diciotto ( e questa NON è un’opinione : è un fatto).

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +5 (from 5 votes)
  2. Art

    9 luglio 2012 at 12:59

    Il settore debole è indiscutibilmente il centrocampo, altro che attacco. Bisogna però salvaguardare certi equilibri consolidatisi per dogma presidenziale, non a caso si parla di Mudingai (!), non sia mai arrivasse qualcuno in grado di minacciare lo scranno del fantastico duo, che pare abbia cassato l’eventuale acquisto di Gago, in stile Mascherano reloaded. Finché non cambiera la proprietà ci si trascinerà avanti a vista, senza prospettive. Massì pensiamo al nuovo stadio…

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  3. Banshee

    9 luglio 2012 at 13:52

    a me i sostituti sembrano in ogni caso meglio dei sostituiti.

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +3 (from 3 votes)
  4. jeremy

    9 luglio 2012 at 15:01

    banshee, Lucio sulla mattonella è tanto peggio di Gatto Silvestre? Su Handanovic penso che valga ampiamente il JC di oggi, Palacio invece per me è proprio un bell’acquisto che farà bene. Che poi complessivamente la squadra non sia migliorata mi pare evidente. Poi magari tiri fuori una stagione tranquilla, senza pretese, ma se partono troppi emboli so cazzi peggio di quest’anno.

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +1 (from 1 vote)
  5. Paperogha

    9 luglio 2012 at 15:47

    E se Coutinho confermasse le cose buone fatte intravedere in Spagna? Non potrebbe essere l’inizio di un nuovo ciclo se non vincente quantomeno competitivo?

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 2 votes)
  6. ghilgamesh 1974

    9 luglio 2012 at 15:49

    Ma secondo voi veramente l’inter pensa di giocare il prossimo anno con zanetti e cambiasso entrambi titolari?

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  7. Un Gobbo

    9 luglio 2012 at 15:57

    io mi ricordo come veniva trattata la giuve l’anno scorso di sti tempi…..e per scaramanzia sto zitto

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  8. jeremy

    9 luglio 2012 at 15:57

    ghilg, a meno di altri acquisti credo che giocheranno loro due. Anche perchè probabilmente Sanetti tornerà al vecchio amora, ovvero la fascia destra difensiva. papero, vero ma non credo sia uno che ti cambia la squadra.

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  9. jeremy

    9 luglio 2012 at 16:10

    gobbo, insomma non è verissimo perchè comunque la Juve aveva dalla sua la freschezza atletica di avere una squadra abbastanza giovane che l’Inter non ha e la fame dopo anni di figure di palta. Da qui allo scudetto ce ne vuole, ma che potesse fare una stagione positiva quantomeno si intuiva. E anche gli acquisti (Lichtsteiner, Vidal, Vucinic, lo stesso ormai ex Elia) erano già di un’altro tenore rispetto a quelli interisti. Poi magari ad agosto mettono il turbo e rifanno la rosa eh, ma con questi devi lavorarci di bestia per non impantanarti tra mal di pancia e logorio fisico.

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  10. Un Gobbo

    9 luglio 2012 at 16:13

    Jeremy
    il mio è un discorso puramente scaramantico..l’anno scorso c’era gente che prendeva per il culo Barzagli e che si chiedeva cosa avrebbe mai potuto spingere un giocatore a scegliere la giuve ben sapendo che sarebbe finito a giocare in uno stadio vuoto….

    quindi io sto zitto

    :-)

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  11. Paperogha

    9 luglio 2012 at 16:17

    Secondo me con un altro buono a centrocampo l’Inter non è così male. Guarin, per quel poco che lo si è visto, non mi è parso male.

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  12. jeremy

    9 luglio 2012 at 16:18

    ah ok ;-)

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  13. jeremy

    9 luglio 2012 at 16:21

    papero, se prendono uno con corsa e tecnica (Isla gli sarebbe servito come il pane) almeno Cambiasso non è alla bombola dopo un mese. Io punterei a bomba Naingolaan, ma Cellino quanto vuole?

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  14. Dane

    9 luglio 2012 at 16:21

    Non siete mai contenti, se uno non rinnova perchè non rinnova, se uno rinnova perchè rinnova….magari Lucio e Julio Caesar faranno meraviglie dove andranno ma non tentare di sostituirli ora significa non aver visto il campionato che han fatto i due e quello che han fatto Handanovic e Silvestre…

    p.s.: poi vale tutto, per carità, ricordo le perplessità quando la Juve sostituitì Brady con Platini: “ma ha senso sostituire una delle colonne più esperte dell’ultimo scudetto con un francesino che in Italia ha tutto da dimostrare?!…”

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: -1 (from 3 votes)
  15. Panjisao

    9 luglio 2012 at 18:45

    Handanovic tecnicamente vale Julio Cesar (questo JC almeno). Fisicamente è molto più affidabile se è vero che Castellazzi nelle ultime due stagioni ha collezionato la bellezza di 31 presenze. Economicamente non c’è gara visto lo stipendio del brasiliano. Anagraficamente che ve lo dico a fare…
    Insomma, a me sembra ottima come operazione, e forse nemmeno tanto rinviabile, viste le condizioni fisiche del brasiliano.
    Ma si sa che la società sbaglia a prescindere…

    p.s.: un grazie a Luke per aver segnalato la vera cifra dell’acquisto di Ranocchia, come risulta dal bilancio e che avevamo già commentato sul Muro poco tempo addietro.

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  16. jeremy

    9 luglio 2012 at 19:10

    Pan, Luke, non seguono le lezioni di “Contabilità e Bilancio” del Prof. Dott. Jeremy……

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  17. Ekstrom

    9 luglio 2012 at 23:31

    Resto sempre della mia idea che l’occasione perfetta per ripartire si era presentata l’anno scorso con la partenza di Leonardo.
    Si poteva decidere già in quel momento di puntare su un tecnico nuovo, giovane e con la possibilità di restare tranquillo per un anno qualunque fosse stato il risultato.
    Qui so che Gasperini è criticato, ma avrei voluto vederlo arrivare in fondo, magari già con Palacio..

    P.S. Da ieri il mondo ha una juventina in più..

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: +4 (from 4 votes)
  18. ricca

    9 luglio 2012 at 23:45

    Congratulazioni!!!! :-)

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  19. Tani Rex

    10 luglio 2012 at 02:50

    Congratulazioni, Eks, anche se una denuncia al Telefono Azzurro, non te lo leva nessuno :)

    Ricca and Jeremy: vi siete gia messi al lavoro ? ;)

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  20. Leonto

    10 luglio 2012 at 08:15

    @Ekstrom: Congratulazioni…ma riguardo alla fede calcistica mai dire gatto….

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  21. leo

    11 luglio 2012 at 09:57

    Ma non doveva chiamarsi Viola? ;-)

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  22. Ekstrom

    11 luglio 2012 at 10:56

    Per me Viola è soprattutto Beppe Viola, personaggio che non verrà mai rimpianto abbastanza per la sua ironia e competenza (specie tennistica..), il “povero pepinoeu” descritto da Brera il giorno dopo la sua prematura scomparsa.
    Ma poi c’è Giovanni Viola, che (come ricorda mio nonno asiduo frequentatore della Juve dai tempi di Felicino Borel) è stato uno storico portiere bianconero. :-)

    RispondiRispondi
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Devi autenticarti per commentare Clicca qui per farlo